Bankitalia: il lavoro dipendente torna ai livelli pre-crisi

Pubblicato il 14 ottobre 2016 da ansa

Bankitalia: lavoro dipendente torna a livelli pre-crisi

Bankitalia: lavoro dipendente torna a livelli pre-crisi

ROMA. – La ripresa dell’economia italiana resta moderata, “modesta” rispetto a quella di altri Paesi europei, ma nei mesi estivi, dopo la crescita zero del secondo trimestre, il Pil ha ripreso leggermente a crescere. Per di più, e questo è un dato certo, in primavera il numero dei lavoratori dipendenti è tornato ai livelli precrisi e ad agosto – dopo otto mesi di crescita ininterrotta – il debito ha abbandonato i livelli record del mese precedente, scendendo di quasi 31 miliardi a 2.225 miliardi di euro.

A tracciare il quadro è Bankitalia che nel Bollettino economico di ottobre invita anche ad uno sforzo sul rilancio degli investimenti, in vista della manovra che approderà sul tavolo dei consiglio dei ministri. Nel secondo trimestre del 2016 il numero degli occupati ha continuato a salire. Il tasso di disoccupazione è diminuito lievemente perché, spiega Via Nazionale, la sua discesa è stata frenata dall’ulteriore aumento della partecipazione al mercato del lavoro dovuta al miglioramento delle prospettive occupazionali.

Bankitalia non fornisce numeri sulla crescita, né giudizi sui dati inseriti nella Nota di aggiornamento al Def, ma sottolinea che in Italia la ripresa continua “a ritmi moderati”. Nello scenario programmatico, rileva il Bollettino, si prospetta per il prossimo anno un’espansione più elevata di 0,4 punti rispetto al quadro tendenziale, all’1%.

“L’effetto delle misure che il Governo intende realizzare dipenderà dalla natura e dalle modalità degli interventi, i cui dettagli saranno specificati nella legge di bilancio”, si limita a notare la banca centrale che dà comunque le sue indicazioni: “per il sostegno alla crescita appare utile concentrarsi su misure per favorire gli investimenti, privati e pubblici, assicurando per questi ultimi il tempestivo utilizzo delle risorse”.

La copertura, spiega, potrebbe arrivare da operazioni di spending e andrebbe quindi ricercata “soprattutto in interventi di contenimento delle spese di funzionamento dell’amministrazione”. Gli investimenti, “non più frenati dalle condizioni di accesso al credito ma dalle prospettive della domanda ancora deboli”, sono la vera chiave di volta e, come dimostrano le analisi economiche, un ritorno ai ritmi precrisi, “oltre a rafforzare la ripresa ciclica, innalzerebbe la crescita potenziale in Italia di oltre mezzo punto percentuale”.

Bankitalia rassicura quindi anche sulla situazione delle banche, nonostante le turbolenze di Borsa e la questione, meno acuta ma ancora aperta, delle sofferenze. “Le quotazioni azionarie si sono ridotte nel corso dell’anno, per un ridimensionamento delle aspettative sulla redditività, ma si sono decisamente ridotti i premi per il rischio default”, si legge nel Bollettino, che definisce incerto e spalmato nel tempo il rapporto tra calo dei titoli e stretta del credito.

La fotografia dell’economia scattata da Bankitalia si affianca a quella dell’Istat sul sommerso: un universo che nel 2014 valeva da 211 miliardi, pari al 13% del Pil e che contava 3,7 milioni di posti irregolari.

Ultima ora

15:32Nardella, contro bivacchi turisti acqua su sagrati

(ANSA) - FIRENZE, 30 MAG - Acqua sui sagrati delle chiese e sui marciapiedi per contrastare i bivacchi dei turisti: è la nuova norma a tutela del decoro del centro di Firenze annunciata dal sindaco Dario Nardella. Il sindaco ne ha parlato oggi in diretta a un'emittente radiofonica. "Passeremo nelle ore di pranzo sia sulle gradinate delle chiese che sui marciapiedi delle strade dove ci sono più alimentari per bagnare e pulire i marciapiedi", ha spiegato Nardella "se il turista vorrà sedersi si bagnerà, anche se forse avremo qualche turista in meno a bivaccare sui marciapiedi".

15:29Gentiloni,impegno Italia su accordo Parigi non arretra

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - Abbiamo preso atto della posizione diversa degli Usa sulla questione dell'ambiente e del cambiamento climatico, "ma mi auguro che questa posizione si sciolga in senso positivo. In ogni caso è chiaro per l'Italia che il nostro impegno per gli accordi di Parigi continua ed è un accordo dal quale non vogliamo arretrare". Così il premier Paolo Gentiloni in conferenza stampa con il collega canadese Justin Trudeau a Villa Madama.

15:21Bimba di 4 mesi muore in ospedale Bari, Pm apre indagine

(ANSA) - BARI, 30 MAG - La Procura di Bari ha aperto un'indagine sulla morte di una bambina di quattro mesi nell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII. Il pm Baldo Pisani ipotizza il reato di omicidio colposo a carico di ignoti. Sulla base delle cartelle cliniche sequestrate dalla Polizia e della denuncia dei genitori della bambina, il magistrato sta identificando i sanitari che hanno avuto in cura la piccola per individuare eventuali responsabilità. La bambina è stata ricoverata due giorni fa nel reparto di malattie infettive con problemi respiratori e una diagnosi di bronchiolite. Fino a questa notte le sue condizioni sembravano stazionarie. Alle 2 c'è stata l'ultima poppata, poi la bambina è stata messa nella culla, dove si è addormentata. Intorno alle 5 è stata trovata morta. I genitori hanno chiamato la Polizia e sporto denuncia. Sarà l'autopsia ad accertare le cause della morte, se legate ai problemi respiratori di cui la bambina soffriva da alcuni giorni, oppure se si sia trattato di un rigurgito nel sonno.

15:14L. elettorale: Grasso, accelerazione? Noto rallentamento

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "Noto un rallentamento invece che un'accelerazione". Così il presidente del Senato Pietro Grasso risponde sorridendo al cronista di "Repubblica.It" che gli chiede se non noti un'accelerazione sulla legge elettorale. "Qualcuno aveva detto che si andava in Aula ala Camera il 5 giugno e invece adesso vedo che dovrebbe andarci il 12 quindi vedo che un rallentamento c'è stato. C'è una settimana di...". Ma Grasso non dice altro su tempistica né su possibile voto anticipato. "Sono al Senato e aspetto la legge elettorale", ribatte

15:12Ap, guardate che fa Borsa su ipotesi voto anticipato

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "L'allarme lanciato dal ministro Alfano sul rischio di elezioni anticipate anche se non vengono messi in sicurezza i conti pubblici è confermato dall'andamento dei mercati. Ieri, infatti, la borsa di Milano ha perso il 2% nonostante fosse una giornata tranquilla sugli altri mercati". A dirlo è Valentina Castaldini, portavoce nazionale di Alternativa Popolare. E conclude: "Se il Pd e la deputata Fregolent vogliono far finta di non vedere perché hanno fretta di votare per cavalcare l'onda del populismo facciano pure. Noi siamo e saremo sempre responsabili e teniamo più ai cittadini italiani".

15:02Calcio: Spalletti, Inter? Prendo contatti con chi voglio

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "Io spero che sia uno tra Di Francesco e Montella ad allenare la Roma il prossimo anno. Loro conoscono la Roma e hanno fatto vedere qualità umane oltre a quelle professionali. Entrambi poi non hanno cancellato il ricordo della Roma nonostante gli sviluppi professionali". Così Luciano Spalletti nella conferma stampa di addio alla panchina giallorossa. Il tecnico toscano non ha anticipato nulla sul proprio futuro, dribblando le domande sul probabile approdo all'Inter. "Sono una persona libera, prendo contatti con chi voglio da qui in avanti. Ma finora non è stato così - sottolinea -. Ci sarà chi reagirà in un modo chi in un altro dopo le mie scelte. Non mi disturberà più di tanto quello che si dirà. Io da qui in avanti comincio a parlare con chi vorrà far uso della mia persona: come allenatore, come metodo, come faccia. Organizzo il prossimo futuro se mi piace quello che uno mi propone".

14:59Calcio: Milan-Montella, rinnovo si avvicina

(ANSA) - SANTA MARGHERITA DI PULA (CAGLIARI), 30 MAG - Rinnovo in vista fra Vincenzo Montella e il Milan. Un incontro in mattinata in sede fra l'allenatore e la dirigenza rossonera avrebbe prodotto un'accelerazione verso l'intesa per prolungare di un anno, fino al 2019, la durata del contratto di Montella. L'intesa, secondo quanto filtra, non è stata ancora formalizzata.

Archivio Ultima ora