El presidente Nicolás Maduro aprobó Presupuesto de la Nación 2017

Pubblicato il 14 ottobre 2016 da redazione

El presidente Nicolás Maduro aprobó Presupuesto de la Nación 2017

El presidente Nicolás Maduro aprobó Presupuesto de la Nación 2017

CARACAS- El presidente Nicolás Maduro durante la Asamblea Popular del Congreso de la Patria, aprobó este viernes, la exposición de motivos del Presupuesto de la Nación 2017, solicitando un monto Bs. 8 billones 479 mil 301 millones.

-Estoy aprobando la Ley de Presupuesto y también a su hermana gemela la Ley de Endeudamiento para seguir cumpliendo como cumplimos con todos los compromisos internacionales porque Venezuela es un país que cumple con los pagos de capital, de intereses y del sistema financiero internacional de nuestra deuda y lo seguiremos haciendo de manera estricta. Nadie puede ir contra la sentencia del Tribunal Supremo de Justicia (TSJ) y aquí está firmado para que se publique en Gaceta Oficial el presupuesto de la Nación 2017. Este presupuesto es para hacer justicia y construir la igualdad del pueblo. Hasta el último centavo es para el pueblo de Venezuela,− indicó el Primer Mandatario Nacional.

El Presidente criticó la gestión de la Asamblea Nacional y afirmó que “ha destruido la moral, el prestigio y la estructura del Poder Legislativo”. Además manifestó: -Nos merecemos otra Asamblea Nacional. ¿Están dispuestos a ir a la batalla por otra Asamblea Nacional?

Maduro aseveró que los gobernadores que no acaten la sentencia del TSJ no recibirán los recursos destinados para su entidad. – Me encargaré de pagar yo directo a la nómina. Alcalde o Alcaldesa que no me firme la carta de acatamiento no le vamos a dar ni medio, − advirtió.

Por lo tanto, este viernes en horas de la tarde el vicepresidente de la República, Aristóbulo Istúriz acompañado por la ministra Carmen Meléndez, entregó a la sede de la Sala Constitucional del Tribunal Supremo de Justicia (TSJ), el Presupuesto de la Nación para 2017.

Por su parte, Jesús Torrealba, secretario Ejecutivo de la Mesa de la Unidad Democrática, aseguró que los países que realicen acuerdos económicos con Venezuela no le serán reconocidos por el Estado venezolano, ya que a su juicio, dicho presupuesto está siendo aprobado al margen de la Constitución.

-Toda operación de crédito público hecha en el marco del presupuesto del año 2017, es una operación ilegal y que no será reconocida por el Estado venezolano, por lo que le digo a cualquier nación que vaya a participar en una operación de crédito público con Venezuela, sepa que al estar el gobierno en desacato a la Constitución, aprobando ese presupuesto de manera irregular, esa deuda no será reconocida por el Estado venezolano, − alegó el secretario ejecutivo de la MUD.

(Dairys Berrio)

Ultima ora

16:28Trump, in arrivo nuove sanzioni contro Corea del Nord

(ANSA) - NEW YORK, 21 SET - "Imporremo nuove sanzioni alla Corea del Nord": lo ha detto il presidente americano, Donald Trump a margine dell'Assemblea generale dell'Onu, dove oggi si riunisce il Consiglio di sicurezza. Anche un funzionario dell'amministrazione Usa - come riportano i media - conferma la decisione di nuove sanzioni nella giornata di oggi.

16:26Messico:Frida tra macerie scuola muove dita,simbolo speranza

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 21 SET - I soccorritori sono ormai da ore vicini a Frida, una bambina intrappolate nella scuola 'Enrique Rebsamen' di Città del Messico dopo il sisma, che ieri è riuscita a muovere le dita, mostrando di essere ancora viva. Un particolare che è divenuto simbolo della speranza per tutto il Messico dopo la tragedia del terremoto. Frida si trova sotto il tavolo di marmo dell'aula di inglese della prima elementare della scuola, precisano i media locali, sottolineando i rischi di crolli provocati dai movimenti tra le macerie che potrebbero così compromettere le operazioni di soccorso. Dall'interno della scuola, sottolineano i media, è stato estratto il corpo di una maestra di 58 anni.

16:23Brexit: Barnier, su negoziato restano molte incertezze

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Sul negoziato sulla Brexit "restano molte incertezze". Lo ha detto il capo negoziatore Ue per la Brexit, Michel Barnier, alle commissioni riunite Esteri e Politiche dell'Unione europea al Senato. "Ascolteremo con grande attenzione e spirito costruttivo il discorso che domani la premier britannica Theresa May farà a Firenze". "Bisogna trovare un accordo corretto con il Regno Unito ma bisogna essere intransigenti sulle regole". "Le regole devono essere rispettate. Dobbiamo trovare un accordo con i britannici, ma non ci siamo ancora", ha aggiunto Barnier. "Spero entro la fine dell'anno di constatare progressi sufficienti per poi avviare la seconda parte del negoziato. Noi - ha concluso - siamo fermi sui principi, è il Regno Unito che lascia la Ue e non noi. L'uscita di Londra non può farsi a danno del mercato unico"

16:15Morta a 12 anni dopo intervento femore: indagati 2 medici

(ANSA) - BARI, 21 SET - La Procura di Bari ha indagato due medici dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari, un chirurgo e un anestesista, per la morte di una 12enne di origini colombiane deceduta probabilmente a causa di una ipertermia maligna subito dopo un intervento di riduzione di una frattura al femore. Sul decesso il pm Bruna Manganelli ha aperto un' indagine per omicidio colposo disponendo l'acquisizione delle cartelle cliniche e l'autopsia. Stando a quanto ricostruito fino a questo momento, la 12enne - adottata da una coppia italiana all'età di sei anni - sarebbe arrivata all'ospedale pediatrico con una frattura al femore nel pomeriggio di martedì e sarebbe stata subito sottoposta ad intervento chirurgico. Subito dopo avrebbe avuto un improvviso innalzamento della temperatura corporea, fino a 44 gradi, e non si sarebbe più risvegliata. L'autopsia dovrà accertare se quella febbre riconducibile ad una ipertermia maligna, che è una patologia congenita che si manifesta soprattutto con l'anestesia.

16:11Stage in Hera a figlio ispettore Anac, due a giudizio

(ANSA) - BOLOGNA, 21 SET - Il Gup del tribunale di Bologna Francesca Zavaglia ha rinviato a giudizio due persone per il reato di induzione indebita a dare o promettere utilità: un funzionario Hera e un ispettore Anac oltre alle società Hera e Herambiente per la responsabilità amministrativa. I fatti risalgono al 2015 e secondo l'accusa, coordinata dal Pm Morena Plazzi, l'ispettore si sarebbe prodigato con il funzionario, un quadro intermedio, affinché il figlio venisse preso per uno stage di sette mesi nell'azienda, proprio mentre era in corso una verifica dell'Anticorruzione sulla regolarità di un bando per la raccolta dei rifiuti della multiutility. Un tirocinio a cui, peraltro, non seguì l'avvio di un rapporto di lavoro. La prima udienza per i due imputati, difesi dagli avvocati Vittorio Manes e Guido Camera, le società dall'avvocato Filippo Sgubbi, è fissata per il 19 dicembre.(ANSA).

16:09Calcio: Moratti, Spalletti ha caratteristiche per vincere

(ANSA) - MILANO, 21 SET - "Spalletti ha tutte le caratteristiche per poter essere un allenatore vincente con l'Inter, anche perché in Italia non ha mai vinto molto pur avendo grandi qualità e quindi c'è anche questa componente di ambizione da parte sua. Ha un carattere forte, è analitico e attento, diverso da Mourinho e Mancini, come differente è il modo di giocare". È il pensiero dell'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti, intervistato da Sportitalia, pochi giorni dopo il pareggio della squadra nerazzurra a Bologna. Una partita che, per l'ex patron, è un errore da non ripetere. "Credo che l'Inter sia partita bene per merito dell'allenatore e di ottimi giocatori che ci sono. Adesso bisogna mantenere questa continuità - spiega Moratti - che è la cosa meno facile".

15:47Moto: Rossi “idoneo”, sarà in pista per libere ad Aragon

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Valentino Rossi ha ricevuto l'idoneità anche dal centro medico del circuito di Aragon. Il pilota della Yamaha potrà così prendere parte alle prime prove libere del Gp spagnolo di domani, a poco più di 20 giorni dall'incidente in Enduro che gli ha procurato la frattura della tibia e del perone della gamba destra.

Archivio Ultima ora