Se l’autobus ritarda, scatta il rimborso

Pubblicato il 13 ottobre 2016 da ansa

verso rimborso immediato se bus ritarda

verso rimborso immediato se bus ritarda

ROMA. – Arriva il primo sì a quella che si preannuncia come una rivoluzione per chi viaggia su bus e metro, con la possibilità di essere risarciti se il mezzo ritarda. La commissione Trasporti della Camera ha, infatti, messo giù una bozza di parere che dà il benvenuto alle regole contenute nel decreto Madia sui servizi pubblici locali. Anzi, sui diritti dei pendolari i deputati invitano a fare ancora di più, prevedendo che il rimborso avvenga subito, o meglio “sia effettuato al termine del servizio di trasporto, a semplice esibizione del titolo di viaggio e senza ulteriori formalità”.

Ma non è l’unica novità in fatto di servizi pubblici. Il premier Matteo Renzi ha ribadito la volontà di “tornare a fare i concorsi”, per “avere tra infermieri, forze dell’ordine e – ha detto – spero medici, 10 mila unità”. Insomma, si tratta di sbloccare il turnover, nei settori dove ci sono ricadute immediate sui cittadini, come appunto la sanità, mentre “nei palazzi romani”, ha sottolineato Renzi, l’asticella resterà ferma al 25% (ne entra uno per quattro che escono).

Intanto però i sindacati rilanciano l’allarme sugli esuberi nelle partecipate pubbliche. Cgil, Cisl e Uil hanno scritto una lettera al Governo per chiedere un incontro “urgente”. Le tre sigle temono che la sforbiciata possa produrre “effetti negativi” sui lavoratori, per cui stimano fino a 100 mila posti a rischio. A marzo dovrebbero essere stilati i primi elenchi delle eccedenze, da smaltire attraverso un’operazione di mobilità che ricalcherà il modello Province.

A proposito di mobilità e cambiamenti, il premier ha invitato a rottamare “la filosofia Checco-Zaloniana”. Il riferimento va anche ai dirigenti e alla riforma ora all’esame del Parlamento. Deputati e senatori sono infatti alle prese con i diversi decreti Madia e tra questi sta ormai completando il percorso il provvedimento con le novità per il Tpl.

Sul punto la commissione Trasporti di Montecitorio propone un’aggiunta al testo che dà forza a quanto già scritto nel decreto, secondo cui quando si aspetta più di un’ora, o anche solo mezz’ora se in città, scatta l’obbligo da parte dell’azienda di ripagare il biglietto al malcapitato, a meno che i problemi derivino da scioperi o calamità naturali e, specifica il parere, “fermo restando il rispetto delle regole di validazione” stabilite dai singoli gestori.

In effetti oggi ne esistono diversi tipi e alcuni offrono la possibilità di coprire più di una corsa, avendo per esempio una scadenza legata non alla tratta ma al tempo. La novità sui rimborsi sin dalla sua prima apparizione ha suscitato clamore e non pochi si sono interrogati sul ‘come’. Il Consiglio di Stato, pur non entrando nel merito della questione, aveva suggerito lo stralcio dal decreto Madia di tutta la parte relativa ai trasporti.

Ora dai deputati giunge l’indicazione opposta, perché si tratta di misure “in grado di determinare un decisivo ammodernamento”. Il parere definitivo di Montecitorio arriverà la prossima settimana e lo stesso dovrebbe accadere al Senato. A quel punto la palla ripasserà nel campo del Governo.

(di Marianna Berti/ANSA)

Ultima ora

12:29Fisco: ragioniere evade imposte, sequestri per 1,3 milioni

(ANSA) - TARANTO, 06 DIC - Militari della Guardia di Finanza di Martina Franca hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo "per equivalente" di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie per un ammontare complessivo di 1 milione e 250 mila euro, nei confronti di un ragioniere titolare di uno studio commercialistico nella città della Valle d'Itria. Il provvedimento cautelare, emesso dal gip del Tribunale di Taranto, su proposta della Procura della Repubblica, scaturisce da una verifica fiscale eseguita dalle Fiamme Gialle, all'esito della quale è stato accertato che il professionista ha sottratto a tassazione ricavi per 2 milioni e 400 mila euro ed evaso Iva per 485 mila euro. Il ragioniere è stato denunciato per infedele presentazione delle dichiarazioni fiscali. L'ammontare complessivo del sequestro è pari al totale delle imposte evase in materia di Imposte dirette e Iva.

12:23Francia: Bruno Le Roux nuovo ministro dell’Interno

(ANSA) - PARIGI, 6 DIC - Bruno Le Roux, fino ad oggi capogruppo socialista all'Assemblea nazionale, è stato nominato dal presidente Francois Hollande nuovo ministro dell'Interno al posto di Bernard Cazeneuve, diventato primo ministro. Nel minirimpasto seguito alle dimissioni di Manuel Valls, candidato alle primarie socialiste, André Vallini diventa sottosegretario per i rapporti con il Parlamento al posto di Jean-Marie Le Guen, nominato sottosegretario allo Sviluppo e alla Francofonia.

12:22Pensionati truffavano banche, tre arresti nel Tarantino

(ANSA) - TARANTO, 6 DIC - Ottenevano finanziamenti presentandosi in banca e nelle finanziarie con nomi falsi e muniti di documenti d'identità e certificati di reddito contraffatti: con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla falsità materiale commessa da privato, uso di atto falso, sostituzione di persona e truffa, tre uomini di 69, 65 e 56 anni sono stati posti agli arresti domiciliari dai carabinieri di Taranto. Gli arresti sono stati eseguiti sulla base di un'ordinanza di custodia cautelare. Le indagini hanno riguardato il periodo compreso tra l'autunno del 2015 e i primi mesi del 2016. Un istituto bancario segnalò la presenza di un uomo che si era presentato con un documento contraffatto e aveva acceso un conto corrente sul quale i funzionari di banca avevano appurato fosse già pervenuto un bonifico di 27.000 euro da parte di una finanziaria. Gli accertamenti hanno permesso di documentare finanziamenti illeciti per circa 111.150 euro. (ANSA).

12:20Calcio:Inter,agente Gabigol’scontento,situazione va risolta’

(ANSA) - MILANO, 06 DIC - "Gabriel Barbosa non è contento all'Inter, al di là dell'ottimo rapporto con i compagni di squadra. Il problema è in campo perché non sta avendo alcuna chance di giocare. Tornerò in Italia a gennaio per risolvere questa situazione una volta per tutte". E' lo sfogo di Wagner Ribeiro, agente di Gabigol, che a Radio Bandeirantes, si lamenta per la gestione dell'attaccante brasiliano. Gabigol finora e' stato utilizzato solo 16' contro il Bologna e ora si parla gia' di una cessione in prestito a gennaio. "La possibilità di tornare in Brasile nel 2017 è difficile ma esiste. E' difficile perché prima di tutto - spiega l'agente - vorrebbe dire tornare da sconfitto, secondo perché se dovesse lasciare l'Inter e tornare in prestito, perderebbe il posto da extracomunitario che è stato occupato quando è stato acquistato. Se andasse invece in un'altra squadra italiana, potrebbe tornare a luglio da comunitario. E questo potrebbe succedere solo se restasse in Italia".

12:20Maltempo: frane e allagamenti nel Nuorese e in Ogliastra

(ANSA) - NUORO, 6 DIC - Disagi per il maltempo in Ogliastra e nel Nuorese.La pioggia incessante che batte da ieri sera sulla costa orientale della Sardegna ha provocato frane e allagamenti. Un grosso smottamento sulla Sp 23 Arzana-Lanusei ha travolto un'auto all'interno della quale viaggiavano due giovani, fortunatamente illesi, che sono stati tratti in salvo dai vigili del fuoco. La strada è stata chiusa in più punti ma è stata riaperta a metà mattinata. A Barisardo,sempre in Ogliastra, è stato distrutto il tappeto erboso del campo sportivo che è stato sollevato dall'acqua rendendo la struttura inagibile. Allagamenti anche a Tortolì e in tante abitazioni sono intervenuti i vigili del fuoco.Danni anche nel Nuorese, in particolare sulla Sp 3 Bitti-Onanì,dove il distacco di massi dalla parete rocciosa ha imposto la parziale chiusura al traffico della provinciale: in via precauzionale è stata interdetta la circolazione su una corsia in attesa di un intervento di bonifica. Sul posto i vigili del fuoco del Comando provinciale di Nuoro.(ANSA).

12:18Mo: raggiunta intesa su legge sanatoria avamposti ebraici

(ANSAmed) - TEL AVIV, 6 DIC - Il parlamento israeliano (Knesset) ha approvato in lettura preliminare la proposta di legge di sanatoria di migliaia di case negli avamposti ebraici, costruiti anche su terra privata palestinese, in Cisgiordania. La legge - votata da 60 deputati contro 49 e frutto di un accordo tra la destra di governo e il partito centrista 'Kulanu' - prevede anche che l'avamposto di Amona, origine del problema, sia spostato dall'attuale locazione ad un'altra su terra palestinese non reclamata. L'intesa ha sbloccato un dossier che ha travagliato la maggioranza di governo. L'avamposto di Amona per la Corte Suprema deve essere sgomberato entro la seconda metà di dicembre e in ogni caso sulla mediazione raggiunta tra i partiti di maggioranza pende ancora la decisione dell'Avvocatura generale dello Stato. Gli abitanti di Amona hanno già fatto sapere di essere contrari all'intesa raggiunta e di non voler lasciare l'avamposto. Il rappresentante Onu Nicolay Mladenov ha ribadito l'opposizione alla proposta di legge che "diminuirebbe le prospettive di pace" (ANSAmed)

12:16Calcio: Snai e Telethon ancora insieme per la ricerca

(ANSA) - ROMA, 6 DIC - Una scommessa di cuore. Senza aspettativa di vincita, ma con la certezza di aver aiutato una buona causa, quella di Telethon e della ricerca sulle malattie genetiche rare. È il significato dell'iniziativa Il gioco fa rotta sulla ricerca, a cui Snai, attraverso la fondazione del Gruppo, iZilove Foundation, dà il proprio sostegno. Partecipare è facile, fino al prossimo 25 gennaio: basta andare in uno dei punti vendita Snai o sale iZiplay (1600 tra agenzie e corner in tutta Italia), oppure cliccare su snai.it e fare la propria giocata su un palinsesto speciale, in cui 1, X e 2 serviranno solo come segni convenzionali per la raccolta fondi. La campagna di quest'anno si chiama #presente e troverà spazio con materiali informativi nelle agenzie Snai e iZiplay. ''La ricerca scientifica - dice Fabio Schiavolin, ad del Gruppo Snai - è l'unico mezzo che conosciamo per arrivare alla cura delle malattie genetiche''.

Archivio Ultima ora