Mud, il “12 Ottobre” la “Toma” dei seggi elettorali

Pubblicato il 11 ottobre 2016 da redazione

CARACAS – La curiosità, a questo punto, è tanta. I dettagli della manifestazione di protesta che organizza il Tavolo dell’Unità si sapranno domani, nel corso di una conferenza stampa convocata alle 10:00 del mattino. A rendere noto cosa bolle in pentola per mercoledì sarà Edinson Ferrer, esponente di spicco di “Primero Justicia”.

Di certo, per il momento, si sa che non sarà una grande manifestazione di piazza. Come ha già annunciato Jesùs “Chuo” Torrealba, il Tavolo dell’Unità ha organizzato la “toma” dei mille 356 seggi elettorali nei quali i simpatizzanti dell’Opposizione dovranno recarsi per firmare la richiesta del Referendum per destituire il presidente della Repubblica, Nicolas Maduro. In teoria, l’iniziativa del “Tavolo” prevista per mercoledì sarebbe un “test”; una “prova generale” in vista dell’appuntamento del 26, 27 e 28 ottobre.

Sempre “Chuo” Torrealba ha assicurato che la raccolta del 20 per cento delle firme, sarà una sfida che il “Tavolo” supererà. Non solo, ha anche garantito che otterrà oltre i 3,9 milioni di firme necessarie.

– Tutti i sondaggi ci dicono che sono dai 12 ai 13 milioni le persone disposte a firmare il referendum revocatorio – ha detto “Chuo” -. Ciò vuol dire che otterremo molto di più dei 3,9 milioni di firme necessarie.

Il Segretario Esecutivo del Tavolo dell’Unità, poi, è tornato sulle voci di corridoio che danno per certo l’intervento della Corte per annullare il referendum.

– Se si nega il Referendum Revocatorio, il clima del Paese si farà ancora più teso e complesso – ha commentato -. Nessuno vuole un’esplosione sociale ma sospendere il referendum significherebbe trasformare il Paese in una pentola a pressione. Dal punto di vista internazionale, poi – ha aggiunto -, un tale provvedimento provocherebbe l’isolamento del governo. Gli verrebbe a mancare anche la solidarietà di quei paesi che ancora lo sostengono. In seno al Governo sono in tanti a conoscere le conseguenze di un provvedimento per sospendere il Referendum.

Ultima ora

16:28Calcio: Allegri “Juventus ha vinto con rabbia e qualità”

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "C'è stata responsabilità da parte di tutti, ma oltre alla fame e alla rabbia, la squadra ha anche giocato bene tecnicamente". Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri dopo il 2-0 sulla Lazio. "Fame e qualità sono entrambe componenti fondamentali per vincere - spiega il tecnico a Premium - specialmente in Champions dove vogliamo fare bene. Il modulo? Mercoledì mattina mi sono svegliato e ho deciso di cambiare. Ho scelto così perché venivamo da una partita non bella a Firenze e oggi c'era la partita giusta per un esperimento del genere. Abbiamo regalato qualche ripartenza alla Lazio e da questo punto di vista bisogna migliorare: se vogliamo fare il salto per vincere il campionato e provarci in Champions, dovremo essere un pochino più spregiudicati. Le critiche nei miei confronti? Non sono mai esagerate, a volte sono giuste e a volte no. Ogni annata, nel calcio, è una storia a sé: non è che prendi i giocatori, li butti dentro e va tutto bene. Ci vuole tempo per assorbire i cambi".

16:25Rigopiano: 24 dispersi,anche senegalese

(ANSA) - PESCARA, 22 GEN - Sale a 24 il numero dei dispersi della tragedia dell'Hotel Rigopiano. All'interno della struttura c'era anche un immigrato senegalese Faye Dame in possesso di un permesso di soggiorno ed era regolarmente assunto. Lo hanno appurato gli investigatori, che confermano anche come l'immigrato fosse nella struttura al momento della tragedia: la sua presenza é stata confermata anche dal direttore dell'hotel Bruno Di Tommaso agli inquirenti.

16:21Pd: Emiliano, se apre Congresso possibile che mi candidi

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Se qualcuno si prende la briga di aprire il Congresso è possibile che mi candido. Di certo non starò a guardare". Lo afferma il governatore della Puglia Michele Emiliano, ospite di 'Faccia a Faccia', in onda questa sera su La7. Emiliano spiega, inoltre, come anche da segretario del partito terminerebbe il suo mandato da governatore. Cosa ho imparato da segretario regionale? "Che da solo non si va da nessuno parte, mi auguro che questo sia compreso da tutto il Pd".

16:21Calcio: Higuain “noi niente dubbi, fatto la nostra gara”

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Nessuna risposta, abbiamo fatto la nostra partita, sapevamo che era difficile, ad un orario difficile, contro una squadra che stava facendo bene. Abbiamo fatto di tutto per portarla a casa e per fortuna ci siamo riusciti". Gonzalo Higuain commenta così il successo della Juve in casa con la Lazio e tiene a distanza le critiche subite dai bianconeri dopo il ko con la Fiorentina. "Dubbi? no, a voi era venuto, noi siamo sempre stati convinti delle nostre cose, sapevamo di aver sbagliato - ha aggiunto l'argentino -. Oggi abbiamo trovato la soluzione e l'abbiamo dimostrato". Con un modulo inedito e una squadra tutta all'attacco: "La strada è che se giochiamo con questo modulo dobbiamo lavorare di più. Oggi l'abbiamo fatto e la Lazio non ha fatto nulla e abbiamo dimostrato che possiamo giocare con questo modulo".

16:20Terremoto: Finocchiaro, Gentiloni pronto a riferire

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è pronto a riferire in Parlamento sulle tragiche vicende di questi giorni". A confermarlo è la ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro. "Tale disponibilità - aggiunge la ministra - sarà comunicata formalmente a breve ai presidenti di Camera e Senato".

16:20Salvini, Consulta ci dia legge per votare subito

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Il momento è drammatico. La corte costituzionale martedì non perda tempo. Consegni all'Italia una legge per votare subito, in primavera. Non si può perdere un altro anno di beghe per la legge elettorale". Lo dice il leader della lega Matteo Salvini incontrando i giornalisti di fronte la Corte Costituzionale.

16:13Rigopiano:superstite,come una bomba,pilastri addosso

(ANSA) - PESCARA, 22 GEN - "E' stata una bomba, mi sono ritrovato i pilastri addosso. Ero seduto sul divano e i pilastri sono scivolati in avanti tagliandolo in due. Ci siamo salvati per questo". Così Vincenzo Forti, uno dei superstiti dell'hotel Rigopiano, ha raccontato all'amico Luigi Valiante i drammatici momenti dopo la valanga che ha travolto la struttura. Forti è stato estratto dai soccorritori insieme alla fidanzata Giorgia Galassi."Io sono rimasto senza scarpe - ha aggiunto - Indossavo i leggings che mi aveva prestato la mia fidanzata. In un attimo ci siamo ritrovati in tre in un metro quadrato. Ci siamo abbracciati, nutrendoci di neve. Poco distante si sentivano anche le voci di un altro ragazzo e dei bambini, con cui non è stato possibile comunicare. La paura è stata tanta e abbiamo pregato".

Archivio Ultima ora