Regeni: bandiere a mezz’asta e listate a lutto a Fiumicello

(ANSA) – TRIESTE, 13 OTT – Bandiere a mezz’asta e listate a lutto daL pomeriggio sul Municipio e su tutti gli edifici comunali, a cominciare dalle scuole, di Fiumicello (Udine), “finché non sarà raggiunta piena verità e giustizia sulla morte di Giulio Regeni”, il giovane ricercatore friulano ucciso in Egitto in circostanze ancora da chiarire. A deciderlo è stata la Giunta Comunale di Fiumicello, paese natale di Giulio Regeni, che ha deciso anche di esporre lo striscione di Amnesty International “Verità per Giulio Regeni” su tutti gli edifici istituzionali presenti sul territorio comunale. “Ci sentiamo offesi dalla decisione del sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza di rimuovere lo striscione dalla facciata del municipio del capoluogo di Regione – spiega il vicesindaco di Fiumicello, Alessandro Dejust – e vogliamo ribadire il nostro impegno contro ogni forma di tortura e di violazione dei diritti umani, come quelle che hanno riguardato Giulio Regeni”.

Condividi: