Brexit: la sterlina a picco ma nuovo record della Borsa di Londra

Pubblicato il 11 ottobre 2016 da ansa

A general view of the scene in  the Quad of the Bodleian Library at Oxford University as Burmese opposition leader Aung San Suu Kyi (C) arrives to receive  an honorary degree at the place she once studied 20 June 2012  EPA/ANDY RAIN

A general view of the scene in the Quad of the Bodleian Library at Oxford University as Burmese opposition leader Aung San Suu Kyi (C) arrives to receive an honorary degree at the place she once studied 20 June 2012 EPA/ANDY RAIN

ROMA. – Sterlina alle corde ma Borsa di Londra sugli scudi con un nuovo record. La discesa senza freni della valuta d’Oltremanica ha spinto l’indice Ftse 100 al massimo storico di 7.129,83 punti, prima di attestarsi in chiusura a 7.071 punti (-0,4%), facendo lievitare il valore delle società quotate sulla piazza della City di circa 193 miliardi di sterline dal giorno in cui i sudditi di Elisabetta II hanno detto ‘yes’ alla Brexit.

Gli analisti di Borsa spiegano che con un pound più debole i ricavi per le aziende che arrivano dall’estero sono maggiori quando vengono convertiti nella valuta britannica e molte società quotate a Londra realizzano gran parte dei loro profitti proprio all’estero. Ma avvertono anche che si potrebbe trattare di una “vittoria di Pirro” per il Ftse 100 perché “sostenuta dal valore delle valute piuttosto che da segnali positivi circa la produttività delle società quotate”.

La sterlina ha perso oltre l’1% calando a 1,2240 dollari e si prevede che la discesa continui nei prossimi giorni sotto il peso della Brexit. Il voto del referendum però “non dovrebbe avere un impatto significativo di breve termine sui flussi commerciali con la zona euro, ma potrebbe influenzare negativamente la fiducia degli investitori sulle prospettive politiche dell’Ue”, hanno spiegato gli istituti di previsione economica tedesco Ifo, francese Insee e Istat nel loro ‘Eurozone economic outlook’, relativo agli ultimi due trimestri del 2016 e al primo del 2017.

Tuttavia una ‘hard Brexit’, ossia un divorzio netto da Bruxelles con l’uscita totale dal mercato unico, potrebbe costare alle casse dello Stato “66 miliardi di sterline l’anno” (73 miliardi di euro), in base ad un rapporto confidenziale del Tesoro britannico, citato dal Times.

Secondo il giornale, nello scenario più catastrofico il Pil potrebbe subire un drastico calo del 9,5%, spingendo il Regno Unito in recessione. E con la Brexit all’orizzonte le grandi banche internazionali che operano nella City stanno ormai rivedendo i loro piani. La banca statale russa Vtb è pronta a lasciare le sponde del Tamigi e trasferirsi a Francoforte, Parigi o Vienna.

“Avevamo grandi piani per la nostra sede di Londra, ma con la Brexit stiamo ridimensionando le nostre operazioni e trasferendole altrove”, ha detto al Financial Times, Herbert Moos, vicepresidente e direttore finanziario del secondo istituto di credito russo, che diventa il primo tra le grandi banche internazionali ad annunciare pubblicamente di voler andar via da Londra.

Secondo uno studio della società di consulenza Oliver Wyman, fino a 71 mila posti di lavoro e circa 10 miliardi di sterline in entrate fiscali potrebbero essere persi dal settore finanziario d’Oltremanica se alla Gran Bretagna verranno imposte restrizioni pesanti sugli scambi con l’Ue.

Intanto in questo quadro a tinte fosche, Londra annuncia una notizia positiva: resteranno infatti le agevolazioni per gli studenti Ue che si iscriveranno nelle università britanniche nell’anno accademico 2017-2018. Avranno accesso a prestiti universitari e borse di studio per tutta la durata del corso.

(di Alfonso Abagnale/ANSA)

Ultima ora

09:58Siria: Astana, ottavo round negoziale dopo il 20 dicembre

(ANSA) - MOSCA, 24 NOV - L'ottavo round negoziale di Astana sulla soluzione della crisi siriana potrebbe tenersi dopo il 20 dicembre. Lo ha detto il vice ministro degli Esteri kazako kylbek Kamaldinov citato da Interfax.

09:54Molestie: anche Uma Thurman contro Weinstein

(ANSA) - WASHINGTON, 24 NOV - Anche l'attrice Uma Thurman punta il dito contro Harvey Weinstein. La protagonista di Kill Bill, pellicola prodotta da Weinstein, ha colto l'occasione della festa del Ringraziamento e di un post su Instagram per rompere il silenzio: "Ho detto che ero arrabbiata di recente, e avevo alcuni motivi, #metoo, nel caso non si capisse dal'espressione del mio volto". Nelle scorse settimane, con l'irrompere delle prime rivelazioni su Weinstein, Uma Thurman aveva affermato che preferiva aspettare prima di parlare. "Credo sia importare seguire i propri tempi, essere giusti, esatti, quindi... felice giorno del Ringraziamento a tutti! (Escluso te Harvey, e tutti i tuoi perfidi cospiratori - sono contenta che procede a rilento - non ti meriti un proiettile", ha scritto l'attrice.

09:53India: deraglia treno in Uttar Pradesh, almeno tre morti

(ANSA)- NEW DELHI, 24 NOV - Tredici carrozze di un treno per il trasporto di passeggeri si sono rovesciate oggi nello Stato indiano di Uttar Pradesh, con un bilancio di almeno tre morti e nove feriti. Lo riferisce l'agenzia di stampa Ani. Nell'incidente è rimasto coinvolto il Vasco da Gama-Patna Express, deragliato intorno alle 4:15 locali poco dopo aver lasciato la stazione di Manikpur nel distretto di Chitrakoot. Secondo i soccorritori l'incidente, che ha causato caos nel traffico ferroviario locale, è stato provocato dalla rottura di un segmento di binario.In un secondo incidente di questo tipo in poche ore, 14 vagoni di un treno merci che trasportava carbone sono deragliati nello Stato di Orissa. Il deragliamento, dovuto a cause non ancora accertate, è avvenuto vicino alla località di Jagatsinghpur. Solo quest'anno in India vi sono stati almeno sei incidenti ferroviari, soprattutto in Uttar Pradesh, dovuti al cattivo stato delle infrastrutture e della manutenzione dei binari quasi assente.

01:12E.League: Montella, ora testa a rimonta Milan in campionato

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - Conquistata la qualificazione ai sedicesimi di Europa League al primo posto del girone, Vincenzo Montella ora pensa alla rimonta che attende il Milan in Serie A. "E' stata una serata positiva, ora abbiamo più tempo per concentrarci meglio sul campionato dove dobbiamo necessariamente recuperare. La squadra vale più della classifica che ha", ha spiegato l'allenatore rossonero, convinto che la squadra "nelle ultime 4-5 partite abbia dimostrato una crescita". Dopo il 5-1 rifilato all'Austria Vienna, Montella ha sottolineato di avere apprezzato "che la squadra non si è fatta prendere dalla frenesia dopo lo svantaggio". Fra le note positive, la doppietta di André Silva, il primo nella storia rossonera a segnare otto gol in Europa League. "Sono felicissimo e spero di avere più opportunità, vedremo - ha detto il portoghese -. Pesa giocare poco in campionato? Per me è uguale. In Europa League, però, ho più opportunità, sono più concentrato e riesco a dare il meglio di me stesso, ma spero di giocare di più in Serie A".

01:09E.League: Gasperini, importante esserci anche nei 16/i

(ANSA) - LIVERPOOL, 23 NOV - "Sono molto contento per la felicità che ho visto sugli spalti, più di 3 mila a Liverpool e tanti anche a Reggio Emilia, sono contento per la famiglia Percassi: siamo dentro le coppe fino a febbraio, poi vedremo per il primo posto e il sorteggio". Gian Piero Gasperini è raggiante, dopo la cinquina all'Everton, che proietterebbe l'Atalanta al primo posto con un pari casalingo col Lione, ma intanto si gode la qualificazione negli ottavi di Europa League. "Cristante è in grande evoluzione dopo un po' di apprendistato, stavolta è partito forte e ha prospettive notevoli - spiega il tecnico nerazzurro soffermandosi sul migliore in campo -. Cornelius i ha dato tantissimo in un settore dove abbiamo bisogno di crescere. Rooney? Per me rimane un giocatore importante, tornerà sui suoi livelli abituali". Il 'Gasp' elogia i giovani: "Ne abbiamo alcuni che potranno diventare fondamentali anche per la Nazionale, ma non è che sarà per nostro merito che potrà rinascere tutto il calcio italiano".

00:32Calcio: Europa League, Milan e Atalanta a suon di cinquine

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Milan e Atalanta travolgono i rispettivi avversari e si qualificano per i sedicesimi di finale dell'Europa League. I rossoneri sono primi nel proprio girone (D), i bergamaschi devono aspettare l'ultima partita, in casa contro il Lione. Di 5-1 il successo della squadra di Montella in casa sull'Austria Vienna, andata in vantaggio con Monschein al 21'. Il pari è arrivato con 27' grazie a Ricardo Rodriguez, mentre Andrè Silva ha firmato il 2-1 al 36'. Il tris è arrivato al 42', grazie a Cutrone, lo stesso Silva ha calato il poker al 25' della ripresa e Cutrone ha realizzato anche nel finale. Stesso punteggio anche dell'Atalanta, 5-1, a Liverpool contro l'Everton (prima vittoria italiana a Goodison park). La squadra di Gasperini è andata avanti con una doppietta dell'ottimo Cristante (12' pt e 19' st) e, dopo il gol della bandiera di Ramirez al 26' st, è arrivato il tris di Gonens al 41'. Cornelius al 43' e al 49' st ha chiuso i conti. Da segnalare un errore dal dischetto di Gomez.

23:31Europa League: Lazio, Inzaghi “ko Nani unica nota stonata”

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Dopo la sconfitta nel derby, la Lazio non riesce a invertire la rotta e impatta sul Vitesse. Pareggio indolore, visto che i biancocelesti erano già qualificati da primi del girone: "Stasera con la classifica già raggiunta era più difficile, ma sono contento perché i ragazzi hanno saputo reagire. Ora ci prepariamo per giocare al meglio contro la Fiorentina", ha spiegato a caldo Simone Inzaghi, secondo il quale "l'unica nota stonata è l'infortunio di Nani". Il portoghese ha giocato circa un'ora senza incidere, poi si è arreso per un dolore alla coscia: "Sembrava tutto a posto e invece oggi si è fermato, peccato perché stava per entrare nei meccanismi. Speriamo di non perderlo per molto ma per un paio di settimane non sarà con noi".

Archivio Ultima ora