Major League Baseball, playoff al sapore di arepa e papelón

Pubblicato il 06 ottobre 2016 da redazione

MLB – I playoff avranno un sapore di arepa e papelón

MLB – I playoff avranno un sapore di arepa e papelón

CARACAS – Con le gare Blue Jays-Rangers e Red Sox-Indians prenderanno il via i play off della Major League Baseball che avranno come protagonista 22 peloteros venezuelani, questo cifra potrebbe arrivare a 23 se Pablo Sandoval sará incluso nel roster da Boston.

Iniziamo dai Blue Jays, la squadra di Toronro ha in rosa Dioner Navarro, Frankling Morales, Jesús Montero y Ezequiel Carrera. I canadesi, che sono approdati a questa fase del torneo dopo aver battuto per 5-2 i Boltimora Orieles: in questo primo turno dei play off sfideranno i Texas Rengers.

La squadra texana, si é qualificata per la post seasson dopo aver vinto il titolo della Divisione Ovest della Lega Americana. Difenderanno la casacca dei Rangers Martín Pérez, Robinson Chirinos, Elvis Andreus e Rougned Odor.

Nell’altra gara dei play off nella American League, ci saranno i Red Sox che hanno chiuso al primo posto la divisione est della Lega Americana. Il manager John Farrell ha a disposizione giocatori del calibro di Sandy León, Eduardo Rodríguez, Edwin Escobar e stando ai rumors potrebbe rientrare Pablo Sandoval. Il famoso ‘Panda’ non ha giocato gran parte della stagione a causa di un infortunio alla spalla, ma potrebbe rientrare per la fase decisiva del torneo. I rivali dei Red Sox saranno gli Indians, vincitori della Divisione Centrale della American League. La formazione che rappresenta la cittá di Cleveland ha due venezuelani: Jesus Aguilar e Carlos Carrasco.

Pasando alla National League, anche nota come Senior Circuit, lotteranno per il titolo di campione i Chicago Cubs, Washington Nationals, Los Angeles Dodgers e la vincente dello spareggio tra New York Mets e San Francisco Gigants.
Un secolo senza vincere le World Series. I Chicago Cubs sono senza dubbio la squadra più disgraziata della Mlb. Colpa loro? Forse.

La superstizione racconta dell’anatema lanciato da tal Billy Sianis nel 1945 quando, seduto al Wrigley Field (lo stadio dove gioca la squadra), si stava gustando una partita delle finali Mlb. Con lui c’era una capra. Gli inservienti, su richiesta degli altri spettatori, andarono da Sianis costringendolo a uscire. L’animale, secondo loro, puzzava troppo. E Billy che combinò? Fuori dal Wrigley Field esclamò: “I Cubs non vinceranno più”. Una maledizione andata a buon fine, e che occupa il primo posto nella classifica di “On Irish road”.

I Cubs che nel loro palmares hanno due titoli della World Series vinte in maniera consecutiva nel 1907 e nel 1908, sono anche la prima squadra a qualificarvisi per tre anni consecutivi e a vincere per due volte di seguito. Da allora la squadra è apparsa otto volte alle World Series, l’ultima nel 1945, senza più vincerle, una striscia negativa di 107 anni che è la più lunga di qualsiasi altra squadra nello sport nordamericano.

A causa di questa dubbia distinzione, ci si riferisce spesso a loro come “Lovable Losers” (adorabili perdenti). I Cubs che in questo 2016 hanno avuto il miglior record della Major League Baseball con 103 vittorie e 58 sconfitte cercheranno di sfatare questo tabú che dura da piú di un secolo. A difendere la casacca dei Cubs ci saranno i creoli Héctor Rondón, Miguel Montero, Jonathan Martínez e Wilson Contreras.

La squadra della cittá dei venti sfiderá i Mets, che ha vinto lo spareggio contro i Gigants. Nella squadra con sede a New York ci sono Asdrubal Cabrera e Wilmer Flores. Infine l’altra formazione con peloteros provenienti dalla terra di Bolívar sono i Los Angeles Dodgers che hanno Luis Avilán.

La cifra di 22 giocatori nei play off migliora la performance della scorsa stagione dove il Venezuela fu rappresentato da 17 peloteros.

I grandi asseti saranno José Altuve con i suoi Astros, Miguel Cabrera e Victor Martínez coi Tigers. Senza dimenticarci dei campioni in carica dei Royals che hanno nel roster Salvador Pérez, Alcides Escobar e Franklin Morales.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

00:04Calcio: Cristiano Ronaldo premiato come miglior giocatore

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Cristiano Ronaldo ha ricevuto il Best Fifa Awards come miglior giocatore della scorsa stagione, nel corso della cerimonia di premiazione svoltasi a Londra. La stella del Real Madrid e della nazionale portoghese, vincitore dell'ultima edizione della Champions League, ha battuto la concorrenza di altri due 'marziani' del calcio come Neymar (da questa stagione al Psg) e Messi (Barcellona). Il premio come miglior allenatore è andato al tecnico del Real Madrid, Zinedine Zidane, che ha superato due tecnici italiani: Massimiliano Allegri ed Antonio Conte, vincitori rispettivamente del campionato italiano con la Juventus e della Premier inglese con il Chelsea.

23:14Calcio: Serie B, Brescia-Bari 2-1

(ANSA) - BRESCIA, 23 OTT - Prima vittoria per il Brescia di Marino ai danni di un Brescia che in trasferta continua a non ingranare. L'anticipo dell'undicesima giornata di Serie B finisce 2-1 con la squadra di casa che passa al 17' con un gol di Caracciolo che infila Micaj con un diagonale in progressione. Il pareggio del Bari al 33' con Galano che batte Minelli di testa sotto misura. All'8' st Brescia di nuovo avanti con un autogol di Capradossi a deviare un innocuo cross di Furlan. Il Brescia sale a 13 punti in classifica, il Bari resta a 16.

22:01Calcio: Tavecchio, Var da valutare in base ai dati

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "Il Var si valuta sulle statistiche, non sulle dichiarazioni dei singoli. Bisogna vedere quanti elementi sono stati giudicati, quanti sono stati ritenuti errori e quanti quindi sono stati ripristinati nella legalità'". Così il presidente della Figc Carlo Tavecchio, a margine della consegna delle 'Stelle al Merito Sociale' al teatro Dal Verme di Milano, commenta le ultime polemiche scatenate dalla video assistenza agli arbitri, con Montella protagonista ("mi gioco la carriera"). "Certamente è un periodo di studio - aggiunge Tavecchio - dovete tenere conto che ci sono dieci campi di calcio e almeno tre arbitri che controllano: in totale sono 30 arbitri che devono avere una preparazione molto particolare e non è semplice. Ma il Var sarà il futuro del controllo del calcio".

21:56Calcio: Best Fifa Awards, Buffon miglior portiere

(ANSA) - LONDRA, 23 OTT - Gianluigi Buffon è stato votato miglior portiere al mondo della passata stagione. Il n.1 della Juventus si è aggiudicato il 'The best Fifa awards', ed è stato preferito a Keylor Navas e Manuel Neuer. "Sono felice e orgoglioso di aver ricevuto questo premio alla mia età - le parole di un Buffon commosso -. Ringrazio il mio club, il mio allenatore, e i miei compagni perché mi hanno aiutato a vincerlo. L'ultima stagione è stata fantastica, ma non abbastanza per vincere in Europa. Vorrei chiudere la carriera con una grande vittoria".

21:52Calcio: Bonucci, squadra è con Montella

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "Nel calcio moderno gli allenatori sono sempre messi in discussione ma la squadra è con Montella: vogliamo uscire da questo momento tutti insieme": così il capitano del Milan, Leonardo Bonucci, schierandosi con l'allenatore. "Ieri anche in dieci si è vista la voglia di rispondere sul campo alle critiche che ci stanno piovendo addosso dopo il grande mercato e le aspettative iniziali - ha detto a Premium Sport -. Dobbiamo rimanere uniti, credere nel lavoro: sono molto fiducioso e positivo per quello che verrà".

21:42Insulti antisemiti: Tavecchio, fatto inqualificabile

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "I volantini antisemiti offendono una comunità e tutto il nostro Paese. E' un atteggiamento inqualificabile". Così il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, a margine della consegna delle 'Stelle al Merito Sociale' al teatro Dal Verme di Milano, commenta le scritte antisemite apparse ieri sera allo stadio Olimpico di Roma durante la partita Lazio-Cagliari.

21:10Battisti, ‘se sarò estradato in Italia mi uccideranno’

(ANSA) - BRASILIA, 23 OTT - Nel caso in cui fossi estradato in Italia, "gli agenti penitenziari italiani hanno detto che mi uccideranno": lo ha detto alla stampa brasiliana Cesare Battisti alla vigilia della riunione del Supremo Tribunale brasiliano, ricordando "l'odio alimentato in tutti questi anni da una parte dei media e dalle forze politiche italiane. Quelli che mi vogliono uccidere sono quelli che dovranno avere cura di me in carcere... ho paura della violenza fisica da parte dell'Italia", ha aggiunto l'ex terrorista dei Pac condannato all'ergastolo per quattro omicidi. Battisti ha tuttavia affermato: "Sto aspettando la risposta del Supremo Tribunal Federal, credo sarà positiva. Stiamo parlando della legge, e secondo la legge la mia estradizione è impossibile. Un decreto non può essere derogato dopo cinque anni" dall'approvazione, ha detto alla stampa brasiliana Battisti. Domani è in programma a Brasilia un'udienza dell'Alta corte che esaminerà l'habeas corpus richiesto dai legali di Battisti.

Archivio Ultima ora