Turismo: quest’anno l’Italia avrà un risultato straordinario

Pubblicato il 07 ottobre 2016 da ansa

Turismo: quest'anno l’Italia avrà un risultato straordinario

Turismo: quest’anno l’Italia avrà un risultato straordinario

ROMA. – Anche dai suoi uffici di Parigi dove è stato riconfermato presidente del Comitato Turismo dell’Ocse a cui partecipano oltre 50 Paesi per altri tre anni, Armando Peres continua a seguire da vicino l’Italia e le sue performance in questo settore, dove potrebbe essere la prima della classe.

“Sono molto contento – dice in’intervista dall’ANSA subito dopo la rielezione – perché ho avuto il pieno sostegno da parte del Governo. Ritengo che sia un momento molto importante per l’Italia perché abbiamo preparato il piano strategico che ora è in attesa del benestare definitivo da parte del Governo e che poi presenteremo, come io stesso ho richiesto, all’Ocse”.

E i mali del turismo italiano Peres li conosce e li spiega bene: “L’Italia quest’anno avrà un risultato straordinario sia per meriti propri sia per le sfortune degli altri (ad esempio la Francia per dirne una ha avuto una debacle a causa del terrorismo). Ma non basta: il problema rimane il Mezzogiorno, che è il nostro collo di bottiglia. L’87% dei turisti sia italiani che stranieri non va al di sotto di Napoli… E questa è una vera disgrazia. Le Canarie fanno 12 volte il turismo della Sicilia… Ma questi sono territori ricchi di meraviglie e tesori mortificati dalla mancanza di infrastrutture, dalle ferrovie a binario unico, dal fatto che ci vogliono 5 ore per andare da un luogo a un altro. Bisogna per carità fare dei distinguo, ad esempio la Puglia sta agendo molto bene e i risultati si vedono”.

Ma come riconosce lo stesso Peres il turismo è un settore molto difficile da governare proprio per il suo essere totalmente trasversale. ” Per qualsiasi cosa – ammette – bisogna mettere intorno a un tavolo tantissimi istituzioni e operatori diverse dalla Cultura ai Trasporti, dall’Ambiente all’Economia. Ma è importante avere un piede italiano in un’organizzazione così importante: sempre più le decisioni vengono prese a livello internazionale ed essere ai tavoli internazionali dove le questioni vengono dibattute e quindi le decisioni prese è determinate. Quindi il mio ruolo qui riafferma anche questo”.

Peres conclude facendo due esempi delle materie su cui l’Ocse si sta impegnando negli ultimi tempi. A partire dalla Sharing Economy che è un settore economico in crescita esponenziale e avrà numeri da “fare paura” e viene vissuta spesso come una “unfair competition”.

“Noi Ocse abbiamo tracciato un documento con delle linee guida che abbiamo dato all’Ue che le ha recepite: la Francia le ha immediatamente adottate, noi in Italia ci stiamo lavorando. Il ruolo dell’Ocse è proprio questo: studiare i problemi, pensare delle soluzioni, discutere con le istituzioni sovranazionali e cercare di trovare delle linee guida che possano diventare legge nei vari paesi”.

L’altra questione calda sono le statistiche: “E’ uno degli argomenti più “stravaganti” e travagliati e noi abbiamo deciso come Ocse di fare proprio in Italia, tra l’altro a Venezia che è la mia città, dal 23 al 25 novembre una tre giorni sulle statiche del turismo. Ci saranno tutti, dall’Istat all’Eurostat al Ciset”.

(di Cinzia Conti/ANSA)

Ultima ora

11:15Elezioni: Lodi, Pd perde dopo 20 anni di governo

(ANSA) - LODI, 26 GIU - Dopo oltre 20 anni di governo di centrosinistra, sconfitta in casa a Lodi per il coordinatore del Pd Lorenzo Guerini. Sara Casanova, segretaria cittadina della Lega Nord di Lodi, ha conquistato la poltrona di sindaco con il 56,9 per cento dei voti. Lodi esce dal commissariamento iniziato l'estate scorsa in seguito all'arresto per l'accusa di turbativa d'asta dell'allora sindaco Pd Simone Uggetti, che era succeduto a Guerini nella poltrona più alta del Broletto. Il centrodestra ha simbolicamente preso il Comune esponendo anche, tra le bandiere istituzionali, anche quella che raffigura il sole delle Alpi e la bandiera di Forza Italia.

11:12Siccità: vescovo Reggio Emilia, preghiere perchè piova

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 26 GIU - Preghiere contro la siccità. Il vescovo della diocesi di Reggio Emilia e Guastalla, mons. Massimo Camisasca - secondo quanto riferisce la stampa locale - ha inviato una lettera a tutti i parroci, chiedendo che si facciano preghiere nelle parrocchie per fare arrivare "piogge riparatrici di questa siccità". Nella lettera - confermata oggi dalla curia - il vescovo sottolinea come si "tratta certamente di raccomandare un uso equilibrato e attento dell'acqua ma nello stesso tempo anche di supplicare il Signore di venirci incontro con piogge riparatrici di questa siccità". Oltre alle preghiere si chiede di offrire "la Santa Messa durante una giornata di questa settimana possibilmente lunedì, martedì o mercoledì". (ANSA).

11:11Prendere la patente a Milano costa in media 1054 euro

(ANSA) - MILANO, 26 GIU - Nel 2016 i giovani tra i 18 e i 19 anni che hanno preso la patente sono stati 287.551, l'8,4% in meno del 2012, forse anche per il costo dei corsi. Lo dice il numero di Quattroruote in edicola domani, che ha condotto un'inchiesta nelle autoscuole di Milano, Roma e Napoli. Per un corso di guida per l'ottenimento della patente B, comprensivo di lezioni in aula di teoria, 10 ore di lezioni di pratica, sei ore di guida cosiddette certificate, ovvero obbligatorie per legge (due delle quali in autostrada o su strada extraurbana e due in orario notturno), e due esami, la cifra media richiesta dalle autoscuole milanesi si attesta su 1.054 €, con un minimo di 920 e un massimo che può arrivare anche 1.253€. Distanziate dal capoluogo lombardo di circa 200 € in media sono sia Roma sia Napoli: quest'ultima risulta comunque più cara della capitale, con un minimo di 750 € e un massimo di 860, contro i 690 e gli 880 della seconda.

11:07Diritti tv: colpo Tim, Olimpiadi 2018 e 2020 sul mobile

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - Colpo grosso di Tim: il gruppo guidato da Flavio Cattaneo avrà in esclusiva per il mobile i diritti tv per le Olimpiadi invernali del 2018 a PyeongChang e per quelle estive del 2020 a Tokyo. Lo apprende l'Ansa. L'accordo di esclusiva con Discovery ha appena ottenuto il via libera del Cio.

11:07Ritorno in classe a luglio: preside scuola, c’è ispezione

(ANSA) - NIESCEMI (CALTANISSETTA), 26 GIU - "C'è un'ispezione in corso e per ruolo istituzionale non intendo parlare della vicenda, e non lo farò". Si chiude dietro a un 'no comment' il professore Ferdinando Cannizzo, preside dell'istituto di istruzione superiore "Leonardo Da Vinci", di Niscemi, dove 1.200 studenti e 120 docenti dovranno tornare a scuola, dal 17 al 22 luglio, per completare il numero di ore di presenza obbligatoria dell'anno scolastico 2016-2017, ridotto a dicembre e a gennaio per il mancato funzionamento degli impianti di riscaldamento. "Una cosa però - aggiunge il preside parlando con l'ANSA - ci tengo a dirla: di fronte a un inverno rigido e a delle difficoltà reali non si è perso un giorno di scuola. E questo grazie al grande senso di responsabilità di studenti, genitori, professori e personale Ata. Hanno dimostrato con i fatti di tenere veramente al diritto allo studio".

11:05Terrorismo: foreign fighter davanti a gip non risponde

(ANSA) - ALESSANDRIA, 26 GIU - Si è avvalsa della facoltà di non rispondere Lara Bombonati, fermata nei giorni scorsi con l'accusa di terrorismo internazionale. La foreign fighter italiana, 26 anni, è comparsa questa mattina per la convalida dell'arresto davanti al gip del tribunale di Alessandria, Tiziana Belgrano. La giovane è assistita dall'avvocato Laura Nicoletta Masuelli, del foro di Alessandria. "Non posso dire nulla", le uniche parole del legale d'ufficio. L'udienza si è svolta nel carcere don Soria di Alessandria. La polizia penitenziaria sta ora riportando Bombonati nel carcere di Torino, dove è detenuta.(ANSA).

10:58Tortura: Mattarella, più sforzi a tutela vittime

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - "Vanno intensificati gli sforzi per dare voce e offrire tutela a tutte le vittime di ogni forma di tortura e per sradicare questa pratica". E' quanto afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio in occasione della Giornata Internazionale a sostegno delle Vittime della Tortura. "Sevizie e violenze, infatti - sottolinea Mattarella - costituiscono una delle più gravi violazioni dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, sempre e ovunque abbiano luogo". "Il 26 giugno di 30 anni fa entrava in vigore - ricorda il Capo dello Stato - la Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura e le altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti. Fu una scelta di civiltà della Comunità Internazionale per riaffermare la dignità della persona". E, conclude Mattarella, "il nostro Paese, che ha ratificato la Convenzione contro la tortura nel 1989, ne promuove la più ampia ratifica a livello globale".

Archivio Ultima ora