Referendum: dibattito dura troppo, e dà falso allarme bomba

(ANSA) – PISTOIA, 12 OTT – Infastidito dal prolungarsi di un dibattito sul referendum costituzionale – a cui peraltro stava assistendo tra il pubblico -, per interromperlo ha chiamato il 113 lanciando un falso allarme bomba. I carabinieri lo hanno denunciato. L’episodio è accaduto ieri sera al circolo Arci Bonelle di Pistoia. Autore del gesto un 37enne durante un confronto tra un esponente del Pd, il capogruppo in consiglio comunale Giovanni Sarteschi, a sostegno del Sì, e il già procuratore della Repubblica di Firenze Ubaldo Nannucci, ora coordinatore regionale Anpi, per il No. A un certo punto il 37enne ha telefonato al 113 annunciando la presenza di un ordigno e chiudendo subito la comunicazione. Al circolo Arci sono intervenuti i carabinieri. Il 37enne si è fatto avanti riferendo di essere autore della telefonata. Ai militari avrebbe spiegato di aver agito in quel modo proprio perché seccato dal prolungarsi della riunione. I carabinieri lo hanno denunciato per procurato allarme.

Condividi: