Incendiato materiale per centro migranti Caritas Calabria

Pubblicato il 18 ottobre 2016 da ansa

Incendiato materiale per centro migranti Caritas Calabria

Incendiato materiale per centro migranti Caritas Calabria

LAMEZIA TERME. – L’incendio dei container contenenti materiale per la costruzione del ‘Villaggio’ della Caritas per i migranti a Lamezia Terme “è il tentativo criminale di chi vorrebbe bloccare un’opera di grande significato umano e solidale che, da mesi, alcuni volontari stanno cercando di realizzare con sacrifici, generosità e dedizione per cercare di rispondere alle esigenze di quanti sono costretti a vivere nella povertà e nell’indigenza”.

Così il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio commenta l’intimidazione avvenuta quando sono stati dati alle fiamme cinque container di proprietà della Diocesi di Lamezia Terme destinati alla Caritas per ospitare strutture di accoglienza e depositi di generi alimentari ed altro materiale. I container, in particolare, avrebbero dovuto essere utilizzati nel costruendo “Villaggio della carità” che la Diocesi ha programmato di realizzare per affidarlo in gestione alla Caritas.

La dolosità dell’ incendio è dimostrata dal fatto che all’interno di uno dei container è stata trovata una bottiglia con tracce di liquido infiammabile. “Quello compiuto la scorsa notte da ignoti contro il ‘Villaggio della Carità’ di Lamezia Terme è un atto vergognoso, che indigna e offende la Calabria e i calabresi”, ha aggiunto il presidente Oliverio, che ha avuto un colloquio telefonico con il vescovo della Diocesi lametina, mons. Luigi Cantafora a cui ha espresso “incondizionata solidarietà e vicinanza”.

“Continueremo ad opporci con tutte le nostre energie al tentativo di quanti vorrebbero distruggere i semi di speranza che in questa nostra terra, seppur a fatica e con grandi sacrifici, giorno dopo giorno germogliano e si consolidano”. “Auspichiamo – conclude il Presidente della Regione Calabria – che gli autori di questo infame gesto siano al più presto individuati e consegnati alle autorità giudiziarie. Siamo certi che quanti sono impegnati nella realizzazione del ‘Villaggio’ non si lasceranno minimamente intimidire da questo episodio”.

Solidarietà al direttore della Caritas diocesana di Lamezia e a tutti gli operatori e i volontari, “convinti che sappiano proseguire con coraggio la loro lodevole missione, cercando di far prevalere il rispetto, l’impegno e il lavoro pulito, sulle prevaricazioni e sulla disonestà” è stata espressa da Pietro Barbieri, Portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore.

Anche il viceministro alle Politiche agricole, Andrea Olivero ha parlato di “gravissimo atto intimidatorio”. “I container – aggiunge Olivero – erano vuoti ma dovevano essere destinati al deposito di generi alimentari, visto che le mense sono un modo concreto con cui la Caritas dà il suo contributo alla lotta contro la fame e la povertà”.

“Secondo l’ultimo Rapporto 2016 sull’esclusione sociale e la povertà – ha ricordato Olivero – sono soprattutto gli stranieri a chiedere aiuto ai Centri Caritas, ma per la prima volta, nel 2015, al Sud la percentuale degli nostri connazionali ha superato di gran lunga quella degli immigrati”. “Dal canto mio, intendo fare tutto il possibile per dare una mano perché la Caritas possa portare a realizzare il Villaggio della Carità a Lamezia”, ha concluso il viceministro.

Ultima ora

05:58Trump: Melania padrona di casa a cena con senatori

WASHINGTON - Rara apparizione della first lady Melania Trump in una occasione ufficiale alla Casa Bianca ospitando da padrona di casa una cena con i senatori, sia repubblicani sia democratici. ''E' stato un grande piacere aprire le porte della Casa Bianca agli stImati membri del Senato degli Stati Uniti, insieme con consorti e ospiti'', ha detto intervenendo in apertura dell'evento.

05:54Trump: Clinton rompe silenzio,”su sanita’ vittoria di tutti”

WASHINGTON - ''Una vittoria per tutti gli americani''. Cosi' la ex candidata presidenziale Hillary Clinton ha descritto la mancata approvazione della legge sulla Sanita' dopo che i repubblicani non hanno trovato il consenso e quindi i voti necessari al Congresso provocando cosi' il fallimento della proposta appoggiata dalla Casa Bianca, e si tratta del commento 'piu' politico' che la ex segretario di Stato si e' concessa fino ad ora dopo la sconfitta di novembre con l'elezione di Donald Trump presidente.

05:49Trump a senatori a Casa Bianca, ‘spero in lavoro bipartisan’

WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump riceve i senatori per una cena alla Casa Bianca e sembra lanciare un appello per un ''lavoro bipartisan'', su diversi temi, a partire dalla legge sulla Sanita'. ''So che troveremo presto un accordo sulla Sanita''', ha detto. ''Faremo un ottimo lavoro e speriamo comincera' ad essere anche bipartisan visto che vogliamo tutti la stessa cosa''.

05:28Trump, “perche’ fake news non su legami Podesta con Russia?”

WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump torna su Twitter e, in quella che appare come una reazione agli sviluppi circa il 'Russiagate', scrive: ''Perche' le Fake News non parlano dei legami di Podesta con la Russia come riferito da @FoxNews o del denaro dalla Russia a Clinton - vendita di uranio?''.

05:22Iraq: comandante Usa, ‘probabile ruolo’ in vittime Mosul

WASHINGTON - In quella che emerge come la prima possibile ammissione di responsabilita' da parte delle forze Usa circa le numerose vittime civili a Mosul, obiettivo di raid della coalizione anti Isis, il generale Stephen J. Townsend, comandante delle forze americane in Iraq ha affermato che un raid americano potrebbe aver provocato il crollo di un edificio a Mosul in cui oltre 100 civili sono rimasti uccisi.

05:17Brexit: May ha firmato lettera notifica articolo 50

LONDRA - La premier britannica Theresa May ha firmato la lettera per la notifica dell'articolo 50 del Trattato di Lisbona che, nel momento della consegna al presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, segnerà l'avvio formale dell'iter della Brexit, il divorzio di Londra dall'Ue sancito dal referendum del 23 giugno scorso. Lo riporta la Bbc. La lettera - poche cartelle - sarà consegnata oggi alle 13,30 a Tusk dall'ambasciatore del Regno Unito a Bruxelles.

05:08Venezuela: duro scontro al consiglio permanente dell’Osa

WASHINGTON - Duro scontro oggi sull'impasse politica e la crisi economica del Venezuela al Consiglio permanente dell'Organizzazione degli stati americani (Osa), dove il governo di Nicolas Maduro ha respinto qualsiasi iniziativa di mediazione da parte dell'organizzazione, dopo essere stato messo in minoranza durante il dibattito. Dall'apertura della sessione, infatti, il rappresentante venezuelano - con l'assistenza dei colleghi di Nicaragua e Bolivia, gli unici ad assumere la difesa di Caracas nella discussione - ha cercato prima di annullare o sospendere la riunione, e successivamente di dichiararla illegale e senza valore, denunciandone l'''inaccettabile aspetto interventista''.

Archivio Ultima ora