Baseball: i Tiburones sognano lo scudetto con Guillén

Per la stagione 2016-2017, l’esecutivo degli squali ha pensato al beniamino dei tifosi per cercare di sfatare il tabù con un titolo che gli sfugge da ben 31 anni
Per la stagione 2016-2017, l’esecutivo degli squali ha pensato al beniamino dei tifosi per cercare di sfatare il tabù con un titolo che gli sfugge da ben 31 anni
Per la stagione 2016-2017, l’esecutivo degli squali ha pensato al beniamino dei tifosi per cercare di sfatare il tabù con un titolo che gli sfugge da ben 31 anni

CARACAS – I Tiburones de La Guaira sono una delle squadre tradizionali della Liga Venezolana de Baseball Profesional, ma sembra che abbiano una sorta di tabú con lo scudetto, infatti non gridano la parola ¡Campeones! dalla stagione 1985-1986.

Ma appena ascolti il nome di Oswaldo Guillén non puoi fare altro che pensare ai Tiburones de La Guaira, club nel quale ha militato durante tutta la sua carriera come giocatore della Liga Venezolana de Baseball Profesional (Lvbp).

Per la stagione 2016-2017, l’esecutivo degli squali ha pensato al beniamino dei tifosi per cercare di sfatare il tabù con un titolo che gli sfugge da ben 31 anni. “Finalmente è arrivato il momento” sono state le prime parole pronunciate dall’ex giocatore nato 52 anni fa ad Ocumare del Tuy, nello Stato Miranda. L’ultimo título vinto dalla squadra litoralense é arrivato con Guillén in campo.

L’ex intermezzo, ha come biglietto da visita il fatto di essere stato il manager che ha vinto le World Series coi Chicago White Sox nel 2005: anche loro a secco di titoli da diversi anni, per la precisione dal 1919.

Guillén ha iniziato la straordinaria carriera nel 1980 quando partecipò al suo primo torneo mondiale giovanile, al termine del quale ottenne un contratto con i Tiburones de La Guaira, con i quali esordì nel 1981 nella Lvbp.

Nel 1985, il grande salto nella Major League Baseball, quando firmò con i Chicago White Sox, con i quail giocò per 12 stagioni. Con loro, conquistò il titolo di miglior esordiente dell’anno (1985) e fu selezionato tre volte per il Major League Baseball All-Star Game (1988, 1990 e 1991). Dopo aver salutato la città dei venti ha indossato le maglie dei Baltimore Orioles, Atlanta Braves ed infine Tampa BayRays.

Dopo aver appeso gli spike ed il guantone al chiodo nel 2004 fu assunto come allenatore dai White Sox, che portò alla vittoria delle World Series nel 2005 (aiutando i Chi-Sox a sfatare un tabù che durava dal 1917 dalla famosa ‘Maledizione dei calzini neri’). Nel 2005 vinse anche il titolo di miglior allenatore dell’anno. Rimase alla guida della squadra fino al 2011.

Appena vinto il titolo con i Chicago White Sox i tifosi dei Tiburones cominciarono a sognare di vedere ‘Ozzie’ sulla panchina degli squali, sperando che anche loro riuscissero a sbloccare quella scia negativa che dura da 31 anni.

Guillén sa che giocare nella Liga Venezuelana de Baseball è difficile, più complicato è vincere il titolo. “Quello che vivrò non sarà facile, ed accetto questa sfida. Ho indossato tante casacche nella mia carriera, però indubbiamente ho più fealing con quella dei Tiburones”.

L’arrivo di Ozzie sulla panchina degli squali sta facendo sognare i tifosi di questa franchigia “La mia presenza non sarà garanzia della conquista del titolo, pero posso garantire che nel dogout ci sarà molta disciplina, grinta e passione”.

Al momento, i Tuburones hanno un record di una vittorie e tre sconfitte, ma la stagione è lunga, e il campionato della Liga Venezolana de Baseball Profesional ci regala spesso tanti colpi di scena dalla prima all’ultima giornata.

(Fioravante De Simone)