Governo difende il Def, martedì Padoan torna in Parlamento

Pubblicato il 05 ottobre 2016 da ansa

Governo difende Def, martedì Padoan torna in Parlamento

Governo difende Def, martedì Padoan torna in Parlamento

ROMA. – Il governo non arretra. Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan appaiono inamovibili nella difesa dell’ambizioso 1% di crescita 2017, ma le rassicurazioni non bastano ancora a convincere il Parlamento. Di fronte ai dubbi tecnici e alla polemica politica nata intorno alla Nota di aggiornamento del Def, l’esecutivo conferma ancora una volta le nuove stime macroeconomiche su cui si incardinerà la prossima manovra di bilancio.

Ma il ministro dell’Economia dovrà comunque tornare in audizione davanti a deputati e senatori della Commissione Bilancio martedì prossimo, sperando nel frattempo che le possibili integrazioni alla Nota di aggiornamento al Def e il Documento programmatico di bilancio che il Tesoro si appresta a presentare il 17 ottobre a Bruxelles possano persuadere l’Ufficio parlamentare di bilancio a cambiare idea e a validare il testo.

“I numeri che produciamo sono basati su una valutazione attenta degli impatti, non su fantasia, né su aspettative irrealizzabili. Sono aspettative realizzabili”, ha insistito ancora una volta Padoan. Il premier ha assicurato che ”nella legge di Stabilità ci saranno misure economiche, nessuno choc fiscale ma piccoli passettini sì. Continueremo il percorso finora fatto”.

Renzi poi minimizza le critiche tecniche: “Come sempre a ottobre gli esperti ci dicono che le nostre misure non hanno copertura e i numeri non tornano. Rispetto le loro tesi ma abbiamo sempre trovato le coperture, smentendo le previsioni negative: continueremo a farlo”. Nessuna “revisione” in arrivo dunque, anche se politicamente il punto resta per il governo nevralgico.

Gli animi delle opposizioni, già scaldati dalla bocciatura dell’Upb, dalle prospettive tutt’altro che rosee sul terzo trimestre arrivate dall’Istat e dai rilievi espressi da Bankitalia – che ha chiesto un nuovo slancio sugli investimenti e un rafforzamento dello sforzo sulle riforme -, continuano ad agitarsi. Tanto che, proprio come prevede la legge sul pareggio di bilancio che ha istituito l’Upb, la Commissione Bilancio della Camera ha chiesto e ottenuto che il ministro dell’Economia torni a riferire in audizione, completando le informazioni rese note finora con apposite integrazioni.

Sarà quella l’occasione nella quale il Mef potrebbe quindi fornire a breve dei dettagli in più sull’impatto delle prossime misure della manovra sulla crescita, senza però poter svelare con troppo anticipo i particolari degli interventi della legge di bilancio vera e propria, che arriverà sul tavolo del cdm alla fine della prossima settimana, il 14 o al massimo sabato 15 ottobre.

Alleggerendo i toni, la minoranza Pd assicura con Roberto Speranza che il voto sul Def, slittato a mercoledì 12 proprio per avere il tempo di riascoltare Padoan, non è in discussione, anche se la posizione dell’Upb “rende indispensabile un momento di chiarimento da parte del governo”.

In realtà il giudizio dell’Ufficio di bilancio, pur avendo scatenato la polemica, non è tecnicamente determinante ai fini del voto parlamentare. Valida invece il Documento Programmatico di Bilancio che viene inviato in Europa. Ed è quindi questo il documento che potrebbe contenere modifiche rispetto alla nota di aggiornamento del Def, per esempio spingendo il deficit verso il 2,4%, che giustificherebbe una crescita programmatica all’1%.

Nuovi spunti su quali tasti pigiare per rilanciare la crescita sono arrivati di nuovo da Bankitalia. “Pur nell’ambito di spazio di manovra ridotto in cui la politica di bilancio si trova oggi a operare – ha affermato il vice-direttore generale di Bankitalia, Fabio Panetta – è necessario proseguire una politica orientata allo sviluppo, in particolare alleggerendo ulteriormente il peso delle imposte sui fattori della produzione”.

Ha poi sollecitato investimenti, pubblici e privati, ”attraverso uno sforzo condiviso dell’intera comunità nazionale”.

Sul fronte dei dati macro arriva intanto la nota positiva delle entrate, aumentate del 3,6% nei primo otto mesi dell’anno, e la fiducia dei mercati dimostrata, secondo Padoan, dalla buona accoglienza del Btp a 50 anni lanciato ieri. Ma dallo stesso titolare del Tesoro e dal suo collega allo Sviluppo economico, Carlo Calenda, arriva però anche un vero allarme sul commercio mondiale. Calenda prefigura “un crollo” l’anno prossimo, mentre Padoan parla senza mezzi termini di un andamento “pauroso”.

(di Mila Onder/ANSA)

Ultima ora

15:43Calcio: Inghilterra, si allarga scandalo pedofilia

(ANSA) - LONDRA, 9 DIC - Si allarga l'inchiesta sulla pedofilia nel mondo del calcio giovanile inglese: è salito a 83 il numero di tecnici e dirigenti di club, sospettati di aver abusato sessualmente dei loro giocatori. Un dato destinato a crescere, secondo le previsioni del dipartimento di polizia che sta svolgendo le indagini, così come quello inerente i club coinvolti, 98, di tutte le categorie. Proseguono le segnalazioni telefoniche da parte delle vittime: nel 98% dei casi si tratta di uomini, che raccontano di essere stati molestati tra i sette e i 20 anni. Finora 639 le denunce ricevute dal centralino predisposto dalla polizia Nonostante 98 società calcistiche finora siano state citate nell'inchiesta, non tutte sono sotto indagine. Secondo le ultime stime sono almeno 350 le vittime accertate Il capo della Premier League, Richard Scudamore, ha scritto ai genitori di più di 3.000 giovani calciatori per rassicurarli sulle attuali misure di controllo e sicurezza attive nei settori giovanili dei club della massima divisione inglese.

15:26Doping: Russia minimizza rapporto McLaren

(ANSA) - MOSCA, 9 DIC - Nel rapporto McLaren sul doping in Russia "per ora non c'è nulla di nuovo". Così il presidente della Commissione Sport della Duma Mikhail Degtiariov su Twitter. "Migliaia di sportivi non identificati, delle lettere, qualche testimone".

15:25Valanghe: slavina a Gressoney, ricerche in corso

(ANSA) - AOSTA, 9 DIC - Un valanga è caduta dopo le 13 nel Canale dell'Aquila sotto la Punta Indren (Gressoney). Si tratta di una zona molto nota per lo sci fuori pista. Al momento non si segnalano persone coinvolte. Sono comunque in corso operazioni di ricerca da parte del soccorso alpino valdostano, anche con unità cinofile trasportate in elicottero. (ANSA).

15:23M5S propone “reddito per la Valnerina”

(ANSA) - PERUGIA, 9 DIC - Un "reddito per la Valnerina" è la proposta lanciata dal Movimento 5 Stelle "per evitare lo spopolamento delle aree terremotate e perché la ricostruzione sarà lunga". Ad annunciare l'iniziativa - in una conferenza stampa a Perugia - sono stati i consiglieri regionali Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, che hanno anche denunciato "la critica situazione post sisma, con la fase di emergenza che presenza aspetti lacunosi, cose sottaciute e senza una regia chiara". "In tanti - è stato detto - sono ancora costretti a dover fare da soli, perché risposte tangibili da Stato e Regione tardano ad arrivare, con cittadini e imprese che sono abbandonati a se stessi perché si possano compiere i soliti intrecci tra politica, cooperative e malaffare". "Noi invece - hanno poi sottolineato i consiglieri del M5S - stiamo lavorando a questa proposta di reddito come forma di aiuto in termini economici per far rimanere le persone nel territorio dove sono nate e vissute fino ad oggi".

15:19Calcio: Roma, revocata squalifica Strootman

(ANSA) - ROMA, 9 DIC - La Corte d'appello sportiva ha accolto il ricorso della Roma per Kevin Strootman, al quale sono state tolte le due giornate di squalifica per i fatti del derby. Il centrocampista olandese sarà regolarmente a disposizione per la partita di lunedì sera contro il Milan e per quella successiva di Torino contro la Juventus.

15:13Siria: Onu teme per centinaia di scomparsi da Aleppo est

(ANSA) - GINEVRA, 9 DIC - In Siria, centinaia di uomini risultano scomparsi da circa una decina di giorni dopo essere fuggiti da Aleppo est verso zone controllate dal governo siriano, ha affermato oggi a Ginevra un portavoce dell'Alto commissariato Onu per i diritti umani esprimendo "profonda preoccupazione". Benché sia difficile "stabilire i fatti in una situazione cosi fluida e pericolosa", secondo notizie "molto preoccupanti" centinaia di uomini, di età tra i 30 e i 50 anni, risultano scomparsi dopo essere passati in aree controllate dal governo. "I familiari hanno perso ogni contatto", ha detto il portavoce, Rupert Colville. Dati i precedenti di "detenzione arbitraria, tortura e sparizioni forzate da parte del governo siriano, siamo naturalmente profondamente preoccupati per la sorte di queste persone", ha aggiunto.

15:04Furti di gasolio, altro oleodotto manomesso nel Pavese

(ANSA) - PAVIA, 9 DIC - Per la seconda volta in una decina di giorni i carabinieri della compagnia di Vigevano (Pavia) hanno scoperto in Lomellina un sofisticato impianto per sottrarre gasolio dagli oleodotti, nel primo caso ai danni della condotta Eni Sannazzaro-Rho, adesso a quella della Sarpom tra Trecate (Novara) e Casale Monferrato (Alessandria). Dopo la realizzazione di un innesto abusivo, un tubo interrato di due chilometri portava il carburante rubato a un capannone dismesso nella zona industriale di Castello d'Agogna, dove era stata allestita la centrale: serbatoi "a materassino" capaci di contenere 50 mila litri e un sofisticato sistema di telecamere per sorvegliare la zona. Al momento dell'irruzione, mercoledì, è stato trovato un cittadino lettone di 27 anni, arrestato in flagranza e oggi condannato per direttissima a 8 mesi. Il giudice ha confermato per lui la custodia in carcere. Anche nel primo caso erano stati identificati e denunciati due uomini originari dell'Est, un lettone di 37 anni e un ucraino di 54.

Archivio Ultima ora