Major League Baseball, playoff al sapore di arepa e papelón

Pubblicato il 06 ottobre 2016 da redazione

MLB – I playoff avranno un sapore di arepa e papelón

MLB – I playoff avranno un sapore di arepa e papelón

CARACAS – Con le gare Blue Jays-Rangers e Red Sox-Indians prenderanno il via i play off della Major League Baseball che avranno come protagonista 22 peloteros venezuelani, questo cifra potrebbe arrivare a 23 se Pablo Sandoval sará incluso nel roster da Boston.

Iniziamo dai Blue Jays, la squadra di Toronro ha in rosa Dioner Navarro, Frankling Morales, Jesús Montero y Ezequiel Carrera. I canadesi, che sono approdati a questa fase del torneo dopo aver battuto per 5-2 i Boltimora Orieles: in questo primo turno dei play off sfideranno i Texas Rengers.

La squadra texana, si é qualificata per la post seasson dopo aver vinto il titolo della Divisione Ovest della Lega Americana. Difenderanno la casacca dei Rangers Martín Pérez, Robinson Chirinos, Elvis Andreus e Rougned Odor.

Nell’altra gara dei play off nella American League, ci saranno i Red Sox che hanno chiuso al primo posto la divisione est della Lega Americana. Il manager John Farrell ha a disposizione giocatori del calibro di Sandy León, Eduardo Rodríguez, Edwin Escobar e stando ai rumors potrebbe rientrare Pablo Sandoval. Il famoso ‘Panda’ non ha giocato gran parte della stagione a causa di un infortunio alla spalla, ma potrebbe rientrare per la fase decisiva del torneo. I rivali dei Red Sox saranno gli Indians, vincitori della Divisione Centrale della American League. La formazione che rappresenta la cittá di Cleveland ha due venezuelani: Jesus Aguilar e Carlos Carrasco.

Pasando alla National League, anche nota come Senior Circuit, lotteranno per il titolo di campione i Chicago Cubs, Washington Nationals, Los Angeles Dodgers e la vincente dello spareggio tra New York Mets e San Francisco Gigants.
Un secolo senza vincere le World Series. I Chicago Cubs sono senza dubbio la squadra più disgraziata della Mlb. Colpa loro? Forse.

La superstizione racconta dell’anatema lanciato da tal Billy Sianis nel 1945 quando, seduto al Wrigley Field (lo stadio dove gioca la squadra), si stava gustando una partita delle finali Mlb. Con lui c’era una capra. Gli inservienti, su richiesta degli altri spettatori, andarono da Sianis costringendolo a uscire. L’animale, secondo loro, puzzava troppo. E Billy che combinò? Fuori dal Wrigley Field esclamò: “I Cubs non vinceranno più”. Una maledizione andata a buon fine, e che occupa il primo posto nella classifica di “On Irish road”.

I Cubs che nel loro palmares hanno due titoli della World Series vinte in maniera consecutiva nel 1907 e nel 1908, sono anche la prima squadra a qualificarvisi per tre anni consecutivi e a vincere per due volte di seguito. Da allora la squadra è apparsa otto volte alle World Series, l’ultima nel 1945, senza più vincerle, una striscia negativa di 107 anni che è la più lunga di qualsiasi altra squadra nello sport nordamericano.

A causa di questa dubbia distinzione, ci si riferisce spesso a loro come “Lovable Losers” (adorabili perdenti). I Cubs che in questo 2016 hanno avuto il miglior record della Major League Baseball con 103 vittorie e 58 sconfitte cercheranno di sfatare questo tabú che dura da piú di un secolo. A difendere la casacca dei Cubs ci saranno i creoli Héctor Rondón, Miguel Montero, Jonathan Martínez e Wilson Contreras.

La squadra della cittá dei venti sfiderá i Mets, che ha vinto lo spareggio contro i Gigants. Nella squadra con sede a New York ci sono Asdrubal Cabrera e Wilmer Flores. Infine l’altra formazione con peloteros provenienti dalla terra di Bolívar sono i Los Angeles Dodgers che hanno Luis Avilán.

La cifra di 22 giocatori nei play off migliora la performance della scorsa stagione dove il Venezuela fu rappresentato da 17 peloteros.

I grandi asseti saranno José Altuve con i suoi Astros, Miguel Cabrera e Victor Martínez coi Tigers. Senza dimenticarci dei campioni in carica dei Royals che hanno nel roster Salvador Pérez, Alcides Escobar e Franklin Morales.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

16:08Grillo ironizza, problema libertà stampa? Colpa mia… (2)

(ANSA) - ROMA, 26 APR - "Oggi ho scoperto di essere io la causa del problema di libertà di stampa in Italia. Lo afferma il rapporto di Reporters Sans Frontieres appena pubblicato. Mi ha aperto gli occhi". Così Beppe Grillo dal suo blog: "La colpa è mia", ironizza. "Io pensavo che fosse perché i partiti politici con la lottizzazione si sono mangiati la Rai piazzando i loro uomini nel management e nei telegiornali e dicendo loro che cosa dire e che cosa non dire. Pensavo che fosse per i giornalisti cacciati dai programmi RAI o per le minacce del partito di governo a quelli che sono indipendenti, come Report. Pensavo che fosse perché in Italia non ci sono editori puri e metà delle tv generaliste le controlla il capo di Forza Italia e perché la tessera numero uno del Pd controlla il secondo giornale più diffuso in Italia. No, la colpa è mia", scrive Grillo.

16:06Calcio: dg Frosinone, gol dello Spezia viziato da fuorigioco

(ANSA) - ROMA, 26 APR - Premesso che da parte del Frosinone c'è il "massimo rispetto" per lo Spezia, esiste però "una verità incontrovertibile: il gol reclamato al 18' del primo tempo della gara del Comunale, lunedì scorso, era viziato da un evidente fuorigioco del calciatore numero 10 dello Spezia, Piccolo". Il direttore generale del Frosinone, Ernesto Salvini, in una dichiarazione interviene così sulla polemica seguita al 2-0 con il quale il club ciociaro ha battuto quello ligure nell'ultimo turno di serie B. Lo Spezia aveva duramente reclamato per un gol "non visto" dall'arbitro Pinzani, decretando il silenzio stampa. "Il fotogramma ripreso dalle telecamere di Sky è infatti eloquente - prosegue Salvini -: sul tiro dell'attaccante dei liguri con la maglia numero 29, Granoche, il giocatore dello Spezia, Piccolo, è posizionato al fianco del portiere Bardi, prima della linea di porta. In posizione quindi di fuorigioco mentre il pallone rimbalza oltre la linea bianca".

15:58Ostia, prefetto: bando su bagnini deserto

(ANSA) - ROMA, 26 APR - "Il primo maggio si apre la stagione balneare, finalmente trasparenza e legalità e il giusto merito a chi ha lavorato. Il progetto riguarda tutto il lungomare, questa è una spiaggia aperta e importante senza muri che può essere riconsegnata a romani e gestita in modo appropriato. Veniamo qui a vedere il mare". Lo ha detto il capogruppo del M5S in Campidoglio Paolo Ferrara che con la sindaca Virginia Raggi ha raggiunto il mare di Ostia. Il prefetto Vulpiani ha sottolineato che "abbiamo avuto un bando per bagnini che è andato deserto perché qualcuno ha voluto che non partecipassero a questo bando, in una città che è piena... Ma non ci facciamo intimidire, i bagnini li troveremo, li abbiamo trovati e stiamo già facendo un piano". Raggi ha aggiunto: "Vulpiani ha iniziato a farci vedere la relazione sul litorale. Stanno lavorando molto sugli stabilimenti e sulle spiagge libere, su cui nel corso del tempo evidentemente ci sono state gestioni poco chiare. Stiamo ripristinando la legalità".

15:57Pd: Emiliano, grande coalizione? Sì con M5s, no con Fi

(ANSA) - ROMA, 26 APR - Un governo di larga coalizione potrebbe essere ipotizzato con M5s e non con Forza Italia. Lo ha detto Michele Emiliano a Repubblica.Tv. Interpellato sulla prospettiva di un Governo di grande coalizione, Emiliano ha osservato: "Berlusconi è un'alternativa secca al Pd, M5s no". Quindi, è stato chiesto, lei sarebbe disponibili a questo tipo di governo con i pentastellati? "Non c'è dubbio - ha risposto - perché in M5s ci sono milioni di elettori che vengono dalla sinistra".

15:53E’ morto l’ex sindaco di Bologna Giorgio Guazzaloca

(ANSA) - BOLOGNA, 26 APR - E' morto l'ex sindaco di Bologna Giorgio Guazzaloca. Da tempo malato, aveva 73 anni ed era ricoverato all'ospedale Sant'Orsola. Era stato alla guida del capoluogo emiliano per un mandato, dal 1999 al 2004. Guazzaloca è stato il primo e unico sindaco di Bologna non espressione della sinistra di tutto il dopoguerra. Fu eletto nel 1999 quando, alla guida di una lista civica e con il sostegno dei partiti di centrodestra, riuscì nella storica impresa di vincere al ballottaggio contro Silvia Bartolini, candidata per la sinistra. Cinque anni dopo venne sconfitto da Sergio Cofferati.

15:53Reporters sans Frontieres, tra i problemi Italia c’è Grillo

(ANSA) - ROMA, 26 APR - In Italia "il livello di violenze contro i reporter (intimidazioni verbali o fisiche, provocazioni e minacce) è molto preoccupante, mentre alcuni responsabili politici - come Beppe Grillo del Movimento 5 Stelle - non esitano a comunicare pubblicamente l'identità dei giornalisti che danno loro fastidio". E' uno dei problemi indicati da Reporters sans Frontieres nella sua classifica annuale sulla libertà di stampa, che vede comunque l'Italia guadagnare 25 posizioni, dal 77esimo al 52esimo posto.

15:51Calcio: Maurizio Sarri vince il Premio Bearzot

(ANSA) - ROMA, 26 APR - E' Maurizio Sarri il vincitore della settima edizione del Premio 'Enzo Bearzot', riconoscimento promosso dall'Unione Sportiva Acli con il patrocinio della Figc. Il tecnico del Napoli è stato scelto dalla giuria, riunitasi stamane presso la sede Nazionale delle Acli a Roma, presieduta dal numero uno della Federcalcio, Carlo Tavecchio, oltre che, in qualità di presidenti onorari, dall'ex presidente della Figc, Giancarlo Abete, e l'ex numero uno dell'Us Acli Marco Galdiolo. Nell'albo d'oro del prestigioso premio Sarri succede a Cesare Prandelli, Walter Mazzarri, Vincenzo Montella, Carlo Ancelotti, Massimiliano Allegri e Claudio Ranieri, quest'ultimo vincitore della passata edizione. La cerimonia di consegna si svolgerà al Salone d'Onore del Coni a Roma il 30 maggio alle ore 15 e sarà ripresa dalle telecamere della Rai e trasmessa lo stesso giorno alle ore 23 su Rai Sport HD.

Archivio Ultima ora