Storia di Luracatao, il condor ferito tornato sulle Ande

Pubblicato il 07 ottobre 2016 da ansa

This Oct. 4, 2016 photo shows the Andean Condor named "Luracatao" after its release into the wild in Salta, Argentina. The condor had been recovering at the former Palermo zoo in Buenos Aires after being shot and found in Luracatao village. It was released after the zoo was turned into an eco-park, along with many of the former zoo's animals that are being relocated to sanctuaries in Argentina and abroad. (Juan Barthe/Diario El Tribuno Salta via AP)

This Oct. 4, 2016 photo shows the Andean Condor named “Luracatao” after its release into the wild in Salta, Argentina. The condor had been recovering at the former Palermo zoo in Buenos Aires after being shot and found in Luracatao village. It was released after the zoo was turned into an eco-park, along with many of the former zoo’s animals that are being relocated to sanctuaries in Argentina and abroad. (Juan Barthe/Diario El Tribuno Salta via AP)

BUENOS AIRE. – L’immagine di un condor maestoso che torna a volare nel cielo limpido delle Ande campeggia sulle prime pagine della stampa argentina: si tratta di Luracatao, un esemplare della specie di uccelli simbolo della cordigliera sudamericana, che è tornato al suo habitat naturale, dopo una storia di recupero che rappresenta una lezione di rispetto per l’ambiente.

L’uccello, infatti, era stato ritrovato più di un anno fa in un campo di erba medica nei pressi di Luracatao -la località della provincia di Salta, nell’estremo nordovest argentino, da cui deriva il suo nome- da un muratore locale, Silvio Lopez. “Ho cercato di fargli paura con un bastone, credendo che sarebbe volato via, ma invece rimaneva lì. Era ovvio che aveva qualche problema, così l’ho preso per il collo, me lo sono caricato in spalla e l’ho portato a casa”, ha raccontato Lopez alla stampa.

Poche ore dopo, il condor volava verso Buenos Aires a bordo di un aereo. Nell’Ecoparco (ex zoologico) della capitale, Luracatao è stato esaminato dai veterinari, che hanno scoperto che era stato ferito dallo sparo di un fucile a canna liscia. E’ stato necessario prelevare una a una le schegge ed eliminare i resti di metallo presenti nel sangue e nelle ossa dell’uccello, un procedimento lungo e delicato.

Una volta guarito, il condor è stato riportato a Salta, dove è stato liberato a 3.600 metri di altezza, accompagnato da una cerimonia ancestrale -il cosiddetto rito della chicha e della coca- presieduta da un santone locale, Lihuel, che ha condotto le preghiere e le danze per gli spiriti delle montagne, mentre una folla di curiosi riprendeva le immagini dell’uccello che tornava a volare nel suo ambiente naturale.

Ultima ora

15:03Calcio: Montella, servono risultati e pass in Europa League

(ANSA) - MILANO, 22 NOV - "Abbiamo bisogno di risultati. Domani, contro l'Austria Vienna, iniziamo a staccare il pass per la qualificazione e a ipotecare il primo posto nel girone, un traguardo intermedio al quale teniamo moltissimo e che ci permetterebbe di concentrarci sul campionato". Vincenzo Montella, durante la conferenza stampa alla vigilia della sfida in Europa League contro l'Austria Vienna, predica calma e vittorie per svoltare. "Dobbiamo dimostrare - aggiunge Montella - una crescita tecnica, tattica, ma anche di mentalità. La cena della squadra? Non è una forzatura da parte di tecnico o dirigenza, è stata spontanea. Eventuali equivoci sono stati messi da parte da un po', è bello vedere una squadra che diventa gruppo".

14:57C.sinistra: Mdp-Si, non trattiamo col Pd, tempo scaduto

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Non abbiamo dato una disponibilità a una trattativa in quanto le differenze sono su temi di fondo sulla vita delle persone. Mi riferisco in particolare al lavoro, alla sanità universale e al no a una compagna elettorale su meno tasse per tutti". Lo dice Maria Cecilia Guerra, capogruppo Mdp, al termine dell'incontro con la delegazione Dem. "Il tempo è scaduto, non ci sono margini per nessuna intesa", aggiunge Giulio Marcon di Sì-Possibile.

14:57Cc Firenze: gip sente studentesse americane

(ANSA) - FIRENZE, 22 NOV - Sono tornate a Firenze per essere interrogate stamani dal gip Mario Profeta, le due studentesse americane che il settembre scorso denunciarono due carabinieri per violenza sessuale. Gli interrogatori si tengono con modalità protetta dentro l'aula bunker di Firenze dove le due ragazze americane sono già arrivate accompagnate dai loro avvocati entrando da un ingresso secondario. Presenti nella struttura anche i due militari accusati della violenza sessuale, l'appuntato Marco Camuffo e il carabiniere scelto Pietro Costa, entrambi accompagnati dai loro difensori. Secondo la modalità protetta, utilizzata in quest'incidente probatorio, il giudice Profeta le sentirà con l'ausilio di un interprete in una stanza separata dove non ci sono altre persone, mentre tutti gli altri presenti nell'aula bunker, pm, difensori e i due carabinieri indagati potranno assistere all'interrogatorio tramite sistema audio video.

14:40Calcio:Montella,voci su proprietà?Abituati a essere bersagli

(ANSA) - MILANO, 22 NOV - Vincenzo Montella risponde con una battuta agli attacchi sulla proprietà cinese da parte di New York Times e Marca: "Faccio fatica - sdrammatizza l'allenatore del Milan - a leggere la stampa italiana, figurarsi quella estera. Siamo bersagliati e abituati a questo, come sulle voci sulla mia panchina in bilico. Probabilmente perderemo il nostro comfort quando queste voci non si saranno più". E a chi gli chiede, durante la conferenza stampa alla vigilia della sfida di Europa League contro l'Austria Vienna, se intravede analogie con le difficoltà registrate nella passata stagione per isolare il gruppo dalle voci, Montella risponde di no: "Sono situazioni diverse, ma vedo la squadra coesa nello stesso modo. La gestione del gruppo oggi è più semplice".

14:31Femminicidio:Sos Stalking,84 casi da gennaio,1 ogni 3 giorni

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Nel 2016 in Italia sono state uccise 115 donne, prevalentemente per mano del marito, del compagno o dell'ex. Il 2015 ha visto 120 vittime, 117 donne sono state uccise nel 2014 e ben 138 nel 2013. Lo riferisce SOS Stalking: da gennaio a oggi le donne che hanno perso la vita sono 84, contro le 88 a novembre 2016 e le 87 a settembre 2015. Di queste 84, due erano incinte e i rispettivi feti, di 5 e 6 mesi, sono morti insieme alle madri. L'elenco per regioni indica in Lombardia il numero più alto di donne assassinate, 11, seguita da Veneto, Emilia Romagna e Campania (8), Sardegna (7), Toscana, Piemonte e Sicilia (6), Lazio e Puglia (5), Abruzzo (4), Liguria (3), Trentino, Friuli e Calabria (2) e Marche (1). Ci sono poi le vittime secondarie, bambini o ragazzi che, in seguito al delitto, rimangono orfani di madre o, in caso di omicidio-suicidio, di entrambi i genitori: in questi 11 mesi ce nel sono stati 60, età media fra 5 e 14 anni.

14:28Berlusconi: conclusa udienza a Strasburgo

(ANSA) - STRASBURGO, 22 NOV - Si è conclusa alla Corte europea dei diritti umani di Strasburgo l'udienza sul ricorso presentato da Silvio Berlusconi contro la decadenza del suo mandato di senatore e la sua ineleggibilità, sancite in base alla legge Severino. La seduta è stata tolta dalla presidente della Corte Angelika Nussberger dopo poco più di due ore dall'inizio. La Corte si è quindi riunita in camera di consiglio, ma una decisione è attesa non prima di diversi mesi, come consuetudine della Corte.

14:25Renzi, Fca rispetti impegni su investimenti e lavoro

(ANSA) - MINTURNO (LATINA), 22 NOV - "La questione occupazionale è una questione enorme, noi siamo al fianco di chi chiede a Fca di rispettare gli impegni che ha preso. Come Pd e come Governo , abbiamo qui il ministro Delrio, chiediamo di rispettare gli impegni e investire da Melfi, a Pomigliano e Cassino. Sono fiducioso che Marchionne e Fca manterranno gli impegni presi". Lo afferma Matteo Renzi, rispondendo a una domanda sulla crisi di Cassino durante la visita a Minturno.

Archivio Ultima ora