Samsung ferma produzione e vendita Galaxy Note7, è crisi

Pubblicato il 11 ottobre 2016 da ansa

FILE - In this Thursday, Sept. 1, 2016 file photo, a man holds a Samsung's latest Galaxy Note 7 smartphone after dipping it in water to test its waterproofing features at a roadshow booth outside a shopping mall in Beijing. (ANSA/AP Photo/Andy Wong, File)

FILE – In this Thursday, Sept. 1, 2016 file photo, a man holds a Samsung’s latest Galaxy Note 7 smartphone after dipping it in water to test its waterproofing features at a roadshow booth outside a shopping mall in Beijing. (ANSA/AP Photo/Andy Wong, File)

NEW YORK. – Le ambizioni di Samsung si scontrano con il Galaxy Note7, lo smartphone considerato il ‘killer dell’iPhone’, quello che avrebbe dovuto consolidare la posizione del colosso sud coreano nell’olimpo dei giganti dell’hi tech. E che invece si è rivelato uno dei capitoli più imbarazzanti della storia dell’industria tecnologica, in grado di costare a Samsung perdite fino a 3 miliardi di dollari solo nell’ultimo trimestre dell’anno.

La saga iniziata il mese scorso si è arricchita nelle ultime ore di due annunci che mettono a rischio la reputazione di Samsung: la sospensione definitiva della produzione del Galaxy Note7 e quella delle vendite. Ad allarmare è soprattutto la richiesta di Samsung ai titolari dello smartphone: ”non usatelo”. Il timore continua a essere che possa prendere fuoco, dopo i 20 casi di surriscaldamento o esplosione registrati.

Il caso si è aperto con l’allerta lanciata dalle autorità americane dopo le prime denunce per ‘incendio’. Samsung è corsa ai ripari richiamando il dispositivo, non una sola volta ma due. Poi l’annuncio della sospensione temporanea della produzione e poi quella definitiva, preceduta dalla richiesta alle compagnie telefoniche e ai rivenditori di bloccare le vendite.

La ‘colpa’ è stata inizialmente scaricata sulla batteria, ma il problema, secondo indiscrezioni, sarebbe ben più pesante e riguarderebbe la tecnologia stessa dello smartphone. Gli analisti mettono in guardia sui danni che questo potrebbe causare a Samsung: in borsa il titolo ha perso l’8%, il calo maggiore dall’ottobre 2008, e da quando lo scandalo è scoppiato Samsung ha bruciato 29 miliardi di dollari di valore di mercato.

L’impatto dello stop alla produzione e alle vendite, affermano gli analisti, si farà sentire nei prossimi mesi, causando difficoltà nei conti ma soprattutto in termini di immagine.

Apple e Google possono festeggiare con il divenire degli eventi. Per caso o per fortuna, Mountain View ha introdotto il suo nuovo smartphone Pixel, le cui potenzialità in termini di vendita aumentano con le difficoltà di Samsung. A guadagnare dalla crisi del colosso sud coreano anche Apple, come dimostra il rialzo in Borsa: Cupertino è l’unica a salire, chiudendo in aumento dello 0,26%, in una seduta pesante per i listini americani.

Apple e Samsung continuano la loro guerra non solo per il controllo del mercato degli smartphone, ma anche per i brevetti. Una battaglia iniziata cinque anni fa, dopo che il fondatore di Apple, Steve Jobs, aveva dichiarato una ‘guerra termonucleare’ contro Android, il sistema operativo di Google che gira sugli smartphone Samsung. E che è approdata alla Corte Suprema americana, con addosso tutti gli occhi della Silicon Valley, anche se riguarda modelli di smartphone non più in circolazione da anni.

Gli otto saggi americani, chiamati a esprimersi su caso di brevetti per la prima dal 1800, si sono mostrati scettici di fronte alla sanzione da 399 milioni di dollari inflitta a Samsung per aver copiato Apple, dicendosi perplessi su come l’ammontare della multa sia stato definito.

(di Serena Di Ronza/ANSA)

Ultima ora

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

22:51Calcio: incidenti al derby Belgrado, decine di feriti

(ANSA) - BELGRADO, 13 DIC - Gravi incidenti, con almeno una dozzina di feriti di cui uno in pericolo di vita, sono avvenuti a Belgrado durante il derby di campionato serbo tra le tifoserie rivali del Partizan e della Stella Rossa. Gli incidenti sarebbero stati causati da un 'invasione' dei sostenitori della Stella Rossa nella porzione di stadio occupata da quelli della squadra di casa, che non hanno esitato a reagire. La polizia, che nonostante l'ampio dispiegamento non era riuscita ad evitare il contatto, è intervenuta in forze e dopo dieci minuti, senza risparmiare le manganellate, è arrivata a separare i due gruppi e ad arrestare alcuni responsabili dei tafferugli. L'incontro si è comunque svolto regolarmente e si è concluso col punteggio di 1-1, lasciando la Stella Rossa prima in classifica prima della pausa invernale (si riprenderà a metà febbraio) con nove punti di vantaggio sul Partizan.

Archivio Ultima ora