Omicidio Roma:incidente probatorio, conferme su ruolo Prato

(ANSA) – ROMA, 12 OTT – E’ durata circa due ore l’ultima udienza dell’incidente probatorio disposto dal gip di Roma nell’ambito del procedimento a carico di Manuel Foffo e Marco Prato, i due giovani accusati dell’omicidio del ventitreenne Luca Varani. L’atto istruttorio irripetibile ha confermato quanto emerso nelle scorse settimane in merito alle perizie depositate dagli esperti. Tracce biologiche di Marco Prato sono state riscontrate sia sul martello utilizzato per colpire Varani al capo, sia sul coltello da pane usato per infliggere al giovane decine di ferite all’addome. Circostanza quest’ultima che smonterebbe la tesi, sostenuta da Prato, secondo la quale quest’ultimo non avrebbe preso attivamente parte all’omicidio. I genitori in un’intervista a Porta a Porta che andrà in onda stasera hanno detto: ” “E’ stato ucciso da quei due così… per gioco. Subito l’ho capito e difatti si è saputo che personaggi sono. E’ caduto in una trappola”.

Condividi: