Calcio venezuelano: la Primera División torna col big match Mineros-Caracas

Pubblicato il 14 ottobre 2016 da redazione

La Primera División torna col big match Mineros-Caracas

La Primera División torna col big match Mineros-Caracas

CARACAS – Dopo la sosta per le nazionali, la Primera División torna con la 18ª giornata e un big match ad aprire le danze: si parte con Mineros-Caracas. Nello stadio Cachamay di Puerto Ordaz si confronteranno due delle squadre storiche del calcio venezuelano.

I padroni di casa stanno vivendo un Torneo Clausura da incubo e quando mancano due gionate alla fine della regular seasson cercheranno di chiudere nel migliore dei modi la loro prestazione. Fino a questo momento in 17 gare i neroazzurri hanno conquistato il magro bottino di 15 punti, frutto di due vittorie, nove pareggi e cinque sconfitte e così sono finiti al 19esimo posto in classifica.

Invece il Caracas è in piena lotta per entrare nell’octagonal, una vittoria sul campo di Puerto Ordaz gli garantirebbe la qualificazione alla fase successiva del torneo. La squadra allenata dall’italo-venezuelano Antonio Franco è quarta con 28 punti grazie a sette sucessi, sette pareggi e tre ko.

I precedenti dicono che queste due squadre si sono affrontate in 37 occasioni con un bilancio di 4 vittorie per il Mineros, 18 pareggi e 15 trionfi per i rojos del Ávila. Nell’ultima gara disputata tra queste due squadre il risultato finale è stato di 2-2, in una gara valevole per il Torneo Apertura.

Lo Zamora allenato dall’italo-venezuelano Francesco Stifano andrà nella città di Mèrida per sfidare l’Estudiantes. I bianconeri di Barinas sono in ascesa dopo un periodo di blackout durante il quale le vittorie stentavano ad arrivare.

Saragò ed il suo Deportivo La Guaira saranno impegnati sul campo dello stadio Brigido Iriarte contro l’Estudiantes de Caracas. La formazione allenata dal tecnico di origine calabrese non può permettersi passi falsi, pena veder sfumare il sogno playoff.

Completeranno il quadro della 18esima giornata: Carabobo-Ureña, Deportivo Táchira-Aragua, Deportivo Lara-Zulia, JBL Zulia-Trujillanos, Deportivo Anzoátegui-Atlético Venezuela, Llaneros-Portuguesa e Petare-Monagas.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

09:48Mafia: Scu e omicidio, 50 arresti in Puglia

(ANSA) - BRINDISI, 20 SET - Un'ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di 50 persone viene eseguita dai carabinieri di Brindisi: si tratta di una inchiesta nell'ambito della quale vengono contestate a vario titolo accuse di associazione mafiosa per la partecipazione alla organizzazione Sacra Corona Unita, concorso in omicidio, con l'aggravante del metodo mafioso, droga e armi. Le indagini sono state condotte dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce. Gli arresti vengono eseguiti nelle province di Brindisi, Lecce e Taranto. Si tratta - a quanto si è saputo - del seguito di una operazione nell'ambito della quale nello scorso mese di dicembre, per un vizio di forma, vi furono alcune scarcerazioni. Tra i capi d'accusa anche l'omicidio, a San Donaci (Brindisi), di Antonio Presta, il figlio di un collaboratore di giustizia.

09:39Tennis: Serena Williams,mia madre insegnato forza donna nera

(ANSA) - NEW YORK, 20 SET - Serena Williams ringrazia la madre per averle insegnato la forza di essere una donna nera. In una lettera pubblicata su Reddit, la campionessa di tennis ricorda di essere stata definita un ''uomo per la sua apparenza. E' stato detto che ho usato droghe, che non appartengo allo sport femminile ma a quello maschile''. ''Non so come sei riuscita a non prendertela con coloro che sono stati troppo ignoranti per capire il potere di una donna nera. Sono orgogliosa di aver mostrato loro che non tutte le donne sono uguali'', mette in evidenza Williams, che ha da poco avuto la sua prima figlia.

09:09Attentato Londra, terzo arresto

(ANSA) - LONDRA, 19 SET - La polizia britannica ha arrestato un terzo sospetto in connessione all'attentato alla stazione di metropolitana di Parsons Green a Londra. L'uomo, 25 anni, scrive il Guardian online, è stato arrestato dall'antiterrorismo londinese e le polizie locali a Newport, nel Galles del sud.

09:04Brexit, May lavora a offerta da 20 miliardi

(ANSA) - NEW YORK, 19 SET - Theresa May lavora alla sua offerta all'Unione Europea per la Brexit. E sarebbe pronta a mettere sul piatto 20 miliardi di euro, in quello che è il primo tentativo di Londra di andare incontro alle richieste europee. Lo riporta il Financial Times citando alcune fonti, secondo le quali May presenterà la sua offerta venerdì. La speranza del primo ministro è quella di spezzare l'impasse sulle trattative, facendole così progredire fino a entrare nella seconda fase con oggetto i futuri rapporti commerciali fra l'Ue e la Gran Bretagna.

08:57Messico: i morti sono almeno 248, la metà nella capitale

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Il coordinatore nazionale della Protezione civile messicana ha rivisto al rialzo il bilancio dei morti provocati finora dal terremoto in Messico rispetto alla stima fatta pochi minuti fa dal ministero dell'Interno. Secondo quanto ha reso noto in un tweet Luis Felipe Puente, le vittime accertate del sisma sono 248, di cui circa la metà nella capitale: 72 nello Stato di Morelos, 117 a Città del Messico, 43 nello Stato di Puebla, 12 nello stato del Messico, 3 in quello di Guerrero e uno in quello di Oaxaca.

06:56Messico: terremoto, 20 i bimbi morti in crollo scuola

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 20 SET - Sono 20 i bambini e due gli adulti morti nel crollo della scuola a Città del Messico per il terremoto di ieri. A riferirlo è stato il presidente messicano Enrique Pena Nieto, che nella notte ha visitato il collegio 'Enrique Rebasamen' della capitale. "Sfortunatamente sono morti dei bambini. Sono stati trovati 22 corpi", due dei quali di "adulti", ha detto il presidente, ricordando d'altra parte che ci sono 30 bambini e otto adulti "dispersi".

05:34Messico, almeno 150 le vittime del terremoto

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 20 SET - E' di circa 150 morti il bilancio del violento terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito ieri il centro del Messico. Otto bambini e la loro maestra sono rimasti vittime del crollo di una scuola nella capitale. Altri 14 bimbi sono stati tratti in salvo. Sotto le macerie della 'Enrique Rebsamen' ci sono ancora almeno due bambini. nello stato di Morelos hanno perso la vita 55 persone, 49 a Città del Messico, 32 a Puebla, 10 nello stato del Messico e tre in quello di Guerrero.

Archivio Ultima ora