Calcio: Boateng, razzismo? Non cambierà mai niente

(ANSA) – ROMA, 8 OTT – Sul razzismo “non cambierà mai niente, è una battaglia che non va combattuta solo un giorno”. Parola di Kevin Prince Boateng. “Nessuno ha fatto quello che ho fatto io contro il razzismo, mi hanno anche tolto dallo spot della Champions. Questo mi fa ridere”, aggiunge l’ex giocatore del Milan, ora al Las Palmas, nell’intervista a Fox Sports che andrà in onda stasera, domani e lunedì. Boateng ha indicato i momenti più belli del suo trascorso rossonero: “la vittoria dello scudetto, il gol al Barcellona e quando ho fatto Michael Jackson a San Siro. Ho pensato tantissimo prima di andare via dal Milan – ha aggiunto – ma in quel momento era la cosa da fare. Berlusconi? E’ una persona del cuore. Per me è stato una persona molto rispettosa e molto divertente” Boateng ritiene che Ronaldinho sia il più forte giocatore col quale ha giocato (“a volte anche più forte di Zidane, Pelè e Maradona”) e che suo fratello Jerome (giocatore del Bayern, ndr) è a suo avviso uno dei 3 difensori più forti in assoluto.

Condividi: