Trump evoca la galera, caos repubblicani. Clinton vola

Pubblicato il 10 ottobre 2016 da ansa

Secondo i risultati dell'ultimo sondaggio Nbc/Wsj condotto tra sabato e domenica dopo la diffusione del video con le frasi sessiste di Trump ma prima del duello televisivo, la candidata democratica segna un vantaggio netto e stacca il rivale di ben 11 punti percentuali

Secondo i risultati dell’ultimo sondaggio Nbc/Wsj condotto tra sabato e domenica dopo la diffusione del video con le frasi sessiste di Trump ma prima del duello televisivo, la candidata democratica segna un vantaggio netto e stacca il rivale di ben 11 punti percentuali

WASHINGTON. – Hillary Clinton puntava all’autocombustione di Donald Trump, che però non è arrivata. Nonostante il video sessista, nonostante le accuse sopra le righe lanciatele dal tycoon (“sei il diavolo con il cuore pieno di odio”), le minacce shock (“se io fossi presidente ti manderei in galera”) e la vittoria della candidata democratica nel secondo duello in diretta tv, giudicata netta in maniera unanime.

Perché il candidato repubblicano, nonostante tutto, resta a galla e non rinuncia fino alla fine a parlare ai suoi, a quella base che ribolle di insofferenza verso l’establishment e che lo ha portato fin qui, sull’uscio della Casa Bianca, gettando però il partito nel caos.

Oggi, a meno di un mese dall’Election day dell’8 novembre, è esploso lo scontro tra il candidato digerito a fatica e lo speaker della Camera Paul Ryan, la più alta carica eletta del Grand Old Party: anche se non è arrivato a ritirare ufficialmente il suo endorsement per il tycoon, Ryan ha fatto sapere senza mezzi termini di non avere più intenzione di difenderlo.

Proprio sabato scorso Ryan sarebbe dovuto comparire sul palco con il candidato nel corso di un evento elettorale nel suo Wisconsin, ma dopo la diffusione del video scandalo aveva subito ritirato la sua adesione. Poi una ad una le ‘defezioni’ e le condanne dei big repubblicani seguite alla pubblicazione di quel video. Adesso, secondo indiscrezioni, in una riunione a porte chiuse lo speaker della Camera ha fatto sapere di non voler più fare campagna per e con Donald Trump.

Non sono bastate quindi le scuse per quelle frasi registrate nel 2005, che Trump ha liquidato come “chiacchiere da spogliatoio”. Puntando invece il dito contro le tresche di Bill Clinton, ex presidente e marito di colei che aspira a tornare alla Casa Bianca come prima presidente donna degli Stati Uniti, fino a portare le “accusatrici” di Bill nell’auditorium del dibattito.

Uno dei duelli televisivi più velenosi di sempre è stato descritto lo scontro consumatosi a St. Louis tra i due candidati che si propongono all’America con tutto il loro pesante bagaglio. E’ stato però Trump a tenere alta la tensione, proteso tutto il tempo in attacco, perché pur meno nervoso e indisciplinato che nel primo round lo scorso 9 ottobre non ha rinunciato alla suo obiettivo: demolire Hillary Clinton. Fino a quella frase sconcertante e senza precedenti che ha suscitato lo sdegno da più parti: “Se fossi presidente nominerei un procuratore speciale per indagare l’uso del server privato” e “tu saresti in galera”.

Tutto troppo personale, una resa dei conti consumata in diretta tv e con cui Trump ha finito per mostrare il fianco all’avversaria, che lo ha infilzato sulla politica estera, accusandolo di essere un “regalo per l’Isis” e di ispirare le interferenze russe nella campagna elettorale come non se ne erano mai viste “per influenzare le elezioni a favore di Trump”.

E non bisogna avere nostalgia di Ronald Reagan per capire che sotto questa raffica di colpi Trump ‘politicamente’ per i repubblicani vecchio stampo non sta in piedi. Ma probabilmente è una presa di coscienza tardiva, davanti all’inevitabilità dei numeri che vedono volare Hillary Clinton: dopo il parere unanime degli osservatori che ne hanno sancito il trionfo nel dibattito televisivo, sono arrivati anche i risultati dell’ultimo sondaggio Nbc/Wsj condotto tra sabato e domenica dopo la diffusione del video con le frasi sessiste di Trump ma prima del duello televisivo, in cui la candidata democratica segna un vantaggio netto e stacca il rivale di ben 11 punti percentuali con il 46% delle preferenze contro il 35% di Donald.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

08:47India: camion carico di operai in una scarpata

(ANSA) - NEW DELHI, 21 OTT - Dieci operai indiani sono morti all'alba di oggi quando l'autocarro su cui viaggiavano insieme ad altri 20 compagni, che sono rimasti feriti, è uscito di strada finendo in una scarpata nello Stato centrale di Maharashtra. Lo riferisce l'agenzia di stampa Pti. La polizia, che ha coordinato i soccorsi, ha reso noto che l'autista ha perso il controllo dei veicolo, in viaggio fra Karad e Solapur, mentre affrontava una difficile curva vicino alla città di Tasgaon del distretto occidentale di Maha.

08:43Usa: G.W. Bush è stato il presidente più distruttivo

(ANSA) - ANAHEIM, 21 OTT - George W. Bush è stato il presidente più "distruttivo" nella storia degli Stati Uniti. Lo ha dichiarato Steve Bannon durante una convention del partito repubblicano in California. L'ex consigliere di Donald Trump ha utilizzato parole durissime contro Bush definendolo "inetto" e "imbranato". E in riferimento al recente attacco sferrato dall'ex presidente contro l'amministrazione Trump Bannon ha attaccato: "Non sa quello che dice ne' dove sta andando, esattamente come quando era presidente".

08:42Agguato in un bar a Catania, grave il titolare

(ANSA) - CATANIA, 21 OTT - Agguato la notte scorsa in un bar della zona alta di viale Mario Rapisardi a Catania dove almeno due uomini hanno fatto irruzione sparando diversi colpi di pistola contro il titolare. Angelo Torrisi, di 47 anni, proprietario dell'omonimo esercizio, che era seduto, è rimasto ferito in più parti del corpo. Soccorso è stato trasportato nell'ospedale Garibaldi dove è ricoverato con la prognosi riservata. Per i medici le sue condizioni sono molto gravi. Nonostante la modalità dell'agguato la squadra mobile della polizia di Stato, che indaga, pur non escludendo alcuna ipotesi, ritiene più probabile che il tentativo di omicidio possa essere maturato nella sfera personale della vittima, che non aveva precedenti penali. Per questo gli investigatori stanno cercando di ricostruire la sua personalità e le sue ultime frequentazioni, sentendo familiari e amici, per risalire a elementi utili alle indagini. La Procura di Catania ha aperto un'inchiesta.

08:38India: camion carico di operai in una scarpata

(ANSA) - NEW DELHI, 21 OTT - Dieci operai indiani sono morti all'alba di oggi quando l'autocarro su cui viaggiavano insieme ad altri 20 compagni, che sono rimasti feriti, è uscito di strada finendo in una scarpata nello Stato centrale di Maharashtra. Lo riferisce l'agenzia di stampa Pti. La polizia, che ha coordinato i soccorsi, ha reso noto che l'autista ha perso il controllo dei veicolo, in viaggio fra Karad e Solapur, mentre affrontava una difficile curva vicino alla città di Tasgaon del distretto occidentale di Maha.

07:39Afghanistan: talebani, sparati tre razzi in centro Kabul

(ANSA) - KABUL,21 OTT - I talebani afghani hanno sparato oggi all'alba tre razzi che si sono schiantati nella 'zona verde' al centro di Kabul. Secondo i primi rilievi i razzi hanno colpito le aree di Wazir Akbar Khan e Shash Darak. Uno di essi ha centrato un muro esterno dell'ambasciata dell'Arabia Saudita, mentre un altro è caduto non lontano dal quartier generale della Nato. L'operazione è stata rivendicata dai talebani che hanno parlato di "molte vittime" in un attacco per cui tuttavia non esiste un bilancio ufficiale. Secondo alcune fonti sono due i razzi atterrati vicino al quartier generale della Nato e della Missione 'Resolute Support', un'area che ospita anche edifici governativi afghani e numerose ambasciate. Il fragore delle esplosioni ha causato allarme e fatto scattare le sirene nei compound della Nato e delle rappresentanze diplomatiche straniere. L'operazione rivendicata dai talebani giunge poche ore dopo la strage compiuta ieri sera, e rivendicata dall'Isis, di decine di persone nella moschea sciita dell'Imam Zaman

05:54Argentina: Maldonado, fratello identifica cadavere

(ANSA) - BUENOS AIRES, 21 OTT - Sergio Maldonado, fratello maggiore di Santiago - il giovane artigiano sparito lo scorso 1 agosto durante la repressione di una protesta degli indigeni mapuche in Patagonia - ha detto oggi che il corpo ritrovato nel fiume Chubut è quello del fratello. "Abbiamo riconosciuto i suoi tatuaggi, siamo convinti che si tratti di Santiago", ha detto, parlando con la stampa davanti all'obitorio giudiziario di Buenos Aires, dove un gruppo di una ventina di esperti ha esaminato il cadavere scoperto martedì scorso a circa 300 metri dal posto dove suo fratello era stato visto per ultima volta.

23:52Calcio: Bari-Cittadella 4-2

(ANSA) - BARI, 20 OTT - Una vittoria che vale il (temporaneo) secondo posto in classifica: il Bari, nel secondo anticipo della decima giornata, davanti agli oltre quindicimila spettatori del San Nicola, ha battuto il Cittadella per 4-2, confermando il buon momento di forma con il terzo risultato utile di fila. La squadra di Fabio Grosso, dopo un avvio da incubo e un gol di svantaggio rimediato al 2' con una incornata di Salvi, è cresciuto arrivando a dilagare nel finale. Il pari dei pugliesi è arrivato al 20' con un colpo di testa di Basha; nella ripresa al 3' il vantaggio di Improta (settima realizzazione stagionale) al termine di una azione elaborata con ben cinque rapidi passaggi prima della conclusione che ha battuto il portiere Alfonso. Poi i veneti hanno avuto una occasionissima con Chiaretti al 9', ma Micai ha compiuto una prodezza. Il terzo centro è firmato da Galano (quinto gol) in contropiede, mentre il poker è siglato sempre Basha (doppietta). Al 37' Pasa ha accorciato le distanze per la squadra di Venturato.

Archivio Ultima ora