L’arcivescovo di Mérida, mons. Baltazar Porras, nominato Cardinale

Pubblicato il 10 ottobre 2016 da redazione

Dei diciassette nuovi porporati, 5 sono europei, 4 dell'America settentrionale, due di quella meridionale, tre africani, due asiatici e uno dall'Oceania. Tra essi figura anche mons. Balzata Porras, arcivescovo di Mérida

Dei diciassette nuovi porporati, 5 sono europei, 4 dell’America settentrionale, due di quella meridionale, tre africani, due asiatici e uno dall’Oceania. Tra essi figura anche mons. Balzata Porras, arcivescovo di Mérida

CARACAS. – Annuncio a sorpresa del Papa: il 19 novembre, alla vigilia della chiusura del giubileo della misericordia, creerà 13 cardinali elettori e 4 non elettori, cioè ultraottantenni che non voterebbero in un eventuale conclave. Il collegio cardinalizio così arricchito e rinnovato celebrerà con papa Francesco, il 20 novembre, la conclusione del giubileo della misericordia.

Dei diciassette nuovi porporati, 5 sono europei, 4 dell’America settentrionale, due di quella meridionale, tre africani, due asiatici e uno dall’Oceania. Tra essi figura anche mons. Balzata Porras, arcivescovo di Mérida. Con le nuove nomine, inoltre, avranno un cardinale sette nazioni che non lo avevano mai avuto.Tra gli europei ci sono due italiani, Zenari e Corti, uno elettore e uno no, e nessun arcivescovo residenziale.

Al 19 novembre prossimo, nel collegio cardinalizio saranno quindi rappresentati 79 Paesi, 59 dei quali con cardinale elettore. L’Europa avrà 112 porporati, di cui 54 elettori; l’America settentrionale 27, di cui 17 elettori; l’America centrale 8, di cui 4 elettori; l’America meridionale 27, di cui 13 elettori; l’Africa 24, di cui 15 elettori; l’Asia 24, di cui 14 elettori; l’Oceania sei, di cui due elettori. In totale i porporati saranno 228, di cui 121 elettori.

Ecco dunque i 13 elettori e 4 ultraottantenni che riceveranno la berretta e l’anello nel concistoro del 19 novembre prossimo, secondo l’ordine dell’elenco letto da papa Francesco: Mario Zenari, italiano, che il Papa ha annunciato resterà “nunzio nella martoriata Siria”; mons. Dieudonne Nzapalainga, arcivescovo di Bangui, nella Repubblica centrafricana, al fianco di papa Bergoglio quando lo scorso novembre proprio a Bangui ha aperto la prima porta santa del giubileo della misericordia; mons. Carlo Osoro Sierra, arcivescovo di Madrid in Spagna; mons. Sergio da Rocha, arcivescovo di Brasilia in Brasile; mons. Blase Cupich, arcivescovo di Chicago negli Stati Uniti; mons. Patrick D’Rozario, arcivescovo di Dhaka in Bangladesh, mons. Baltazar Enrique Porras Cardozo, arcivescovo di Merida, in Venezuela, mons. Jozef De Kesel, arcivescovo di Maline-Bruxelles, in Belgio; mons. Maurice Piat, arcivescovo di Port Louis nelle Isole Mauritius; mons. Kevin Farrell, prefetto del nuovo dicastero per i laici, famiglia e vita; mons. Carlos Aguiar Retes, arcivescovo di Tlalnepantla in Messico; mons. John Ribat, arcivescovo di Port Moresby, in Papua Nuova Guinea; mons. Joseph William Tobin, arcivescovo di Indianapolis negli Stati Uniti. I quattro non elettori sono: sono mons. Anthony Soter Fernandez, arcivescovo emerito di Kuala Lumpur (Malaysia), mons. Renato Corti, vescovo emerito di Novara, mons. Sebastian Koto Khoarai, vescovo emerito di Mohale’s Hoek, nel Lesotho e il reverendo Ernest Simoni, sacerdote dell’arcidiocesi di Shkodre-Pult (Scutari-Albania).

Ultima ora

19:56Iraq: curdi non cedono, lunedì referendum indipendenza

(ANSA) - BEIRUT, 23 SET - "Una occasione storica, che non può essere sprecata". Con queste parole il governatore di Kirkuk ha chiamato tutti i curdi iracheni a partecipare compatti lunedì al referendum per la loro indipendenza, osteggiato dai Paesi vicini e da gran parte della comunità internazionale. Il governatore, Najmaldin Karim, è forse la figura più rappresentativa delle tensioni che la consultazione rischia di esacerbare tra diverse etnie e gruppi confessionali, mentre la guerra all'Isis infuria ancora in diverse regioni, tra cui quella di Hawija, poche decine di chilometri a sud-ovest di Kirkuk. Il Parlamento di Baghdad, accogliendo una richiesta del premier Haidar al Abadi, ha votato una mozione per rimuovere dalla carica Karim, che però è rimasto al suo posto. La ragione è il fatto che il governatore, membro dell'Unione patriottica del Kurdistan (Upk), ha sostenuto con forza la tenuta del referendum anche a Kirkuk, nonostante questa provincia non faccia parte del territorio della regione autonoma del Kurdistan.

19:45Golf: Francesco Molinari, Ryder 2022 spinta per Italia

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Ha vinto un anno fa, punta al bis quest'anno su un green dove sono attesi tantissimi campioni "che ora guardano all'Italia come una meta golfistica per i propri viaggi". "C'è grande soddisfazione ed emozione nel poter difendere il titolo in Italia, davanti ai nostri tifosi, in un Open con un field fantastico - dice Francesco Molinari all'Ansa, parlando del 74/o Open d'Italia che si svolgerà al Golf Club Milano dal 12 al 15/10 -. Ci saranno tantissimi campioni e sarà davvero stimolante competere con loro. Grazie all'aggiudicazione della Ryder Cup, l'Open d'Italia ha fatto un salto di qualità incredibile Vivo a Londra e gioco prevalentemente negli Stati Uniti nel PGA Tour: posso assicurare che la prospettiva della Ryder Cup 2022 ha contribuito a cambiare l'immagine del golf italiano agli occhi degli stranieri. Per quanto mi riguarda, l'obiettivo principale per il 2018 è sempre quello di migliorare e raggiungere obiettivi ambiziosi. Mi concentrerò come negli ultimi anni soprattutto sul Pga Tour in America".

19:41Terrorismo: commerciante marocchino indagato a Genova

(ANSA) - GENOVA, 23 SET - Un giovane commerciante marocchino con partita Iva abitante a Milano è stato fermato nei giorni scorsi nel porto di Genova ed indagato per terrorismo perché si ritiene abbia contatti con l'Isis. A intercettare il magrebino, 22 anni, incensurato ma inserito nella black list per le sue frequentazioni in rete, sono stati i finanzieri del Gico di Genova che lo hanno individuato e bloccato appena sbarcato da una nave salpata dal Magreb. A detta degli inquirenti non ci sono per ora elementi per affermare che il ventenne sia un terrorista ma è plausibile ipotizzare che possa avere collegamenti con importanti esponenti dell'Isis. Potrebbe essere un potenziale fiancheggiatore e per questo il magistrato titolare dell'indagine, Federico Manotti, della procura distrettuale antiterrorismo, lo ha iscritto sul registro degli indagati per approfondire gli accertamenti tecnici sul suo conto a cominciare dalla verifica dei suoi collegamenti on line con computer e telefonino, di cui è stata effettuata una copia forense. Abitante a Milano, l'uomo era tornato in Marocco per le ferie. Nelle scorse settimane i poliziotti della Polizia di frontiera di Genova in servizio al terminal traghetti di Genova grazie alle segnalazioni dei finanzieri del Gico di Milano avevano bloccato e rimpatriato un tunisino residente in Lombardia sospettato di essere in qualche modo legato ad affiliati all'Isis: l'uomo è stato espulso dall'Italia e rimpatriato perché ritenuto socialmente pericoloso. (ANSA).

19:33Calcio: Premier, City e Chelsea a valanga

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Vincono tutte le grandi in Premier nella 6/a giornata di campionato. A valanga Manchester City (5-0 al Crystal Palace) e Chelsea (4-0 sul campo dello Stoke City), mentre hanno dovuto sudare di più il Tottenham (3-2 in casa del West Ham, con gli Spurs che stavano vincendo 3-0) e lo United (1-0 sul terreno del Southampton), per una classifica che vede le due squadre di Manchester appaiate in testa a con 16 punti, davanti a Chelsea (13) e Tottenham (11). Nel 5-0 della squadra di Guardiola spicca la doppietta di Sterling e le reti di Sanè, Aguero e Delph. L'1-0 del Red Devils porta invece la firma del solito Lukaku. Nel poker del Chelsea, sugli scudi Alvaro Morata, autore di una tripletta (di Pedro il 4/o gol). Vittoria in rimonta infine per l'Everton, avversario dell'Atalanta in Europa League, che ha battuto 2-1 in casa il Bournemouth.

19:28Vela: Barcolana, già 500 gli iscritti

(ANSA) - TRIESTE, 23 SET - Oltre 500 gli iscritti alla Barcolana di Trieste, a 15 giorni dall'evento. Un quarto dei partecipanti - informano gli organizzatori - ha già formalizzato la propria partecipazione, ritirando gadget, perfezionando le iscrizioni e partecipando alla Lotteria nautica collegata alla regata e organizzata con Motomarine. Il presidente della Società velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz, ha completato la sua settimana di road show e presentazioni incontrando a Grado gli armatori e i presidenti delle sezioni della Lega navale di Grado, Monfalcone e Trieste, e nel pomeriggio raccontando la magia della Barcolana a Fagagna (Udine), ai soci del Golf club di Udine.

19:27Calcio: serie B, il Perugia aggancia il Frosinone

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Classifica del campionato di calcio di Serie B dopo le partite della sesta giornata (domani Cesena-Ascoli alle 17:30; lunedì 25 Palermo-Pro Vercelli alle 20:30). Perugia e Frosinone 13; Empoli e Carpi 11; Cittadella e Avellino 10; Bari, Palermo e Parma 9; Cremonese 8; Pescara, Salernitana, Venezia e Spezia 7; Brescia, Novara, Entella e Foggia 6; Ternana 5; Cesena 4; Ascoli 3; Pro Vercelli 2. Brescia e Ternana una partita in meno.

19:25Raggi a kermesse M5S Rimini:Roma migliora ma non lo scrivono

(ANSA) - ROMA, 23 SET - "A noi ci guida la passione" e questo ci aiuta ad "affrontare le difficoltà" che "sono tante ma non mollo". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi dal palco di Italia 5 Stelle a Rimini, dove al suo arrivo é stata acclamata dai militanti che hanno insultato i giornalisti. "Quando noi governiamo e governiamo bene non lo raccontano, perché non lo possono raccontare, perché per farlo ci vuole coraggio - dice Raggi-. Se lo dicessero tutti quelli che hanno governato fino adesso e hanno portato Roma nel baratro andrebbero a casa. Invece Roma sta migliorando", sottolinea Raggi che cita "i 254 piccoli successi" della sua Giunta, "i 254 passi per allontanarci da Mafia Capitale". "Noi abbiamo avuto il coraggio di mettere le mani sull'Atac che ha 1,350 miliardi di debito: gli altri rifinanziavano e basta - ancora la sindaca -. Per noi non deve essere così, Atac va salvata perché è un servizio pubblico".

Archivio Ultima ora