Renzi, niente paura ma ultima occasione. Scontro con D’Alema

Pubblicato il 06 ottobre 2016 da ansa

Renzi,no paura ma ultima occasione.Scontro con D'Alema

Renzi,no paura ma ultima occasione.Scontro con D’Alema

ROMA. – Matteo Renzi sfoggia ottimismo sull’esito del referendum e, pur sapendo che si tratta di una “partita non facile” confida nel voto degli italiani. “Non ho paura dei miei concittadini e della democrazia” annuncia il premier convinto che “il buon senso e la saggezza prevarranno” e che “ci sarà un fracco di gente della Lega e di M5s che voterà sì”. Tutti tranne Massimo D’Alema: lui, ironizza il premier “non lo convinciamo”.

E’ lui ormai l’alfiere della battaglia per il No e che, dopo il tentativo di Matteo Renzi di spersonalizzare il voto, ha paradossalmente assunto il volto dell’antagonista. L’ex premier torna ad attaccare la riforma, parla di un quesito “chiaramente propagandistico” e prospetta un ulteriore “arretramento” del partito nel caso di una vittoria del Sì perché il Pd, afferma, diventerebbe sempre di più il “partito di Renzi”. Tuttavia, assicura, “non ho né desideri né propensioni a promuovere scissioni”.

Un attacco a cui replica duro il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Luca Lotti, definendo D’Alema un uomo “accecato dalla rabbia e dall’odio personale per non aver ottenuto la sua poltroncina”. Ma non è solo sulla dialettica contrapposta tra i due fronti referendari che si gioca la partita. Si è saputo che la decisione del Tar del Lazio sul ricorso presentato da M5s e Sinistra Italiana sul quesito referendario sarà presa a metà ottobre. Attorno al 20 si esprimerà anche un altro tribunale, quello civile di Milano.

Tre sono le possibilità di decisione del tribunale amministrativo: confermare il provvedimento di indizione del referendum, annullarlo potendo anche dare indicazioni su eventuali cambiamenti nel quesito oppure dichiararsi incompetente sulla materia. Soluzione, questa, su cui punta l’avvocatura dello Stato che si è costituita nel giudizio per conto della Presidenza del Consiglio. E che nel merito cercherà invece di sostenere l’assenza di un obbligo di legge nell’indicare nel quesito referendario gli articoli della Costituzione che vengono toccati dal referendum.

I 5 Stelle invece confidano nel loro ricorso che, dicono, non è un’azione improvvisata. “Andiamo avanti. Abbiamo fiducia nella magistratura” assicura Luigi Di Maio che chiede di andare al più presto al voto nel caso in cui dovesse vincere il No e ripete: “Toglietevelo dalla testa. Il M5s non farà parte di un governo di scopo”. Ma nello scontro gli argomenti del governo e dei 5 Stelle sono esattamente antitetici: “se vince il No dopo sarà difficilissimo cambiare” sostiene Renzi. “Votare Sì significa rendere irreversibile questa riforma” replica Di Maio.

Ma intanto si alza il tifo dalle tribune. Rinnova un convinto sostegno per il Sì il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia ed anche il commissario europeo agli Affari Economici, Pierre Moscovici, pur non parlando di referendum, annuncia di voler sostenere “gli sforzi di Renzi” contro la “minaccia populista”. E uniscono il fronte 5 Stelle e D’Alema contro quella che definiscono una riforma dettata dalla JP Morgan. “Gli altri urlano e insultano noi rispondiamo con il sorriso” replica a tutti Matteo Renzi che chiama ad uno sforzo finale contro le “tante bugie raccontate su questa riforma”. Lo sprint arriverà dalla Leopolda, da dove, tra il 4 e il 6 novembre, verrà lanciata l’ultima fase della campagna elettorale per il Sì.

(Di Francesca Chiri/ANSA)

Ultima ora

14:08Sci: Mondiali, Roda (Fisi), non colpevolizzare i tecnici

(ANSA) - ST. MORITZ (SVIZZERA), 19 FEB - ''Non si possono colpevolizzare i tecnici perche' sono convinto che sicuramente hanno lavorato bene. Ma altrettanto sicuramente qualcosa e' mancato se sino a dieci giorni fa in coppa del mondo risultati c'erano, con un bagaglio abbastanza completo. Mentre arrivati qui non siamo più' stati competitivi ed e' questo che dispiace veramente''. Lo ha detto Flavio Roda , presidente Fisi, facendo un bilancio dei Mondiali di St. Moritz in cui non ha nascosto la sua delusione ma facendo una analisi che serva in positivo per il futuro. Certo la coppa del mondo e' una cosa e i Mondiali con gare secche un 'altra: ''ma questo puo' valere per i piu' giovani senza esperienza di queste competizioni nelle quali noi del resto tradizionalmente soffriamo di più', e' la storia che lo dice. La cosa che dispiace e' che non siamo stati competitivi mai''.

14:08Terremoto: consegnate prime casette legno a sfollati Norcia

(ANSA) - PERUGIA, 19 FEB - Consegnate le prime 18 casette di legno a San Pellegrino di Norcia. Sono le prime abitazioni completate nell'intera area del Centro Italia colpita dal sisma. Il sindaco Nicola Alemanno ha dato le chiavi degli alloggi alle famiglie aventi diritto a seguito della scossa del 24 agosto scorso. Emozione e lacrime sui volti delle persone che hanno potuto prendere possesso delle abitazioni dotate di ogni confort: all'interno sono completamente arredate con tanto di stoviglie, asciugamani, biancheria e pentole. "Questo è il risultato dello sforzo di cinque mesi difficili, ma è anche la risposta migliore che lo Stato potesse dare, oggi possiamo dire che le istituzioni qui hanno lavorato come meglio non si potesse, nonostante le tante difficoltà", ha detto il sindaco. Al taglio del nastro ha partecipato anche l'assessore regionale Fernanda Cecchini che ha ribadito che "lo Stato c'è e continuerà ad esserci, restando al fianco di questa gente". I destinatari delle 18 casette potranno abitarci dai prossimi giorni.

14:04Pd: Renzi, impensabile errore fare congresso su governo

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - "Basta con la discussione e le polemiche sul governo. Faccio un applauso a Gentiloni che è qui, per quello che sta facendo con i ministri. E' impensabile che si trasformi il congresso in un congresso sul governo. Sarebbe un errore allucinante per tutti". Lo dice Matteo Renzi. "Sul governo non ho cambiato idea, mi fa piacere che altri lo abbiano fatto passando dall'appoggio caso per caso all'appoggio fino a fine legislatura. Rispettiamo l'azione del governo e i poteri del presidente della Repubblica".

14:02Pd: Renzi a minoranza, non democratico chiedere io vada via

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - "Tutti si sentano a casa nel Pd, liberi di discutere ma se in tutte le settimane c'è un'occasione di critica, se per tre anni si è pensato che si stava meglio quando si stava peggio, io non dico che siamo nemici né avversari ma dico 'mettetevi in gioco', non continuate a lamentarvi ma non potete immaginare di chiedere a chi si dimette per fare il congresso di non candidarsi per evitare la scissione non è una regola democratica". Così Matteo Renzi all'assemblea.

14:01Basket: Pasquini, vogliamo portare a casa un’altra coppa

(ANSA) - RIMINI, 19 FEB - Terza finale negli ultimi quattro per il Banco di Sardegna Sassari che questa sera a Rimini (ore 18), contro la favorita EA7 Milano, tenta l'assalto alla Coppa Italia, già vinta nel 2014 e 2015. Dopo i successi con Avellino venerdì e Brescia ieri, coach Federico Pasquini (che all'epoca dei due trionfi in Coppa era general manager con Meo Sacchetti in panchina) non nasconde la soddisfazione: "Questa terza finale in quattro anni sicuramente significa grande continuità, significa che ci stiamo consolidando nel tempo - ha detto ai microfoni di Dinamo TV -. Siamo molto contenti di questo, vogliamo giocarcela al meglio per portare un'altra coppa a Sassari. Come tutte le finali - ha osservato Pasquini - sarà una partita dura e molto intensa, sarà un match fatto di contatti duri. Chi è più pronto la porta a casa". "Dai miei ragazzi mi aspetto che siamo una squadra, che andiamo avanti su quello che abbiamo costruito e abbiamo fatto vedere in campo nelle due sfide precedenti''.

13:58Taxi: servizio fermo a Roma per il quarto giorno

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - Per il quarto giorno consecutivo il servizio taxi è fermo a Roma. La categoria protesta dopo la votazione di un emendamento contenuto nel Milleproroghe che "deregolamenta il settore". "Non aiuta di certo il clima - spiega Riccardo Cacchione di Usb taxi - l'aver tardato l'incontro con il ministro Delrio, previsto per martedì, a fronte di una calendarizzazione che prevede l'inizio della discussione alla Camera già da lunedì. Ci auguriamo che la discussione duri almeno qualche giorno. Se il Pd non è convinto di quello che ha fatto, se le altre forze politiche intendono attivarsi concretamente per concludere questa vicenda a favore del servizio pubblico, dell'utenza e dei lavoratori, è il momento di farlo. Noi - conclude - siamo determinati a non rinunciare ai nostri diritti".

13:53Incendio a bordo traghetto: Snav, tutti incolumi

(ANSA) - PALERMO, 19 FEB - Dopo il principio di incendio scoppiato presso la sala macchine della motonave Snav Toscana in prossimità del porto di Palermo, la compagnia ha reso noto che il rogo "è sotto controllo e che i 113 passeggeri e i 75 membri dell'equipaggio presenti a bordo sono tutti in salvo e incolumi". "Le squadre di bordo, tempestivamente intervenute come da procedura - si legge in una nota - stanno proseguendo le attività in costante coordinamento con le strutture di terra preposte. La nave, salpata da Napoli, sta attraccando in banchina e, una volta terminate le necessarie verifiche, saranno attivate le procedure di sbarco. I passeggeri, come da procedura, sono stati radunati nei punti di raccolta previsti, dove sono costantemente informati circa l'evolversi della situazione". Intanto la Procura di Palermo sta attendendo la relazione sull'incendio che si è sviluppato a bordo del traghetto per valutare se aprire un'inchiesta. L'eventuale ipotesi di reato è incendio colposo.

Archivio Ultima ora