Rugby: difesa Fir, nessuna violazione da presidente

(ANSA) – ROMA, 5 OTT – “Né il Presidente federale né i membri del Consiglio del quadriennio 2012/2016 sono al momento deferiti, ma in attesa di essere ascoltati dalla Procura Generale dello Sport in relazione alla volontà della Fir di voler partecipare e sostenere economicamente quei tesserati che avessero riportato gravissime lesioni invalidanti nello svolgimento dell’attività agonistica. Il Consiglio, consapevole di non aver commesso violazioni, ribadisce che risponderà presso le sedi competenti per dimostrare l’insussistenza e l’assoluta infondatezza di quanto le viene contestato”. La federazione rugby risponde con una nota al caos che ha investito i vertici del movimento. Nel comunicato si precisa anche che la Fir segue da tempo la vicenda “presso il Tribunale dei Minori di Venezia e che coinvolge 4 atleti convocati presso il Centro di Formazione Permanente di Mogliano”, nell’assoluto riserbo delle persone coinvolte, avendo piena fiducia nell’operato della giustizia ordinaria italiana”.

Condividi: