Major League Baseball, playoff al sapore di arepa e papelón

Pubblicato il 06 ottobre 2016 da redazione

MLB – I playoff avranno un sapore di arepa e papelón

MLB – I playoff avranno un sapore di arepa e papelón

CARACAS – Con le gare Blue Jays-Rangers e Red Sox-Indians prenderanno il via i play off della Major League Baseball che avranno come protagonista 22 peloteros venezuelani, questo cifra potrebbe arrivare a 23 se Pablo Sandoval sará incluso nel roster da Boston.

Iniziamo dai Blue Jays, la squadra di Toronro ha in rosa Dioner Navarro, Frankling Morales, Jesús Montero y Ezequiel Carrera. I canadesi, che sono approdati a questa fase del torneo dopo aver battuto per 5-2 i Boltimora Orieles: in questo primo turno dei play off sfideranno i Texas Rengers.

La squadra texana, si é qualificata per la post seasson dopo aver vinto il titolo della Divisione Ovest della Lega Americana. Difenderanno la casacca dei Rangers Martín Pérez, Robinson Chirinos, Elvis Andreus e Rougned Odor.

Nell’altra gara dei play off nella American League, ci saranno i Red Sox che hanno chiuso al primo posto la divisione est della Lega Americana. Il manager John Farrell ha a disposizione giocatori del calibro di Sandy León, Eduardo Rodríguez, Edwin Escobar e stando ai rumors potrebbe rientrare Pablo Sandoval. Il famoso ‘Panda’ non ha giocato gran parte della stagione a causa di un infortunio alla spalla, ma potrebbe rientrare per la fase decisiva del torneo. I rivali dei Red Sox saranno gli Indians, vincitori della Divisione Centrale della American League. La formazione che rappresenta la cittá di Cleveland ha due venezuelani: Jesus Aguilar e Carlos Carrasco.

Pasando alla National League, anche nota come Senior Circuit, lotteranno per il titolo di campione i Chicago Cubs, Washington Nationals, Los Angeles Dodgers e la vincente dello spareggio tra New York Mets e San Francisco Gigants.
Un secolo senza vincere le World Series. I Chicago Cubs sono senza dubbio la squadra più disgraziata della Mlb. Colpa loro? Forse.

La superstizione racconta dell’anatema lanciato da tal Billy Sianis nel 1945 quando, seduto al Wrigley Field (lo stadio dove gioca la squadra), si stava gustando una partita delle finali Mlb. Con lui c’era una capra. Gli inservienti, su richiesta degli altri spettatori, andarono da Sianis costringendolo a uscire. L’animale, secondo loro, puzzava troppo. E Billy che combinò? Fuori dal Wrigley Field esclamò: “I Cubs non vinceranno più”. Una maledizione andata a buon fine, e che occupa il primo posto nella classifica di “On Irish road”.

I Cubs che nel loro palmares hanno due titoli della World Series vinte in maniera consecutiva nel 1907 e nel 1908, sono anche la prima squadra a qualificarvisi per tre anni consecutivi e a vincere per due volte di seguito. Da allora la squadra è apparsa otto volte alle World Series, l’ultima nel 1945, senza più vincerle, una striscia negativa di 107 anni che è la più lunga di qualsiasi altra squadra nello sport nordamericano.

A causa di questa dubbia distinzione, ci si riferisce spesso a loro come “Lovable Losers” (adorabili perdenti). I Cubs che in questo 2016 hanno avuto il miglior record della Major League Baseball con 103 vittorie e 58 sconfitte cercheranno di sfatare questo tabú che dura da piú di un secolo. A difendere la casacca dei Cubs ci saranno i creoli Héctor Rondón, Miguel Montero, Jonathan Martínez e Wilson Contreras.

La squadra della cittá dei venti sfiderá i Mets, che ha vinto lo spareggio contro i Gigants. Nella squadra con sede a New York ci sono Asdrubal Cabrera e Wilmer Flores. Infine l’altra formazione con peloteros provenienti dalla terra di Bolívar sono i Los Angeles Dodgers che hanno Luis Avilán.

La cifra di 22 giocatori nei play off migliora la performance della scorsa stagione dove il Venezuela fu rappresentato da 17 peloteros.

I grandi asseti saranno José Altuve con i suoi Astros, Miguel Cabrera e Victor Martínez coi Tigers. Senza dimenticarci dei campioni in carica dei Royals che hanno nel roster Salvador Pérez, Alcides Escobar e Franklin Morales.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

00:15Terremoto: Sarri, vittoria Napoli dedicata a gente Ischia

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - "Questa vittoria è dedicata alla popolazione di Ischia che purtroppo sta vivendo un momento molto difficile". E' il pensiero di Maurizio Sarri alla popolazione dell'isola colpita dal terremoto, dopo la qualificazione del Napoli alla fase a gironi della Champions League.

23:56Champions: Callejon, Napoli merita questo palcoscenico

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - "Tornare in Champions era quello che volevamo, il Napoli è una squadra che merita i grandi palcoscenici. Abbiamo sempre imposto il nostro calcio e penso che la qualificazione sia meritata". Josè Callejon, autore della prima rete con il Nizza, si gode così il successo sul campo dei francesi che vale la qualificazione alla fase a gironi della Champions.

23:54Champions: Favre, “Balotelli insufficiente”

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - "La prestazione di Balotelli? Preferirei non parlare di questo argomento. Quello che ha fatto stasera è totalmente insufficiente, deve fare di più di quello che ho visto stasera". Il tecnico del Nizza Lucien Favre boccia senza mezzi termini la prova di Supermario contro il Napoli. "Nel momento del sorteggio - aggiunge l'allenatore dei francesi eliminati dai partenopei -, avrei voluto qualsiasi altra squadra, anche più blasonata, ma non questo Napoli. Perché è davvero molto organizzata, gioca un grande calcio. Lo conoscevo, lo studio da tre anni: ha giocatori estremamente tecnici e anche rapidi. Potevamo fare poco".

23:52Champions: Insigne “Grande prova maturità, mai perso testa”

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - "Abbiamo fatto una grande gara, giocando da squadra. Non era facile, ma noi siamo sempre rimasti uniti e non abbiamo mai perso la testa. Non sfigurerei nel Barcellona? Grazie, ma io voglio continuare a fare bene con questa maglia. Barcellona è il sogno di tutti, si sa, ma ora mi interessa giocare con questa maglia". Lorenzo Insigne si gode la serata e il gol che ha spinto il Napoli alla fase a gironi della Champions. "Abbiamo dato una grande prova di maturità, ma dobbiamo subito tornare concentrati per la sfida contro l'Atalanta - aggiunge -, che l'anno scorso ci ha messo in difficoltà. Noi non dobbiamo pensare di essere l'anti Juventus, dobbiamo solo pensare a fare il nostro campionato. Lo stesso discorso vale per la Champions: dobbiamo solo pensare a fare bene, poi chi meriterà di passare, passerà".

23:50Champions: gioia Sarri, giusto premio per questo Napoli

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - "Abbiamo fatto bene, questa è la nostra strada per arrivare a fare risultati. Mentre se ci mettiamo a gestire le partite andiamo in difficoltà. Penso che la Champions sia il giusto premio per un gruppo che l'anno scorso ha fatto 86 punti: non ricordo a memoria di una squadra che arriva a 86 punti e non gioca la Champions l'anno dopo". Maurizio Sarri non nasconde la gioia dopo il 2-0 a Nizza che porta il suo Napoli nella fase a gironi del torneo. "Questo è un gruppo che ha grandi valori morali - dice l'allenatore -, spirito di attaccamento alla maglia, non è stato necessario motivarli tanto: il merito è tutto loro. Stiamo cominciando a prendere coscienza dei limiti che abbiamo e solo così potremo colmarli: a volte rischiamo ancora di diventare leziosi, ma se riusciremo a mettere una pezza a queste piccole situazioni lo sapremo solo in futuro. Qualche difetto ce l'abbiamo ancora e non sarà facile colmare il gap con le grandi. Mercato? Se andrà via qualcuno, magari qualcuno arriverà: ora siamo al completo".

23:31Champions: Siviglia avanza alla fase a gironi

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Maribor, Siviglia e Olympiacos accedono alla fase a gironi della Champions League. Qualificato anche il Celtic. Risultati delle gare di ritorno dei playoff: Siviglia-Istanbul Basaksehir 2-2 (andata 2-1) Rijeka-Olympiacos 0-1 (andata 1-2) Maribor-Hapoel Beer Sheva 1-0 (andata 1-2) Astana-Celtic 4-3 (andata 0-5).

23:16Champions: 2-0 al Nizza, Napoli qualificato

(ANSA) - NIZZA, 22 AGO - Il Napoli batte il Nizza 2-0 (0-0) nella gara di ritorno dei playoff di Champions League e si qualifica alla fase a gironi. La squadra di Sarri ha dominato il match anche in trasferta chiudendo con lo stesso risultato dell'andata al San Paolo. Decidono le reti nella ripresa, al 2' con Callejon e il raddoppio al 43' con Insigne.

Archivio Ultima ora