Entra in vigore la convenzione fiscale tra Italia e Vaticano

Pubblicato il 14 ottobre 2016 da ansa

Italia-Vaticano: entra in vigore la convenzione fiscale

Italia-Vaticano: entra in vigore la convenzione fiscale

CITTA’ DEL VATICANO. – Entra in vigore la Convenzione tra la Santa Sede e il Governo della Repubblica Italiana in materia fiscale, firmata nella Città del Vaticano il primo aprile 2015, che promuove lo scambio di informazioni a fini fiscali tra la Santa Sede e l’Italia e disciplina l’adempimento degli obblighi fiscali dei soggetti residenti in Italia. Lo ha comunicato la Sala stampa vaticana, dopo che è stata completata la procedura per l’entrata in vigore dello storico accordo, che ha previsto anche la ratifica da parte del Parlamento italiano.

“Coloro che intendono aderire al regime fiscale da essa stabilito devono formulare le relative domande tramite l’Istituto per le Opere di Religione, entro il termine di 180 giorni dall’entrata in vigore”, ha spiegato ancora la Sala stampa a proposito degli interessati dalla convenzione.

L’accordo siglato il primo aprile di un anno fa dal segretario vaticano per i Rapporti con gli Stati, mons. Paul Richard Gallagher, e dal ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, stabilisce nel campo dello scambio di informazioni che per la prima volta il Vaticano apra i propri conti al fisco italiano, con una storica apertura rispetto al tradizionale “segreto bancario”.

Inoltre stabilisce le norme con cui i dipendenti vaticani e le istituzioni religiose e d’Oltretevere con sede nel nostro Paese dovranno pagare le tasse all’Italia sui propri conti allo Ior, in sintesi con una cedolare del 20% sugli interessi da capitale. La convenzione prevede, in particolare, un regime di regolarizzazione dei conti correnti detenuti presso lo Ior mediante il pagamento delle sole imposte sulle rendite finanziarie maturate a decorrere, di norma, dal 2009, con l’esplicita estinzione di ogni eventuale sanzione fiscale e penale.

In sostanza, si tratterà di corrispondere un’aliquota pari al 20% sugli interessi (o altre rendite finanziarie quali cedole di obbligazioni, dividendi di azioni societarie, capital gains, ecc.) derivanti dai depositi di contro corrente.

Gli stipendi pagati dagli enti vaticani continuano a restare del tutto esenti da imposte o pesi fiscali in base all’art. 17 del Trattato Lateranense. La convenzione prevede la possibilità di pagare le imposte sulle rendite finanziarie mediante un calcolo e un versamento diretto e automatico curato dallo stesso Ior – che diventa quindi vero e proprio sostituto d’imposta – senza oneri per l’utente vaticano e con l’esenzione di ogni obbligo riguardante la dichiarazione dei redditi.

In sostanza, per i dipendenti e pensionati della Santa Sede, delle istituzioni che ad essa fanno riferimento e dello Stato della Città del Vaticano, e che risiedono in Italia, si è realizzato un adeguamento al sistema italiano per semplificare l’adempimento degli obblighi fiscali, salvaguardando comunque le garanzie esistenti ed eliminando i rischi di penalità.

Per quanto riguarda gli ordini religiosi e gli enti con personalità giuridica canonica o civile vaticana, l’imposta sostitutiva è determinata in un’aliquota del 26 per cento, “che esenta tali soggetti dagli obblighi dichiarativi previsti dalla legislazione fiscale italiana. Resta l’esenzione fiscale per gli immobili extra territoriali.

Per mons. Gallagher, “ministro degli esteri” vaticano, con questa convenzione in materia fiscale “Santa Sede e Italia sono ancora più vicine”. Il ministro Padoan aveva sottolineato all’atto della firma che l’accordo “è un passo avanti importante” che prosegue sulla strada della trasparenza fiscale e “rafforzerà il meccanismo della voluntary disclosure”.

(di Fausto Gasparroni/ANSA)

Ultima ora

16:06Tennis: Torino vuole Coppa Davis e Fed Cup

(ANSA) - TORINO, 24 MAG - La candidatura della città di Torino ad ospitare le fasi finali della Coppa Davis e della Fed Cup per il triennio 2018-2020: questo il tema al centro della riunione che si è tenuta stamattina al ministero dello Sport. Erano presenti il ministro Luca Lotti, la sindaca di Torino, Chiara Appendino, il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, e i rappresentanti del Coni e della Federazione Tennis. La candidatura di Torino è stata presentata ufficialmente nei giorni scorsi e l'incontro di oggi, sottolineano i partecipanti, rappresenta il primo passo di un percorso condiviso. La decisione finale del board internazionale sulla scelta della sede arriverà nel mese di luglio, durante il torneo di Wimbledon.

15:46Tav:rapporti con recluso No Tav,ricorso contro licenziamento

(ANSA) - TORINO, 25 MAG - Una educatrice torinese di una cooperativa che opera nella casa circondariale 'Lorusso e Cutugno' è stata sospesa dall'incarico per avere intrattenuto rapporti con alcuni attivisti nell'area anarco-insurrezionalista e per aver pubblicato su Facebook foto di alcuni No Tav arrestati in segno di solidarietà. Il legale, l'avvocato Roberto Lamacchia, ha chiesto ai giudici del Tar la revoca del divieto di lavorare nel carcere delle Vallette. "Per tre anni lei ha svolto la sua attività nel padiglione dei tossicodipendenti, che nulla hanno a che fare con il Movimento No Tav, e l'ha fatto con buoni risultati - ha spiegato il legale - Tutto questo non determina l'esistenza di ragioni di sicurezza tali da allontanarla dal carcere". "Voglio riavere il mio lavoro - commenta Angela - Non mi è stato nemmeno permesso di salutare i ragazzi che seguivo". Alcuni autonomi hanno organizzato un presidio di solidarietà davanti agli uffici del Tar.

15:29M5s: La Rocca, se rinviata a giudizio non mi ricandido

(ANSA) - PALERMO, 24 MAG - "Se sarò rinviata a giudizio non mi ricandiderò alle regionali, come ho già annunciato nei giorni scorsi". Lo dice Claudia La Rocca, deputata dei 5stelle che si è auto-sospesa dopo avere ricevuto l'avviso di garanzia nell'inchiesta firme false della Procura di Palermo con la quale ha collaborato ammettendo di essere stata presente nel giorno della ricopiatura degli autografi di chi aveva firmato a sostegno della lista per le comunali del 2012.

15:27Manchester: Bonino, dobbiamo resistere culturalmente

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Attentato a Manchester? La sicurezza al 100% rispetto ai lupi solitari è impossibile. Ci saranno stati sicuramente degli errori nella prevenzione. Non dobbiamo cedere alla paura. Non dobbiamo dargliela vinta. Dobbiamo resistere culturalmente". Queste le parole di Emma Bonino presente stamani all'Università Statale di Milano.

15:22L.elettorale: Gelmini, nessun inciucio ma accelerazione urne

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Nessun Nazareno bis, nessun inciucio. Silvio Berlusconi con Forza Italia è impegnato a garantire una legge elettorale in grado di portare rapidamente gli italiani alle urne. Il centrodestra non ha bisogno di continui distinguo ma di una forte azione comune che racconti agli italiani qual è il Paese che vogliamo costruire". Così Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera.

15:21Boldrini, bene Confindustria su coesione e crescita

(ANSA) - ROMA, 24 MAY - "Ho trovato molto interessante l'accento posto sulla coesione e sulla crescita, così come mi è piaciuta l'insistenza sull'importanza di investire di più sui giovani". Lo dice la presidente della Camera Laura Boldrini a margine dell'Assemblea di Confindustria. "Ho anche trovato importante la sottolineatura sulla necessità di rafforzare una casa comune in Europa per le aziende, che se non saranno capaci di stare insieme non avranno uno spazio in futuro", aggiunge.

15:18Calcio: serie B, una giornata a Vignali

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Una giornata di squalifica a Vignali dello Spezia, espulso per doppia ammonizione nel primo turno dei playoff di Serie B. Il giocatore sconterà la squalifica nella prossima stagione, essendo stata la squadra ligure eliminata dal Benevento.

Archivio Ultima ora