Finisce età dell’oro, calano le fortune dei miliardari

Pubblicato il 14 ottobre 2016 da ansa

Wang Jianlin, tycoon del colosso Wanda

Wang Jianlin, tycoon del colosso Wanda

ROMA. – Miliardari ‘sotto pressione’. La loro ricchezza è diminuita lo scorso anno di 300 miliardi di dollari, dopo essere cresciuta di sette volte negli ultimi vent’anni. Complessivamente 1.400 super ricchi si sono spartiti 5.100 miliardi – secondo il report di Ubs e Pwc ‘Are billionaires feeling the pressure?’ – 3,7 miliardi a testa. Si tratta di una cifra ancora stellare per i comuni cittadini ma, per i signori del denaro, ha significato una perdita del 7,5% in un solo anno.

Le difficoltà hanno colpito i magnati di tutti i settori a partire dalle materie prime e dall’industria, con la sola eccezione delle imprese sanitarie. Nel momento in cui un miliardario corre per la Cassa bianca, così, la categoria appare in difficoltà come non accadeva da decenni.

“Dopo più di vent’anni di eccezionale creazione di ricchezza, la seconda età dell’oro è entrata in una fase di stallo”, sostengono Ubs e Pwc, che attribuiscono le sofferenze dei super ricchi alla deflazione delle materie prime e all’apprezzamento del dollaro Usa, oltre a problemi nel passaggio dei patrimoni alle nuove generazioni.

Da una parte infatti c’è l’Asia che, sulla spinta della Cina, sforna nuovi miliardari al ritmo di uno ogni tre giorni. Dall’altra parte, invece, c’è un club di vecchi Paperoni – uno su tre ha più di 70 anni – in difficoltà su come lasciare il loro impero a figli e nipoti che, osservano Ubs e Pwc, spesso sono millennial non interessati a un impegno nell’azienda di famiglia.

La ricerca stima che nei prossimi 20 anni saranno trasmesse in eredità fortune per 2.100 miliardi di dollari, l’equivalente del Pil di un paese come l’India. Come avverrà questo passaggio sarà un aspetto centrale per determinare se ci troviamo davanti a una pausa dell’età dell’oro dei signori del denaro o a qualcosa di più.

Spesso infatti, negli ultimi 20 anni, la trasmissione agli eredi non ha funzionato: il 90% dei patrimoni che sono scesi sotto la soglia del miliardo di dollari dal 1995 non si è preservato oltre le prime e le secondo generazioni. Solo in Europa la maggioranza delle grandi ricchezze è sopravvissuta al passaggio dai capostipite ai discendenti e il 54% dei super ricchi ha ereditato la propria fortuna. La quota scende al 33% negli Stati Uniti e al 15% nella regione dell’Asia e del Pacifico, dove oltre otto miliardari su dieci sono selfmade men.

E’ questo il caso dei magnati che guidano la classifica dei cinesi più ricchi stilata dalla rivista Hurun. Al primo posto si conferma Wang Jianlin, tycoon del colosso Wanda, che spazia dall’immobiliare all’entertainment, con 32,1 miliardi di dollari. La seconda posizione è stata mantenuta da Jack Ma, fondatore della piattaforma e-commerce Alibaba, seguito da Ma Huateng della compagnia it Tencent e dal fenomeno Yao Zhenhua, le cui fortune si sono moltiplicate nove volte in un anno fino a 17,1 miliardi, portandolo dal 231mo al quarto posto.

(di Chiara Munafò/ANSA)

Ultima ora

16:06Tennis: Torino vuole Coppa Davis e Fed Cup

(ANSA) - TORINO, 24 MAG - La candidatura della città di Torino ad ospitare le fasi finali della Coppa Davis e della Fed Cup per il triennio 2018-2020: questo il tema al centro della riunione che si è tenuta stamattina al ministero dello Sport. Erano presenti il ministro Luca Lotti, la sindaca di Torino, Chiara Appendino, il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, e i rappresentanti del Coni e della Federazione Tennis. La candidatura di Torino è stata presentata ufficialmente nei giorni scorsi e l'incontro di oggi, sottolineano i partecipanti, rappresenta il primo passo di un percorso condiviso. La decisione finale del board internazionale sulla scelta della sede arriverà nel mese di luglio, durante il torneo di Wimbledon.

15:46Tav:rapporti con recluso No Tav,ricorso contro licenziamento

(ANSA) - TORINO, 25 MAG - Una educatrice torinese di una cooperativa che opera nella casa circondariale 'Lorusso e Cutugno' è stata sospesa dall'incarico per avere intrattenuto rapporti con alcuni attivisti nell'area anarco-insurrezionalista e per aver pubblicato su Facebook foto di alcuni No Tav arrestati in segno di solidarietà. Il legale, l'avvocato Roberto Lamacchia, ha chiesto ai giudici del Tar la revoca del divieto di lavorare nel carcere delle Vallette. "Per tre anni lei ha svolto la sua attività nel padiglione dei tossicodipendenti, che nulla hanno a che fare con il Movimento No Tav, e l'ha fatto con buoni risultati - ha spiegato il legale - Tutto questo non determina l'esistenza di ragioni di sicurezza tali da allontanarla dal carcere". "Voglio riavere il mio lavoro - commenta Angela - Non mi è stato nemmeno permesso di salutare i ragazzi che seguivo". Alcuni autonomi hanno organizzato un presidio di solidarietà davanti agli uffici del Tar.

15:29M5s: La Rocca, se rinviata a giudizio non mi ricandido

(ANSA) - PALERMO, 24 MAG - "Se sarò rinviata a giudizio non mi ricandiderò alle regionali, come ho già annunciato nei giorni scorsi". Lo dice Claudia La Rocca, deputata dei 5stelle che si è auto-sospesa dopo avere ricevuto l'avviso di garanzia nell'inchiesta firme false della Procura di Palermo con la quale ha collaborato ammettendo di essere stata presente nel giorno della ricopiatura degli autografi di chi aveva firmato a sostegno della lista per le comunali del 2012.

15:27Manchester: Bonino, dobbiamo resistere culturalmente

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Attentato a Manchester? La sicurezza al 100% rispetto ai lupi solitari è impossibile. Ci saranno stati sicuramente degli errori nella prevenzione. Non dobbiamo cedere alla paura. Non dobbiamo dargliela vinta. Dobbiamo resistere culturalmente". Queste le parole di Emma Bonino presente stamani all'Università Statale di Milano.

15:22L.elettorale: Gelmini, nessun inciucio ma accelerazione urne

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Nessun Nazareno bis, nessun inciucio. Silvio Berlusconi con Forza Italia è impegnato a garantire una legge elettorale in grado di portare rapidamente gli italiani alle urne. Il centrodestra non ha bisogno di continui distinguo ma di una forte azione comune che racconti agli italiani qual è il Paese che vogliamo costruire". Così Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera.

15:21Boldrini, bene Confindustria su coesione e crescita

(ANSA) - ROMA, 24 MAY - "Ho trovato molto interessante l'accento posto sulla coesione e sulla crescita, così come mi è piaciuta l'insistenza sull'importanza di investire di più sui giovani". Lo dice la presidente della Camera Laura Boldrini a margine dell'Assemblea di Confindustria. "Ho anche trovato importante la sottolineatura sulla necessità di rafforzare una casa comune in Europa per le aziende, che se non saranno capaci di stare insieme non avranno uno spazio in futuro", aggiunge.

15:18Calcio: serie B, una giornata a Vignali

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Una giornata di squalifica a Vignali dello Spezia, espulso per doppia ammonizione nel primo turno dei playoff di Serie B. Il giocatore sconterà la squalifica nella prossima stagione, essendo stata la squadra ligure eliminata dal Benevento.

Archivio Ultima ora