Mattarella, sempre via del dialogo, no a nuova guerra fredda

(ANSA) – ROMA, 13 OTT -“E’ indispensabile che si ponga fine all’irragionevole momento di tensione, la cui pericolosità vivono, quotidianamente, i nostri militari. Le esibizioni di forza, il continuo saggiare le forze, sono solo l’avvio di escalation per smontare le quali occorrono poi anni di ripristino di reciproca fiducia. Va affermata con priorità, naturalmente, la regola del ristabilimento della legalità internazionale. La via del dialogo rimane centrale”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella intervenendo alla cerimonia dei 65 anni del Nato Defence College facendo riferimento al “dibattito sulla minaccia proveniente da Est” sul quale, sottolinea, “non è mancato chi ha assimilato le frizioni dell’ultimo periodo a un ritorno alla “guerra fredda”. Ma – avverte il capo dello Stato – nessuno può riportare indietro la storia”.

Condividi: