Italia da brividi, Immobile al 92′ stende la Macedonia

Pubblicato il 10 ottobre 2016 da ansa

Ciro Immobile (C) of Italy in action against Macedonian players Daniel Mojsov (R) and Vance Sikov (L) during the FIFA World Cup 2018 qualification match between Macedonia and Italy at the Filip II Arena in Skopje, The Former Yugoslav Republic of Macedonia, 09 October 2016.  EPA/GEORGI LICOVSKI

Ciro Immobile (C) of Italy in action against Macedonian players Daniel Mojsov (R) and Vance Sikov (L) during the FIFA World Cup 2018 qualification match between Macedonia and Italy at the Filip II Arena in Skopje, The Former Yugoslav Republic of Macedonia, 09 October 2016. EPA/GEORGI LICOVSKI

SKOPJE. – Vince l’Italia di Gian Piero Ventura contro la Macedonia ma soffre oltremisura. A Skopje finisce 3-2 per gli azzurri, una vittoria pesante che riporta gli azzurri in testa alla classifica del gruppo G delle qualificazioni Mondiali in condominio con la Spagna. Ma la prestazione offerta dagli azzurri lascia spazio a più di una perplessità, evidenziate già tre giorni fa contro la Spagna, soprattutto nel primo tempo.

La sfida con la Macedonia è al cardiopalma e la decide una zampata di Ciro Immobile in pieno recupero, ribaltando un risultato che a un certo punto condannava pesantemente gli azzurri. L’attaccante della Lazio, autore di una doppietta, non tradisce il tecnico con il quale aveva fatto bene a Torino e ripaga la fiducia di Ventura con due gol pesanti: prima pareggia i conti dopo l’uno-due macedone a firma di Nestorovski e Hasani che a inizio ripresa avevano risposto al gol di Belotti nel primo tempo.

Poi la zampata del Ciro nazionale che vale i tre punti, e fa tirare un sospiro al ct ancora una volta costretto a cambiare la formazione iniziale per ribaltare la partita: è aperto il dibattito se sia un errore la squadra del primo tempo o un merito i cambi del secondo, con gli azzurri sotto 1-2.

E’ la prima volta che Italia e Macedonia si affrontano. Pandev e compagni sono reduci da sei sconfitte nelle ultime sette gare e nel gruppo G delle qualificazioni ai mondiali 2018 sono usciti sconfitti dalle sfide con Albania e Israele. Ventura rivoluziona l’undici in campo rispetto a quello visto contro la Spagna, per necessità (viste le assenze per infortunio di Montolivo e Chiellini e quella ‘disciplinare’ di Pellè), ma non solo.

Lui nei giovani ha sempre creduto ed anche in azzurro, le nuove leve sono al centro del suo progetto. Così affida le chiavi del centrocampo a Verratti, preferito a De Rossi, fa rifiatare Parolo, optando per Bernardeschi e in attacco si affida alla coppia Immobile-Belotti e in difesa opta per Romagnoli al posto di Chiellini.

La sfida con la Macedonia, che sulla carta sembrerebbe agevole, si mostra sin dalle prime battute non senza difficoltà, almeno fino al gol del vantaggio azzurro che arriva al 24′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Bernardeschi e concretizzato da Belotti che di destro batte Bogatinov.

Fino a quel momento la Macedonia, trascinata dai suoi giocatori più rappresentativi, Pandev e Nestorovski, mette più di un brivido alla difesa azzurra, come al 18′ quando una conclusione dal limite proprio dell’attaccante del Palermo si stampa sulla traversa.

L’Italia ha qualità ma fa anche tanti errori a centrocampo: al 3′ un errore di De Sciglio innesca Nestorovski serve di prima Pandev che si ritrova a tu per tu con Buffon, al 15′ a sbagliare è Romagnoli che lancia Alioski. L’Italia soffre, forse anche troppo, poi trova il gol con Belotti – che ripaga la fiducia di Ventura.

Nonostante il vantaggio, l’inerzia della partita non cambia, con la Macedonia che cerca il pareggio e l’Italia che rischia, come al 30′ quando Pandev, in contropiede serve un assit al limite dell’area a Ristovski pescato in fuorigioco nonstante la spinta di Immobile. La Macedonia insiste e al 41′ Buffon è decisivo ancora su Nestorovski. Gli azzurri vanno vicini al 2-0 sul finire del primo tempo: da due passi Bonaventura manca un cross perfetto di Candreva.

La ripresa si apre nel segno della Macedonia che scatenata capitalizza al meglio due errori marchiani dei centrocampisti azzurri; all’11 Verratti sbaglia un retropassaggio ne approfitta Nestorovski che dal limite batte Buffon con una conclusione angolata. Tre minuti dopo il vantaggio macedone: stavolta sbaglia Bernardeschi innesca uno scatenato Nestorovski che fraseggia con Pandev, palla ad Hasani che ancora dal limite segna il gol del sorpasso.

Ventura corre ai ripari, richiama Bernardeschi e Bonaventura per Parolo e Sansone.Al 30′ arriva il pareggio: Candreva, il migliore degli azzurri serve Immobile per il 2-2. Al 42′ Parolo di testa segna ma il suo gol viene annullato per fuorigioco. Al 47′ ancora Immobile a segno che da due passi segna il gol della vittoria.

(dell’inviata Laura Masiello/ANSA)

Ultima ora

23:51Calcio: Pjaca si infortuna con la nazionale croata

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Infortunio per Marko Pjaca durante il secondo tempo dell'amichevole tra Estonia e Croazia. Il giocatore della Juventus è uscito in barella, in lacrime, a causa di un problema ad un ginocchio che, al 20', ha subito una brutta torsione. Pjaca è rimasto a terra portandosi le mani al volto, visibilmente sofferente. Ora si attende l'esito degli esami, ma sono state pessimiste le prime parole del Ct della Croazia, Ante Cacic, nel dopo partita: "L'infortunio sembra qualcosa di serio". La partita è terminata con la vittoria per 3-0 dell'Estonia.

23:35Calcio: Bonucci, in Spagna difficile ma non battuti

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Sono contento perché sta nascendo un bel gruppo con i giovani che stanno portando entusiasmo e spensieratezza, alle quali si aggiunge l'esperienza dei 'vecchi'". Leonardo Bonucci, autore del gol vittoria contro l'Olanda, vede una crescita dell'Italia ed - ai microfoni di Raiuno - afferma "tutto è utile per la crescita della squadra. Ci credevamo ed ora bisogna acquisire personalità". Il 2 settembre in Spagna l'Italia si giocherà la qualificazione al Mondiale in Russia: "Sarà difficile - afferma il difensore bianconero - ma non partiamo certo battuti". Ultima battuta sul caso Barzagli: "Ha già risposto il mister, lui si è sempre comportato da grande professionista".

23:32Calcio: Ventura “se andremo in Russia saremo sorpresa”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Stiamo cercando di esportare un'immagine e di costruirci una certa mentalità. Contava il risultato, ma la duplice posta in palio era quella e credo che l'abbiamo centrata". Così il ct dell'Italia, Gian Piero Ventura, dopo la vittoria sull'Olanda ad Amsterdam. "Sarebbe bello andare in Russia, ma ci si va solo attraverso il lavoro e un gruppo che sta nascendo. Sono convinto che lì saremo la sorpresa del Mondiale", ha aggiunto il tecnico ai microfoni Rai. "Verratti? ha fatto una partita di spessore".

23:31Calcio: l’Italia vince 2-1 in Olanda

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Successo per 2-1 dell'Italia nell'amichevole contro l'Olanda giocata ad Amsterdam. La formazione schierata dal Ct Ventura, con ben quattro esordienti (compreso il 18enne Donnarumma tra i pali), si è ben comportata, soprattutto nel primo tempo, nel quale si sono concentrate tutte le reti. L'inizio è sfortunato con l'autorete di Romagnoli al 10'. Ma appena un minuto dopo arriva il pareggio grazie al diagonale di Eder, bravo a sfruttare un errore di rinvio degli avversari. Ed al 32' Bonucci realizza il gol vittoria, ribadendo in rete una deviazione del portiere olandese su un colpo di testa di Parolo. Nella ripresa tante sostituzioni ed un paio di interventi importanti del giovane portiere del Milan che ha 'blindato' il risultato fino al fischio finale.

21:35Sisma: Sala, ghisa che ridono non degni divisa Milano

(ANSA) - MILANO, 28 MAR - "Ho visto in rete un video di pessimo gusto dei vigili milanesi di stanza nei luoghi del sisma. Ho chiesto al comandante della Polizia locale Antonio Barbato di prendere al più presto i giusti provvedimenti". Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, commentando un video girato da alcuni agenti della Polizia locale ad Amatrice, in cui ridono ed escono dalle macerie di alcune case come degli zombie. Il video è stato diffuso su alcuni siti di quotidiani online. "Non sono questi i ghisa che noi conosciamo e per questo ritengo che vederli indossare la divisa del nostro corpo di Polizia Locale sia un'offesa per tutti noi milanesi", ha concluso. (ANSA).

21:27Poletti: presidente calcio a 5 “giocate e mandate curricula”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Purtroppo devo smentire il Ministro Poletti che ha detto ai giovani che per trovare lavoro è meglio 'giocare a calcetto che inviare il proprio curriculum vitae'. Se fosse vero in Italia non esisterebbe la disoccupazione". Sulla polemica del giorno in ambito lavoro, interviene anche il presidente della Divisione Calcio a 5 della Figc-Lega Dilettanti, Andrea Montemurro. "Il calcio a 5 - dice all'Ansa - e quindi non non il 'calcetto', come lo stesso ministro Poletti lo ha erroneamente definito, è lo sport di squadra più praticato in Italia, diffusissimo tra giovani, donne e adulti, conta oltre centomila iscritti e milioni di praticanti amatoriali. Ai giovani dico: se giocate a Futsal, a 'calcetto', sono assicurati il divertimento, lo spettacolo, la grande tecnica e uno sport sano, purtroppo non anche il lavoro. Quindi - conclude il dirigente - giocate a Futsal e mandate curricula".

21:24Neonata morta in ospedale Catanzaro, indagati otto medici

(ANSA) - CATANZARO, 28 MAR - La Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso otto informazioni di garanzia nei confronti di altrettanti medici in servizio nel reparto di ginecologia dell'ospedale cittadino nell'ambito di un'inchiesta avviata sulla morte di una neonata. L'inchiesta della Procura é stata avviata sulla base della denuncia presentata dai genitori della neonata. I carabinieri, su delega della Procura, hanno sequestrato la salma, il cordone ombelicale, la placenta e le cartelle cliniche di madre e figlia. Domani sul corpo della neonata verrà effettuata l'autopsia. L'ipotesi di reato a carico dei sanitari è quella di omicidio colposo. L'autopsia servirà ad accertare le cause del decesso contribuendo a chiarire se la morte della neonata sia riconducibile a responsabilità del personale medico. (ANSA).

Archivio Ultima ora