Trump evoca la galera, caos repubblicani. Clinton vola

Pubblicato il 10 ottobre 2016 da ansa

Secondo i risultati dell'ultimo sondaggio Nbc/Wsj condotto tra sabato e domenica dopo la diffusione del video con le frasi sessiste di Trump ma prima del duello televisivo, la candidata democratica segna un vantaggio netto e stacca il rivale di ben 11 punti percentuali

Secondo i risultati dell’ultimo sondaggio Nbc/Wsj condotto tra sabato e domenica dopo la diffusione del video con le frasi sessiste di Trump ma prima del duello televisivo, la candidata democratica segna un vantaggio netto e stacca il rivale di ben 11 punti percentuali

WASHINGTON. – Hillary Clinton puntava all’autocombustione di Donald Trump, che però non è arrivata. Nonostante il video sessista, nonostante le accuse sopra le righe lanciatele dal tycoon (“sei il diavolo con il cuore pieno di odio”), le minacce shock (“se io fossi presidente ti manderei in galera”) e la vittoria della candidata democratica nel secondo duello in diretta tv, giudicata netta in maniera unanime.

Perché il candidato repubblicano, nonostante tutto, resta a galla e non rinuncia fino alla fine a parlare ai suoi, a quella base che ribolle di insofferenza verso l’establishment e che lo ha portato fin qui, sull’uscio della Casa Bianca, gettando però il partito nel caos.

Oggi, a meno di un mese dall’Election day dell’8 novembre, è esploso lo scontro tra il candidato digerito a fatica e lo speaker della Camera Paul Ryan, la più alta carica eletta del Grand Old Party: anche se non è arrivato a ritirare ufficialmente il suo endorsement per il tycoon, Ryan ha fatto sapere senza mezzi termini di non avere più intenzione di difenderlo.

Proprio sabato scorso Ryan sarebbe dovuto comparire sul palco con il candidato nel corso di un evento elettorale nel suo Wisconsin, ma dopo la diffusione del video scandalo aveva subito ritirato la sua adesione. Poi una ad una le ‘defezioni’ e le condanne dei big repubblicani seguite alla pubblicazione di quel video. Adesso, secondo indiscrezioni, in una riunione a porte chiuse lo speaker della Camera ha fatto sapere di non voler più fare campagna per e con Donald Trump.

Non sono bastate quindi le scuse per quelle frasi registrate nel 2005, che Trump ha liquidato come “chiacchiere da spogliatoio”. Puntando invece il dito contro le tresche di Bill Clinton, ex presidente e marito di colei che aspira a tornare alla Casa Bianca come prima presidente donna degli Stati Uniti, fino a portare le “accusatrici” di Bill nell’auditorium del dibattito.

Uno dei duelli televisivi più velenosi di sempre è stato descritto lo scontro consumatosi a St. Louis tra i due candidati che si propongono all’America con tutto il loro pesante bagaglio. E’ stato però Trump a tenere alta la tensione, proteso tutto il tempo in attacco, perché pur meno nervoso e indisciplinato che nel primo round lo scorso 9 ottobre non ha rinunciato alla suo obiettivo: demolire Hillary Clinton. Fino a quella frase sconcertante e senza precedenti che ha suscitato lo sdegno da più parti: “Se fossi presidente nominerei un procuratore speciale per indagare l’uso del server privato” e “tu saresti in galera”.

Tutto troppo personale, una resa dei conti consumata in diretta tv e con cui Trump ha finito per mostrare il fianco all’avversaria, che lo ha infilzato sulla politica estera, accusandolo di essere un “regalo per l’Isis” e di ispirare le interferenze russe nella campagna elettorale come non se ne erano mai viste “per influenzare le elezioni a favore di Trump”.

E non bisogna avere nostalgia di Ronald Reagan per capire che sotto questa raffica di colpi Trump ‘politicamente’ per i repubblicani vecchio stampo non sta in piedi. Ma probabilmente è una presa di coscienza tardiva, davanti all’inevitabilità dei numeri che vedono volare Hillary Clinton: dopo il parere unanime degli osservatori che ne hanno sancito il trionfo nel dibattito televisivo, sono arrivati anche i risultati dell’ultimo sondaggio Nbc/Wsj condotto tra sabato e domenica dopo la diffusione del video con le frasi sessiste di Trump ma prima del duello televisivo, in cui la candidata democratica segna un vantaggio netto e stacca il rivale di ben 11 punti percentuali con il 46% delle preferenze contro il 35% di Donald.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

23:28Calcio: Liga, Barca vince derby e risponde al Real Madrid

(ANSA) - ROMA, 29 APR - Il Barcellona vince il derby con l'Espanyol riportandosi in testa alla Liga in coabitazione con il Real Madrid che nel pomeriggio aveva battuto di misura il Valencia. A dare la vittoria 3-0 ai blaugrana, i gol di Suarez (5' e 42' st) e Rakitic (31' st). In testa al massimo campionato spagnolo Barcellona e Real Madrid si trovano a quota 81 punti, ma le merengues devono ancora recuperare la partita di Vigo contro il Celta.

23:15Calcio: Torino-Sampdoria 1-1

(ANSA) - TORINO, 29 APR - Torino-Sampdoria 1-1 (0-1) nell'anticipo della 34/a giornata del campionato di Serie A. Al gol di Schick nel primo tempo (12') risponde l'ex romanista Iturbe al 33' della ripresa.

22:51Pallavolo: Champions, Perugia in finale con Zenit Kazan

(ANSA) - ROMA, 29 APR - La Sir Safety Conad Perugia ha conquistato la finale della Champions League 2017 di volley maschile battendo la Lube Civitanova nell'attesissimo derby italiano al PalaLottomatica di Roma davanti a 10mila spettatori. La squadra di Ivan Zaytsev ha vinto 3-2 al tie-break (25-19; 22-25; 25-19; 21-25; 15-9) e nella finalissima della massima competizione europea di volley con i russi dello Zenit Kazan. (

22:35Usa: clima, 300 cortei contro Trump

(ANSA) - WASHINGTON, 29 APR - ''Con l'aumento dei livelli del mare Mar-a-Lago diventerà Mar-a-long gone'': è lo striscione esibito dalla sedicenne Olivia Springberg, con Trump e il suo staff raffigurati mentre rischiano di annegare tra le palme della residenza del presidente in Florida. E' uno dei tanti cartelloni esibiti dalle decine di migliaia di persone, tra cui l'attore Leonardo di Caprio, che oggi hanno invaso Washington con una marcia per il clima, per protestare contro le politiche ambientali di Trump in coincidenza con i primi cento giorni della sua amministrazione. Un periodo breve ma nel quale il tycoon ha già indicato chiaramente la politica di deregulation che intende seguire, cancellando l'eredità 'verde' di Barack Obama: sblocco degli oleodotti, nuove licenze per le miniere, revoca delle restrizioni sulle emissioni dei gas serra e per le trivellazioni nell'Artico, in attesa di decidere prima del G7 italiano se confermare o abbandonare l'accordo di Parigi sul clima. La marcia si tiene in altre 300 città Usa.

21:39Calcio: Bonucci a Toro-Samp con figlio in maglia granata

(ANSA) - TORINO, 29 APR - C'è Leonardo Bonucci tra gli spettatori di Torino-Sampdoria con in braccio il figlio Lorenzo che indossa la maglia di Belotti. Il centrale difensivo della Juventus, a una settimana dal derby, ha accompagnato il piccolo, tifoso granata, ad ammirare il suo giocatore preferito, il 'Gallo', prossimo avversario diretto del padre nella stracittadina di sabato 6 maggio. Bonucci ha scelto così di unire l'utile al dilettevole: seguire dal vivo il Toro e il bomber granata facendo allo stesso tempo la felicità del figlio.

21:31Schiaffi e minacce a bimbi 3 anni, sospese 2 maestre asilo

(ANSA) - PETILIA POLICASTRO (CROTONE), 29 APR - Schiaffi, calci alle gambe, tirate di capelli e minacce di morte a bambini di 3 anni, alcuni dei quali chiusi per brevi periodi anche in un'aula buia: è quanto avrebbero fatto due maestre di un asilo statale alle quali i carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro hanno notificato la misura della sospensione dall'insegnamento fino al termine dell'anno scolastico emessa dal gip di Crotone su proposta della Procura. Le due avrebbero maltrattato ripetutamente i bimbi sottoponendoli a vessazioni e prevaricazioni continue. In alcuni casi i piccoli sarebbero anche stati graffiati e strattonati ed i loro oggetti, come zaini e scarpe, gettati fuori dall'aula. Le indagini hanno preso il via dalle dichiarazioni di diversi genitori. Gli investigatori hanno installato telecamere in vari punti della scuola trovando conferma delle vessazioni subite dai piccoli che, per l'accusa, avrebbero subito una involuzione della personalità con un diffuso senso di timore e di rifiuto della scuola.(ANSA).

21:25Militanti di destra in manifestazione al Campo X a Milano

(ANSA) - MILANO, 29 APR - Alcune centinaia di militanti di destra si sono presentati questo pomeriggio al Campo X del Cimitero Maggiore di Milano per commemorare i caduti della Repubblica di Salò. Il Prefetto di Milano, in pieno accordo con il sindaco, Giuseppe Sala, in occasione delle celebrazioni del 25 aprile aveva vietato che all'interno del cimitero venissero organizzate manifestazioni in qualche modo celebrative del fascismo. La Questura ha riferito che la manifestazione di oggi, durata circa un'ora, non era autorizzata. Una manifestazione analoga si è svolta a Cremona: una cinquantina di persone, comprese delegazioni provenienti dalla Spagna e dalla Francia, si sono radunate al cimitero per commemorare Roberto Farinacci, esibendosi con il saluto romano. Il sindaco, in accordo con la Prefettura, aveva vietato la manifestazione.

Archivio Ultima ora