Giubileo: oltre 18 milioni di pellegrini giunti a Roma

Pubblicato il 17 ottobre 2016 da ansa

Giubileo: oltre 18 milioni di pellegrini giunti a Roma  (Foto ANSA/ANGELO CARCONI

Giubileo: oltre 18 milioni di pellegrini giunti a Roma (Foto ANSA/ANGELO CARCONI

CITTA’ DEL VATICANO. – A poco più di un mese dalla conclusione, che sarà il prossimo 20 novembre, il Giubileo straordinario della Misericordia voluto da papa Francesco vede a portata di mano la quota complessiva di venti milioni di pellegrini portati a Roma. Finora, infatti, i fedeli arrivati nella Città Eterna per partecipare agli eventi giubilari hanno superato i 18 milioni.

Nel suo ultimo aggiornamento il sito ufficiale dell’Anno Santo, coordinato dal Pontificio Consiglio per la Nuova evangelizzazione, dà la cifra di 18.176.359 “partecipanti al Giubileo in Roma”, che conteggia i pellegrini di tutto il mondo registratisi online, giunti nella capitale per le celebrazioni del Giubileo e il passaggio della Porta Santa della Basilica vaticana.

Nonostante si tratti, per volontà del Pontefice, di un Anno Santo “diffuso”, “decentrato”, con Porte Sante aperte in ogni diocesi e in ogni santuario del globo, e senza la necessità di venire a Roma per “lucrare” l’indulgenza giubilare, i fedeli di tutto il mondo non hanno rinunciato alla pratica plurisecolare del pellegrinaggio nel cuore della cristianità.

Le cifre ufficiali, pur premiando lo sforzo degli organizzatori vaticani, finora non hanno però cambiato il giudizio dei commercianti e degli albergatori romani, che hanno sempre parlato di un Giubileo sottotono, non nascondendo la loro insoddisfazione.

Ma Oltretevere, naturalmente, si guarda ad altro: a quello che, come sempre è stato sottolineato, è il contenuto “spirituale” del Giubileo della Misericordia, al suo messaggio per il mondo e per la Chiesa, non certo agli affari e ai commerci che il suo svolgimento potesse favorire. Nell’ultimo periodo, hanno contribuito all’aumento dei pellegrini eventi come il Giubileo mariano della scorsa settimana, o ieri la cerimonia di canonizzazione di sette nuovi santi, con 80 mila persone in Piazza San Pietro e schiere di fedeli non solo dall’Italia ma anche da Argentina, Messico, Francia e Spagna.

Ora ci si prepara al ‘rush’ finale dell’Anno Santo, che ancora ha tanto da dare sia nel suo messaggio di misericordia per il mondo lacerato dai conflitti e dalle disuguaglianze, sia per quanto riguarda gli eventi veri e propri e quindi l’afflusso di pellegrini.

Sabato 22 ottobre papa Francesco terrà in piazza la penultima udienza giubilare. Domenica 6 novembre è in programma invece l’atteso Giubileo dei carcerati, che porterà a San Pietro rappresentanze di detenuti di vari istituti di pena. Nel fine settimana successivo (11-13 novembre) ci sarà invece il Giubileo delle persone di strada, con un’altra udienza giubilare, e l’incontro e la messa del Papa con gli amati senzatetto.

Sempre domenica 13 novembre saranno chiuse le Porte Sante nelle basiliche papali di San Giovanni in Laterano, Santa Maria Maggiore e San Paolo fuori le Mura, con le cerimonie presiedute dai rispettivi arcipreti, delegati dal Papa, il cardinale vicario Agostino Vallini, il card. Santos Abril y Castellò e il card. James Michael Harvey. Vedrà infine la presenza dei cardinali di tutto il mondo la chiusura del Giubileo, poiché per sabato 19 novembre il Papa ha convocato il Concistoro per la creazione dei nuovi porporati, alla vigilia di domenica 20, festa di Cristo Re, in cui a conclusione dell’Anno Santo Straordinario Francesco concelebrerà la messa con i nuovi cardinali, con il Collegio cardinalizio, con gli arcivescovi, i vescovi e i sacerdoti, e presiederà il rito di chiusura della Porta Santa di San Pietro.

(di Fausto Gasparroni/ANSA)

Ultima ora

07:01India: deraglia treno in Andhra Pradesh, 32 morti

NEW DELHI - Almeno 32 persone sono morte e altre 100 sono rimaste ferite in India per il deragliamento ieri notte di un treno nello Stato meridionale di Andhra Pradesh. Lo riferisce l'agenzia di stampa Ani. A quanto hanno reso noto oggi responsabili delle ferrovie il locomotore e sette carrozze del treno Jagdalpur-Bhubaneswar Express sono usciti dai binari nel distretto di Vizianagaram intorno alle 23 locali (le 19,30 italiane).

04:43Trump: con May parlera’ di accordo commerciale dopo Brexit

NEW YORK - L'amministrazione Trump iniziera' a tessere la settimana prossima le basi per un accordo commerciale con la Gran Bretagna per il dopo Brexit. Lo riferiscono i media americani citando alcune fonti, secondo le quali il presidente Donald Trump e il primo ministro inglese Theresa May ne parleranno la settimana prossima a Washington.

02:04Rigopiano: riconosciute altre due vittime della tragedia

(ANSA) - Rigopiano (Pescara), 22 gen - Sono state riconosciute altre due vittime della tragedia dell'hotel Rigopiano. Si tratta di Sebastiano Di Carlo, 49 anni, di Loreto Aprutino (Pescara), e di Barbara Nobilio, di 51 anni, anche lei di Loreto Apritino.

01:11Autobomba vicino amb.italiana a Tripoli

(ANSA) - IL CAIRO, 21 GEN - L'ambasciata italiana a Tripoli è già a rischio nel caos libico, a pochi giorni dalla sua riapertura. Due kamikaze hanno tentato di farsi esplodere proprio nei pressi della nostra sede, ma il tentativo è andato a vuoto e nessun membro del personale è rimasto coinvolto. In serata, i media libici hanno diffuso la notizia dell'esplosione di un'autobomba vicino alla sede diplomatica italiana, nella zona di al Dahra, dove si trova anche la sede egiziana. Secondo una fonte della sicurezza, un uomo "ha tentato di parcheggiare" la sua auto carica di esplosivo "proprio nei pressi dell'ambasciata italiana", ma è stato sorpreso dal personale della sicurezza, che lo ha messo in fuga. Così si è fermato in mezzo alla strada, facendosi esplodere di fronte al Ministero della Pianificazione, a circa 400 metri di distanza. La Mezzaluna Rossa poi ha recuperato due corpi dall'auto esplosa, e al momento non ci sono informazioni su altre vittime.

01:03Gambia: Jammeh lascia Paese, Barrow rientrerà a breve

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - L'ex presidente del Gambia Yahya Jammeh ha lasciato il Paese, a quanto sembra diretto in Guinea. Lo ha reso noto la Bbc. Il neopresidente Adama Barrow, che si trova in Senegal nonostante la vittoria alle elezioni dello scorso dicembre, ha spiegato che rientrerà nel Paese "il più presto possibile" e che creerà una commissione d'inchiesta sulle accuse di violazione dei diritti umani da parte di Jammeh, padre-padrone del Gambia degli ultimi 22 anni.

00:29Napoli sbanca S.Siro, Milan sconfitto 2-1, è 2/o con la Roma

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Vittoria di importanza capitale per il Napoli che sbanca San Siro (2-1), batte il Milan, diretta concorrente in chiave Champions, aggancia la Roma - che giocherà domani - al secondo posto in classifica e può continuare a sognare alla grande. A San Siro partita bellissima con gli azzurri di Sarri che partono fortissimi e sono avanti 2-0 dopo appena 9 minuti, grazie ai gol di Insigne e Callejon. Il Milan ci mette un po' a riordinare le idee e dopo aver rischiato lo 0-3, con Mertens che si divora il gol che avrebbe forse chiuso anzitempo i giochi, riapre la gara con Kucka al 37'. Nella ripresa sono i rossoneri a fare la gara e con Pasalic sfiorano il pari ma il colpo di testa finisce sulla traversa. Inutile il forcing finale (dentro anche Bertolacci, Lapadula e Niang): i tre punti vanno alla squadra di Sarri che vola a 44 punti, insieme alla Roma che giocherà domani sera, e un punto meno della juve che però ha due partite in meno.

23:29Calcio: Coppa d’Africa, Egitto-Uganda 1-0

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - L'Egitto si sveglia a un minuto dal termine e batte l'Uganda 1-0 nel secondo turno del Gruppo D di Coppa d'Africa. La rete decisiva di El-Said, su assist al bacio di Salah, all'89' che permette ai Faraoni di salire a 4 punti in classifica, alle spalle del Ghana (che incontrerà nel terzo turno) che ne ha sei e davanti al Mali con 1. Già eliminate le Gru dell'Uganda, che restano a zero dopo due partite. (ANSA)

Archivio Ultima ora