Aristóbulo Istúriz delfino del presidente Maduro? E’ polemica

Aristobulo delfino del presidente Maduro? E’ polemica
Aristobulo delfino del presidente Maduro? E’ polemica
Aristobulo delfino del presidente Maduro? E’ polemica

CARACAS – La polemica è scoppiata all’interno del “macombo chavista”. Ma ad aizzarla è stato il presidente del Parlamento, il deputato Henry Ramos Allup. In un twitt, il presidente del Parlamento ha commentato le dichiarazioni del presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, nel corso di un suo intervento trasmesso martedì scorso.

Il capo dello Stato avrebbe affermato che il vicepresidente Aristóbulo Istúriz sarebbe un “lavoratore instancabile e onesto”, espressioni che sarebbero state impiegate a suo tempo dall’estinto presidente Chávez per indicare Nicolás Maduro quale suo “delfino”.

Ramos Allup avrebbe interpretato le parole del presidente Maduro come una manovra per neutralizzare le probabili aspirazioni presidenziali di Diosdado Cabello.

“Al battezzare Aristóbulo come suo erede – ha scritto Ramos Allup – Diosdado Cabello resta fuori dai giochi”.

La smentita non si è fatta attendere. Il vicepresidente del Psuv, Diosdado Cabello, durante un “meeting” nello Stato Monagas ha smentito ogni velleità presidenziale e sottolineato che non vi è frizione tra lui e il capo dello Stato.

– Quante volte la destra ha affermato che Nicolás Maduro ed io abbiamo divergenze? – ha detto – Noi siamo due fratelli costruendo la Patria.

Cabello ha poi assicurato che il capo dello Stato non rinuncerà e che il governo non cadrà in provocazioni.

Gli esperti in materia ritengono che le parole di Diosdado Cabello più che al Tavolo dell’Unità o all’Opposizione in generale, siano rivolte a chi nel “chavismo”, specialmente alla dissidenza che negli ultimi mesi ha mostrato una crescente vocazione di potere e una crescita in popolarità e consenso, considera che tra il capo dello Stato e il vicepresidente del Psuv non “corra buon sangue” e non vedono di buon occhio una sua ipotetica candidatura