Samsung ferma produzione e vendita Galaxy Note7, è crisi

Pubblicato il 11 ottobre 2016 da ansa

FILE - In this Thursday, Sept. 1, 2016 file photo, a man holds a Samsung's latest Galaxy Note 7 smartphone after dipping it in water to test its waterproofing features at a roadshow booth outside a shopping mall in Beijing. (ANSA/AP Photo/Andy Wong, File)

FILE – In this Thursday, Sept. 1, 2016 file photo, a man holds a Samsung’s latest Galaxy Note 7 smartphone after dipping it in water to test its waterproofing features at a roadshow booth outside a shopping mall in Beijing. (ANSA/AP Photo/Andy Wong, File)

NEW YORK. – Le ambizioni di Samsung si scontrano con il Galaxy Note7, lo smartphone considerato il ‘killer dell’iPhone’, quello che avrebbe dovuto consolidare la posizione del colosso sud coreano nell’olimpo dei giganti dell’hi tech. E che invece si è rivelato uno dei capitoli più imbarazzanti della storia dell’industria tecnologica, in grado di costare a Samsung perdite fino a 3 miliardi di dollari solo nell’ultimo trimestre dell’anno.

La saga iniziata il mese scorso si è arricchita nelle ultime ore di due annunci che mettono a rischio la reputazione di Samsung: la sospensione definitiva della produzione del Galaxy Note7 e quella delle vendite. Ad allarmare è soprattutto la richiesta di Samsung ai titolari dello smartphone: ”non usatelo”. Il timore continua a essere che possa prendere fuoco, dopo i 20 casi di surriscaldamento o esplosione registrati.

Il caso si è aperto con l’allerta lanciata dalle autorità americane dopo le prime denunce per ‘incendio’. Samsung è corsa ai ripari richiamando il dispositivo, non una sola volta ma due. Poi l’annuncio della sospensione temporanea della produzione e poi quella definitiva, preceduta dalla richiesta alle compagnie telefoniche e ai rivenditori di bloccare le vendite.

La ‘colpa’ è stata inizialmente scaricata sulla batteria, ma il problema, secondo indiscrezioni, sarebbe ben più pesante e riguarderebbe la tecnologia stessa dello smartphone. Gli analisti mettono in guardia sui danni che questo potrebbe causare a Samsung: in borsa il titolo ha perso l’8%, il calo maggiore dall’ottobre 2008, e da quando lo scandalo è scoppiato Samsung ha bruciato 29 miliardi di dollari di valore di mercato.

L’impatto dello stop alla produzione e alle vendite, affermano gli analisti, si farà sentire nei prossimi mesi, causando difficoltà nei conti ma soprattutto in termini di immagine.

Apple e Google possono festeggiare con il divenire degli eventi. Per caso o per fortuna, Mountain View ha introdotto il suo nuovo smartphone Pixel, le cui potenzialità in termini di vendita aumentano con le difficoltà di Samsung. A guadagnare dalla crisi del colosso sud coreano anche Apple, come dimostra il rialzo in Borsa: Cupertino è l’unica a salire, chiudendo in aumento dello 0,26%, in una seduta pesante per i listini americani.

Apple e Samsung continuano la loro guerra non solo per il controllo del mercato degli smartphone, ma anche per i brevetti. Una battaglia iniziata cinque anni fa, dopo che il fondatore di Apple, Steve Jobs, aveva dichiarato una ‘guerra termonucleare’ contro Android, il sistema operativo di Google che gira sugli smartphone Samsung. E che è approdata alla Corte Suprema americana, con addosso tutti gli occhi della Silicon Valley, anche se riguarda modelli di smartphone non più in circolazione da anni.

Gli otto saggi americani, chiamati a esprimersi su caso di brevetti per la prima dal 1800, si sono mostrati scettici di fronte alla sanzione da 399 milioni di dollari inflitta a Samsung per aver copiato Apple, dicendosi perplessi su come l’ammontare della multa sia stato definito.

(di Serena Di Ronza/ANSA)

Ultima ora

08:47Cina: frana, 141 persone sepolte vive

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Sono 141 le persone rimaste sepolte vive dalla frana che ha travolto oltre 40 case nella provincia di Sichuan, nel sud-ovest della Cina. Lo riporta la Cctv. Intanto due persone sono state tratte in salvo dai soccorritori, mentre è stato recuperato il cadavere di una terza. Una coppia con un bambino di appena un mese è riuscita a scappare proprio mentre la frana stava avanzando contro la propria casa.

07:19Cina: frana investe 40 case, 100 persone travolte

PECHINO - Un centinaio di persone potrebbero essere rimaste sepolte in una frana che investito 40 case nel sud-ovest della Cina. Lo riferisce il governo della citta'-contea di Mao, nella provincia di Sichuan, precisando che la frana e' caduta dalla montagna nel villaggio di Xinmo intorno alle 6 del mattino ora locale. Un responsabile dei soccorsi ha detto alla televisione statale CCTV che dalla montagna e' franata una quantita' di terra e rocce stimata in 3 milioni di metri cubi. Lo smottamento ha anche bloccato un tratto di 2 chilometri di un fiume.

04:34Ivanka Trump dovra’ deporre in causa marchio italiano scarpe

NEW YORK - Ivanka Trump dovra' testimoniare nella causa che l'azienda calzaturiera fiorentina Aquazzurra ha fatto alla Marc Fisher Holdings, la societa' che produce per Ivanka una lussuosa e costosissima linea di scarpe. Lo ha stabilito il giudice federale di New York Katherine Forrest, precisando che la figlia del presidente dovra' rispondere a delle domande in una deposizione che non durera' piu' di due ore e si terra' a Washington, se questa e' la preferenza di Ivanka. La causa era stata avviata da Aquazzurra esattamente un anno fa, il 24 giugno 2016. L'azienda italiana sostiene che il modello ''Hettie'' prodotto dal marchio della figlia di Donald Trump e' una copia del suo ''Wild Thing'', e aggiunge che quasi ogni dettaglio della sua calzatura e' stato plagiato.

04:30Affondo del Nyt, pubblica ‘tutte le bugie di Trump’

NEW YORK - 'The liar in chief', un bugiardo al comando. Il New York Times ha catalogato in maniera dettagliata tutte le ''palesi bugie'' che Donald Trump ha detto dal giorno del suo giuramento ed insediamento alla Casa Bianca: una al giorno - si sottolinea - nei primi 40 giorni. Non scordando come l'ascesa politica del tycoon e' stata costruita proprio su una bugia: Barack Obama non e' nato in America. Quella di Trump viene definita una situazione ''senza precedenti per un presidente degli Stati Uniti''. Perche' se tutti i presidente hanno sempre cercato di nascondere qualche verita' - scrive il Nyt - ''nessun altro presidente ha cercato di creare un'atmosfera nella quale la verita' diventa irrilevante''.

04:17Incendio Londra: procede sgombero Camden, rabbia e paura

LONDRA - Sta procedendo lo sgombero dalle cinque torri di Camden, nel nord di Londra, dopo la decisione del consiglio comunale di evacuare i residenti per evitare pericoli legati alla presenza di rivestimenti a rischio incendio dopo la tragedia della Grenfell Tower. Tra le persone che stanno lasciando gli 800 appartamenti prevalgono la rabbia e la paura. Michelle Urquhart ha detto di essere arrabbiata perché fino a giovedì sembrava che la situazione potesse essere gestita senza ricorrere all'evacuazione. Invece ieri la decisione di liberare le torri e di ospitare i residenti in alloggi temporanei.

01:07Arabia Saudita: ‘Sventato attentato a Grande Moschea Mecca’

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Le autorità saudite hanno annunciato venerdì di aver sventato un'"azione terroristica imminente" che aveva come obiettivo la Grande Moschea della Mecca. Lo riferisce al Jazira. In un comunicato del ministro dell'interno si afferma che un uomo che progettava di attaccare la moschea si è fatto esplodere quando le forze di sicurezza hanno circondato la casa alla Mecca dove si era nascosto. Almeno 11 persone, tra cui cinque agenti di polizia, sono rimasti feriti nel crollo dell'edificio a tre piani dove l'uomo si era barricato.

00:14Calcio: all’Inter la Supercoppa Under 17

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Dopo il successo tricolore del Milan fra gli Under 16, festeggia anche la sponda della città interista con la vittoria della Supercoppa Under 17: a Cesenatico, infatti, i nerazzurri si sono imposti per 3-0 sul Como. Reti nel primo tempo di Vergani e nella ripresa di Demirovich (doppietta). Anche su questo campo, prima della partita, è stato osservato un minuto di silenzio in omaggio al vicepresidente del Settore giovanile e scolastico della Figc Fabio Bresci, scomparso due giorni fa.

Archivio Ultima ora