Incendiato materiale per centro migranti Caritas Calabria

Pubblicato il 18 ottobre 2016 da ansa

Incendiato materiale per centro migranti Caritas Calabria

Incendiato materiale per centro migranti Caritas Calabria

LAMEZIA TERME. – L’incendio dei container contenenti materiale per la costruzione del ‘Villaggio’ della Caritas per i migranti a Lamezia Terme “è il tentativo criminale di chi vorrebbe bloccare un’opera di grande significato umano e solidale che, da mesi, alcuni volontari stanno cercando di realizzare con sacrifici, generosità e dedizione per cercare di rispondere alle esigenze di quanti sono costretti a vivere nella povertà e nell’indigenza”.

Così il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio commenta l’intimidazione avvenuta quando sono stati dati alle fiamme cinque container di proprietà della Diocesi di Lamezia Terme destinati alla Caritas per ospitare strutture di accoglienza e depositi di generi alimentari ed altro materiale. I container, in particolare, avrebbero dovuto essere utilizzati nel costruendo “Villaggio della carità” che la Diocesi ha programmato di realizzare per affidarlo in gestione alla Caritas.

La dolosità dell’ incendio è dimostrata dal fatto che all’interno di uno dei container è stata trovata una bottiglia con tracce di liquido infiammabile. “Quello compiuto la scorsa notte da ignoti contro il ‘Villaggio della Carità’ di Lamezia Terme è un atto vergognoso, che indigna e offende la Calabria e i calabresi”, ha aggiunto il presidente Oliverio, che ha avuto un colloquio telefonico con il vescovo della Diocesi lametina, mons. Luigi Cantafora a cui ha espresso “incondizionata solidarietà e vicinanza”.

“Continueremo ad opporci con tutte le nostre energie al tentativo di quanti vorrebbero distruggere i semi di speranza che in questa nostra terra, seppur a fatica e con grandi sacrifici, giorno dopo giorno germogliano e si consolidano”. “Auspichiamo – conclude il Presidente della Regione Calabria – che gli autori di questo infame gesto siano al più presto individuati e consegnati alle autorità giudiziarie. Siamo certi che quanti sono impegnati nella realizzazione del ‘Villaggio’ non si lasceranno minimamente intimidire da questo episodio”.

Solidarietà al direttore della Caritas diocesana di Lamezia e a tutti gli operatori e i volontari, “convinti che sappiano proseguire con coraggio la loro lodevole missione, cercando di far prevalere il rispetto, l’impegno e il lavoro pulito, sulle prevaricazioni e sulla disonestà” è stata espressa da Pietro Barbieri, Portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore.

Anche il viceministro alle Politiche agricole, Andrea Olivero ha parlato di “gravissimo atto intimidatorio”. “I container – aggiunge Olivero – erano vuoti ma dovevano essere destinati al deposito di generi alimentari, visto che le mense sono un modo concreto con cui la Caritas dà il suo contributo alla lotta contro la fame e la povertà”.

“Secondo l’ultimo Rapporto 2016 sull’esclusione sociale e la povertà – ha ricordato Olivero – sono soprattutto gli stranieri a chiedere aiuto ai Centri Caritas, ma per la prima volta, nel 2015, al Sud la percentuale degli nostri connazionali ha superato di gran lunga quella degli immigrati”. “Dal canto mio, intendo fare tutto il possibile per dare una mano perché la Caritas possa portare a realizzare il Villaggio della Carità a Lamezia”, ha concluso il viceministro.

Ultima ora

09:40Usa: United,10mila dlr per rinunciare a posto in overbooking

(ANSA) - DALLAS, 27 APR - La United Airlines offrirà fino a 10.000 dollari (9.170 euro euro) ai passeggeri che rinunceranno volontariamente al loro posto, accettando di prendere un altro volo, in caso di overbooking: e' questa una delle misure che la compagnia aerea Usa ha annunciato oggi per prevenire in futuro episodi come quello del 9 aprile scorso, quando un passeggero 69enne e' stato trascinato di peso fuori dall'aereo dopo essersi rifiutato di cedere la propria poltrona. In un rapporto pubblicato oggi, la United si impegna inoltre a ridurre, ma non ad eliminare, la pratica dell'overbooking, cioe' la vendita di un maggior numero di biglietti rispetto al numero di posti su un determinato volo. L'offerta United segue una simile decisione della concorrente Delta, che si e' impegnata a pagare fino a 9.950 dollari in caso di overbooking. Da parte sua, l'amministratore delegato di United ha ammesso che l'episodio del 9 aprile, ripreso in un video che ha fatto il giro del cyberspazio, potrebbe danneggiare la reputazione del vettore.

09:37Trump: media, incontro con Putin forse già a fine maggio

(ANSA) - MOSCA, 27 APR - Il primo incontro tra Vladimir Putin e Donald Trump potrebbe avvenire già a fine maggio, prima del summit del G20 ad Amburgo in programma a luglio: lo sostiene il quotidiano russo Kommersant citando fonti "nelle strutture dei governi" di Russia e Usa. Trump sarà in Europa dal 25 al 27 maggio per il summit della Nato a Bruxelles e il G7 di Taormina. Secondo Kommersant, l'incontro con Putin potrebbe svolgersi in Europa.

09:37Trump: Usa non si ritireranno da Nafta

(ANSA) - WASHINGTON, 27 APR - Il presidente Donald Trump ha rassicurato i leader di Messico e Canada che non porterà gli Stati Uniti fuori dal Nafta, il North American Free Trade Agreement, solo poche ore dopo che alcuni alti funzionari dell'amministrazione avevano rivelato di essere al lavoro su un decreto a questo scopo. La Casa Bianca ha fatto l'annuncio a sorpresa diffondendo il testo di colloqui telefonici tra Trump, il presidente messicano Enrique Pena Nieto e il primo ministro canadese Justin Trudeau."Il presidente Trump - riferisce la Casa Bianca - ha concordato sulla decisione di non porre fine agli accordi Nafta in questo momento e i leader hanno concordato di procedere rapidamente, nel rispetto delle rispettive procedure interne, ad avviare la rinegoziazione degli accordi Nafta a beneficio di tutti e tre i Paesi". Trump ha aggiunto di credere che "il risultato finale renderà i tre Paesi più forti e migliori".

09:36Basket: playoff Nba, volano Boston e Washington

(ANSA) - ROMA, 27 APR - Si fa sempre più rovente la battaglia nei playoff Nba, dove stanotte si sono giocate solo due partite. Vincono sulle rivali e passano in vantaggio i Boston Celtics e i Washington Wizards. Dopo gara 5 entrambe le formazioni conducono per 3-2 rispettivamente sui Chicago Bulls e sugli Atlanta Hawks. i Celtics hanno prevalso sui rivali con il punteggio di 108-97, mentre i Wizards si sono imposti 103-99. Quest'ultima partita è stata abbastanza equilibrata e si è risolta solo nel finale. La prima delel due sfide di questa notte ha invece esaltato Isaiah Thomas e Avery Bradley, che hanno messo a segno 24 punti ciascuno. (ANSA).

09:34Boom export armi Italia,+85% con Eurofighter a Kuwait

(ANSA) - ROMA, 27 APR - Le esportazioni italiane di armamenti nel 2016 hanno raggiunto 14,6 miliardi di euro, con un aumento dell'85,7% rispetto ai 7,9 miliardi del 2015. Lo si apprende dalla Relazione annuale al Parlamento in materia di armamenti, inviata dalla Presidenza del Consiglio. Il 50% del valore delle esportazioni (7,3 miliardi) deriva dalla fornitura di 28 Eurofighter della Leonardo al Kuwait che sale al primo posto come mercato di sbocco per l'Italia. Seguono Gb, Germania, Francia, Spagna, Arabia Saudita (427,5 milioni), Usa, Qatar, Norvegia e Turchia (133,4 milioni).

07:49Tap: blitz polizia nella notte, abbattute barricate

(ANSA) - MELENDUGNO (LECCE), 27 APR - Un blitz della polizia è stato compiuto nella notte nell'area del cantiere Tap in località San Basilio, a San Foca, Marina di Melendugno: con le ruspe sono state abbattute le barricate erette nelle strade a ridosso della zona Tap dopo la sentenza del TAR Lazio e che ostruivano il transito veicolare. Le barricate erano state erette dagli attivisti che protestano contro la realizzazione del gasdotto e contro l'espianto degli ulivi, in gran parte e a più riprese già eradicati e messi a dimora. Il blitz della polizia ha consentito di dare il via alla sistemazione degli ultimi 11 ulivi, già zollati, che ricadono nel cantiere.

01:09Venezuela annuncia la sua uscita dall’Osa

(ANSA) - CARACAS, 27 APR - La ministra degli Esteri del Venezuela Delcy Rodriguez ha annunciato oggi il ritiro dall'Organizzazione degli Stati Americani (Osa), dopo la convocazione di un vertice dei ministri degli esteri dell'organismo regionale per discutere la crisi a Caracas. "L'Osa ha insistito con le sue azioni intrusive contro la sovranità della nostra patria e dunque procederemo a ritirarci da questa organizzazione", ha detto Rodriguez, aggiungendo che "la nostra dottrina storica è segnata dalla diplomazia bolivariana della pace, e questo non c'entra niente con l'Osa". Sono salite a 28 le vittime delle proteste in corso nel paese.

Archivio Ultima ora