Usa 2016: Trump sopravvive al duello tv tra accuse e colpi bassi

Pubblicato il 10 ottobre 2016 da ansa

Republican presidential nominee Donald Trump listens to Democratic presidential nominee Hillary Clinton during the second presidential debate at Washington University in St. Louis, Sunday, Oct. 9, 2016. (ANSA/AP Photo/Patrick Semansky)

Republican presidential nominee Donald Trump listens to Democratic presidential nominee Hillary Clinton during the second presidential debate at Washington University in St. Louis, Sunday, Oct. 9, 2016. (ANSA/AP Photo/Patrick Semansky)

WASHINGTON. – Poteva essere il suo capolinea, dopo lo scandalo del video osceno contro le donne che gli ha messo contro il partito. Invece Donald Trump, come un gatto dalle sette vite, sopravvive nonostante le enormi pressioni anche al secondo duello tv con Hillary Clinton e quindi resta in corsa per la Casa Bianca, anche se la raffica dei recenti scandali sembra aver compromesso le sue possibilità di rimonta.

La candidata democratica supera agevolmente la prova, dribblando le trappole del rivale contro le infedeltà del marito, ma non assesta il possibile colpo del ko, forse per evitare un terreno minato anche per lei. Secondo il primo sondaggio a caldo della Cnn, Hillary ha vinto nettamente: 57% a 34%. Ma Trump ha superato le aspettative.

Il dibattito di 90 minuti resta privo di colpi di scena memorabili e offre meno scintille di quello che ci si poteva attendere. Ma i due si affrontano a muso duro sin dall’inizio, senza neppure stringersi la mano, e non rinunciando a qualche colpo basso. Il primo lo sferra il tycoon giocando d’anticipo, con una breve apparizione a sorpresa poco prima del duello insieme a quattro donne: tre ex accusatrici di Bill (Paula Jones, Wathleen Willey e Juanita Broaddrick) e una (Kathy Shelton) che rimprovera a Hillary di aver difeso quando era avvocato il suo stupratore. Poi le porta anche al dibattito e le fa sedere a poca distanza da Bill.

Sono gli spettri del passato dei Clinton che il magnate vuole contrapporre ai suoi, quelli del video ‘sessista’ del 2005, in modo da partire ad armi pari in un dibattito che si annuncia esplosivo. Prima di attaccare però un Trump dal tono umile si difende per spazzar via il fango di quel video: “Non ne sono orgoglioso, me ne scuso con la mia famiglia e con il popolo americano, ma erano chiacchiere da spogliatoio”, ribadisce, giurando inoltre di non aver mai agito così aggressivamente con le donne. A differenza di Bill: “non c’è mai stato nessuno nella storia della politica che abbia abusato così delle donne come Bill Clinton”, incalza.

Hillary non abbocca e cita Michelle Obama: “quando gli altri volano basso, noi voliamo alto”. Ma non rinuncia a commentare il video dello scandalo, pur senza affondare il colpo, forse sperando nell’autocombustione di Trump: “il video dimostra esattamente chi è”, “cosa pensa delle donne, cosa fa alle donne”.

Ma dopo i primi 20 minuti si gira la pagina degli scandali sessuali e si passa all’Emailgate. Hillary ribadisce la linea (“Ho sbagliato, mi sono scusata, non lo rifarei”), Trump affonda: “stai mentendo di nuovo”, “dovresti vergognarti”. Quindi la minaccia, la più pesante del dibattito, quella di mettere in prigione la sua oppositrice: “se fossi presidente nominerei un procuratore speciale per indagare l’uso del server privato” (quando era segretario di stato, ndr) e “tu saresti in galera”.

Hillary replica attaccandolo sulle tasse federali non pagate ma lui è abile nel ribaltare le accuse: “certo che l’ho fatto. E così fanno gran parte dei tuoi donatori”. Il tycoon cerca di demonizzare la sua rivale: “sei un diavolo”, “hai il cuore pieno di odio”. Ma Hillary sembra più empatica col pubblico, mentre lui si aggira nervoso sul palco come se stesse aspettando un bus.

Poi, quando arrivano ai temi più politici, viene fuori la maggiore competenza della Clinton, soprattutto in politica estera. I due restano agli antipodi anche sui musulmani, sebbene il tycoon edulcori il bando promesso in “controlli estremi”, mentre l’ex segretario di Stato ammonisce che la retorica di Trump è miope e pericolosa, “un regalo per l’Isis”.

Idem sulla Russia: Trump è per una collaborazione con Putin, Clinton denuncia una interferenza nel voto senza precedenti. Alla fine la stretta di mano c’è e con un riconoscimento reciproco: di Donald lei rispetta “i suoi figli, devoti e capaci”, di Hillary lui ammette che “non molla mai, è una combattente”. Terzo ed ultimo round il 19 ottobre.

(di Claudio Salvalaggio e Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

22:58Atletica: Europei a squadre, l’Italia è settima

(ANSA) - LILLA (FRANCIA), 25 GIU - Il secondo posto di Giordano Benedetti negli 800 metri, e l'1.94 superato da Alessia Trost (terza) nell'alto, sono le note liete della terza e ultima giornata degli Europei a squadre di Lilla. La notizia più negativa è invece l'infortunio muscolare patito da Fabrizio Donato: per il triplista azzurro, lo stop - avvenuto al secondo salto - ha significato l'abbandono della gara (a referto il 15,98 del primo tentativo). Nella classifica a squadre, l'Italia chiude al settimo posto: vittoria per la Germania, sul gradino più alto del podio davanti a Polonia e Francia. I tedeschi, malgrado lo 'zero' nell'asta donne, sono un rullo compressore (7 vittorie e 23 volte sul podio nelle 40 gare del programma), mentre gli azzurri ottengono complessivamente quattro secondi posti (ai tre di ieri, Pedroso, Santiusti e Fassinotti, si aggiunge oggi quello di Benedetti). Rispetto al 2015, la formazione italiana scende un gradino nella graduatoria finale.

22:55Vela:Coppa America,New Zealand sul 6-1,a 1 regata da trionfo

(ANSA) - HAMILTON (BERMUDA), 25 GIU - Le mani di Emirates Team New Zealand sulla Coppa America. La barca degli 'All Blacks della vela' ha vinto le due regate di oggi delle finali contro Oracle Team Usa e ora, sul punteggio complessivo di 6-1, è a un solo successo dal trionfo finale. Le due prove hanno avuto poca storia, complici anche due partenze sbagliate da parte dello skipper degli americani Jimmy Spithill. I due catamarani hanno continuato paralleli fino alla boa numero 2, dove i neozelandesi sono passati con 5'' di margine ma poi hanno imposto la loro supremazia essendo visibilmente più veloci dei rivali. Ancora meno storia c'è stata nella seconda regata e adesso NZL è a un solo punto dalla coppa America.

22:51Calcio: Roma, concluso incontro per Karsdorp, nulla di fatto

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - È terminato l'incontro tra Roma e Feyenoord per Rick Karsdorp, che si sarebbe concluso con un nulla di fatto. I dirigenti della squadra vicecampione d'Italia stanno rientrando a Trigoria, e si risentiranno con i colleghi olandesi nei prossimi giorni, per cercare di limare le distanze: il Feyenoord non recede dalla richiesta iniziale di 16 milioni di euro, la Roma ne offre 12 più bonus.

22:50Calcio: Donnarumma, dopo Europeo incontro Milan per rinnovo

(ANSA) - MILANO, 25 GIU - Gianluigi Donnarumma chiede scusa per il tweet di oggi sul suo legame indissolubile con Mino Raiola e, su Instagram, apre alla possibilita di rinnovare il contratto con il Milan, confermando di voler prendere ogni decisione una volta terminato l'Europeo Under21: ''Oggi con un mio tweet ho scatenato un vero putiferio, che non volevo generare, e di questo mi scuso. Desidero ribadire il mio amore assoluto per il Milan e i suoi tifosi. Ora ho in mente la Nazionale, con la quale spero di fare un regalo a tutti i tifosi. La mia promessa è che, non appena sarà finito l'Europeo, incontrerò la Società insieme alla mia famiglia e al mio agente per discutere il mio rinnovo''.

22:32Ballottaggi Genova: Doria, come Cirano continuo a sognare

(ANSA) - GENOVA, 25 GIU - "Al termine di questa esperienza mi piace pensare a una bella canzone del mio autore preferito, Francesco Guccini. Mi riferisco a Cirano, che trova sul suo cammino personaggi squallidi e opportunisti, ma che non smette di sognare e di pensare a un mondo migliore e anche all'importanza degli affetti". Così il sindaco di Genova Marco Doria stasera sulla sua pagina Fb saluta i cittadini dopo cinque anni di governo della città. A poche ore dallo scrutinio dei voti del ballottaggio tra il candidato sindaco del centrodestra Marco Bucci e del centrosinistra Gianni Crivello, il sindaco Doria elenca "alcuni punti del lavoro svolto" paragonandosi a Cirano, il protagonista della canzone di Guccini in prima linea contro le ingiustizie, gli arrivisti, i dogmi, i pregiudizi, i politici rampanti, i portaborse, i ruffiani e le mezze calze, che nonostante le difficoltà non smette di sognare un mondo migliore.(ANSA).

21:35Maltempo: pesante grandinata in Veneto,chicchi come pesche

(ANSA) - TREVISO, 25 GIU - Una grandinata eccezionale ha colpito oggi il trevigiano, dove sono caduti chicchi di ghiaccio grandi come pesche. Coldiretti segnala che la furia del maltempo ha interessato tutta la pedemontana, colpita dalla staordinaria tempesta: da Valdobbiadene, Miane a Follina fino a Conegliano ovvero l'area verde più suggestiva della Marca, dove i preziosi vigneti di Prosecco sono stati rovinati. Dopo la violenta grandinata, che fortunatamente non ha causato feriti, l'area della pedemontana assomigliava ad un campo di battaglia: danni ad auto e camper in sosta nei campeggi, serre di ortaggi e fiori divelte, campi di mais distrutti. Un bilancio di inizio estate devastante che si aggiunge ad una primavera già difficile dal punto di vista meteorologico.

21:35Calcio: Balotelli rinnova con Nizza, ‘bentornato Supermario’

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - Mario Balotelli ha rinnovato il contratto con il Nizza. A darne notizia è lo stesso club rossonero francese con un comunicato sul proprio sito in cui non viene specificata la durata del nuovo accordo. "Artefice del favoloso terzo posto, idolo di grandi e piccini, l'attaccante italiano ha voluto prolungare il suo contratto - spiega il Nizza -. Nonostante le richieste che aveva, l'italiano ha fatto un grande sforzo finanziario per continuare la sua bella avventura, come ha sempre desiderato durante questo periodo di fermo tra una stagione e l'altra, sottolineando l'aspetto sportivo e la scelta del cuore. Orgogliosi di aver convinto la superstar dello scorso anno e di vederlo fiorire dentro e fuori dal campo, il Nizza si gode la gioia di ricontarlo negli effettivi che si raduneranno nella nuovo centro di allenamento. Benvenuto a casa, Super Mario".

Archivio Ultima ora