Accordo all’Onu, per il dopo Ban c’è Guterres

Pubblicato il 05 ottobre 2016 da ansa

Accordo all'Onu, per il dopo Ban c'è Antonio Guterres (nella foto)

Accordo all’Onu, per il dopo Ban c’è Antonio Guterres (nella foto)

NEW YORK. – La rivoluzione rosa al Palazzo di Vetro può aspettare. Salvo clamorose sorprese sarà l’ex premier portoghese ed ex Alto Commissario Onu per i rifugiati Antonio Guterres il prossimo segretario generale delle Nazioni Unite. In una rarissima dimostrazione di unità, il Consiglio di Sicurezza ha superato le divisioni sbloccando l’impasse nel sesto voto informale tenutosi per scegliere il successore di Ban Ki-moon.

“Abbiamo un favorito che è emerso chiaramente, e il suo nome è Antonio Guterres”, ha annunciato al termine del voto svoltosi a porte chiuse l’ambasciatore russo Vitaly Churkin, presidente di turno dei Quindici. Churkin, affiancato dalla collega americana Samantha Power e dagli altri ambasciatori dei Quindici, ha poi affermato che il Consiglio di Sicurezza terrà un voto formale domani, giovedì 6 ottobre, alle 10 ora di New York.

“E speriamo sia per acclamazione”, ha aggiunto. Quindi, il nome di Guterres verrà sottoposto all’Assemblea Generale per la ratifica. “Oggi ci siamo riuniti intorno a chi è considerato il più qualificato, il più esperto, e la persona migliore per diventare il prossimo segretario generale – ha commentato da parte sua Power – Nonostante tutte le divisioni del Consiglio di sicurezza, abbiamo mostrato di essere uniti nel comprendere la gravità delle minacce attuali”.

L’ex premier portoghese, 67 anni, per un decennio alla guida dell’Alto Commissariato Onu per i rifugiati, ha una grande esperienza in un dossier che sta particolarmente a cuore all’Italia, quello dell’immigrazione. “Gran bella scelta, Guterres farà più forti le Nazioni Unite”, ha commentato su Twitter il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

Frontrunner sin dal primo scrutinio, Guterres (che in un tweet ha detto di essere “onorato e felice” per la nomina) ha ottenuto 13 voti positivi (di cui quattro tra i membri permanenti del Consiglio di sicurezza). Due Paesi hanno espresso “nessuna opinione”. I P5 hanno quindi deciso di non ostacolare la sua candidatura utilizzando la minaccia del diritto di veto.

Per la prima volta l’organo Onu ha deciso di rompere la tradizione della rotazione informale dei gruppi regionali, secondo cui la successione sarebbe spettata ad un candidato dell’est Europa, che non ha mai avuto un segretario generale. E soprattutto è tramontata l’ipotesi di vedere una donna al 38/mo piano del Palazzo di Vetro, sostenuta da molti Paesi membri, incluso lo stesso Ban.

Le candidate rosa, tuttavia, seppur considerate figure solide, non hanno mai convinto, e la tendenza e’ stata confermata anche oggi, dove nessuna di loro ha ottenuto la maggioranza di voti positivi. In corsa c’erano l’ex premier neozelandese Helen Clark, il ministro degli esteri argentino Susanna Malcorra, il capo dell’Unesco Irina Bokova e la vice presidente della Commissione Ue Kristalina Georgieva.

La Russia ha sempre detto che voleva una donna e dell’est Europa come successore di Ban. E secondo fonti diplomatiche ora Mosca potrebbe usare il compromesso concesso sul numero uno delle Nazioni Unite per puntare ad altri ruoli di rilievo all’interno dell’organizzazione internazionale, per esempio il Dipartimento degli Affari Politici, attualmente guidato dall’americano Jeffrey Feltman.

(di Valeria Robecco/ANSA)

Ultima ora

07:39Corea del Nord, sottomarino Usa arrivato in Corea del Sud

(ANSA) - PYONGYANG, 25 APR - La Corea del Sud afferma che un sottomarino statunitense a reazione nucleare è arrivato nel porto meridionale di Busan, ma non si prevede che parteciperà alle esercitazioni navali congiunte di Washington e Seul. Un funzionario della Marina sudcoreana ha detto oggi che lo Uss Michigan sta facendo una sosta di routine per far riposare il suo equipaggio e fare rifornimenti. Il sottomarino è arrivato lo stesso giorno in cui la Corea del Nord celebra l'anniversario della fondazione del suo esercito. Pyongyang marca spesso date significative con dimostrazioni di capacità militari e i funzionari sudcoreani ritengono il Nord possa prepararsi a un altro ciclo di test nucleari o missilistici.

01:34Venezuela: nuove proteste, almeno tre dimostranti morti

(ANSA) - CARACAS, 25 APR - Nuove proteste di piazza nel Venezuela contro il governo di Nicolas Maduro, e almeno tre giovani manifestanti uccisi: due colpiti da "paramilitari filo-governativi" a Barinitas, nello stato di Barinas, nell'ovest del Venezuela, secondo quanto rivelato dal deputato dell'opposizione Pedro Luis Castillo, e uno a merida, capoluogo dello stato omonimo, secondo informazioni dell'Ombudsman nazionale, Tarek William Saab. Tutti e tre, secondo le prime informazioni, sarebbero stati raggiunti da colpi d'arma da fuoco.

01:16Terremoti: Cile, scossa 6.9, ma niente allerta tsunami

(ANSA) - SANTIAGO DEL CILE, 25 APR - Una forte e lunga scossa di terremoto è stato avvertito a Santiago del Cile e in un'ampia zona nell'area centrale del Cile. La magnitudo è stata pari a 6.9 con l'epicentro a 25 km da Valparaiso. Lo riporta il centro sismologico dell'Università del Cile. Non si ha ancora notizia di vittime, ma è stato lanciato l'allarme tsunami, che però è stato revocato pochi minuti dopo. Prima della cancellazione dell'allerta, in alcune zone delle regioni di Valparaiso e O'Higgins era già scattata l'evacuazione preventiva della popolazione nelle località costiere. La scossa, avvertita alle 18.39 ora locale a una profondità di 13,2 kilometri, è stata particolarmente intensa, soprattutto nelle regioni di Coquimbo e Biobio. Nella zona di Valparaiso, dove è stato localizzato l'epicentro, dalla notte dello scorso sabato si sono verificate circa 100 scosse. Il terremoto è stato avvertito anche in Argentina, nelle regioni di Mendoza e San Juan, confinanti con il Cile.

01:08Musica: paura per Elton John, ‘ha rischiato di morire’

(ANSA) - LONDRA, 25 APR - Paura per Elton John, leggenda del pop internazionale, che ha rischiato di morire a causa di un'infezione rara e maligna contratta durante un tour in Sudamerica e che lo ha costretto in ospedale fino a sabato. La disavventura, a lieto fine, è stata resa nota stanotte in un comunicato diffuso a Londra, nel quale è stata annunciata fra l'altro la cancellazione di alcuni show negli Usa. Secondo il comunicato, la star britannica, 70 anni, è stata contagiata da un'infezione "potenzialmente mortale", sfociata in "un violento" malessere sul volo di ritorno da Santiago del Cile. Ricoverato in terapia intensiva all'arrivo a Londra, è adesso a casa convalescente e sta meglio. Ma per un po', niente concerti. "Ci dispiace informarvi che, per ragioni mediche, Elton John è costretto a cancellare il suo intero programma di esibizioni previste per aprile-maggio" a Las Vegas, è scritto nella nota. "Elton annulla anche la performance prevista per sabato 6 maggio a Bakersfield, in California".

23:55Le Pen, mi sospendo da presidenza Fn, solo candidata

(ANSA) - PARIGI, 24 APR - "Mi sospendo dalla presidenza del Front National. Da questo momento in poi sono soltanto la candidata alle presidenziali": lo ha annunciato questa sera al tg di France 2 Marine Le Pen.

23:12Calcio: la Roma vince 4-1, Pescara matematicamente in B

(ANSA) - ROMA, 24 APR - La Roma batte 4-1 il Pescara e lo condanna alla serie B con cinque giornate di anticipo sulla fine del campionato. Gli abruzzesi, con 14 punti, non possono più raggiungere l'Empoli, quart'ultimo con 29 e in vantaggio negli scontri diretti. I giallorossi salgono a quota 75 punti, a +4 sul Napoli e a -8 dalla Juventus. Di Strootman e Nainggolan le prime reti degli ospiti, venute entrambe alla fine del primo tempo. Salah segna una doppietta a inizio ripresa. Nel finale la rete della bandiera degli abruzzesi con Benali.

22:22Siria: sanzioni Usa al centro ricerca armi chimiche

(ANSA) - WASHINGTON, 24 APR - Gli Usa hanno emesso oggi sanzioni nei confronti dei dipendenti del Centro di ricerca siriano ritenuto responsabile dello sviluppo di armi chimiche: lo ha annunciato dalla Casa Bianca il segretario al Tesoro Steven Mnuchin, come risposta "all'orribile attacco con armi chimiche contro civili innocenti". Nella 'lista nera' sono finiti 271 dipendenti del centro di ricerche. Si tratta di una delle cifre più alte di persone sottoposte a sanzioni nella storia degli Stati Uniti.

Archivio Ultima ora