Renzi, niente paura ma ultima occasione. Scontro con D’Alema

Pubblicato il 06 ottobre 2016 da ansa

Renzi,no paura ma ultima occasione.Scontro con D'Alema

Renzi,no paura ma ultima occasione.Scontro con D’Alema

ROMA. – Matteo Renzi sfoggia ottimismo sull’esito del referendum e, pur sapendo che si tratta di una “partita non facile” confida nel voto degli italiani. “Non ho paura dei miei concittadini e della democrazia” annuncia il premier convinto che “il buon senso e la saggezza prevarranno” e che “ci sarà un fracco di gente della Lega e di M5s che voterà sì”. Tutti tranne Massimo D’Alema: lui, ironizza il premier “non lo convinciamo”.

E’ lui ormai l’alfiere della battaglia per il No e che, dopo il tentativo di Matteo Renzi di spersonalizzare il voto, ha paradossalmente assunto il volto dell’antagonista. L’ex premier torna ad attaccare la riforma, parla di un quesito “chiaramente propagandistico” e prospetta un ulteriore “arretramento” del partito nel caso di una vittoria del Sì perché il Pd, afferma, diventerebbe sempre di più il “partito di Renzi”. Tuttavia, assicura, “non ho né desideri né propensioni a promuovere scissioni”.

Un attacco a cui replica duro il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Luca Lotti, definendo D’Alema un uomo “accecato dalla rabbia e dall’odio personale per non aver ottenuto la sua poltroncina”. Ma non è solo sulla dialettica contrapposta tra i due fronti referendari che si gioca la partita. Si è saputo che la decisione del Tar del Lazio sul ricorso presentato da M5s e Sinistra Italiana sul quesito referendario sarà presa a metà ottobre. Attorno al 20 si esprimerà anche un altro tribunale, quello civile di Milano.

Tre sono le possibilità di decisione del tribunale amministrativo: confermare il provvedimento di indizione del referendum, annullarlo potendo anche dare indicazioni su eventuali cambiamenti nel quesito oppure dichiararsi incompetente sulla materia. Soluzione, questa, su cui punta l’avvocatura dello Stato che si è costituita nel giudizio per conto della Presidenza del Consiglio. E che nel merito cercherà invece di sostenere l’assenza di un obbligo di legge nell’indicare nel quesito referendario gli articoli della Costituzione che vengono toccati dal referendum.

I 5 Stelle invece confidano nel loro ricorso che, dicono, non è un’azione improvvisata. “Andiamo avanti. Abbiamo fiducia nella magistratura” assicura Luigi Di Maio che chiede di andare al più presto al voto nel caso in cui dovesse vincere il No e ripete: “Toglietevelo dalla testa. Il M5s non farà parte di un governo di scopo”. Ma nello scontro gli argomenti del governo e dei 5 Stelle sono esattamente antitetici: “se vince il No dopo sarà difficilissimo cambiare” sostiene Renzi. “Votare Sì significa rendere irreversibile questa riforma” replica Di Maio.

Ma intanto si alza il tifo dalle tribune. Rinnova un convinto sostegno per il Sì il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia ed anche il commissario europeo agli Affari Economici, Pierre Moscovici, pur non parlando di referendum, annuncia di voler sostenere “gli sforzi di Renzi” contro la “minaccia populista”. E uniscono il fronte 5 Stelle e D’Alema contro quella che definiscono una riforma dettata dalla JP Morgan. “Gli altri urlano e insultano noi rispondiamo con il sorriso” replica a tutti Matteo Renzi che chiama ad uno sforzo finale contro le “tante bugie raccontate su questa riforma”. Lo sprint arriverà dalla Leopolda, da dove, tra il 4 e il 6 novembre, verrà lanciata l’ultima fase della campagna elettorale per il Sì.

(Di Francesca Chiri/ANSA)

Ultima ora

21:39Gerusalemme:Casa Bianca, Trump resta impegnato su pace

(ANSA) - WASHINGTON, 13 DIC - Trump "resta impegnato per la pace come sempre": lo ha ribadito la Casa Bianca dopo l'annuncio dei palestinesi che non riconosceranno più il ruolo degli Usa nel processo di pace con Israele. Una fonte dell'amministrazione ha osservato che "questa retorica ha impedito la pace per anni". La Casa Bianca, ha aggiunto, continuerà a lavorare duro "per elaborare il suo piano, di cui beneficeranno sia il popolo israeliano sia quello palestinese". Un piano che sarà svelato "quando sarà pronto e il momento sarà giusto".

21:38Gerusalemme: Iron Dome intercetta 2 razzi da Gaza

(ANSAmed) - TEL AVIV, 13 DIC - Il sistema antimissili Iron Dome ha intercettato "con successo" due razzi lanciati dalla Striscia di Gaza verso Israele. Lo ha riferito il portavoce militare israeliano.

21:34Tribunale, Inps eroghi premio nascita a tutte le madri

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Ha "carattere discriminatorio" la condotta dell'Inps "consistente nell'aver introdotto requisiti non previsti dalla legge del 2016 per poter beneficiare del cosiddetto 'premio alla nascita'" come il permesso di soggiorno di lungo periodo. Il premio va quindi esteso "a tutte le future madri" straniere "regolarmente presenti in Italia che ne facciano domanda". Lo ha deciso il giudice del Tribunale civile di Milano accogliendo il ricorso di APN - Avvocati per niente Onlus, A.S.G.I. Associazioni Studi Giuridici sull'Immigrazione e Fondazione Guido Piccini per i Diritti dell'Uomo Onlus.

21:27Calcio: Mondiale club,2-1 all’Al Jazira e R.Madrid in finale

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Real Madrid vince 2-1 contro i padroni di casa dell'Al Jazira di Abu Dhabi e stacca il biglietto per la finale del Mondiale per club di sabato, dove affronterà i brasiliani del Gremio Porto Alegre, campioni in carica del Sudamerica.

21:23Gerusalemme: sirene di allarme nel sud di Israele

(ANSAmed) - TEL AVIV, 13 DIC - Le sirene di allarme anti missili sono risuonate poco fa nel sud di Israele, nella zona della cittadina di Sderot non lontano dalla Striscia. Lo conferma l'esercito, citato dai media. Secondo questi ultimi ci sarebbe stato almeno un razzo dalla Striscia intercettato dall'Iron Dome.

21:15‘Boicotta Espresso’, ma blitz Forza Nuova fallisce a Torino

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - Avevano in programma un'azione dimostrativa sotto la redazione torinese del quotidiano La Repubblica, simile a quella effettuata a Roma lo scorso 6 dicembre, i militanti di Forza Nuova che ieri sono stati fermati dalla polizia a Torino. Gli investigatori della Digos hanno intercettato il corteo, non autorizzato, prima che arrivasse in via Lugaro, sede del giornale, e i manifestanti si sono allontanati. Secondo quanto appreso, l'intenzione di Forza Nuova era quella di appendere uno striscione con la scritta 'Boicotta il Gruppo Espresso'. (ANSA).

21:12Calcio: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

(ANSA) - FIRENZE, 13 DIC - La Fiorentina ha battuto 3-2 la Sampdoria negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti affronterà la vincitrice di Lazio-Cittadella, in programma domani sera allo stadio Olimpico di Roma. Viola in vantaggio già al 2' grazie a Babacar. Il pareggio ligure lo firma Barreto a cinque minuti dall'intervallo. Nella ripresa l'arbitro Rosario Abisso, di Palermo, diventa protagonista fischiando tre rigori, due con l'ausilio della Var. Il primo lo trasforma Veretout, il secondo - quello del 2-2 - è opera di Ramirez al 32'. Al 90' ancora Veretout sul dischetto. Il francese non sbaglia battendo Puggioni con grande freddezza. Per la Samp anche un clamoroso palo colpito da Caprari su punizione.

Archivio Ultima ora