Fiera Internazionale del Libro Università di Carabobo: quest’anno parliamo di Biblioteche

Pubblicato il 13 ottobre 2016 da redazione

filuc-2016-uniespacio

CARACAS.- Siamo alle porte di un importante appuntamento culturale e vale la pena, ricalcarne le orme, per apprezzare i valori.

A metà degli anni ‘80 ebbe luogo a Caracas, una riunione convocata dall’UNESCO nella quale venne analizzato lo stato delle Biblioteche pubbliche in America latina e Caraibi.

Tra le varie proposte emerse dall’incontro, quella di dare rilievo alla partecipazione attiva dei venezuelani nella vita nazionale e l’impegno per stimolare la vigenza di tutte le regole democratiche attraverso la cultura.
A distanza di trentuno anni da quella importante riunione latinoamericana, le biblioteche proseguono mostrando un interesse sempre più notevole in merito.

La “17° Feria Internacional del Libro” dell’Università di Carabobo, si basa inequivocabilmente su tali principi e questa nuova edizione è stata intitolata ”Bibliotecas en la mira”.

Ne sono quindi chiari gli obiettivi: rivalutare i ruoli delle Biblioteche e segnalare le possibili minacce che bisogna affrontare nell’ambito della dinamica sociale odierna.

A tale scopo, si analizzeranno il passato ed il presente, per poter prevedere cosa riserva, in merito, il futuro: le trasformazioni e l’importanza nell’ambito delle comunità in generale e dei lettori.

Tali premesse, ovviamente, devono far capo a un costante esercizio di lettura e scrittura: ineludibile, quindi, la simbiosi tra cultura, politica e cittadinanza.

Le biblioteche devono essere sempre considerate “riserve purissime della nostra memoria e identità”, offrendo al lettore la possibilità di scoprire nuovi orizzonti che rendano più profondemente le decisioni e le immaginazioni.
Rispettando tali prospettive, la lettura si trasforma in strumento contro l’esclusione sociale e la povertà: cause di frustrazioni, intolleranze e assenza di valide opportunità, così come lo descrive Thomas Bartholini in “Libris Legendis”: Senza libri, Dio è muto, la giustizia addormentata, le scienze naturali bloccate, la filosofia zoppa……

Fundavag è presente nella 17° Fiera Internazionale del Libro dell’Università di Carabobo, con un nutrito calendario di incontri tra i quali, spiccano: l’Annuncio del Premio alla Giovane Vocazione Letteraia; la presentazione di “No cesa de llover” di Joaquin Marta Sosa; “Trompajaro” di Eduardo Burger; “Presentazione di Agorà” di Ana Bret; “Chacao:parques y plazas” di Rafael Arraiz Luca”; “La Biblioteca” di Joaquin Marta Sosa.

Per celebrare la designazione della Francia, quale Paese invitato d’onore a “FILUC-2016”, l’Ambasciata di Francia ha ideato numerose iniziative a favore degli scambi culturali tra i due Paesi (Francia e Venezuela) ed è stato inoltre creato il Premio Franco –Venezolano alla Giovane Vocazione Letteraria, iniziativa congiunta dell’Università di Carabobo, Ambasciata di Francia e Fundavag.

Tale Premio, sosterrà ogni anno il lavoro di un giovane scrittore, sottolineando quindi, l’interesse verso i giovani talenti venezuelani.

Numerose saranno le novità che l’Ambasciata francese presenterà in “FILUC 2016” a favore di intensi scambi intellettuali tra le due Nazioni.

Si conterà con la presenza di Josè Napoleon Oropeza, scrittore docente specializzato nella poesia e i racconti venezuelani del XX Secolo, meritevole di molteplici premi internazionali; Rowena Hill poeta d’origine britannica, specializzato in culture orientali; “Ediciones Ekarè”, casa editrice venezuelana che pubblica da oltre trenta anni libri dedicati a bimbi e giovani; Amparo Montanes, bibliotecologa venezuelana; Carlos Sandoval narratore della fantastica “ novella venezuelana”.

Tra gli invitati internazionali, per la Francia: Miguel Bonnetoy, Francois Henri Deserable, Pierre Ducrozet, Melanie Sadler, Mariella Berra, Francois Delprat, Manuel Vilas, Alain Leluc. La Spagna è rappresentata da Juan Tallou.

Giovedì 13 ottobre, è prevista la Conferenza di Manuel Vilas presso “Ciudad Banesco” (Caracas), intitolata “La vida fue antes que la literatura”.

Da venerdì 14 ottobre si avvicendano su questo singolare bellissimo scenario intellettuale brillanti conferenze dettate da note personalità della letteratura.

L’intenso programma “FILUC 2016” riunisce, non c’è dubbio, personalità davvero “di spicco” della cultura.

L’avvenimento atteso e singolare, riesce a farci partecipi di un meraviglioso mondo troppo spesso ”dimenticato” a causa degli attuali problemi politico-sociali che sta attraversando il Venezuela.

(Anna Maria Tiziano)

Ultima ora

12:29Calcio: Bonucci, “si è detto tanto, ma conta solo vincere”

(ANSA) - TORINO, 26 FEB - "Vincere è l'unica cosa che conta". Anche Leonardo Bonucci, dopo l'allenatore Allegri, chiude una volta per tutte le polemiche per il battibecco della scorsa settimana e lo fa utilizzando il noto motto bianconero. "Si è detto tanto, raccontato e parlato ancora di più. L'importante è che la squadra continui a vincere. Perché per noi #vincerèlunicacosacheconta", scrive il difensore su Twitter, dove posta la foto del suo abbraccio ai compagni di squadra.

12:26Prende fuoco letto per disabili, anziana muore tra le fiamme

(ANSA) - ACQUARICA DEL CAPO (LECCE), 26 FEB - Una anziana disabile é morta carbonizzata nella notte in un incendio divampato nella sua abitazione ad Acquarica del Capo, in via Calabria 6, nel Sud Salento. La vittima si chiamava Antonietta Aleardi, di 87 anni. Il rogo si sarebbe sviluppato dal letto ortopedico elettrico per disabili dove stava dormendo. Il motorino elettrico del letto ha provocato un cortocircuito che ha generato le fiamme. A casa con lei c'era una badante che è rimasta incolume.

12:26Calcio: Serie B, sette squalificati per una giornata

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - Il Giudice sportivo della Lega nazionale professionisti di Serie B, Emilio Battaglia, in relazione alle partite della 6/a di ritorno, disputate ieri e l'altro ieri, fra i calciatori espulsi, ha squalificato per una giornata Martin (Cittadella). Fra i calciatori non espulsi, un turno di stop con ammenda da 1.500 euro a Piu (Spezia), per simulazione. Fermati per una partita anche Augustyn (Ascoli), Busellato (Salernitana), Chibsah e Ciciretti (Benevento), Di Tacchio (Pisa).

12:12Calcio: Serie A, prossimo turno

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - Le partite del prossimo turno (27/a giornata) del campionato di calcio di Serie A, in programma domenica 5 marzo, alle 15): Roma-Napoli (sabato 4 marzo, alle 15); Sampdoria-Pescara (sabato 4 marzo, alle 18); Milan-Chievo (sabato 4 marzo, alle 20,45); Atalanta-Fiorentina (alle 12,30); Crotone-Sassuolo; Empoli-Genoa; Cagliari-Inter; Udinese-Juventus; Torino-Palermo; Bologna-Lazio (alle 20,45).

11:59Israele: ministro, robot eliminerà leader Hezbollah e Hamas

(ANSA) - TEL AVIV, 26 FEB - In un futuro non lontano Israele sarà in grado di eliminare i nemici - fra cui i leader di Hezbollah e di Hamas - utilizzando "robot telecomandati". Ne è convinto il ministro senza portafogli Ayoub Kara (Likud) secondo cui "quel genere di robot identifica con un radar il proprio obiettivo. Può eliminarlo, ma non può essere distrutto a sua volta. Può infilarsi anche nei tunnel, rincorrere quei ratti, ed ucciderli. Non torna indietro senza averli uccisi". La sortita di Kara (un esponente della comunità drusa) è stata accolta con forte scetticismo dai mass media locali. Il ministro è dunque tornato oggi alla carica precisando alla radio militare di aver appreso di quei robot da Shimon Peres, due mesi prima della sua morte. Nello scorso ottobre Kara - allora viceministro per la cooperazione internazionale - fu al centro di un incidente diplomatico quando affermò che il sisma che aveva appena colpito il centro Italia era una "punizione divina" per l'astensione italiana ad un voto su Gerusalemme all'Unesco.

11:45Iraq: forze speciali riconquistano zona di Mosul ovest

(ANSA) - BAGHDAD, 26 FEB - La polizia militare irachena ha riconquistato un quartiere nella parte occidentale di Mosul dopo violenti scontri con l'Isis. Lo ha detto all'Ap un alto comandante della polizia federale, il generale Haider al Maturi, precisando che le sue truppe sono entrate nella zona di Tayyaran stamattina che è ora "sotto il loro pieno controllo". I jihadisti dello Stato islamico hanno utilizzato almeno 10 kamikaze con autobomba, ma nove sono saltati in aria prima di raggiungere i loro obiettivi. Il decimo ha ucciso due poliziotti, cinque sono rimasti feriti, ha aggiunto al Maturi. Le sue forze, ha proseguito, hanno arrestato due jihadisti, "un iracheno e uno straniero che parla russo". (ANSA)

11:43Giovane palestinese vince Arab Idol

(ANSAmed) - TEL AVIV, 26 FEB - Per la seconda volta in quattro anni un artista palestinese, Yaakub Shahin, 23 anni, è giunto al primo posto di Arab Idol, la maggiore competizione canora nel mondo arabo. Al momento della sua proclamazione, avvenuta a Beirut, scene di entusiasmo si sono verificate nella sua città natale di Betlemme. Fonti locali riferiscono che la Piazza della Mangiatoia era gremita di una folla di fan, fra cui Jibril Rajub (esponente di spicco dell'Olp e di al-Fatah). Lo stesso presidente dell'Anp Abu Mazen, in visita in Libano nei giorni scorsi, aveva voluto incontrare i tre finalisti di Arab Idol, fra cui un arabo israeliano e uno yemenita. In Cisgiordania la vittoria di Shahin è stata accompagnata da urla di gioia, da suoni di clacson, da feste e in alcune località anche dai fuochi di artificio. Molto più pacata la reazione di Hamas e della Jihad islamica secondo cui il popolo palestinese si augura successi molto più concreti che non la vittoria in una competizione televisiva. (ANSAmed).

Archivio Ultima ora