Finisce età dell’oro, calano le fortune dei miliardari

Pubblicato il 14 ottobre 2016 da ansa

Wang Jianlin, tycoon del colosso Wanda

Wang Jianlin, tycoon del colosso Wanda

ROMA. – Miliardari ‘sotto pressione’. La loro ricchezza è diminuita lo scorso anno di 300 miliardi di dollari, dopo essere cresciuta di sette volte negli ultimi vent’anni. Complessivamente 1.400 super ricchi si sono spartiti 5.100 miliardi – secondo il report di Ubs e Pwc ‘Are billionaires feeling the pressure?’ – 3,7 miliardi a testa. Si tratta di una cifra ancora stellare per i comuni cittadini ma, per i signori del denaro, ha significato una perdita del 7,5% in un solo anno.

Le difficoltà hanno colpito i magnati di tutti i settori a partire dalle materie prime e dall’industria, con la sola eccezione delle imprese sanitarie. Nel momento in cui un miliardario corre per la Cassa bianca, così, la categoria appare in difficoltà come non accadeva da decenni.

“Dopo più di vent’anni di eccezionale creazione di ricchezza, la seconda età dell’oro è entrata in una fase di stallo”, sostengono Ubs e Pwc, che attribuiscono le sofferenze dei super ricchi alla deflazione delle materie prime e all’apprezzamento del dollaro Usa, oltre a problemi nel passaggio dei patrimoni alle nuove generazioni.

Da una parte infatti c’è l’Asia che, sulla spinta della Cina, sforna nuovi miliardari al ritmo di uno ogni tre giorni. Dall’altra parte, invece, c’è un club di vecchi Paperoni – uno su tre ha più di 70 anni – in difficoltà su come lasciare il loro impero a figli e nipoti che, osservano Ubs e Pwc, spesso sono millennial non interessati a un impegno nell’azienda di famiglia.

La ricerca stima che nei prossimi 20 anni saranno trasmesse in eredità fortune per 2.100 miliardi di dollari, l’equivalente del Pil di un paese come l’India. Come avverrà questo passaggio sarà un aspetto centrale per determinare se ci troviamo davanti a una pausa dell’età dell’oro dei signori del denaro o a qualcosa di più.

Spesso infatti, negli ultimi 20 anni, la trasmissione agli eredi non ha funzionato: il 90% dei patrimoni che sono scesi sotto la soglia del miliardo di dollari dal 1995 non si è preservato oltre le prime e le secondo generazioni. Solo in Europa la maggioranza delle grandi ricchezze è sopravvissuta al passaggio dai capostipite ai discendenti e il 54% dei super ricchi ha ereditato la propria fortuna. La quota scende al 33% negli Stati Uniti e al 15% nella regione dell’Asia e del Pacifico, dove oltre otto miliardari su dieci sono selfmade men.

E’ questo il caso dei magnati che guidano la classifica dei cinesi più ricchi stilata dalla rivista Hurun. Al primo posto si conferma Wang Jianlin, tycoon del colosso Wanda, che spazia dall’immobiliare all’entertainment, con 32,1 miliardi di dollari. La seconda posizione è stata mantenuta da Jack Ma, fondatore della piattaforma e-commerce Alibaba, seguito da Ma Huateng della compagnia it Tencent e dal fenomeno Yao Zhenhua, le cui fortune si sono moltiplicate nove volte in un anno fino a 17,1 miliardi, portandolo dal 231mo al quarto posto.

(di Chiara Munafò/ANSA)

Ultima ora

12:55Ex capo Confcommercio a cascate Niagara con soldi pubblici

(ANSA) - NAPOLI, 28 GIU - Ha utilizzato i soldi della Camera di Commercio di Napoli per una gita, per sei persone, alle Cascate del Niagara. É accusato di questo Pietro Russo, 76 anni, fino al gennaio 2017 presidente della Confcommercio di Napoli: è gravemente indiziato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e turbata libertà degli incanti. In particolare Pietro Russo, quale presidente dell'associazione, ha rappresentato falsamente alla Camera di Commercio la regolare esecuzione del progetto Confcommercio 'Esperienza a confronto', iniziativa ammessa al contributo per 48mila euro. Di questi fondi, 26mila euro sono stati utilizzati per una gita alle cascate del Niagara per sei persone. Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Napoli ha oggi eseguito un'ordinanza impositiva del sequestro preventivo dei circa 26mila euro nel confronti della Confcommercio di Napoli.

12:53Antimafia: maggioranza lavora a modifiche su reati contro Pa

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Si annunciano aggiustamenti al Ddl che modifica il codice delle leggi Antimafia e delle misure di prevenzione. "Il problema dei problemi" come ha spiegato il relatore Giuseppe Lumia è l'inserimento, fatto alla Camera, "dei reati contro la pubblica amministrazione nel novero dei reati inseriti nel catalogo, insieme a quelli di mafia, di terrorismo e di altri reati associativi, per i quali si possono applicare le misure di prevenzione, sia quelle personali che patrimoniali". "La discussione è aperta", ha assicurato Lumia e la riunione di maggioranza in corso dovrebbe risolvere proprio questo nodo. Le strade che si potrebbero percorre sono due, come indicato nell'intervento in Aula dallo stesso Lumia: legare l'applicazione di prevenzione ai delitti contro la Pubblica amministrazione solo se commessi in forma associativa (416 codice penale) oppure espungere dal provvedimento i reati di minore allarme sociale.

12:51Migranti: Meloni, invasione senza fine, ma Pd vuole ius soli

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - "Invasione senza fine: altri 13.500 clandestini sbarcati solo negli ultimi due giorni. Nel frattempo il Governo e il Pd si adoperano per regalare la cittadinanza italiana a tutti grazie allo ius soli. La visione di Fratelli d'Italia è molto diversa: subito un blocco navale al largo della Libia per impedire ai barconi di partire, espulsione dei clandestini e concessione della cittadinanza italiana solo a chi ama l'Italia, dimostra di essersi integrato e di condividere la nostra cultura e le nostre leggi". Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

12:50M5s: Casaleggio lascia Roma dopo visita lampo

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Davide Casaleggio, figlio del co-fondatore del Movimento 5 Stelle, ha lasciato questa mattina l'albergo dove ha soggiornato un paio di giorni per la visita lampo che ha fatto a Roma dopo le elezioni comunali. Nel breve soggiorno nella Capitale, Casaleggio ha incontrato la sindaca di Roma, Virginia Raggi, alla quale ha assicurato la sua vicinanza e il suo sostengo, i deputati che assistono il lavoro dell'amministrazione capitolina, Riccardo Fraccaro e Alfonso Bonafede, il candidato premier in pectore Luigi Di Maio e i parlamentari, sia deputati che senatori, con i quali ha messo a punto la strategia per la definizione finale del programma di Governo.

12:48Tassi usurari fino al 272%, tre arrestati nel Napoletano

(ANSA) - TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI), 28 GIU - Su prestiti di poche migliaia di euro applicavano tassi usurari che andavano dal 160 al 272%. Per questo motivo 5 persone (tre uomini e due donne, tre dei quali appartenenti allo stesso nucleo familiare) sono state colpite da un'ordinanza di misura applicativa. Tre sono finiti in carcere, due sono stati raggiunti del divieto di dimora a Castellammare di Stabia (Napoli), dove si sono svolti i fatti finiti nel mirino dei carabinieri della locale Compagnia, che hanno eseguito l'ordinanza emessa dal Gip di Torre Annunziata su richiesta della Procura. L'indagine, diretta dalla Procura di Torre Annunziata e condotta dal Nucleo Operativo dei carabinieri trae origine dalla denuncia di una delle vittime. La donna aveva dichiarato agli inquirenti che, nell'aprile 2014, a causa di difficoltà economiche, aveva chiesto a una delle persone coinvolte un prestito di 1.100 euro, a fronte della richiesta di una rata mensile di 250 euro (con un interesse pari al 272% annuo).

12:47Yara: appello parte con parola a Pg, decisione a metà luglio

(ANSA) - MILANO, 28 GIU - Potrebbe arrivare già a metà luglio, tra il 14 e il 17, una decisione nel processo d'appello a carico di Massimo Bossetti, il muratore di Mapello condannato all' ergastolo in primo grado dalla Corte d'Assise di Bergamo quasi un anno fa, il primo luglio 2016, per l'omicidio della 13enne Yara Gambirasio, scomparsa il 26 novembre del 2010 da Brembate di Sopra e trovata morta in un campo di Chignolo d'Isola tre mesi dopo. Il procedimento di secondo grado comincerà venerdì prossimo, 30 giugno, davanti alla Corte d'Assise d'appello di Brescia (presidente Enrico Fischetti). La Corte, poi, ha già stilato un calendario che prevede altre udienze il 6, il 10 e il 14 luglio, giorno in cui, se tutto si svolgerà entro i tempi e senza sorprese o intoppi, i giudici potrebbero già uscire dalla camera di consiglio con una decisione: la sentenza o un provvedimento di riapertura del processo.

12:40Calenda, non serve nuovo partitino, ma “piano industriale”

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - "Già dato (Scelta Civica) e non ha funzionato (eufemismo). Non è roba per me. Più che ennesimo partitino serve "piano industriale" serio per l'Italia". Così il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, risponde su twitter a un utente che posta: "Capisco che non è semplice, ma perché non fate un nuovo partito? @matteorenzi @CarloCalenda".

Archivio Ultima ora