Aggressioni acido: Martina, sospendere iter adozione bimbo

(ANSA) – MILANO, 7 OTT – Martina Levato, la giovane condannata assieme all’ex amante Alexander Boettcher per le aggressioni con l’acido, chiederà, attraverso il suo legale, l’avvocato Laura Cossar, la sospensione dell’esecutività della sentenza con cui ieri i giudici minorili le hanno tolto il figlio, stabilendo anche che “il minore sia immediatamente collocato ai fini adottivi” in una “famiglia scelta da questo Tribunale fra quelle idonee all’adozione”. Il legale ha poi spiegato che i genitori di Martina sono “distrutti” e “piangono da ieri”, dopo la decisione del Tribunale per i minorenni. L’avvocato presenterà ricorso in appello con tanto, appunto, di istanza di sospensiva della sentenza. “E’ una sentenza durissima, punitiva, finalmente – ha spiegato il legale in tono ironico – hanno dato a lei anche la pena accessoria”.

Condividi: