Matthew devasta Haiti e spaventa gli Usa. Tre milioni di evacuati

Pubblicato il 06 ottobre 2016 da ansa

Matthew devasta Haiti e spaventa Usa,3 milioni evacuati

Matthew devasta Haiti e spaventa Usa,3 milioni evacuati

NEW YORK. – Dopo aver seminato morte e distruzione ad Haiti, Matthew si avvicina agli Stati Uniti e diventa sempre più pericoloso. L’uragano si è rafforzato tornando ad essere di categoria 4 mentre si appresta a colpire la Florida. Secondo l’ultimo bollettino del Centro nazionale per gli uragani, con sede a Miami, la tempesta tropicale viaggia alla velocità di 22 chilometri orari con raffiche di vento superiori a 220 chilometri orari.

Lungo la costa sud orientale degli Stati Uniti, dalla Florida alla Georgia passando per South e North Carolina, è stata ordinata un’evacuazione come non si vedeva dai tempi di Sandy nel 2012, e che interessa quasi tre milioni di persone. Mentre nella sola Florida circa otto milioni di persone sono in stato di allerta. Se inizialmente l’allarme era stato lanciato solo per i residenti lungo la costa, gli esperti hanno messo in guardia anche le popolazioni dell’entroterra. Matthew, infatti, potrebbe abbattersi con venti superiori ai 230 chilometri orari e gli effetti potrebbero essere devastanti anche per le zone interne.

Intanto si aggrava sempre di più il bilancio delle vittime nei Caraibi. I morti sarebbero almeno 113, di cui 108 solo ad Haiti. Decessi per la maggior parte causati dalla caduta di alberi e dalle inondazioni. Apocalittico lo scenario descritto dagli operatori umanitari dell’Unicef, i quali hanno detto che si vedono livelli di devastazione simili a quelli avuti durante il terremoto di sei anni fa. E’ anche emergenza per la scarsità di acqua potabile, mentre al sud del paese si sono già registrati i primi casi di colera a causa delle acque contaminate.

Ma uno scenario quasi apocalittico è previsto anche negli Stati Uniti. In particolare il governatore della Florida, Rick Scott, ha lanciato nuovamente un appello ai residenti invitandoli a seguire gli ordini di evacuazione. “La tempesta vi ucciderà – ha detto – è una cosa seria. Non rimane molto tempo”. Lo stesso presidente Barack Obama ha dichiarato lo stato di emergenza per la Florida a causa delle conseguenze catastrofiche che potrebbe avere l’uragano, garantendo così risorse federali per far fronte a danni che si preannunciano enormi.

Nonostante i continui appelli ad evacuare, diversi residenti – riportano i media – sostengono come le autorità stiano creando inutili allarmismi, rifiutandosi di lasciare le proprie abitazioni. Anche il governatore del South Carolina, Nikki Haley, ha lamentato come la gente non stia evacuando in modo veloce. Secondo quanto riferiscono alcuni media americani, un impatto diretto da parte di Matthew potrebbe portare un livello di distruzione paragonabile a quello dell’uragano Andrew che si abbatté su Miami nel 1992.

In maniera precauzionale, atenei e scuole sono stati chiusi e molti istituti scolastici sono stati convertiti in rifugi. Ha chiuso i battenti temporaneamente anche Disney World ad Orlando, così come hanno chiuso gli aeroporti di Miami, Orlando e Fort Lauderdale, con il risultato che sono stati cancellati circa 1.500 voli. Presi d’assalto anche i supermercati. Chi ha potuto, seguendo anche il consiglio delle autorità, ha fatto scorte di cibo ed acqua lasciando vuoti gli scaffali. Code anche alle pompe di benzina dove tuttavia al momento non è stata registrata mancanza di carburante.

(di Gina Di Meo/ANSA)

Ultima ora

21:36Calcio: rigore Milan poi Var, un espulso nel Crotone

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Rigore, Var e cartellino rosso in Crotone-Milan, dopo pochi minuti dell'inizio della sfida sul terreno dello Scida. L'arbitro Mariani di Aprilia ha fischiato un penalty a favore del Milan per un fallo in area di Ceccherini su Cutrone, poi ha chiesto l'ausilio della videoassistenza, recandosi anche a bordo campo per visualizzare di persona il replay. A quel punto ha confermato il rigore e ha aggiunto il rosso diretto per il giocatore del Crotone. Dal dischetto ha poi trasformato Kessiè.

21:34Calcio: da Curva Nord ululati a Gomis prima di Lazio-Spal

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Ululati razzisti all'indirizzo del portiere di colore, Alfred Gomis, si sono levati dalla curva nord laziale, prima e durante il match di campionato nello stadio Olimpico, tra Lazio e Spal. Curva che vede l'assenza dagli spalti degli Irriducibili, che hanno lasciato l'impianto poco prima del fischio d'inizio della partita. Presumibilmente a seguito della richiesta, da parte della sicurezza, di rimuovere uno striscione offensivo nei confronti di Keita e del suo procuratore Roberto Calenda.

21:31Calcio: Lazio, Tare “Per Keita serve pazienza”

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - "Keita? Non penso si ripresenterà a Formello domani, risolveremo con pazienza". Così il ds della Lazio, Igli Tare, nel prepartita dell'Olimpico contro la Spal. "Hoedt ha chiesto di essere ceduto - aggiunge il dirigente dei biancocelesti - perché voleva essere protagonista assoluto da noi e noi non potevamo garantirglielo, come non lo garantiamo a nessuno. Quindi penso che l'affare si farà e gli facciamo un grande in bocca al lupo".

21:18Calcio: Inter, Ausilio “Candreva è un giocatore incedibile”

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - "Abbiamo ben chiare le strategie, ma la squadra che presentiamo oggi è quella che sostanzialmente farà tutta la stagione. Candreva? È incedibile". Così il ds dell'Inter, Piero Ausilio, nel prepartita del Meazza contro la Fiorentina. "Schick? È un giocatore che ci piace, però non ci sono solo gli aspetti tecnici da valutare - aggiunge il dirigente -. Ci sono anche quelli economici che spesso fanno fare valutazioni diverse. Se tutto va bene domani ci sarà lo scambio tra Kondogbia e Cancelo, ma è ancora presto per l'ufficialità. Stiamo lavorando per trovare un centrale difensivo, in effetti qualcosa lì manca. Ma tra comprare un giocatore adesso, magari spendendo tanto e per poi scoprire che non era quello che faceva al caso nostro e aspettare un'occasione migliore, preferiamo aspettare".

21:16Barcellona: 1′ silenzio al Camp Nou ‘#TotsSomBarcelona’

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Silenzio, riflessione, dolore e commozione in un Camp Nou blondato, a Barcellona, prima dell'inizio della partita fra i blaugrana e il Betis Siviglia, che inaugura la Liga per i catalani. Durante il minuto di raccoglimento è stato esposto lo striscione in lingua catalana con la scritta '#TotsSomBarcelona', 'tutti siamo Barcellona, con riferimento all'attentato dei giorni scorsi. I giocatori di Valverde, come annunciato, sono in campo con la consueta maglia, ma senza il proprio nome sulle spalle, che è stato sostituito dalla scritta Barcelona.

20:54Roma: Di Francesco “Grande prova di carattere”

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - "Avevo chiesto una prova di carattere ai ragazzi e hanno risposto pur su un campo in cui nell'ultima stagione hanno vinto in pochissimi". Così il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, dopo la bella vittoria di Bergamo. "Dobbiamo migliorare nel palleggio, specialmente quando siamo in vantaggio, ma ho visto nella squadra il desiderio di sacrificarsi, di aiutarsi tra di loro e questo per un allenatore è comunque un bel segnale - aggiunge Di Francesco - Col tempo troveremo la condizione". "Mi sono arrabbiato per come abbiamo gestito male gli ultimi palloni, concedendo agli avversari la possibilità di pareggiare - ancora il tecnico della Roma - E una grande squadra certi errori non li deve commettere. Ma sono sereno perché oggi siamo stati più bravi a difendere che attaccare. Da domani cercheremo di essere anche bravi ad attaccare". .

20:46Multato per parcheggio posto disabili, lascia insulti

(ANSA) - MILANO, 20 AGO - Ha preso una multa per aver parcheggiato negli spazi riservati ai disabili e si è pure permesso di lasciare un messaggio (sgrammaticato) di insulti all'indirizzo della persona cui aveva rubato il posto. E' successo nel parcheggio di un centro commerciale del Milanese, dove ieri è apparso un cartello con scritto: "a te handiccappato che ieri hai chiamato i vigili per non fare due metri in più vorrei dirti questo: a me 60 euro non cambiano nulla ma tu rimani sempre un povero handiccappato ... sono contento che ti sia capitata questa disgrazia!". Il messaggio è stato diffuso su Facebook da un passante, Claudio Sala: "Volevo condividere questa perla di civiltà trovata oggi al parcheggio sotterraneo del Carosello di Carugate..." ha scritto in un post con centinaia di condivisioni. Sala ha inviato la stessa immagine al centro commerciale, che gli ha comunicato di aver immediatamente rimosso il cartello. Indignati i commentatori sul web, che sperano che l'autore venga individuato grazie alle telecamere.

Archivio Ultima ora