Caritas: avanza un nuovo modello di povertà, sono i giovani

Pubblicato il 17 ottobre 2016 da ansa

Caritas: avanza nuovo modello povertà, sono i giovani

Caritas: avanza nuovo modello povertà, sono i giovani

ROMA. – Il vecchio modello di povertà italiano, che vedeva gli anziani più indigenti, non è più valido: oggi la povertà assoluta risulta inversamente proporzionale all’età, cioè diminuisce all’aumentare di quest’ultima. Lo rivela il Rapporto 2016 della Caritas su povertà ed esclusione sociale. Che segnala un’altra importante novità: ai Centri di Ascolto della Caritas delle regioni del Sud Italia ora si rivolgono più italiani che stranieri.

Partendo dagli ultimi dati Istat, che segnalano l’esistenza in Italia di 1 milione e 582 mila famiglie povere per un totale di quasi 4,6 milioni di individui – il numero più alto dal 2005 – il dossier mette in luce l’elemento inedito dell’avanzata dei giovani poveri: 10,2% l’incidenza della povertà assoluta tra i 18-34enni, che cala all’8,1% per la fascia 35-44 e così via diminuendo fino al 4% dei over 65.

E ciò si spiega col fatto che la persistente crisi del lavoro ha penalizzato e sta ancora penalizzando soprattutto i giovani e giovanissimi in cerca di di occupazione e gli adulti rimasti senza impiego.

Un’altra novità segnalata dal rapporto è l’inversione di tendenza tra italiani e stranieri che si rivolgono ai 1.649 Centri di Ascolto della Caritas delle regioni del Sud Italia. Se infatti a livello nazionale il peso degli stranieri che chiedono aiuto continua a essere maggioritario (57,2%), nel Mezzogiorno gli italiani hanno fatto il ‘sorpasso’ e sono al 66,6%.

Rispetto al genere, per la prima volta risulta esserci una sostanziale parità di presenze tra uomini (49,9%) e donne (50,1%), a fronte di una lunga e consolidata prevalenza del genere femminile. L’età media delle persone che si sono rivolte ai Centri è 44 anni. Tra i beneficiari dell’aiuto prevalgono le persone coniugate (47,8%), il titolo di studio più diffuso è la licenza media inferiore (41,4%).

I disoccupati e inoccupati insieme rappresentano il 60,8% del totale. I bisogni più frequenti sono perlopiù di ordine materiale; spiccano i casi di povertà economica (76,9%) e di disagio occupazionale (57,2%); non trascurabili, tuttavia, anche i problemi abitativi (25,0%) e familiari (13,0%) e sono frequenti le situazioni in cui si cumulano due o più ambiti problematici.

Il Rapporto dedica ampio spazio poi alla povertà dei rifugiati e richiedenti asilo presenti in Italia. Nel corso del 2015 sono stati in 7.770 a rivolgersi ai Centri Caritas: si tratta per lo più di uomini (92,4%), con un’età compresa tra i 18 e i 34 anni (79,2%), provenienti soprattutto da Stati africani e dell’Asia centro-meridionale.

Numerosi i casi di analfabetismo (26,0%). Tra queste persone prevalgono le domande di beni e servizi materiali (pasti alle mense, vestiario, prodotti per l’igiene) e quelle di alloggio, in particolare servizi di prima accoglienza. Il dossier fa anche il punto dell’accoglienza ai migranti nelle parrocchie dopo l’appello di papa Francesco ai vescovi.

Al 9 marzo 2016 le accoglienze attivate in 164 diocesi sono circa 20mila, così suddivise: circa 12mila persone accolte in strutture convenzionate con le Prefetture (con fondi del Ministero dell’Interno); quasi 4mila persone accolte in strutture Sprar (con fondi Ministero dell’Interno); oltre 3mila persone accolte nelle parrocchie (con fondi diocesani); oltre 400 persone accolte in famiglia o con altre modalità di accoglienza (fondi privati o diocesani).

Secondo l’organismo pastorale della Cei, in risposta al forte incremento della povertà assoluta in Italia l’unica strada è quella di un Piano pluriennale di contrasto, che porti all’introduzione di una misura universalistica contro la povertà assoluta. E’ inoltre urgente attivare politiche del lavoro tese a contrastare la disoccupazione, in particolare quella giovanile e promuovere percorsi di studio e formazione per i giovani.

(di Angela Abbrescia/ANSA)

Ultima ora

22:20Lotta:Transgender a 1 match da titolo Texas,polemiche in Usa

(ANSA) - CYPRESS (USA), 25 FEB - Ancora polemiche sui transgender nello sport. Dopo il caso della pallavolista Tifany in Italia, tocca ora al 17enne Mack Beggs che in attesa di diventare uomo gareggia e vince nella lotta libera femminile. Ora è a un match (finora ne ha vinti 56) dalla conquista del titolo scolastico regionale del Texas, e non si placano le polemiche sul suo conto. Gli stessi genitori di Beggs, dopo aver ricordato che Mack da tempo assume ormoni per trasformarsi in uomo, hanno fatto presente che vorrebbe competere in campo maschile. Stessa idea da parte di alcune lottatrici che, tramite un gruppo di avvocati, hanno sollevato il caso e chiesto che venisse "ristabilita la parità" spiegando che la quantità di testosterone presente nell'organismo di Beggs lo rende troppo forte per lottare contro le ragazze. Ma la polizia dello stato ha stabilito che fa testo il certificato di nascita e finché non verrà in qualche modo modificato Mack Beggs può competere solo in campo femminile. Inutile dire che le polemiche continuano.

22:15Rugby: 6 Nazioni, vincono Scozia e Irlanda, domani Italia

(ANSA) - DUBLINO, 25 FEB - La Scozia ha battuto il Galles per 29-13 (9-13) in una partita della terza giornata del 6 Nazioni, giocata al Murrayfield di Edimburgo. Per i padroni di casa 19 punti di Russell (5 calci piazzati e 2 trasformazioni) e una meta a testa per Seymour e Visser. Per i gallesi meta di L. Williams e una trasformazione e due calci piazzati di Halfpenny. Nel secondo match di oggi, l'Irlanda ha battuto la Francia per 19-9 (7-6) all'Aviva Stadium di Dublino. Per i verdi meta di Murray, 11 punti di Sexton (una trasformazione, un drop e due calci piazzati) e un calcio piazzato di Jackson. Per i francesi 3 calci piazzati del mediano d'apertura Lopez. Questa la classifica del torneo alla vigilia di Inghilterra-Italia, che si gioca domani a Twickenham: Irlanda 10; Scozia 9; Inghilterra 8; Galles e Francia 5; Italia 0.

22:12Calcio: Gasperini, Atalanta in Champions? possiamo crederci

(ANSA) - ROMA, 25 FEB - "Con questa vittoria per l'Atlanta nasce un pensiero alla Champions? No, la Champions la lasciamo alla Juve, Roma e Napoli che sono le squadre più accreditate. Però in questo campionato abbiamo passato giornate molte belle e forse questa è la più bella: vincere su questi campi ti autorizza a pensare di arrivare fino in fondo". Dopo aver vinto sul campo del Napoli, Gian Piero Gasperini non nasconde più la voglia d'Europa che conta della sua squadra. "Siamo ancora più convinti di poter lottare fino in fondo per l'Europa - aggiunge il tecnico -, non facciamo proclami, lo dicono i risultati. Se dopo 25 giornate sei quarto in classifica e hai battuto il Napoli al San Paolo sei autorizzato a crederci". Poi una nota sulla partita: "L'espulsione di Kessie? Non penso ci fosse il primo giallo - sottolinea Gasperini -, mi sembra abbastanza evidente. Mi dispiace perché quel rosso ci ha messo in difficoltà, ma devo dire che segnare in dieci al Napoli ha reso ancora più prestigiosa questa vittoria".

22:02Scherma: Cdm sciabola, azzurri fuori a Varsavia, vince Kim

(ANSA) - VARSAVIA, 25 FEB - - L'Italia esce di scena alle porte dei quarti di finale nella gara individuale della tappa di Varsavia del circuito di Coppa del Mondo di sciabola maschile. Luca Curatoli, Diego Occhiuzzi e Luigi Samele sono stati infatti sconfitti negli assalti del tabellone dei 16. Il rammarico più grande è per Samele che, dopo aver superato il francese Patrice per 15-9 e poi aver vinto il derby contro Alberto Pellegrini per 15-14, è stato fermato dalla stoccata decisiva del numero 1 del ranking mondiale, il sudcoreano Kim Jungh-wan, poi vincitore finale della prova. Occhiuzzi è stato invece eliminato dallo statunitense Homer per 15-10 mentre l'altro napoletano Curatoli ha subìto il 15-12 dal bicampione olimpico ungherese Aron Szilagyi, poi battuto in finale 15-11 da Kim.

22:00Calcio: Fiorentina, Gonzalo Rodriguez, noi siamo con Sousa

(ANSA) - FIRENZE, 25 FEB - ''Qui siamo tutti responsabili, non solo l'allenatore. E noi siamo con lui''. Gonzalo Rodríguez ha voluto ribadire il sostegno della squadra a Paulo Sousa finito nel mirino dopo il clamoroso tonfo con il Borussia Moenchenglandbach costato alla Fiorentina l'eliminazione dall'Europa League. Una sconfitta che ha portato tensione in tutto l'ambiente ma non la decisione per adesso di sostituire il tecnico portoghese. Anche perché già incombe un'altra partita, lunedì al Franchi con il Torino. Una partita che il capitano viola, a margine della sua partecipazione insieme a Borja Valero e Chiesa alla Festa per il 126 anni dell'ospedale pediatrico Meyer, ha definito ''la più importante dell'anno per noi. Ci aspetta una squadra tosta ma noi dobbiamo tornare a vincere davanti ai nostri tifosi''.

21:53Montagna: in 250 giù dal ghiacciaio in bicicletta

(ANSA) - AOSTA, 25 FEB - Dieci chilometri di discesa mozzafiato in bicicletta sulle piste da sci, dai 3.500 metri del ghiacciaio del Plateau Rosa fino a Cervinia: sono stati 250 gli appassionati che hanno partecipato al 'Primo raduno snow-bike del Cervino'. Si tratta dell'evento "più alto e con il più lungo tracciato d'Europa" nel suo genere, fanno sapere dalla società che gestisce gli impianti di risalita. Il tracciato è stato disegnato dai maestri di mountain bike di Breuil-Cervinia: dopo la partenza i biker hanno proseguito in direzione Bontadini e da qui verso Plan Maison, prima di arrivare in paese dalla pista 'numero 5' del Cretaz. Con il via fissato nel pomeriggio, i 250 appassionati hanno vissuto il tramonto a oltre 3.000 metri di quota, sfrecciando a bordo di biciclette dotate di gomme di ogni tipo: artigliate, lisce, con battistrada largo o stretto e persino speciali monopattini con grandi ruote.(ANSA).

21:38Calcio: Napoli-Atalanta 0-2

(ANSA) - ROMA, 25 FEB - L'Atalanta sbanca il San Paolo nell'anticipo della 26/a giornata battendo 2-0 il Napoli. A segno Caldara con una doppietta (28' pt e 25' st). Espulso per doppia ammonizione Kessie al 22' st. La formazione partenopea resta così al terzo posto in classifica a due punti dalla Roma ed a nove dalla Juve in attesa dei match di stasera e domani di bianconeri e giallorossi. Orobici quarti a tre punti dalla zona Champions

Archivio Ultima ora