Usa 2016: Trump ribatte su accuse, ‘complotto contro di me’

Donald Trump si difende dalle accuse sessuali affermando di essere il bersaglio di un complotto ordito contro di lui per abbatterlo, e al fine di giovare agli interessi dei grandi della finanzia e dei donatori di Hillary Clinton. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, che cita un consigliere di Trump, il candidato repubblicano potrebbe lanciare gia’ oggi l’attacco, sostenendo che in testa alla cordata ci sono banchieri e imprenditori tra cui il miliardario messicano Carlos Slim, secondo uomo piu’ ricco del mondo. Per il tycoon, Slim sarebbe motivato ad aiutare Hillary Clinton a vincere le elezioni, ma il Wsj ha riportato che il miliardario (azionista del New York Times e donatore della Clinton Foundation) ha gia’ negato di voler interferire nelle elezioni americane.

Condividi: