Fiera Internazionale del Libro Università di Carabobo: quest’anno parliamo di Biblioteche

Pubblicato il 13 ottobre 2016 da redazione

filuc-2016-uniespacio

CARACAS.- Siamo alle porte di un importante appuntamento culturale e vale la pena, ricalcarne le orme, per apprezzare i valori.

A metà degli anni ‘80 ebbe luogo a Caracas, una riunione convocata dall’UNESCO nella quale venne analizzato lo stato delle Biblioteche pubbliche in America latina e Caraibi.

Tra le varie proposte emerse dall’incontro, quella di dare rilievo alla partecipazione attiva dei venezuelani nella vita nazionale e l’impegno per stimolare la vigenza di tutte le regole democratiche attraverso la cultura.
A distanza di trentuno anni da quella importante riunione latinoamericana, le biblioteche proseguono mostrando un interesse sempre più notevole in merito.

La “17° Feria Internacional del Libro” dell’Università di Carabobo, si basa inequivocabilmente su tali principi e questa nuova edizione è stata intitolata ”Bibliotecas en la mira”.

Ne sono quindi chiari gli obiettivi: rivalutare i ruoli delle Biblioteche e segnalare le possibili minacce che bisogna affrontare nell’ambito della dinamica sociale odierna.

A tale scopo, si analizzeranno il passato ed il presente, per poter prevedere cosa riserva, in merito, il futuro: le trasformazioni e l’importanza nell’ambito delle comunità in generale e dei lettori.

Tali premesse, ovviamente, devono far capo a un costante esercizio di lettura e scrittura: ineludibile, quindi, la simbiosi tra cultura, politica e cittadinanza.

Le biblioteche devono essere sempre considerate “riserve purissime della nostra memoria e identità”, offrendo al lettore la possibilità di scoprire nuovi orizzonti che rendano più profondemente le decisioni e le immaginazioni.
Rispettando tali prospettive, la lettura si trasforma in strumento contro l’esclusione sociale e la povertà: cause di frustrazioni, intolleranze e assenza di valide opportunità, così come lo descrive Thomas Bartholini in “Libris Legendis”: Senza libri, Dio è muto, la giustizia addormentata, le scienze naturali bloccate, la filosofia zoppa……

Fundavag è presente nella 17° Fiera Internazionale del Libro dell’Università di Carabobo, con un nutrito calendario di incontri tra i quali, spiccano: l’Annuncio del Premio alla Giovane Vocazione Letteraia; la presentazione di “No cesa de llover” di Joaquin Marta Sosa; “Trompajaro” di Eduardo Burger; “Presentazione di Agorà” di Ana Bret; “Chacao:parques y plazas” di Rafael Arraiz Luca”; “La Biblioteca” di Joaquin Marta Sosa.

Per celebrare la designazione della Francia, quale Paese invitato d’onore a “FILUC-2016”, l’Ambasciata di Francia ha ideato numerose iniziative a favore degli scambi culturali tra i due Paesi (Francia e Venezuela) ed è stato inoltre creato il Premio Franco –Venezolano alla Giovane Vocazione Letteraria, iniziativa congiunta dell’Università di Carabobo, Ambasciata di Francia e Fundavag.

Tale Premio, sosterrà ogni anno il lavoro di un giovane scrittore, sottolineando quindi, l’interesse verso i giovani talenti venezuelani.

Numerose saranno le novità che l’Ambasciata francese presenterà in “FILUC 2016” a favore di intensi scambi intellettuali tra le due Nazioni.

Si conterà con la presenza di Josè Napoleon Oropeza, scrittore docente specializzato nella poesia e i racconti venezuelani del XX Secolo, meritevole di molteplici premi internazionali; Rowena Hill poeta d’origine britannica, specializzato in culture orientali; “Ediciones Ekarè”, casa editrice venezuelana che pubblica da oltre trenta anni libri dedicati a bimbi e giovani; Amparo Montanes, bibliotecologa venezuelana; Carlos Sandoval narratore della fantastica “ novella venezuelana”.

Tra gli invitati internazionali, per la Francia: Miguel Bonnetoy, Francois Henri Deserable, Pierre Ducrozet, Melanie Sadler, Mariella Berra, Francois Delprat, Manuel Vilas, Alain Leluc. La Spagna è rappresentata da Juan Tallou.

Giovedì 13 ottobre, è prevista la Conferenza di Manuel Vilas presso “Ciudad Banesco” (Caracas), intitolata “La vida fue antes que la literatura”.

Da venerdì 14 ottobre si avvicendano su questo singolare bellissimo scenario intellettuale brillanti conferenze dettate da note personalità della letteratura.

L’intenso programma “FILUC 2016” riunisce, non c’è dubbio, personalità davvero “di spicco” della cultura.

L’avvenimento atteso e singolare, riesce a farci partecipi di un meraviglioso mondo troppo spesso ”dimenticato” a causa degli attuali problemi politico-sociali che sta attraversando il Venezuela.

(Anna Maria Tiziano)

Ultima ora

09:39Tennis: Serena Williams,mia madre insegnato forza donna nera

(ANSA) - NEW YORK, 20 SET - Serena Williams ringrazia la madre per averle insegnato la forza di essere una donna nera. In una lettera pubblicata su Reddit, la campionessa di tennis ricorda di essere stata definita un ''uomo per la sua apparenza. E' stato detto che ho usato droghe, che non appartengo allo sport femminile ma a quello maschile''. ''Non so come sei riuscita a non prendertela con coloro che sono stati troppo ignoranti per capire il potere di una donna nera. Sono orgogliosa di aver mostrato loro che non tutte le donne sono uguali'', mette in evidenza Williams, che ha da poco avuto la sua prima figlia.

09:09Attentato Londra, terzo arresto

(ANSA) - LONDRA, 19 SET - La polizia britannica ha arrestato un terzo sospetto in connessione all'attentato alla stazione di metropolitana di Parsons Green a Londra. L'uomo, 25 anni, scrive il Guardian online, è stato arrestato dall'antiterrorismo londinese e le polizie locali a Newport, nel Galles del sud.

09:04Brexit, May lavora a offerta da 20 miliardi

(ANSA) - NEW YORK, 19 SET - Theresa May lavora alla sua offerta all'Unione Europea per la Brexit. E sarebbe pronta a mettere sul piatto 20 miliardi di euro, in quello che è il primo tentativo di Londra di andare incontro alle richieste europee. Lo riporta il Financial Times citando alcune fonti, secondo le quali May presenterà la sua offerta venerdì. La speranza del primo ministro è quella di spezzare l'impasse sulle trattative, facendole così progredire fino a entrare nella seconda fase con oggetto i futuri rapporti commerciali fra l'Ue e la Gran Bretagna.

08:57Messico: i morti sono almeno 248, la metà nella capitale

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Il coordinatore nazionale della Protezione civile messicana ha rivisto al rialzo il bilancio dei morti provocati finora dal terremoto in Messico rispetto alla stima fatta pochi minuti fa dal ministero dell'Interno. Secondo quanto ha reso noto in un tweet Luis Felipe Puente, le vittime accertate del sisma sono 248, di cui circa la metà nella capitale: 72 nello Stato di Morelos, 117 a Città del Messico, 43 nello Stato di Puebla, 12 nello stato del Messico, 3 in quello di Guerrero e uno in quello di Oaxaca.

06:56Messico: terremoto, 20 i bimbi morti in crollo scuola

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 20 SET - Sono 20 i bambini e due gli adulti morti nel crollo della scuola a Città del Messico per il terremoto di ieri. A riferirlo è stato il presidente messicano Enrique Pena Nieto, che nella notte ha visitato il collegio 'Enrique Rebasamen' della capitale. "Sfortunatamente sono morti dei bambini. Sono stati trovati 22 corpi", due dei quali di "adulti", ha detto il presidente, ricordando d'altra parte che ci sono 30 bambini e otto adulti "dispersi".

05:34Messico, almeno 150 le vittime del terremoto

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 20 SET - E' di circa 150 morti il bilancio del violento terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito ieri il centro del Messico. Otto bambini e la loro maestra sono rimasti vittime del crollo di una scuola nella capitale. Altri 14 bimbi sono stati tratti in salvo. Sotto le macerie della 'Enrique Rebsamen' ci sono ancora almeno due bambini. nello stato di Morelos hanno perso la vita 55 persone, 49 a Città del Messico, 32 a Puebla, 10 nello stato del Messico e tre in quello di Guerrero.

00:45Calcio: Barcellona-Eibar 6-1, Messi ne fa quattro

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Il Barcellona ha travolto l'Eibar nel secondo anticipo della Liga, battendolo per 6-1. Un successo che, dopo cinque turni, proietta momentaneamente i blaugrana a 15 punti, +5 sul Siviglia. Protagonista della goleada al Camp Nou è stato Lionel Messi, autore di quattro reti (la prima su rigore). A segno anche Paulinho e Denis Suarez. Per l'Eibar gol della bandiera dell'Eibar con Sergi Enrich.

Archivio Ultima ora