Maxi-occupazione abitativa a Bologna, sgombero palazzina

(ANSA) – BOLOGNA, 11 OTT – E’ in corso a Bologna lo sgombero di una palazzina occupata abusivamente da oltre un centinaio di persone, famiglie con diversi minorenni, alla periferia della città. E’ il ‘condominio sociale’ di via Mario De Maria, di proprietà di un privato e occupato dai primi mesi del 2014, sotto sequestro, ‘baluardo’ della lotta all’emergenza abitativa organizzata dal collettivo Social Log. La palazzina era uno dei due immobili a cui il sindaco Virginio Merola aveva deciso di riallacciare l’acqua per motivi igienico-sanitari, finendo indagato per abuso d’ufficio, inchiesta poi conclusa con una richiesta di archiviazione. Questa mattina ci sono stati tafferugli in strada tra gli attivisti dei collettivi che protestano contro lo sgombero e le forze dell’ordine. Intanto per motivi di sicurezza è stato chiuso l’ingresso della stazione Alta velocità su via Carracci. Il traffico della linea Av è regolare.

Condividi: