Fiera Internazionale del Libro Università di Carabobo: quest’anno parliamo di Biblioteche

Pubblicato il 13 ottobre 2016 da redazione

filuc-2016-uniespacio

CARACAS.- Siamo alle porte di un importante appuntamento culturale e vale la pena, ricalcarne le orme, per apprezzare i valori.

A metà degli anni ‘80 ebbe luogo a Caracas, una riunione convocata dall’UNESCO nella quale venne analizzato lo stato delle Biblioteche pubbliche in America latina e Caraibi.

Tra le varie proposte emerse dall’incontro, quella di dare rilievo alla partecipazione attiva dei venezuelani nella vita nazionale e l’impegno per stimolare la vigenza di tutte le regole democratiche attraverso la cultura.
A distanza di trentuno anni da quella importante riunione latinoamericana, le biblioteche proseguono mostrando un interesse sempre più notevole in merito.

La “17° Feria Internacional del Libro” dell’Università di Carabobo, si basa inequivocabilmente su tali principi e questa nuova edizione è stata intitolata ”Bibliotecas en la mira”.

Ne sono quindi chiari gli obiettivi: rivalutare i ruoli delle Biblioteche e segnalare le possibili minacce che bisogna affrontare nell’ambito della dinamica sociale odierna.

A tale scopo, si analizzeranno il passato ed il presente, per poter prevedere cosa riserva, in merito, il futuro: le trasformazioni e l’importanza nell’ambito delle comunità in generale e dei lettori.

Tali premesse, ovviamente, devono far capo a un costante esercizio di lettura e scrittura: ineludibile, quindi, la simbiosi tra cultura, politica e cittadinanza.

Le biblioteche devono essere sempre considerate “riserve purissime della nostra memoria e identità”, offrendo al lettore la possibilità di scoprire nuovi orizzonti che rendano più profondemente le decisioni e le immaginazioni.
Rispettando tali prospettive, la lettura si trasforma in strumento contro l’esclusione sociale e la povertà: cause di frustrazioni, intolleranze e assenza di valide opportunità, così come lo descrive Thomas Bartholini in “Libris Legendis”: Senza libri, Dio è muto, la giustizia addormentata, le scienze naturali bloccate, la filosofia zoppa……

Fundavag è presente nella 17° Fiera Internazionale del Libro dell’Università di Carabobo, con un nutrito calendario di incontri tra i quali, spiccano: l’Annuncio del Premio alla Giovane Vocazione Letteraia; la presentazione di “No cesa de llover” di Joaquin Marta Sosa; “Trompajaro” di Eduardo Burger; “Presentazione di Agorà” di Ana Bret; “Chacao:parques y plazas” di Rafael Arraiz Luca”; “La Biblioteca” di Joaquin Marta Sosa.

Per celebrare la designazione della Francia, quale Paese invitato d’onore a “FILUC-2016”, l’Ambasciata di Francia ha ideato numerose iniziative a favore degli scambi culturali tra i due Paesi (Francia e Venezuela) ed è stato inoltre creato il Premio Franco –Venezolano alla Giovane Vocazione Letteraria, iniziativa congiunta dell’Università di Carabobo, Ambasciata di Francia e Fundavag.

Tale Premio, sosterrà ogni anno il lavoro di un giovane scrittore, sottolineando quindi, l’interesse verso i giovani talenti venezuelani.

Numerose saranno le novità che l’Ambasciata francese presenterà in “FILUC 2016” a favore di intensi scambi intellettuali tra le due Nazioni.

Si conterà con la presenza di Josè Napoleon Oropeza, scrittore docente specializzato nella poesia e i racconti venezuelani del XX Secolo, meritevole di molteplici premi internazionali; Rowena Hill poeta d’origine britannica, specializzato in culture orientali; “Ediciones Ekarè”, casa editrice venezuelana che pubblica da oltre trenta anni libri dedicati a bimbi e giovani; Amparo Montanes, bibliotecologa venezuelana; Carlos Sandoval narratore della fantastica “ novella venezuelana”.

Tra gli invitati internazionali, per la Francia: Miguel Bonnetoy, Francois Henri Deserable, Pierre Ducrozet, Melanie Sadler, Mariella Berra, Francois Delprat, Manuel Vilas, Alain Leluc. La Spagna è rappresentata da Juan Tallou.

Giovedì 13 ottobre, è prevista la Conferenza di Manuel Vilas presso “Ciudad Banesco” (Caracas), intitolata “La vida fue antes que la literatura”.

Da venerdì 14 ottobre si avvicendano su questo singolare bellissimo scenario intellettuale brillanti conferenze dettate da note personalità della letteratura.

L’intenso programma “FILUC 2016” riunisce, non c’è dubbio, personalità davvero “di spicco” della cultura.

L’avvenimento atteso e singolare, riesce a farci partecipi di un meraviglioso mondo troppo spesso ”dimenticato” a causa degli attuali problemi politico-sociali che sta attraversando il Venezuela.

(Anna Maria Tiziano)

Ultima ora

23:41Manchester: Telegraph, arrestata una donna

(ANSA) - MANCHESTER 24 MAG - Una donna è stata arrestata a Manchester, in relazione all'attacco suicida di lunedì sera, che ha provocato la morte di almeno 22 persone e decine di feriti al termine del concerto di Ariana Grande, nell'Arena della città inglese. Lo scrive su Twitter il Telegraph. Secondo l'emittente Itv, l'arresto è frutto di una operazione armata della polizia locale e di unità antiterrorismo, in un quartiere di torri residenziali a nord della città. Testimoni hanno sentito una forte esplosione, mentre la polizia penetrava in serata in una palazzina di Northland Road a Blackley. Uno degli abitanti del quartiere, Chris Barlow, ha detto di aver parlato con uno degli agenti dell'unità antiterrorismo, secondo cui la polizia ha fatto saltare per aria la porta di uno degli appartamenti e ha portato via un paio di persone. Secondo fonti della polizia di Manchester "c'è stata una perquisizione e una donna è stata arrestata in relazione all'inchiesta sull'incidente all'Arena di Manchester".

23:35Venezuela: procura accusa forze ordine per morte dimostrante

(ANSA) - CARACAS, 24 MAG - La Procuratrice nazionale venezuelana, Luisa Ortega Diaz, ha detto oggi che un manifestante morto il 26 aprile a Caracas è stato ucciso durante una protesta antigovernativa da un lacrimogeno sparato dalla Guardia Nazionale ad altezza d'uomo, sottolineando che questa pratica è illegale e proibita. In una conferenza stampa, Ortega Diaz ha mostrato ai cronisti la granata lacrimogena che avrebbe ucciso lo studente ventenne Juan Pernalete: "E' molto pesante", ha detto, spiegando che gli avrebbe provocato uno shock cardiaco per trauma del torace. Questa versione sulla morte di Pernalete smentisce in modo categorico quella presentata in precedenza dal ministro per la Comunicazione, Ernesto Villegas, e dal suo collega degli Interni, Nestor Reverol, che avevano escluso ogni responsabilità della Guardia Nazionale nella morte del giovane.

23:35Calcio: 2-0 all’Ajax, Europa League allo United

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Con un gol per tempo, il Manchester United piega l'Ajax e si aggiudica la sua prima Europa League, già Coppa Uefa, l'unico trofeo che mancava nella sua sontuosa bacheca. Riscattando così una stagione in Premier League non esaltante, conclusa al 6/o posto che, evidentemente, non sarebbe bastato per accedere alla prossima Champions League. Alla Friends Arena di Stoccolma, si comincia con un minuto di silenzio per le vittime dell'attentato di lunedì scorso, rotto ben prima del termine dall'applauso del pubblico che inneggia alla città colpita dal terrorismo. Poi, spazio al calcio, anche se lo spettacolo, come spesso nelle finali, non è quello delle partite indimenticabili. L'equilibrio si rompe al 18' con il gol di Pogba, il cui tiro dal limite viene deviato dal difensore Sanchez, che inganna Onana. L'Ajax, ben arginato dal Manchester, non riesce ad organizzare una vera reazione e così, al 3' della ripresa, arriva il 2-0: lo segna Mkhitaryan raccogliendo in acrobazia sotto porta una deviazione di Smalling.

22:53Calcio: Milan, Gattuso vicino alla panchina della Primavera

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Gennaro Gattuso è vicino a tornare al Milan come allenatore della squadra Primavera. Oggi, infatti, c'è stato un contatto tra la nuova dirigenza e l'ex centrocampista, reduce dalla sfortunata esperienza con il Pisa in Serie B culminata con la retrocessione: si respira ottimismo sulla possibilità di trovare un accordo per sostituire alla guida della Primavera l'altro ex rossonero Stefano Nava. Gattuso ha militato nel Milan dal '99 al 2012, vincendo tra le altre cose due scudetti, due Champions League e una Coppa del mondo per club.

22:24Nepal: primo ministro maoista si dimette per patto governo

(ANSA) - KATHMANDU, 24 MAG - Il primo ministro nepalese Pushpa Kamal Dahal, del Partito comunista di ispirazione maoista) ha rassegnato oggi le sue dimissioni a Kathmandu, in rispetto di un accordo di alternanza raggiunto con il partner della coalizione governativa (Partito del Congresso). Lo ha annunciato in un messaggio televisivo lo stesso Dahal, conosciuto anche con il suo vecchio nome di battaglia di 'Prachanda'. Dopo l'annuncio, il premier si è recato dalla presidente, Bidya Devi Bhandari, a cui ha consegnato la lettera ufficiale di dimissioni. Dopo i primi nove mesi di governo della coalizione di centro-sinistra, cominciati nell'agosto scorso, ora la guida del governo sarà assunta dal leader del partito del Congresso, Sher Bahadur Deuba. La transizione durerà alcune settimane durante le quali Dahal resterà in carica per assicurare la copertura degli affari correnti.

22:19Usa: Amnesty, perse tracce 1 mld dlr armi anti-Isis a Iraq

(ANSA) - WASHINGTON, 24 MAG - Le forze armate Usa non sono riuscite a mantenere adeguatamente le tracce di centinaia di veicoli militari (humvee), di decine di migliaia di fucili e di altri pezzi di equipaggiamenti militare mandati in Iraq per armare l'esercito governativo, le milizie sciite e i peshmerga curdi, per un totale di oltre un miliardo di dollari. Lo rivela un controllo governativo iracheno del 2016 ottenuto e diffuso da Amnesty International (Ai), scrive il Wp. Un audit del 2015 aveva evidenziato gli stessi problemi, compresa la quasi totale assenza di una registrazione da parte di Baghdad. Il materiale bellico era stato fornito nell'ambito dell'Iraq Train and Equip Fund, un programma per sostenere l'esercito iracheno a combattere l'Isis. Il timore è che parte delle forniture possa essere finite nelle mani sbagliate.

21:30Calcio: Manchester, lutto al braccio e minuto di silenzio

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Manchester United e Ajax, squadre finaliste di Europa League, hanno osservato un minuto di silenzio prima della partita in corso ora alla Friends Arena di Stoccolma, in onore delle vittime dell'attentato di lunedì sera al concerto di Ariana Grande. Ben prima del termine dell'omaggio, con i giocatori abbracciati in mezzo al campo, il pubblico non ha trattenuto il silenzio e si è unito in un applauso inneggiando alla città colpita dal terrorismo. La squadra di Mourinho gioca con il lutto al braccio.

Archivio Ultima ora