Calcio: Ventura, non chiedete tutto e subito alla Nazionale

(ANSA) – ROMA, 17 OTT – “Quella che sto vivendo in Nazionale è un’avventura stimolante e impegnativa, ma chi vuole tutto e subito non sarà soddisfatto: ci vorrà pazienza”. A chiedere tempo per vedere risolte le attuali, oggettive difficoltà della squadra azzurra è il suo ct Giampiero Ventura, subentrato in estate ad Antonio Conte dopo il discreto Europeo. “Finora – spiega l’ex tecnico del Torino a “Radio Anch’io Sport” su Rai Radio 1 – ho sempre avuto solo tre giorni per preparare ogni partita e non ho potuto fare troppi cambiamenti. I quaranta giorni prima dell’Europeo hanno invece consentito modifiche e i risultati si sono visti. D’altronde, con i più giovani serve tempo”. Dallo studio vengono ricordate le critiche di chi non ha gradito la sua nomina a ct, come ad esempio quella secondo cui non abbia mai vinto campionati. “Ma ho ottenuto altri risultati – ribatte Ventura – ovvero quelli in linea con le realtà in cui ero, e, soprattutto, con il lancio di tanti giovani. Trent’anni di calcio non li posso certo cancellare”.

Condividi: