Accordo all’Onu, per il dopo Ban c’è Guterres

Pubblicato il 05 ottobre 2016 da ansa

Accordo all'Onu, per il dopo Ban c'è Antonio Guterres (nella foto)

Accordo all’Onu, per il dopo Ban c’è Antonio Guterres (nella foto)

NEW YORK. – La rivoluzione rosa al Palazzo di Vetro può aspettare. Salvo clamorose sorprese sarà l’ex premier portoghese ed ex Alto Commissario Onu per i rifugiati Antonio Guterres il prossimo segretario generale delle Nazioni Unite. In una rarissima dimostrazione di unità, il Consiglio di Sicurezza ha superato le divisioni sbloccando l’impasse nel sesto voto informale tenutosi per scegliere il successore di Ban Ki-moon.

“Abbiamo un favorito che è emerso chiaramente, e il suo nome è Antonio Guterres”, ha annunciato al termine del voto svoltosi a porte chiuse l’ambasciatore russo Vitaly Churkin, presidente di turno dei Quindici. Churkin, affiancato dalla collega americana Samantha Power e dagli altri ambasciatori dei Quindici, ha poi affermato che il Consiglio di Sicurezza terrà un voto formale domani, giovedì 6 ottobre, alle 10 ora di New York.

“E speriamo sia per acclamazione”, ha aggiunto. Quindi, il nome di Guterres verrà sottoposto all’Assemblea Generale per la ratifica. “Oggi ci siamo riuniti intorno a chi è considerato il più qualificato, il più esperto, e la persona migliore per diventare il prossimo segretario generale – ha commentato da parte sua Power – Nonostante tutte le divisioni del Consiglio di sicurezza, abbiamo mostrato di essere uniti nel comprendere la gravità delle minacce attuali”.

L’ex premier portoghese, 67 anni, per un decennio alla guida dell’Alto Commissariato Onu per i rifugiati, ha una grande esperienza in un dossier che sta particolarmente a cuore all’Italia, quello dell’immigrazione. “Gran bella scelta, Guterres farà più forti le Nazioni Unite”, ha commentato su Twitter il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

Frontrunner sin dal primo scrutinio, Guterres (che in un tweet ha detto di essere “onorato e felice” per la nomina) ha ottenuto 13 voti positivi (di cui quattro tra i membri permanenti del Consiglio di sicurezza). Due Paesi hanno espresso “nessuna opinione”. I P5 hanno quindi deciso di non ostacolare la sua candidatura utilizzando la minaccia del diritto di veto.

Per la prima volta l’organo Onu ha deciso di rompere la tradizione della rotazione informale dei gruppi regionali, secondo cui la successione sarebbe spettata ad un candidato dell’est Europa, che non ha mai avuto un segretario generale. E soprattutto è tramontata l’ipotesi di vedere una donna al 38/mo piano del Palazzo di Vetro, sostenuta da molti Paesi membri, incluso lo stesso Ban.

Le candidate rosa, tuttavia, seppur considerate figure solide, non hanno mai convinto, e la tendenza e’ stata confermata anche oggi, dove nessuna di loro ha ottenuto la maggioranza di voti positivi. In corsa c’erano l’ex premier neozelandese Helen Clark, il ministro degli esteri argentino Susanna Malcorra, il capo dell’Unesco Irina Bokova e la vice presidente della Commissione Ue Kristalina Georgieva.

La Russia ha sempre detto che voleva una donna e dell’est Europa come successore di Ban. E secondo fonti diplomatiche ora Mosca potrebbe usare il compromesso concesso sul numero uno delle Nazioni Unite per puntare ad altri ruoli di rilievo all’interno dell’organizzazione internazionale, per esempio il Dipartimento degli Affari Politici, attualmente guidato dall’americano Jeffrey Feltman.

(di Valeria Robecco/ANSA)

Ultima ora

13:31Calcio: Montella, stiamo trovando l’abito giusto del Milan

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - Vincenzo Montella usa una metafora sartoriale per commentare il momento nero del Milan, reduce da tre sconfitte consecutive: "Attraverso le partite - ammette il tecnico nella conferenza stampa alla vigilia della gara di Europa League contro l'Aek Atene - stiamo trovando l'abito giusto per questa squadra. In estate ci siamo rifatti il guardaroba: ci siamo comprati calzini, giacche e pantaloni. Ora stiamo cercando di abbinare i vestiti, ma non stravolgeremo nulla". Montella rivendica poi la bontà delle prestazioni contro Roma e Inter. "Nelle ultime due partite - spiega - è successo qualcosa di anomalo: meritavamo almeno due pareggi ed ora staremmo parlando del Milan in toni diversi. Sono due partite che devono insegnarci ad avere ancora più rabbia, determinazione e convinzione".

13:26Referendum autonomia: Sala, mi auguro in tanti a votare

(ANSA) - MILANO, 18 OTT - L'eventuale vittoria al referendum sull'autonomia della Lombardia che si terrà domenica "andrà misurata da due punti di vista: la percentuale di consensi e il numero dei votanti. Mi auguro che in tanti vadano a votare". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Ai giornalisti che gli hanno chiesto se un risultato sotto il 50% può essere definito un flop il sindaco ha risposto che "non so se si può definire proprio così perché di solito la gente va a votare in quella misura lì, poi vediamo quanta gente va a votare". Il presidente della Regione Roberto Maroni, ha detto che in caso di vittoria del sì istituirà una squadra bipartisan per andare a trattare con Roma. A chi gli ha chiesto se ne vorrà far parte Sala ha risposto: "bisogna capire su cosa la Lombardia, in caso di vittoria, vorrà chiedere più autonomia, non siamo d'accordo su tutto ma solo su alcune tematiche. Iniziamo a vedere il risultato elettorale e poi ci siederemo al tavolo".

13:13Catalogna: trattative su proclamazione Repubblica

(ANSA) - BARCELLONA, 18 OTT - Trattative sono in corso fra le componenti del fronte indipendentista per una possibile proclamazione della 'Repubblica catalana' se allo scadere dell'ultimatum di domani alle 10 Madrid applicherà l'art.155 della costituzione, ha indicato la capogruppo della sinistra della Cup Mireia Boya. La proclamazione, ha precisato, potrebbe intervenire "nei prossimi giorni".

13:12Calcio: Aic, Modena in sciopero il 21 e 22 ottobre

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - Stato di agitazione e preavviso di sciopero dei giocatori del Modena per sabato e domenica, che farebbe saltare la partita con il Fano del 22 (Serie C, girone B). Lo si legge in un comunicato dell'Aic, nel quale si ricorda che "ieri si è verificato il mancato pagamento degli stipendi di luglio e agosto 2017 nel termine ultimo previsto per i controlli Covisoc". "I calciatori - continua la nota - non hanno ricevuto alcuna somma relativa a questa stagione sportiva"; non hanno avuto la possibilità "di comprendere l'entità del dissesto, né di conoscere i termini del piano di salvataggio. Nonostante questo, hanno continuato ad allenarsi e a giocare". Ma "ad oggi la misura è colma". "Per tali motivi, l'Aic annuncia lo stato di agitazione dei calciatori tesserati con la società Modena Fc srl e indice lo sciopero dei predetti calciatori per sabato 21 e domenica 22 ottobre, auspicando che il club adempia al pagamento delle somme dovute per luglio e agosto e alle obbligazioni contrattuali entro venerdì 20 ottobre 2017".

13:05Iraq: esercito Baghdad prende controllo diga Mosul

(ANSA) - BEIRUT, 18 OTT - Le truppe dell'esercito iracheno che negli ultimi due giorni hanno ripreso il controllo di regioni nel nord del Paese prima occupate dalle milizie curde Peshmerga hanno preso in consegna anche l'area intorno alla diga di Mosul, dove decine di lavoratori italiani sono presenti per i lavori di ristrutturazione e rafforzamento dell'impianto eseguiti dalla società Trevi. Lo apprende l'ANSA da fonti diplomatiche, secondo le quali "vi è stato un ordinato trasferimento di poteri" senza alcun combattimento.

12:55Alfano, ‘Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù’

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - Il sacerdote italiano rapito in Nigeria, don Maurizio Pallu', é stato liberato. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Angelino Alfano a Radio Capital. Anche fonti del Vicariato di Roma ne hanno confermato la liberazione. "Nel corso della notte l'unità di crisi della Farnesina mi ha comunicato la liberazione di don Maurizio Pallù, il presbitero missionario che era stato rapito in Nigeria - ha detto Alfano - Lo aspettiamo presto in Italia". "Secondo quello che risulta anche ai suoi confratelli neocatecumenali sta bene, si starebbe recando ad Abuja. Queste sono anche notizie della notte quindi ci sono state sicuramente delle evoluzioni, comunque le informazioni che abbiamo noi sono positive".(ANSA).

12:24Autotrasportatori truccavano il cronotachigrafo,denunciati

(ANSA) - NAPOLI, 18 OTT - Per truccare il cronotachigrafo disattivavano l'abs: i carabinieri scoprono e denunciano autotrasportatori che per evitare la registrazione delle velocità di percorrenza e fare in modo che non venissero annotati i mancati periodi di riposo manomettevano i cronotachigrafi. E lo facevano con una calamita o sostituendo i sensori di movimento. Il trucco alterava le registrazioni ma allo stesso tempo disattivava l'abs rendendo - sottolineano i carabinieri - pericolosi gli autoarticolati o autocarri. Lo hanno scoperto i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli che negli ultimi giorni hanno effettuato verifiche su più di 100 autoarticolati e autocarri in collaborazione con tecnici della motorizzazione. Durante il giro di verifiche, autisti di ditte di trasporto internazionale sono stati trovati non in regola con la documentazione sui trasporti internazionali.

Archivio Ultima ora