Marino assolto, “ristabilita la verità, tornerò per Roma”

Pubblicato il 07 ottobre 2016 da ansa

Lex sindaco di Roma Ignazio Marino esce dal tribunale penale di Roma, 7 ottobre 2016. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Lex sindaco di Roma Ignazio Marino esce dal tribunale penale di Roma, 7 ottobre 2016.
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

ROMA. – Assolto in primo grado e subito pronto a tornare in politica per Roma. Ignazio Marino, ora che un tribunale lo ha dichiarato innocente dall’accusa di avere consumato 56 cene a spese dei romani, si toglie più di un sassolino dalle scarpe. Oggi “viene ristabilita la verità” ma è anche la sua vendetta politica. Ed infatti sottolinea che un anno fa “centinaia di migliaia di romani sono stati violentati da un piccolo gruppo di una classe dirigente che si è rifugiata nello studio di un notaio” e che lui fu costretto a dimettersi, salvo poi ritirare quelle dimissioni, sotto “pressioni politiche e mediatiche”.

Perché brucia ancora il ricordo di quei “26 accoltellatori e un unico mandante”, ovvero i consiglieri del Pd che lo destituirono davanti ad un notaio. L’ex sindaco con un pianto liberatorio ha accolto la notizia che erano cadute le accuse nei suoi confronti di peculato, truffa e falso nell’ambito del processo sul caso scontrini e sulle consulenze della Onlus Imagine. Vicenda giudiziaria che ‘libera’ Marino anche dall’accusa di aver utilizzato soldi pubblici, utilizzando la carta di credito del comune, per 56 cene per un totale di 13 mila euro.

Marino fa capire subito che da questa sentenza parte la sua riscossa, anche pratica come ad esempio chiedere i danni ma precisa: “ogni cosa a suo tempo”. Non ha dubbi sul suo futuro: “ho il dovere morale di continuare ad impegnarmi per il mio paese e la mia città”.

E nella piccola sala della sua conferenza stampa a pochi passi dai palazzi della politica ci sono anche numerosi supporter e tre ex assessori della sua Giunta, la fedelissima Alessandra Cattoi, Francesca Danese e Luigi Nieri. A quello che ha sempre indicato come l’ideatore della sua destituzione, ovvero il premier Matteo Renzi, manda subito un affondo: “Il conto di certe azioni le paga il paese, soprattutto quando riguardano la capitale di Italia. Qualcuno ora si dovrebbe guardare allo specchio e capire se ha la statura di statista e farsi un esame di coscienza”.

Marino non crede proprio che alla luce dell’assoluzione ora i suoi principali oppositori, in particolare Renzi e “l’illuminato commissario del Pd Roma Matteo Orfini” possano chiedergli scusa poiché, a suo dire mancano di “capacità d’analisi, umiltà e onestà”. E a Orfini, che oggi spiega di “avere chiesto le dimissioni dell’ex sindaco per incapacità”, dedica parole di fuoco: “non commento i personaggi di Collodi”.

Chi chiede per Marino le scuse invece è il leader di Sinistra Italiana Stefano Fassina. “In particolare – dice – chi nel Pd pose fino al suo mandato con le firme dal notaio”. Per Luigi Di Maio “c’è una questione legata alla magistratura, poi c’è una questione precedente, sul fatto che, secondo alcuni riscontri, alcune cene fossero state fatte in maniera immorale”, “non del tutto etiche e allora quella è una vicenda su cui applicare una sanzione politica”. Ma lo stesso Di Maio ricorda però che la vicenda degli scontrini a Firenze è stata “totalmente insabbiata dal sindaco Matteo Renzi”.

L’assoluzione di Marino è stata invece “una bella notizia” per Gianni Cuperlo poiché si toglie “un bel macigno dalle spalle”. Anche i giganti del vecchio Pd, secondo quanto si è appreso, si sono fatti sentire: Veltroni e D’Alema lo hanno chiamato così come tante persone “da varie parti del mondo”.

(di Emanuela De Crescenzo/ANSA)

Ultima ora

02:15Germania: Lindner, salta il tavolo ‘Giamaica’

(ANSA) - BERLINO, 20 NOV - Salta il tavolo dei cosiddetti partiti "Giamaica" a Berlino, dove Cdu, Csu, liberali e verdi hanno condotto delle trattative preliminari nelle ultime due settimane, per arrivare alle consultazioni di un possibile governo a quattro. Lo ha reso noto il leader dei liberali Christian Lindner, che ha annunciato di lasciare il tavolo. "Manca la fiducia di base" fra i partiti, detto Lindner, affermando ai cronisti che i liberali non vogliono "piantare in asso" gli elettori, e che, in questa situazione, "è meglio non governare".

01:32Basket: serie A, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Risultati dell'ottava giornata del campionato di serie A di basket: Umana Reyer Venezia - The Flexx Pistoia 84-80 (ieri) Vanoli Cremona - Grissin Bon Reggio Emilia 68-71 (ieri) Germani Brescia - Betaland Capo d'Orlando 87-53 Dolomiti Energia Trentino - VL Pesaro 91-74 Happy Casa Brindisi - Segafredo Bologna 79-75 EA7 Emporio Armani Milano - Sidigas Avellino 92-94 Openjobmetis Varese - Banco Sardegna Sassari 61-82 Fiat Torino - Red October Cantù 89-94 - Classifica: Brescia 16; Venezia 14; Milano, Torino e Avellino 12; Sassari e Cantù 8; Varese, Trentino, Bologna, Cremona e Capo d'Orlando 6; Pesaro, Pistoia, Reggio Emilia e Brindisi 4.

00:27Calcio: Inter-Napoli 2-0

(ANSA) - MILANO, 19 NOV - Una doppietta nella ripresa del capitano Icardi, ancora una volta per match winner, regala all'Inter il successo per 2-0 sull'Atalanta nel posticipo domenicale della 13/a giornata. Il successo rilancia la squadra di Luciano Spalletti alle spalle del Napoli, ovvero al secondo posto a -2 dalla capolista (33 punti contro 35).

23:42Trovati corpi madre e figlio, omicidio-suicidio nel Cuneese

(ANSA) - CHERASCO (CUNEO), 19 NOV - I corpi di un uomo di 56 anni e della madre di 84 sono stati trovati, questa sera, in una casa di una frazione di Cherasco, nel Cuneese. Secondo gli investigatori, non vi è dubbio che si è trattato di un caso di omicidio-suicidio. L'uomo ha sparato alla madre con una pistola poi si è puntato la stessa arma alla testa e si è ucciso. Madre e figlio, secondo quanto si è appreso, vivevano insieme. Le due vittime sono Giovanni Abrate, idraulico, e la madre Maddalena Favole. Vivevano in una villetta della frazione Bricco. A scoprire i corpi senza vita è stata la sorella dell'anziana e zia dell'omicida che, non avendo risposta al telefono dai familiari, si è recata nell'abitazione in serata. Le indagini sono condotte dai carabinieri della compagnia di Bra (Cuneo). (ANSA).

22:41Zimbabwe: Mugabe parla in tv ma non si dimette

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Il presidente dello Zimbabwe Robert Mubage in un discorso alla nazione non ha annunciato le sue dimissioni, come invece si prevedeva. Ed ha annunciato che il mese prossimo presiederà il congresso del suo partito. Il presidente dell'associazione dei veterani di guerra in Zimbabwe, Chris Mutsvangwa, ha annunciato che la procedura per l'impeachment nei confronti del presidente Robert Mubage andrà avanti domani.

22:28Pallavolo: Superlega, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Risultati dell'8/a giornata della Superlega di pallavolo: Diatec Trentino - Taiwan Latina giovedì 23 Azimut Modena - Revivre Milano 3-2 Wixo Piacenza - Kioene Padova 1-3 Gi Group Monza - Lube Civitanova 1-3 Callipo Vibo Valentia - Sir Safety Perugia 0-3 Bunge Ravenna - BCC Castellana Grotte 3-0 Biosì Indexa Sora - Calzedonia Verona 0-3 - Classifica: Perugia 24; Modena e Civitanova 20; Ravenna 17; Piacenza e Padova 13; Verona 12; Milano 9; Vibo Valentia e Latina 8; Trentino 7; Monza 6; Castellana Grotte 4; Sora 1.

22:22Calcio: Ausilio, Pastore? Staremo attenti alle occasioni

(ANSA) - MILANO, 19 NOV - "Pastore? Siamo l'Inter, abbiamo il dovere di dover stare attenti a quei giocatori che possono fare al caso nostro. Il mercato di gennaio non mi fa impazzire, perché le occasioni sono rare". Il direttore sportivo dell'Inter Piero Ausilio, prima della partita contro l'Atalanta a San Siro, non si sbilancia sul futuro dell'attaccante del Psg Javier Pastore che ieri sera ha aperto ad un possibile ritorno in Italia proprio nel mercato di riparazione. "Ci sono ragazzi che lavorano per un'occasione - spiega Ausilio commentando la chance che Spalletti ha concesso a Santon - arriva il momento per tutti, come stasera con Santon e sarà lo stesso per Joao Mario".

Archivio Ultima ora