Sponda renziani a Cuperlo, giovedì proposta su Italicum

Pubblicato il 18 ottobre 2016 da ansa

Sponda renziani a Cuperlo, giovedì proposta su Italicum

Sponda renziani a Cuperlo, giovedì proposta su Italicum

ROMA. – Recuperare un pezzo di sinistra Pd, senza smentire se stessi. E’ il tentativo che potrebbe portare entro giovedì a un nuovo passo della maggioranza Dem sulle modifiche all’Italicum. Per far emergere ancora più netta la distanza tra chi, come Pier Luigi Bersani e i parlamentari a lui vicini, ha già deciso per il No al referendum e avviato una battaglia anche sulla manovra. E chi invece, come Gianni Cuperlo, nel dialogo e nell’impegno di Matteo Renzi sulla legge elettorale crede davvero e potrebbe ancora convergere sul Sì.

La commissione per le modifiche all’Italicum, presieduta da Lorenzo Guerini, potrebbe riunirsi giovedì mattina. E offrire a Cuperlo quella risposta ‘politica’ che lui, nominato nella commissione in rappresentanza di tutta la minoranza Dem, non si stanca di invocare. Qualche parlamentare ipotizza la presentazione di un documento con una serie di enunciazioni di principio sulle possibili modifiche alla legge elettorale. Un testo che non vincoli per il futuro (a seconda che vinca il Sì o il No si aprirebbero del resto due scenari totalmente diversi) ma segni un impegno chiaro su temi, come i collegi uninominali e il premio alla coalizione (o l’apparentamento al secondo turno) che sono graditi non solo alla sinistra e a un pezzo di maggioranza Pd, ma anche agli alfaniani, con cui ci sono stati contatti negli ultimi giorni.

I vertici Dem mantengono però al momento grande riserbo e qualche perplessità su un testo ‘vincolante’. “Il modo migliore per cambiare la legge elettorale è non parlarne sui giornali”, sorride Ettore Rosato. Un accordo con Cuperlo, affermano dalla maggioranza Dem, è possibile e vale la pena provare a raggiungerlo. Mentre con i bersaniani non c’è speranza di recuperare la frattura. Tanto che loro si preparano ad annunciare giovedì il loro No definitivo al referendum: “Vanno bene gli impegni, ma al momento l’unico dato di fatto è che andremo a votare il 4 dicembre con l’Italicum in vigore”, dice un senatore. E già i bersaniani preparano la battaglia sulla legge di bilancio.

Una manovra, accusano a taccuini chiusi, piena di ‘mance elettorali’. Davide Zoggia annuncia un possibile voto contrario. E’ “inaccettabile”, sillaba Roberto Speranza, la ‘voluntary disclosure’ sui “contanti”. E’ un “condono”, concordano i bersaniani con i colleghi di Sinistra italiana. Mentre Pier Luigi Bersani, nell’attesa di leggere le norme, consiglia a Renzi di “non evocare i peggiori strumenti polemici della destra: qui non si tratta di combattere i vampiri, ma di riconoscere che per pagare meno bisogna pagare tutti”.

Una nuova grana, intanto, si presenta al Pd alla Camera per iniziativa del Movimento 5 Stelle. I grillini hanno infatti presentato una proposta di legge – in discussione in commissione – per portare a 5.000 euro le indennità dei parlamentari, con un risparmio – dice Danilo Toninelli – di “60 milioni di euro l’anno, più della riforma di Renzi”.

Dal Pd la replica è che con la vittoria del No al referendum, auspicata dai Cinque stelle, andrebbero comunque pagati gli stipendi ai senatori, che invece la riforma costituzionale cancella. Ma il M5s è determinato a portare al voto la sua proposta la settimana prossima in Aula per poter “dimostrare” che il Pd non vuole tagliare gli stipendi dei parlamentari.

“E’ oggettivo – osserva un deputato della minoranza Pd – che mentre facciamo propaganda per il referendum sbandierando il taglio ai costi della politica, questa cosa ci mette in difficoltà”. Ma la maggioranza Pd non si sottrae: “I deputati Pd hanno presentato gli emendamenti in commissione, vedremo come va il dibattito e poi come comportarci in Aula”.

(di Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

18:05Finmeccanica: caso Algeria, prosciolti Orsi e Spagnolini

(ANSA) - BUSTO ARSIZIO, 23 GEN - Giuseppe Orsi, ex ad e presidente di Finmeccanica, e Bruno Spagnolini, ex numero uno di Agusta Westland sono stati prosciolti dall'accusa di frode fiscale riguardo alla vicende della fornitura di elicotteri al Governo dell'Algeria. Lo ha deciso il gup di Busto Arsizio Nicoletta Guerrero. "Dopo l'assoluzione in Appello a Milano nel processo per corruzione internazionale per la forniture al governo indiano - commenta la difesa - naufraga definitivamente anche l'ultima indagine promossa dalla procura bustese". (ANSA).

17:53Donna minaccia di darsi fuoco a Palazzo Giustizia La Spezia

(ANSA) - LA SPEZIA, 23 GEN - Una donna di origine albanese, a quanto risulta disperata per uno sfratto esecutivo, si è cosparsa di benzina e con un accendino tra le mani ha minacciato di darsi fuoco all'interno del Palazzo di Giustizia della Spezia. Gli agenti della polizia giudiziaria chiamati da alcuni avvocati sono riusciti a farla desistere. Il dramma è andato in scena al primo piano del palazzo, dove la donna si è cosparsa di liquido infiammabile ed è poi entrata nell'aula degli avvocati. Alcune persone presenti si sono subito accorte della situazione e hanno chiamato gli agenti di polizia giudiziaria che hanno iniziato a parlare alla donna cercando di farsi spiegare le ragioni del gesto. Alla fine, dopo alcuni interminabili momenti, la donna è stata convinta a desistere. E' stata quindi sottoposta ad un trattamento sanitario obbligatorio. (ANSA).

17:44Giorno memoria: danneggiata a Milano altra pietra inciampo

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - L'anno scorso successe alla pietra d'inciampo posata sul marciapiede di via Plinio a Milano per ricordare Dante Coen, deportato ad Auschwitz e ucciso a Buchenvald. Quest'anno ad essere danneggiata è stata la pietra d'inciampo posata in viale Lombardia 65 per Angelo Fiocchi, deportato a Mauthausen e assassinato nell'aprile 1945 ad Ebensee. La lastra in metallo che riporta il nome di Fiocchi, davanti alla sua casa, posizionata il 20 gennaio scorso, è stata graffiata a cercare di cancellare nome, deportazione e data della morte. (ANSA).

17:43Tennis: Australia, Wozniacki avanti

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Caroline Wozniacki si è qualificata per le semifinali dell'Open d'Australia battendo per 6-0 6-7 6-2 la spagnola Carla Suarez Navarro. In semifinale la danese, testa di serie n.2 del torneo, affronterà la belga Elise Mertens che ha eliminato l'ucraina Elina Svitolina.

17:39Calcio: due colpi per il City, pronti Fred e Laporte

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Il Manchester City è molto attivo in questa finestra invernale di calciomercato. Secondo la stampa inglese, l'attaccante brasiliano dello Shaktar Donetsk, Fred, è l'obiettivo più imminente dei 'citizens', che hanno nel mirino anche Aymeric Laporte, difensore della Nazionale francese e dell'Athletic Bilbao. L'allenatore del Manchester City, Pep Guardiola, come conferma il Mundo deportivo, ha richiesto la firma del del club basco per questo mercato. La clausola rescissoria del giocatore ammonta a 65 milioni.

17:37Calcio: Juve, Matuidi è a rischio per il Chievo Verona

(ANSA) - TORINO, 23 GEN - Tre bianconeri acciaccati dopo il posticipo contro il Genoa di ieri sera: Blaise Matuidi ha riportato una forte contusione alla coscia destra, con versamento di sangue, ed è a rischio per la trasferta di sabato a Verona contro il Chievo. Le sue condizioni saranno valutate nei prossimi giorni dallo staff medico. Juventus dopo la vittoria di ieri sera con il Genoa, riposo per Blaise Matuidi. Seduta in palestra, oggi a Vinovo, per Alex Sandro, che ha riportato una forte contusione alla regione sacrale, e Khedira, alle prese con un affaticamento alla gamba sinistra.

17:36Usa: sparatoria in una scuola del Kentucky, un morto

(ANSA) - WASHINGTON, 23 GEN - Una persona è stata uccisa in una sparatoria presso un liceo di Benton, in Kentucky. Lo ha annunciato il governatore, Matt Bevin. La situazione è al momento sotto controllo secondo la Cbs, almeno 5 studenti sono stati colpiti.

Archivio Ultima ora