El presidente Nicolás Maduro aprobó Presupuesto de la Nación 2017

Pubblicato il 14 ottobre 2016 da redazione

El presidente Nicolás Maduro aprobó Presupuesto de la Nación 2017

El presidente Nicolás Maduro aprobó Presupuesto de la Nación 2017

CARACAS- El presidente Nicolás Maduro durante la Asamblea Popular del Congreso de la Patria, aprobó este viernes, la exposición de motivos del Presupuesto de la Nación 2017, solicitando un monto Bs. 8 billones 479 mil 301 millones.

-Estoy aprobando la Ley de Presupuesto y también a su hermana gemela la Ley de Endeudamiento para seguir cumpliendo como cumplimos con todos los compromisos internacionales porque Venezuela es un país que cumple con los pagos de capital, de intereses y del sistema financiero internacional de nuestra deuda y lo seguiremos haciendo de manera estricta. Nadie puede ir contra la sentencia del Tribunal Supremo de Justicia (TSJ) y aquí está firmado para que se publique en Gaceta Oficial el presupuesto de la Nación 2017. Este presupuesto es para hacer justicia y construir la igualdad del pueblo. Hasta el último centavo es para el pueblo de Venezuela,− indicó el Primer Mandatario Nacional.

El Presidente criticó la gestión de la Asamblea Nacional y afirmó que “ha destruido la moral, el prestigio y la estructura del Poder Legislativo”. Además manifestó: -Nos merecemos otra Asamblea Nacional. ¿Están dispuestos a ir a la batalla por otra Asamblea Nacional?

Maduro aseveró que los gobernadores que no acaten la sentencia del TSJ no recibirán los recursos destinados para su entidad. – Me encargaré de pagar yo directo a la nómina. Alcalde o Alcaldesa que no me firme la carta de acatamiento no le vamos a dar ni medio, − advirtió.

Por lo tanto, este viernes en horas de la tarde el vicepresidente de la República, Aristóbulo Istúriz acompañado por la ministra Carmen Meléndez, entregó a la sede de la Sala Constitucional del Tribunal Supremo de Justicia (TSJ), el Presupuesto de la Nación para 2017.

Por su parte, Jesús Torrealba, secretario Ejecutivo de la Mesa de la Unidad Democrática, aseguró que los países que realicen acuerdos económicos con Venezuela no le serán reconocidos por el Estado venezolano, ya que a su juicio, dicho presupuesto está siendo aprobado al margen de la Constitución.

-Toda operación de crédito público hecha en el marco del presupuesto del año 2017, es una operación ilegal y que no será reconocida por el Estado venezolano, por lo que le digo a cualquier nación que vaya a participar en una operación de crédito público con Venezuela, sepa que al estar el gobierno en desacato a la Constitución, aprobando ese presupuesto de manera irregular, esa deuda no será reconocida por el Estado venezolano, − alegó el secretario ejecutivo de la MUD.

(Dairys Berrio)

Ultima ora

19:14Calcio: Fiorentina ufficializza, Milic all’Olimpiakos

(ANSA) - FIRENZE, 23 LUG - La Fiorentina ha ufficializzato la cessione a titolo definitivo di Hrovje Milic, classe '89, all'Olimpiakos. L'esterno croato lascia la squadra viola dopo una sola stagione, il suo addio frutterà circa 1,5 milioni di euro. In partenza anche Vecino (Inter), Kalinic (Milan) e Tatarusanu (Nantes) mentre tra martedì e mercoledì arriveranno i due acquisti francesi, il mediano Veretout dell'Aston Villa e il centrocampista offensivo del Nizza Eysseric. Per l'attacco i nomi più gettonati sono quelli di Zapata, Simeone, Nestorovski. Intanto la Fiorentina ha concluso la preparazione a Moena da cui è rientrata nel pomeriggio. Pioli ha concesso due giorni di riposo fissando la ripresa per mercoledì. Prossima amichevole sabato a Lisbona contro lo Sporting cui seguirà la tournée in Germania dove i viola affronteranno il 1° agosto l'Eintracht e il 6 il Wolfsburg dell'ex Mario Gomez.

19:12Libia: inviato Onu, martedì all’Eliseo Haftar e Sarraj

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - La riconciliazione della Libia passa per Parigi: martedì, a tre mesi dal primo faccia a faccia ad Abu Dhabi, i protagonisti della crisi libica il primo ministro Fayez Al Sarraj il generale Khalifa Haftar, su invito del presidente Emanuelle Macron, si incontreranno all'Eliseo alla presenza dell'inviato dell'Onu per la Libia Ghassan Salamè. E' lo stesso Salamè a confermarlo al Journal du Dimanache. L'indiscrezione sull'iniziativa libica del presidente francese era già circolata nei giorni scorsi su diversi quotidiani arabi, nonostante l'appuntamento non figuri sull'agenda ufficiale dell'Eliseo. "E' un nuovo tentativo perchè queste persone si parlino ed uniscano le loro forze per impedire che le metastasi dell'Daesh si ricostituiscano in Libia", ha dichiarato al Jdd un responsabile francese che si occupa del dossier libico.

19:04Gerusalemme: Alfano, appello alla moderazione e al dialogo

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - "Seguo con grande preoccupazione la spirale di tensione e violenza in atto a Gerusalemme e in tutta la Cisgiordania", ha dichiarato il ministro degli Esteri Angelino Alfano. "La morte di due poliziotti nella Città vecchia, quella di tre cittadini israeliani in Cisgiordania, così come l'uccisione di giovani palestinesi negli scontri - ha aggiunto il ministro - sono eventi tragici. Non esiste alcuna giustificazione per gli assassini né per la glorificazione della violenza. Ogni attacco terroristico, a prescindere da dove è compiuto, deve essere condannato. Pertanto, lancio un appello alla moderazione e al dialogo ed esorto tutte le parti coinvolte a collaborare e ad agire con responsabilità nella gestione della difficile situazione nella Città vecchia e ad adoperarsi per un'immediata riduzione delle violenze e per scongiurare ulteriori vittime".

18:50Calcio: Gold Cup, morsi a rivali,squalificati 2 salvadoregni

(ANSA) - MIAMI (USA), 23 LUG - Henry Romero e Darwin Ceren, come Luis Suarez, il bomber dell'Uruguay. I due difensori della nazionale di El Salvador sono stati squalificati dalla Concacaf per aver morso degli avversari durante la partita dei quarti di finale di Gold Cup di mercoledì scorso persa contro gli Usa, come fece il Pistolero con Chiellini nel match del Mondiale brasiliano. Il provvedimento è stato preso dalla commissione disciplinare della confederazione nord e centro americana dopo aver preso visione dei filmati. Così Romero ha preso 6 turni di squalifica, mentre 3 sono state date a Ceren. Il tutto per "comportamento antisportivo". Romero ha preso pena doppia perchè ha morso lo statunitense Altidore sia ad una spalle che sul petto, mentre Ceren ha fatto lo stesso a spese di Gonzalez, limitandosi a una spalla. "Sono sicuro che non sarà fiero di ciò che ha fatto", ha commentato Altidore dopo aver appreso della squalifica di Romero.

18:32Calcio: Vecino a un passo dall’Inter, domani attese visite

(ANSA) - MILANO, 23 LUG - Matias Vecino è a un passo dall'Inter, tanto che il centrocampista potrebbe svolgere le visite mediche per il club nerazzurro già domani. L'Inter è decisa a versare i 24 milioni della clausola imposta dalla Fiorentina per regalare a Luciano Spalletti il secondo rinforzo, dopo Borja Valero a centrocampo. Vecino è il terzo acquisto per l'Inter in questo mercato, dopo il difensore Milan Skriniar e, appunto, Borja Valero.

18:30Scherma: Mondiali, Garozzo semifinale fioretto, è medaglia

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - L'olimpionico Daniele Garozzo approda alla semifinale del fioretto ai Mondiali di scherma in corso a Lipsia. L'azzurro, fresco campione europeo, ha superato in rimonta 15-14 l'americano race Imboden (era avanti 14-11 dopo aver iniziato 5-0) e adesso se la vedrà con il giapponese Saito. Eliminato l'altro invece Alessio Foconi, reduce dal derby vittorioso contro Cassarà, sconfitto 15-13 dal giapponese Shikine.

18:20Nuoto: Italia subito podio mondiali, Detti bronzo 400sl

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Italia subito sul podio nel primo giorno di gare in vasca ai mondiali di nuoto di Budapest. Arriva il bronzo nei 400 stile libero di Gabriele Detti, che bissa così, con il tempo di 3'43''93, il terzo posto conquistato alle Olimpiadi di Rio. L'oro è andato al cinese Sun Yang (3'41''38), argento all'australiano e campione olimpico lo scorso anno Mack Horton (3'43''85).

Archivio Ultima ora