Terrorismo: Fai, pm Torino chiede due catture e reato strage

Pubblicato il 07 ottobre 2016 da ansa

(ANSA) – TORINO, 7 OTT – E’ stato discusso oggi davanti al tribunale del riesame, a Torino, un ricorso della procura contro una decisione del gip Anna Ricci sull’inchiesta per terrorismo contro gli anarchici delle Fai/Fri. Gli inquirenti, fra l’altro, hanno chiesto che venga contestato il reato di strage in relazione a due delle azioni attribuite al gruppo: l’attentato del 2007 nella zona pedonale del quartiere Crocetta a Torino e quello alla scuola allievi dei carabinieri a Fossano nel 2006. Secondo quanto si apprende, inoltre, è stato chiesto di rivisitare la decisione del gip nella parte in cui non ha concesso l’arresto per due degli indagati a piede libero. Il tribunale del riesame scioglierà la riserva nei prossimi giorni. (ANSA).

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

16:07Spagna: ancora in fiamme parco Donana

(ANSA) - MADRID, 26 GIU - E' ancora fuori controllo uno dei tre fronti dell'incendio divampato sabato notte attorno al parco nazionale spagnolo di Donana, vicino a Huelva nel sud dell'Andalusia, dichiarato dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità e Riserva della Biosfera. Il fronte ancora attivo è quello più vicino al cuore del parco nazionale. Per l'assessore all'Ambiente dell'Andalusia José Fiscal ci sono però "buone prospettive" di poter domare anche questo fronte in giornata. Molto dipenderà dall'evoluzione del forte vento - fino a 90 km orari - che da due giorni alimenta le fiamme. L'incendio ha costretto alla fuga circa 50mila persone che trascorrevano il fine settimana nel parco, in particolare nel comune turistico di Matalascanas. Alla lotta contro le fiamme partecipano 500 pompieri appoggiati da 15 mezzi di terra e da 7 canadair, oltre che dall'Unità Militare di Emergenza (Ume). Ieri i responsabili del parco hanno ordinato l'evacuazione del centro di protezione della Lince Iberica.

16:06Caldo: ancora temperature estreme in pianure centro-est

(ANSA) - BOLOGNA, 26 GIU - Ancora temperature estreme sulle pianure centro-orientali e sulla fascia costiera dell'Emilia-Romagna (ad esclusione della pianura emiliana occidentale). La fase di attenzione (Gialla), è attiva dalle 24 di oggi, lunedì 26 giugno, e terminerà alla stessa ora di domani, con condizioni stabili nelle 48 ore successive. "Continua l'ondata di calore - si legge nell'allerta diramata oggi da Arpae regionale e firmata dall'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile - con situazioni di debole disagio bioclimatico nelle aree di pianura centro-orientali e fascia costiera. Possibili condizioni di disagio moderato nei capoluoghi di provincia".(ANSA).

16:05Brasile: corruzione, ex ministro Lula condannato a 12 anni

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 26 GIU - L'ex ministro brasiliano delle Finanze, Antonio Palocci, è stato condannato in primo grado a 12 anni, 2 mesi e 20 giorni di reclusione per i reati di corruzione e riciclaggio di denaro. La sentenza è stata emessa oggi dal giudice Sergio Moro, responsabile per l'inchiesta Lava Jato, la Mani Pulite locale. Palocci, 56 anni, medico, ex ministro nei governi Lula e Rousseff, era stato arrestato lo scorso settembre con l'accusa di essere il collettore di tangenti pagate dalla holding delle costruzioni Odebrecht e dal colosso petrolifero Petrobras.

16:05Affonda barca in Colombia, 10 morti e 10 dispersi

(ANSA) - BOGOTA', 26 GIU - E' di 10 morti, 30 feriti e 10 dispersi l'ultimo bilancio di vittime del naufragio di una imbarcazione turistica a Guatapé, nel dipartimento colombiano di Antioquia, nel Nordest del paese. Lo ha annunciato Margarita Moncada, responsabile dei servizi di emergenza di Antioquia (Dapard), mentre il presidente Juan Manuel Santos, che è accorso ieri a Guatapé per coordinare le operazioni dopo la tragedia, ha precisato che sei delle vittime sono già state identificate. Secondo le prime testimonianze di sopravvissuti al naufragio, raccolte dalla stampa, non tutti i passeggeri de "El Almirante", un'imbarcazione che navigava sul bacino artificiale della diga di Penol-Guatapé, erano stati muniti di giubbotti di salvataggio, come previsto dalle norme locali. Circa 150 persone viaggiavano a bordo dell'imbarcazione, che è affondata a poca distanza dal molo, il che ha reso più facile le operazioni di emergenza dopo il naufragio.

16:03Corbyn attacca accordo May-Dup, si aggrappa al potere

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - L'accordo tra i Tory e il Dup è "non è nell'interesse nazionale ma soltanto un modo per Theresa May di restare aggrappata al potere". Lo ha detto il leader del partito laburista Jeremy Corbyn.

16:02Usa: Ivanka, cerco di stare alla larga da politica

(ANSA) - NEW YORK, 26 GIU - "Cerco di stare alla larga dalla politica" e di "concentrami sulle aree dell'agenda in cui posso contribuire". Lo afferma Ivanka Trump in un'intervista a Fox, ammettendo che fra lei e il padre, il presidente Donald Trump, ci sono delle differenze e delle divergenze. "Siamo persone diverse, ci sono temi in cui siamo in disaccordo. Ritengo che sia normale che non siamo al 100% allineati su tutto: sarebbe uno scenario strano'' mette in evidenza Ivanka, spiegando come Trump le crede e la ascolta perché è in grado di offrire un'opinione schietta. "Non ho alcuna agenda nascosta. Dico chiaramente il mio punto di vista" aggiunge. Ivanka non nasconde che lavorare insieme al padre e al marito, Jared Kushner, è strano. "Chiamano l'Air Force One il 'candy plane'", l'aereo caramella, "perche' ci sono molte M&M e caramelle".

16:01Migranti: Van der Bellen, stati Ue aiutino l’Italia

(ANSA) - KRIMML (AUSTRIA), 26 GIU - "La situazione in Italia non sarà sopportabile a lungo con gli arrivi soprattutto dalla Libia. Gli altri Stati membri della Unione europea, a breve termine, devono dare supporto all'Italia sia per quanto riguarda l'accoglienza, che i costi". Lo ha detto il presidente austriaco Alexander Van der Bellen, parlando con l'ANSA in occasione dell'Alpine Peace Crossing a Krimml, che ricorda l'esodo di oltre 5.000 ebrei nell'immediato dopoguerra dall'Austria attraverso il Passo dei Tauri verso l'Italia. Van der Bellen ha ribadito che "a medio termine - e non dico nulla di nuovo - dobbiamo trovare degli accordi con gli Stati africani, per fare sì che queste persone non sentano la necessità di rischiare la proprio vita attraversando il mare sui gommoni. Non vedo altre via d'uscita". Secondo il presidente austriaco, "i profughi ci sono stati in passato, come ci sono tutt'oggi. Ogni ondata di profughi ha le sue origini, i suoi perché e sfumature diverse".

Archivio Ultima ora