Eurodiputados piden resolver “la crisis humanitaria” de Venezuela

Pubblicato il 13 ottobre 2016 da redazione

Eurodiputados piden resolver “la crisis humanitaria” de Venezuela

Eurodiputados piden resolver “la crisis humanitaria” de Venezuela

BRUSELAS .- Una vez más la subcomisión de Derechos Humanos del Parlamento Europeo exige a la Unión Europea que interceda para ayudar a resolver la crisis humanitaria en Venezuela y ayudar a los presos políticos.

La eurodiputada del grupo liberal ALDE, Beatriz Becerra, vicepresidenta de esta subcomisión, señaló que el presidente Nicolás Maduro realiza “detenciones arbitrarias” y se rehúsa a recibir ayuda humanitaria desde el exterior.

“Esta actitud del Gobierno está sumiendo a la población en una situación de absoluto desamparo. Hay que pasar de la preocupación a la acción desde las instituciones europeas y ayudar a nuestros compatriotas detenidos en Venezuela”, afirmó.

Por otro lado, la directora ejecutiva del Instituto Casla de Praga y coordinadora internacional del Foro Penal Venezolano, Tamra Suju, denunció un total de 2.300 arrestos por motivos políticos en Venezuela “en los últimos cinco meses”.

“De esa cifra de personas arrestadas” subrayó “24 están condenadas y 77 detenidas por procesos judiciales pendientes”.

Además señaló que “un total de 2.055 personas arrestadas en los últimos dos años siguen teniendo procesos penales abiertos”.

Por su parte, la presidenta de VenEuropa, Patricia Betancourt, denunció sobre los casos de cuatro españoles repartidos en distintas cárceles los cuales “comparten con el resto de presos políticos las mismas ilegalidades y condiciones inhumanas”.

En este sentido, instó al parlamento europeo que haga lo posible por conocer la situación en la que están estos ciudadanos europeos.

Betancourt pidió que “se active” una delegación de eurodiputados “que viaje lo antes posible a Venezuela e incluya en la visita a los presos políticos europeos.

Ultima ora

21:00Venezia: ancora degrado, fa pipì contro muro hotel Danieli

(ANSA) - VENEZIA, 19 AGO - E' l'estate del degrado e della maleducazione che debordano questa a Venezia dove, dopo i turisti che fanno tuffi e bagni nel canali come in piscina, si è visto pure un uomo urinare in pieno giorno contro un muro dell'hotel 'Danieli', 5 stelle tra i più esclusivi al mondo, uno dei simboli della città. L'uomo, piegato verso la parete in atteggiamento inequivocabile, è stato ripreso con lo smartphone da un veneziano, che poi, dal proprio profilo Facebook, ha messo on line il filmato del nuovo sfregio alla città lagunare. Il tutto in Riva degli Schiavoni, davanti al bacino di San Marco, con i turisti che passavo al fianco dell'incivile incontinente, che non è però stato individuato.

20:58Finlandia: italiana ferita era con figlia sei mesi

(ANSA) - FIRENZE, 19 AGO - Lisa Biancucci, la ricercatrice rimasta ferita nell'attentato di Turku, quando ha subito l'aggressione era con la figlia di sei mesi nel passeggino. Il particolare è stato reso noto dallo zio della donna che vive come gli altri familiari a Bibbiena, la cittadina aretina di cui è originaria la giovane studiosa e dove Lisa Biancucci si trovava fino a sabato scorso, quando è ripartita con il marito per Turku: è era venuta a Bibbiena per far battezzare la piccola. (ANSA).

20:51In codice rosso 4 ore per trasferimento,muore 23enne

(ANSA) - NAPOLI, 19 AGO - Ricoverato in codice rosso, aspetta quattro ore per essere trasferito in un altro ospedale per l'esecuzione di una agioTac. Ore che sarebbero risultate fatali per un 23enne che, a Napoli, è morto il giorno dopo il ricovero. E' quanto rende noto il consigliere regionale della Campania, Francesco Borrelli che diffonde la denuncia presentata dal responsabile del Pronto Soccorso del Loreto Mare Alfredo Pietroluongo dove, tra l'altro, si legge che si è verificata una "inosservanza ai più elementari doveri professionali".

20:41Migranti: Serracchiani, Minniti in FVG il 5 settembre

(ANSA) - TRIESTE, 19 AGO - Il ministro dell'Interno, Marco Minniti, sarà in Friuli Venezia Giulia il primo 5 settembre "per fare il punto con i prefetti e le forze dell'ordine" sulla situazione dei migranti in regione. Lo ha reso noto, in serata, la Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, riferendo che Minniti "ha risposto positivamente all'invito della Regione" che nei giorni scorsi gli aveva inviato una lettera per rappresentare la situazione dei migranti in regione, con particolare riferimento a quella "complessa di Gorizia e del suo territorio".

20:32Turista romano ucciso in Brasile

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - Lo hanno ritrovato in uno stanzino, riverso a terra in una pozza di sangue. Massimiliano Bottoni, turista italiano di 54 anni, è stato ucciso ad Armação de Búzios, in Brasile. Secondo le prime informazioni rilasciate dagli investigatori e dai media locali, sembra che ad ucciderlo, a coltellate, sia stata una prostituta, la 28enne Amanda Cabral Vasconcellos, dopo averlo ospitato per tre giorni in casa sua. La donna è stata arrestata insieme con Paulo Giovani Carvalho de Oliveira, un 36enne sospettato di essere una delle persone ingaggiate dalla prostituta per nascondere il corpo di Bottoni. Il movente dell'atroce delitto non è ancora stato chiarito, anche se sembra possa esserci stata una lite al termine di un festino organizzato a casa della donna arrestata. A Roma gli amici di Bottoni sono sotto shock, stentano ancor a credere a quanto sia successo. "Non era certo quel tipo di persone che si mette nei guai", racconta Giuseppe, al fianco di Massimiliano dai tempi delle scuole medie.

20:30Cancello fuori dai binari, bimbo muore vicino Roma

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - Il cancello è uscito improvvisamente dai binari e lo ha schiacciato: un bambino di 4 anni, in vacanza con la mamma e la sorellina di un anno, è morto oggi pomeriggio ad Anzio, località balneare vicino a Roma. La notizia è stata diffusa dalla compagnia di elisoccorso Elitaliana che è intervenuta sul posto. I medici hanno tentato di rianimare il piccolo per 45 minuti, ma senza successo.

20:24Calcio: Serie A, Juventus-Cagliari 3-0

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - Tutto facile per la Juventus che, nell'esordio del campionato di Serie A, batte il Cagliari in casa per 3-0. Di Mandzukic, Dybala e Higuain le reti del successo dei bianconeri che, quando il punteggio era sull'1-0, hanno rischiato di essere raggiunti dai sardi, a causa di un rigore concesso dall'arbitro Maresca con l'ausilio della Var. Ci ha pensato Buffon a rimediare, parando la conclusione sbilenca di Farias e mantenendo imbattuta la propria porta.

Archivio Ultima ora