Desaparecidos: chieste a Roma 30 condanne all’ergastolo

Pubblicato il 14 ottobre 2016 da ansa

Desaparecidos: chieste a Roma 30 condanne all'ergastolo

Desaparecidos: chieste a Roma 30 condanne all’ergastolo

ROMA. – Trenta ergastoli ed una assoluzione. Sono le richieste di condanna fatte dalla Procura di Roma nell’ambito del processo a carico di ex Capi di Stato ed esponenti delle giunte militari e dei servizi di sicurezza di Bolivia, Cile, Perù e Uruguay in carica tra gli anni ’70 e ’80. Gli imputati sono accusati, a vario titolo della morte di 23 cittadini di origine italiana.

Nei confronti degli imputati si procede per omicidio plurimo aggravato e sequestro di persona. L’unica assoluzione è stata chiesta nei confronti del tenente di vascello Ricardo Eliseo Chavez Dominguez, uruguayano, capo delle operazioni speciali del Fusna (il servizio segreto della Marina Militare). Nei confronti degli imputati non è contestata la strage per un vizio di procedibilità riscontrata nell’ambito delle udienze preliminari.

Le attività di repressione degli oppositori avvennero all’ interno del cosiddetto Piano Condor. La chiusura dell’inchiesta risale a sei anni fa e riguardava 140 persone (tra le quali anche 59 argentini, 11 brasiliani e 6 paraguayani) ma problemi burocratici legati alla notifica e la morte di numerosi esponenti delle giunte militari hanno fatto scendere il numero delle persone a rischio processo.

Le indagini sono durate oltre dieci anni: una complessa attività investigativa ha cercato di risalire agli autori del “Piano Condor”, un vero e proprio accordo tra le diverse dittature di allora finalizzato all’ eliminazione di sindacalisti, intellettuali, studenti, operai e esponenti di sinistra.

Il primo caso di ‘desaparecido’ contemplato nel procedimento avviato a piazzale Clodio, piuttosto anomalo rispetto agli altri perché avvenuto prima dell’insediamento della giunta militare in Argentina, é quello legato all’uccisione di Alvaro Daniel Banfi, sequestrato in Argentina il 12 settembre 1974 e morto un mese e mezzo dopo.

L’inchiesta nel dicembre del 2007, portò all’emissione di circa 140 richieste di custodia cautelare di cui solo una fu eseguita nei confronti dell’uruguayano Nestor Jorge Fernandez Troccoli, 63 anni, già esponente dei servizi segreti della Marina accusato della morte di sei italiani.

Nell’elenco degli indagati comparivano anche i nomi dei i dittatori Jorge Rafael Videla (Argentina), Jorge Maria Bordaberry ed il suo successore Gregorio Alvarez (Uruguay), l’ex presidente del Perù (1975-80) Francisco Morales e l’ex primo ministro Pedro Richter Prada (1979-80).

“Non mi aspettavo nulla di diverso dalla requisitoria del pubblico ministero – ha commentato l’avvocato Luca Milano, difensore di alcuni imputati – ma del resto è la conferma che in questo processo non si è tenuto minimamente conto della posizione di alcuni Paesi, come ad esempio il Perù, che io rappresento nella difesa di tre imputati, che non hanno avuto nulla a che fare con i fatti contestati”.

(di Marco Maffettone/ANSA)

Ultima ora

11:39Afghanistan: talebani insistono, ‘via tutti i soldati Usa’

(ANSA) - KABUL, 22 AGO - Poco dopo il discorso del presidente Trump sulla nuova strategia per l'Afghanistan, i talebani hanno replicato che "fino a quando anche un solo soldato americano sarà presente sulla nostra terra, e l'America continuerà la sua politica di guerra, noi porteremo con determinazione e solennità la nostra 'jihad' (guerra santa) contro di loro. In un comunicato firmato da Zabihullah Mujahid, portavoce dell'Emirato islamico dell'Afghanistan, si sottolinea che Trump nella sua strategia "ha posto enfasi sulla presenza delle sue truppe di invasione nel nostro Paese. Ha definito l'Afghanistan come una minaccia per l'America. Non sembra che l'America voglia mettere fine alla sua prolungata guerra". "Invece di esaminare i fatti - dice ancora il comunicato - sembra che (gli Usa) siano fieri del loro potere della loro forza. Eppure negli ultimi 16 anni gli afghani hanno sottoposto gli invasori americani a dure prove".

11:29Usa: Trump oggi in Arizona, visita confine col Messico

(ANSA) - WASHINGTON, 22 AGO - Donald Trump visiterà oggi, a margine di un suo comizio in Arizona, una sezione del Confine tra Usa e Messico, mentre sta incalzando il Congresso perchè finanzi il muro anti-immigrazione. Lo rendono noto fonti della Casa Bianca. Il presidente si recherà nell'area di frontiera di Yuma, considerata una storia di successo per il calo dell'immigrazione dopo l'installazione di una barriera.

11:08Uomo bruciato vicino Aosta,su corpo anche fratture da trauma

(ANSA) - AOSTA, 22 AGO - Oltre ai segni di almeno due coltellate, sul corpo del giovane uomo trovato semicarbonizzato sabato scorso in una radura a Fenis (Aosta) risultano anche fratture nella zona mediale tra il bacino e la colonna vertebrale e tracce di un violento trauma causato da una caduta da diversi metri di altezza o da un investimento di un'auto. E' quanto sta emergendo - secondo quanto ha appreso l'ANSA - dai primi esami svolti dal medico legale Roberto Testi e dal radiologo Davide Machado. Alle 9.30 di oggi è ripresa l'autopsia nella camera mortuaria dell'ospedale Parini di Aosta. L'esame dovrebbe concludersi in giornata. Gli inquirenti sono al lavoro sull'identificazione della vittima. Uno degli elementi di indagine riguarda l'orologio di acciaio di scarso valore commerciale - fermo a venerdì pomeriggio - trovato a qualche centimetro dal corpo e probabilmente strappato da un animale che ha azzannato il cadavere. Le indagini dei carabinieri sono coordinate dal pm Eugenia Menichetti.(ANSA).

10:53Calcio: Francia, su Diego Costa ora c’è anche il Marsiglia

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Non solo Atletico Madrid. Su Diego Costa, da tempo in uscita dal Chelsea, ha messo gli occhi pure il Marsiglia. Lo rivela l'edizione online di As, citando il canale francese SFR Sport. Da diverse settimane, ormai, si parla del ritorno del centravanti brasiliano con passaporto spagnolo all'Atletico Madrid, ma l'operazione tarda a concludersi e intanto si fanno sotto altre squadre, come il Marsiglia, il club dove lavora l'ex portiere Andoni Zubizarreta, che si è detto disposto a offrire 30 milioni per il giocatore. La cifra è stata confermata dal presidente del club francese, Jacques-Henri Eyraud. "Di questo giocatore mi piace il carattere, la passione e la predisposizione alla lotta - ha detto -. E' vero, ha una situazione contrattuale complicata, ma, se tutto si aggiusta, potremmo arrivare a offrire 30 milioni. Nulla è impossibile". (ANSA).

10:52Italiano ferito di striscio da colpo pistola a New York

(ANSA) - VENEZIA, 22 AGO - Un uomo di 57 residente a Dolo nel veneziano è rimasto ferito, di striscio, da un colpo di pistola alla spalla sinistra mentre era in vacanza a New York. L'uomo voleva visitare il museo Meucci-Garibaldi a Staten Island ma, giunto sull'isola, ha sbagliato strada. Invece di andare verso il museo si è perso nelle vie del distretto newyorkese finendo in una zona poco sicura. Qui mentre cercava informazioni per raggiungere il museo è stato raggiunto, alle spalle, da un proiettile. Subito soccorso è stato medicato e curato in ospedale. Non è grave. Indagini sono in corso da parte della polizia di New York.

10:50Terremoto Ischia: soccorritori raggiungono bimbi

(ANSA) - ISCHIA (NAPOLI), 22 AGO - I vigili del fuoco hanno avuto un contatto ravvicinato con i bambini rimasti sotto la casa crollata a Casamicciola in seguito al terremoto di ieri sera. Sono anche riusciti a porgere ai bimbi due bottigliette d'acqua. I soccorritori sono impegnati da ore per estrarli dalle macerie.

10:45Terremoto Ischia: Borrelli, 2600 sfollati

(ANSA) - NAPOLI, 22 AGO - Sono duemila gli sfollati a Casamicciola e altri 600 a Lacco Ameno. Il numero è stato reso noto dal capo del dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli che oggi ha incontrato i sindaci dell'isola per fare un primo punto della situazione. Escluso l'allestimento di tendopoli, per l'accoglienza degli sfollati si confida di far ricorso alle diverse strutture ricettive presenti sull'isola verde.

Archivio Ultima ora