Referendum, Capriles Radonski avverte sul pericolo di una sentenza negativa della Corte

Referendum, Capriles Radonski avverte sul pericolo di una sentenza negativa della Corte
Referendum, Capriles Radonski avverte sul pericolo di una sentenza negativa della Corte

CARACAS – Il pericolo esiste e, stando a quanto commentato da esponenti dell’Opposizione, è sempre più concreto. La Corte potrebbe emettere una sentenza per bloccare preventivamente la realizzazione del Referendum.

Hernique Capriles Radonski, governatore dello Stato Miranda ed esponente del Tavolo dell’Unità ha affermato che la sentenza, stando a voci raccolte, potrebbe essere emessa la notte del prossimo 13 o 14 ottobre.

– La sentenza preventiva, che bloccherebbe la realizzazione del referendum – ha detto il governatore -, sarebbe emessa questa sera o domani notte. Se ciò dovesse avvenire, dobbiamo scendere in strada e cominciare la “toma” di Caracas. I cittadini devono difendere i propri diritti.

Per il momento, stando all’esponente dell’Opposizione, la Corte sarebbe divisa sul provvedimento.
– Alcuni magistrati – ha precisato – sanno quanto potrebbe essere pericoloso pretendere di negare un diritto ai cittadini.

Intanto, stando sempre a voci di corridoio, la giornata organizzata dal Tavolo dell’Unità il 12 ottobre, data in cui è stata commemorata in tutto il mondo la scoperta dell’America, si sarebbe conclusa con un discreto successo, nonostante le provocazioni di alcuni gruppi violenti presumibilmente “chavistas”.

Il Tavolo dell’Unità, nei prossimi giorni, correggerà alcuni dettagli nella strategia che dovrebbe permettere di ottenere oltre il 20 per cento delle firme per il Referendum. E’ proprio su questo che scommette l’alleanza dell’opposizione per obbligare il Consiglio Nazionale Elettorale a non indugiare più e a stabilire una data entro l’anno per la consulta popolare.