Italia da brividi, Immobile al 92′ stende la Macedonia

Pubblicato il 10 ottobre 2016 da ansa

Ciro Immobile (C) of Italy in action against Macedonian players Daniel Mojsov (R) and Vance Sikov (L) during the FIFA World Cup 2018 qualification match between Macedonia and Italy at the Filip II Arena in Skopje, The Former Yugoslav Republic of Macedonia, 09 October 2016.  EPA/GEORGI LICOVSKI

Ciro Immobile (C) of Italy in action against Macedonian players Daniel Mojsov (R) and Vance Sikov (L) during the FIFA World Cup 2018 qualification match between Macedonia and Italy at the Filip II Arena in Skopje, The Former Yugoslav Republic of Macedonia, 09 October 2016. EPA/GEORGI LICOVSKI

SKOPJE. – Vince l’Italia di Gian Piero Ventura contro la Macedonia ma soffre oltremisura. A Skopje finisce 3-2 per gli azzurri, una vittoria pesante che riporta gli azzurri in testa alla classifica del gruppo G delle qualificazioni Mondiali in condominio con la Spagna. Ma la prestazione offerta dagli azzurri lascia spazio a più di una perplessità, evidenziate già tre giorni fa contro la Spagna, soprattutto nel primo tempo.

La sfida con la Macedonia è al cardiopalma e la decide una zampata di Ciro Immobile in pieno recupero, ribaltando un risultato che a un certo punto condannava pesantemente gli azzurri. L’attaccante della Lazio, autore di una doppietta, non tradisce il tecnico con il quale aveva fatto bene a Torino e ripaga la fiducia di Ventura con due gol pesanti: prima pareggia i conti dopo l’uno-due macedone a firma di Nestorovski e Hasani che a inizio ripresa avevano risposto al gol di Belotti nel primo tempo.

Poi la zampata del Ciro nazionale che vale i tre punti, e fa tirare un sospiro al ct ancora una volta costretto a cambiare la formazione iniziale per ribaltare la partita: è aperto il dibattito se sia un errore la squadra del primo tempo o un merito i cambi del secondo, con gli azzurri sotto 1-2.

E’ la prima volta che Italia e Macedonia si affrontano. Pandev e compagni sono reduci da sei sconfitte nelle ultime sette gare e nel gruppo G delle qualificazioni ai mondiali 2018 sono usciti sconfitti dalle sfide con Albania e Israele. Ventura rivoluziona l’undici in campo rispetto a quello visto contro la Spagna, per necessità (viste le assenze per infortunio di Montolivo e Chiellini e quella ‘disciplinare’ di Pellè), ma non solo.

Lui nei giovani ha sempre creduto ed anche in azzurro, le nuove leve sono al centro del suo progetto. Così affida le chiavi del centrocampo a Verratti, preferito a De Rossi, fa rifiatare Parolo, optando per Bernardeschi e in attacco si affida alla coppia Immobile-Belotti e in difesa opta per Romagnoli al posto di Chiellini.

La sfida con la Macedonia, che sulla carta sembrerebbe agevole, si mostra sin dalle prime battute non senza difficoltà, almeno fino al gol del vantaggio azzurro che arriva al 24′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Bernardeschi e concretizzato da Belotti che di destro batte Bogatinov.

Fino a quel momento la Macedonia, trascinata dai suoi giocatori più rappresentativi, Pandev e Nestorovski, mette più di un brivido alla difesa azzurra, come al 18′ quando una conclusione dal limite proprio dell’attaccante del Palermo si stampa sulla traversa.

L’Italia ha qualità ma fa anche tanti errori a centrocampo: al 3′ un errore di De Sciglio innesca Nestorovski serve di prima Pandev che si ritrova a tu per tu con Buffon, al 15′ a sbagliare è Romagnoli che lancia Alioski. L’Italia soffre, forse anche troppo, poi trova il gol con Belotti – che ripaga la fiducia di Ventura.

Nonostante il vantaggio, l’inerzia della partita non cambia, con la Macedonia che cerca il pareggio e l’Italia che rischia, come al 30′ quando Pandev, in contropiede serve un assit al limite dell’area a Ristovski pescato in fuorigioco nonstante la spinta di Immobile. La Macedonia insiste e al 41′ Buffon è decisivo ancora su Nestorovski. Gli azzurri vanno vicini al 2-0 sul finire del primo tempo: da due passi Bonaventura manca un cross perfetto di Candreva.

La ripresa si apre nel segno della Macedonia che scatenata capitalizza al meglio due errori marchiani dei centrocampisti azzurri; all’11 Verratti sbaglia un retropassaggio ne approfitta Nestorovski che dal limite batte Buffon con una conclusione angolata. Tre minuti dopo il vantaggio macedone: stavolta sbaglia Bernardeschi innesca uno scatenato Nestorovski che fraseggia con Pandev, palla ad Hasani che ancora dal limite segna il gol del sorpasso.

Ventura corre ai ripari, richiama Bernardeschi e Bonaventura per Parolo e Sansone.Al 30′ arriva il pareggio: Candreva, il migliore degli azzurri serve Immobile per il 2-2. Al 42′ Parolo di testa segna ma il suo gol viene annullato per fuorigioco. Al 47′ ancora Immobile a segno che da due passi segna il gol della vittoria.

(dell’inviata Laura Masiello/ANSA)

Ultima ora

11:37Fisco: Gdf Milano arresta 5 persone in operazione Good job

(ANSA) - MILANO, 18 OTT - I finanzieri del Gruppo Milano hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelate nei confronti di cinque persone, emesse su richiesta del pm Stefano Civardi nell'ambito dell'operazione 'Good Job'. I militari hanno eseguito numerose perquisizioni e il sequestro di conti correnti, di una collezione di auto di lusso e moto d'epoca e di nove immobili, tra cui una villa con piscina e centro benessere, per un valore di 7,3 milioni di euro. Le indagini, avviate nel febbraio 2016, hanno individuato un'associazione a delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e omesso versamento dell'Iva, con 21 indagati. Il meccanismo era basato su una società che assumeva manodopera (oltre 100 dipendenti), che in realtà era impiegata in altre aziende. Su questa srl, poi fatta fallire, ricadevano tutti gli oneri tributari e contributivi mai corrisposti. La frode ha permesso agli indagati di evadere oltre 3,4 milioni di euro.

11:34Scuola: Tar annulla bocciatura,alunno verso classe superiore

(ANSA) - TRIESTE, 18 OTT - Il Tar annulla la bocciatura di un alunno di seconda media perché il padre non era stato informato dalla scuola dell'andamento scolastico negativo del figlio, che ora può ottenere l'iscrizione alla terza media. Succede in Friuli Venezia Giulia dove il Tar ha accolto il ricorso presentato dall'uomo e ha annullato la bocciatura del figlio decisa lo scorso 13 giugno dall'Istituto Comprensivo di Gorizia 1. La decisione dei giudici amministrativi - anticipata stamani da Il Piccolo e Messaggero Veneto - è stata già notificata alla scuola dal legale dell'uomo, l'avv. Alessandro Tudor. "A questo punto - ha spiegato l'avv. Tudor, interpellato dall'ANSA - se la scuola non dovesse eseguire la sentenza del Tar, presenterei un altro ricorso per la nomina di un commissario ad acta per l'esecuzione della sentenza e l'iscrizione del ragazzo alla terza media". Dopo la bocciatura, il ragazzo è stato iscritto e frequenta la seconda media in una scuola diversa.

11:32Basket: Nba, Golden State ko in casa con Houston

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - Esordio choc per i Warriors campioni in carica dell'Nba: Golden State, nella seconda gara della regular season scattata ieri sera, è stata battuta in casa per un solo punto dagli Houston Rockets: 121-122 il risultato finale. E pensare che Kevin Durant e compagni erano partiti più che bene, presentandosi all'ultimo quarto con un rassicurante +13 sugli uomini di Mike D'Antoni; ma proprio lì è iniziata la rimonta texana che ha finito con il rovinare ai californiani, come nel 2015 fece San Antonio, la festa della consegna degli anelli (il trofeo per il titolo Nba della scorsa stagione). E con tanto di beffa finale per il canestro di Durant annullato perché su tiro partito fuori tempo massimo, dopo aver rivisto il tutto al replay. Miglior marcatore del match, e vero trascinatore di Houston, è stato James Harden con 27 punti, ma ottima è stata, sempre per i Rockets, anche la prova dell'attesissimo Chris Paul. Per Golden State, 23 punti di Nick Young, 22 di Stephen Curry e 20 di Durant.

11:30Calcio: Cagliari, sulla panchina torna Lopez

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - Si attende solo l'ufficialità, ma ormai è fatta: Diego Lopez, ex capitano e allenatore rossoblù, guiderà il Cagliari al posto di Massimo Rastelli con un accordo fino a giugno, con opzione legata al piazzamento in campionato. L'uruguaiano ieri sera ha scavalcato la concorrenza di Massimo Oddo e Giuseppe Iachini ed ora si è alle formalità. Il suo secondo - confermano all'Ansa i vertici del club - sarà Michele Fini, anch'egli ex rossoblù e già al fianco di Lopez nelle avventure di Bologna e Palermo. La rescissione del contratto con i rosanero (Lopez ha guidato la squadra siciliana la scorsa stagione per un breve periodo) aveva dirottato riflettori e attenzioni sul tecnico sudamericano. Da calciatore, Lopez è arrivato in Sardegna nella stagione 1998/'99: fino al 2010, tra campionato e coppe, ha totalizzato 344 presenze e 9 gol. Anche come allenatore è cresciuto ad Assemini: prima con le giovanili, poi in prima squadra dal 2012 al 2014. Quindi, due anni tra il Bologna in B e il Palermo in A e ora il ritorno.

11:23Stalking: perseguita ragazza, Cc lo attendono all’aeroporto

(ANSA) - BOLOGNA, 18 OTT - Carabinieri e Polizia di frontiera lo hanno atteso all'aeroporto di Bologna, dove rientrava dopo un'assenza di tre mesi, e lo hanno arrestato per stalking. L'uomo, un pachistano di 24 anni, è accusato di aver perseguitato una ventenne italiana conosciuta due anni fa. Dopo un approccio non andato a buon fine, lo straniero aveva cominciato a tempestare la ragazza con messaggi e pedinamenti, provocandole uno stato di ansia e paura. Un giorno l'attese sotto casa fino al suo ritorno, nonostante i genitori di lei avessero tentato di allontanarlo. Provò a scavalcare una recinzione, senza riuscire per l'intervento dei Carabinieri. I fatti sono avvenuti a Calderara di Reno. La giovane fece denuncia e a luglio un Gip ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari; il provvedimento è stato eseguito lunedì quando il 24enne è atterrato di rientro dal Pakistan.(ANSA).

11:15Svezia: media, bomba esplode davanti stazione polizia

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - Una potente bomba é esplosa oggi davanti a una stazione di polizia a Helsingborg nel sud della Svezia: lo hanno reso noto le autorità del Paese. Si riportano notevoli danni alla struttura. Lo scrive il quotidiano The Independent in un tweet.

11:05Basket: Nba, Cleveland-Boston 102-99 all’esordio

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - La sfida tra Cavaliers e Celtics ha aperto la stagione 2017/'18 di Nba, finendo 102-99 per Cleveland, con Boston nel terzo quarto risalita da -18 fino a condurre quando mancavano 2'09" alla sirena. Un grave infortunio aveva tuttavia aperto la gara: Gordon Hayward, ingaggiato da Boston con un contratto da 128 milioni di dollari per 4 anni, dopo 5'15" è atterrato malamente da un salto ed ha riportato la frattura di tibia e caviglia sinistre, choccando tutti i presenti per l'evidente deformazione assunta dalla gamba. In cattedra, ma non certo per il forfait di Hayward, è salito LeBron James, a sua volta non al 100% per i postumi dell'infortunio alla caviglia sinistra che lo aveva costretto a tre settimane di stop: 29 punti, 13 dei quali nell'ultimo e decisivo quarto, 16 rimbalzi e 9 assist. L'ex Kyrie Irving (fischiato dal pubblico) ha avuto invece nelle mani il pallone del possibile pari con un tiro da tre proprio alla sirena, ma ha fallito. Ha concluso comunque con 22 punti, 3 in meno di Jaylen Brown.

Archivio Ultima ora