Il premio Nobel a Santos rilancia la pace con le Farc

Pubblicato il 07 ottobre 2016 da ansa

Cuban President Raul Castro (C) holds the hands of Colombian President Juan Manuel Santos (L) and top leader of the Revolutionary Armed Forces of Colombia (FARC) Rodrigo Londono 'Timochenko' Echeverri (R) during a press conference announcing the reaching of an agreement between the two parts after nearly three years of peace negotiations, in Havana, Cuba, 23 September 2015. The Colombian government and the FARC guerrillas unveiled a major agreement on how justice shall be applied during the transition period from war to peace in Colombia.  EPA/ALEJANDRO ERNESTO

Cuban President Raul Castro (C) holds the hands of Colombian President Juan Manuel Santos (L) and top leader of the Revolutionary Armed Forces of Colombia (FARC) Rodrigo Londono ‘Timochenko’ Echeverri (R) during a press conference announcing the reaching of an agreement between the two parts after nearly three years of peace negotiations, in Havana, Cuba, 23 September 2015. The Colombian government and the FARC guerrillas unveiled a major agreement on how justice shall be applied during the transition period from war to peace in Colombia. EPA/ALEJANDRO ERNESTO

BOGOTA’. – Il Premio Nobel per la Pace assegnato a Juan Manuel Santos ha ridato nuovo vigore e slancio al processo di pace lanciato dal presidente per porre fine al conflitto con le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc), scosso dalla bocciatura di un primo accordo con la guerriglia nel referendum di domenica scorsa. Nell’annunciare il premio a Santos – una scelta che ha sorpreso non pochi osservatori – la presidente del Comitato Nobel, Kaci Kullman Five, ha ammesso che il risultato del referendum “ha creato una grande incertezza per il futuro della Colombia”, ma appunto perché esiste “un pericolo reale che il processo di pace si fermi e che riprenda la guerra civile”, il comitato ha deciso di premiare gli “sforzi risoluti” per la pace del leader colombiano.

Ha sorpreso anche che il premio sia stato assegnato solo a Santos, e non alle Farc (“lo meritavano anche loro”, ha osservato l’ex ostaggio franco-colombiano Ingrid Betancourt), anche se Kullman Five ha sottolineato che il Nobel “dovrebbe essere visto come un tributo al popolo della Colombia” e a “tutte le parti in causa che hanno contribuito a questo processo di pace”, nonché alle vittime della guerra.

Dopo essere stato svegliato dalla telefonata del Comitato Nobel alle 5 del mattino, Santos ha ringraziato l’istituzione norvegese per il riconoscimento che gli è stato attribuito, e ha sottolineato che malgrado la bocciatura nelle urne dell’accordo con le Farc “la pace è vicina, la pace è possibile, è l’ora della pace”.

In un breve messaggio, Santos ha detto che “ora tutti dobbiamo unire le nostre menti e i nostri cuori per conquistare il premio più importante: una pace giusta e duratura”. “Colombiani, questo premio è vostro, e ora dobbiamo impegnarci perché non ci sia più una sola vittima, dobbiamo riconciliarci e unirci per chiudere questo processo di pace con un accordo giusto e duraturo”, ha aggiunto il presidente.

I primi effetti politici del Nobel a Santos sono arrivati poche ore dopo dall’Avana, dove i negoziatori del governo colombiano e delle Farc hanno diffuso un comunicato comune nel quale hanno confermato che il processo di pace va avanti.

Le due parti hanno ammesso che è necessario riconoscere la vittoria del “no” nel referendum di domenica. Era la prima volta che le Farc lo dichiaravano ufficialmente. Inoltre, e questo risulta ancora più importante, i negoziatori hanno accettato l’iniziativa di Santos di consultare i promotori del “no” per definire “correzioni e precisazioni” all’accordo di pace, che saranno poi discusse al tavolo della trattativa all’Avana.

Lo spiraglio di pace apertosi ieri, dopo che i promotori del “no” – e in primis Alvaro Uribe, l’ex presidente ora a capo dell’opposizione – hanno accettato l’invito di Santos a dialogare per presentare correzioni all’accordo si è dunque allargato un poco di più, grazie all’intervento del Comitato Nobel.

La strada verso la pace resta però tutta in salita per Santos, che dovrà adesso mediare fra le pretese di Uribe e quelle delle Farc per arrivare ad una nuova soluzione di compromesso accettata da tutti. Non sarà facile, come dimostrano le prime dichiarazioni dello stesso Uribe e del comandante delle Farc, Rodrigo Londoño, alias Timochenko. Il leader della guerriglia, infatti ha reagito all’annuncio del Nobel per la Pace a Santos con un messaggio nel quale, con tono duro, ha sottolineato che “l’unico premio al quale aspiriamo è quello della pace con giustizia sociale, senza paramilitarismo, senza rappresaglie e senza menzogne”.

Uribe, da parte sua, nel fare i complimenti al suo successore e acerrimo nemico, ha auspicato che questo riconoscimento “porti a cambiamenti negli accordi che sono nocivi per la democrazia”: Timochenko e Uribe, insomma, segnano il terreno prima dei nuovi negoziati, ma questo significa che accettano che i negoziati ci saranno e che vi parteciperanno.

Insomma, il Premio Nobel attribuito ad Oslo – la capitale dove la trattativa fra governo e guerriglia fu inaugurata formalmente nel novembre del 2012 – è servito per dare nuovo respiro al progetto di pace. Resta ora da sperare che Santos riesca ad ottenere un risultato positivo nei negoziati prima della cerimonia ufficiale di consegna del premio, che avverrà come ogni anno il 10 dicembre.

(di Javier Fernandez/ANSA)

Ultima ora

15:18Paolo Nespoli porterà nello spazio la bandiera della Cri

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Insieme al tricolore, l'astronauta Paolo Nespoli porterà con sé nello spazio anche la bandiera della Croce Rossa Italiana. Lo rende noto la Cri. L'emblema è stato consegnato direttamente nelle mani di Nespoli, che il 28 luglio partirà a bordo della Soyuz per raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale. "Ovunque per chiunque": questo uno dei motti della Croce Rossa, che per la prima volta si spinge oltre i confini terrestri. "Oggi - ha detto il segretario generale Cri Flavio Ronzi, incontrando Nespoli - la Cri rappresenta un modello di organizzazione e umanità. Le nostre risposte, durante l'ultimo terremoto e nell'assistenza alle persone migranti, rappresentano l'eccellenza dell'Italia nel campo umanitario come tu sei l'orgoglio del nostro Paese nello spazio. Siamo onorati di accompagnare con la nostra bandiera la tua missione come simbolo di Universalità dell'opera umanitaria della Croce Rossa e per farti sentire la vicinanza e la forza dei 160.000 volontari della Cri". "Sono pronto per partire - ha detto Nespoli - ho già compiuto 60 anni ma non mi sembra una cosa fuori dal mondo. Del resto, vengo trattato come se ne avessi venti. Ieri pomeriggio - ha concluso - ho ordinato le cose che porterò con me, tra cui una maglietta del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, una bandiera della Croce Rossa e un patch del Papa". (ANSA).

15:17Agguato contro imprenditore, nel 2009 gli uccisero figlio

(ANSA) - CORIGLIANO CALABRO (COSENZA), 26 LUG - Due uomini, che erano a bordo di una moto ed indossavano caschi, hanno tentato di uccidere l'imprenditore Pasquale Inzitari, di 57 anni, originario di Rizziconi (Reggio Calabria). Il fatto è accaduto ieri sera nel parcheggio del centro commerciale "I Portali", lungo statale 106 jonica, a Corigliano Calabro, dove Inzitari gestisce un negozio. Nessuno dei numerosi colpi di pistola sparati ha raggiunto Inzitari, che è rimasto illeso. Sull'agguato indagano i carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro, che hanno ascoltato alcuni testimoni e lo stesso Inzitari e sequestrato le immagini registrate dalla video sorveglianza. Pasquale Inzitari è il padre di Francesco Maria Inzitari, il diciottenne che fu ucciso a Taurianova il 5 dicembre del 2009. L'imprenditore é stato consigliere provinciale di Reggio Calabria e vicesindaco di Rizziconi. (ANSA).

15:12Tennis: Atp Gstaad, Lorenzi al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Paolo Lorenzi si è qualificato per il secondo turno del torneo Atp di Gstaad (montepremi di 482.060 euro, terra rossa), in Svizzera. Il 35enne senese, testa di serie n.5, ha superato per 7-6 (7-2) 6-3 lo svizzero Marco Chiudinelli in tabellone grazie ad una wild card. Il match, in programma ieri, era stato rinviato a oggi per pioggia. Prossimo avversario di Lorenzi sarà il lettone Ernests Gulbis. Ingresso in gara direttamente al secondo turno per Fabio Fognini, che ha chiesto ed ottenuto una wild card: il 30enne ligure debutterà domani contro lo slovacco Norbert Gombos.

15:06Stacca un pezzo di mignolo alla fidanzata dopo una lite

(ANSA) - OLBIA, 26 LUG - Ha staccato un pezzo di mignolo della fidanzata con un morso dopo una lite furibonda. Un uomo di 41 anni, olbiese, con precedenti penali, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Olbia con l'accusa di lesioni gravi . E' stato bloccato nella sua abitazione dove è cominciata l'aggressione ed è stato subito trasferito nel carcere di Nuchis . La donna è stata soccorsa in primo momento da alcuni passanti che hanno assistito alla scena e successivamente trasportata da un'ambulanza del 118 all'ospedale di Olbia dove è stata ricoverata nel reparto di ortopedia. La parte del dito mancante è stata consegnata dagli agenti ai medici del pronto soccorso .

15:06Moto: incidente sul quad a Ibiza, è grave Angel Nieto

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - L'ex campione motociclistico spagnolo Angel Nieto è rimasto coinvolto, per cause ancora imprecisate, in un incidente stradale mentre era alla guida di un quad a Ibiza. Secondo le prime ricostruzioni del Diario de Ibiza lo spagnolo ha battuto la testa ed è stato ricoverato nel reparto di Neurochirurgia del Policlinico Nuestra Señora del Rosario. I medici lo hanno sottoposto a un intervento chirurgico. Il fatto è avvenuto stamattina nella località di Santa Gertrudis. Il pluri iridato avrebbe tamponato una vettura. Settant'anni Nieto è stato il re delle piccole cilindrate, ha vinto 90 Gran Premi e 13 Mondiali.

14:48Usa: Trump, dopo Obamacare ora avanti tutta su tasse

(ANSA) - NEW YORK, 26 LUG - Incassato il voto in Senato sull'Obamacare, il presidente americano Donald Trump guarda avanti: la prossima priorita' e' la riforma della tasse, con sgravi per le aziende e la classe media. Trump - in un'intervista al Wall Street Journal - ribadisce la sua intenzione di ridurre l'aliquota sulle societa' al 15%. L'altro dossier che ricevera' alta priorita' e' quello commerciale, con allo studio un accordo fra Stati Uniti e Gran Bretagna e le trattative per rinegoziare il Nafta, l'accordo di libero scambio fra Stati Uniti, Canada e Messico. Un accordo che - afferma Trump - e' ''molto negativo''.

14:40Roma: Raggi,case per 6000 famiglie disagiate

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Stime ci dicono che il disagio abitativo a Roma coinvolge 15 mila famiglie: ci sono 10 mila richieste per l'edilizia residenziale pubblica, 1400 famiglie nei residence, 100 immobili occupati abusivamente. In 3 anni vogliamo ampliare l'offerta alloggiativa e dare la possibilità a 6000 famiglie di accedere a soluzioni abitative. Inoltre vogliamo chiudere i residence entro 2018. Quando siamo arrivati ce ne siamo trovati 34, 15 sono stati chiusi garantendo alternative alle persone, ne rimangono 19. Dai 42 milioni di spesa nel 2016 oggi siamo passati a 28 milioni". Lo ha annunciato la sindaca di Roma Virginia Raggi annunciando la strategia del Campidoglio per superare il disagio abitativo. "No interventi spot ma di sistema", ha detto Raggi.

Archivio Ultima ora