Associazione Regionale Siciliana, un bingo di beneficenza

Pubblicato il 19 ottobre 2016 da redazione

Il presidente dell'ARS Caracas, Antonio Saglimbeni; Pietro Ardizzone: il presidente del Centro Italiano Venezolano, Carlo Villino.

Il presidente dell’ARS Caracas, Antonio Saglimbeni; Pietro Ardizzone: il presidente del Centro Italiano Venezolano, Carlo Villino.

CARACAS. – Presso il Salone del Centro Italiano Venezolano di Caracas si è svolto nei giorni scorsi un Bingo di beneficenza, organizzato dall’Associazione Regionale Siciliana ARS di Caracas, per raccogliere fondi per aiutare i nostri connazionali in difficoltà economiche.

Tra i presenti il presidente del Centro Italiano Venezolano Carlo Villino, la sempre dinamica signora Rosita Di Geronimo, e Pietro Ardizzone, ricordato autore del libro di poesie Sicilia… con nostalgia.

ars2

Nel dare inizio alla manifestazione il segretario dell’associazione Francesco Cucchiara si rivolgeva al pubblico presente con sentite parole nel mettere in evidenza la funzione sociale dell’associazionismo in Venezuela, soprattutto in questo periodo in cui molti connazionali soffrono le conseguenze della crisi economica e la mancanza di medicine.

Non mancavano le parole del nuovo presidente dell’ARS di Caracas, Antonio Saglimbeni, che, ringraziando i presenti, ratificava ancora una volta gli obiettivi dell’Associazione ed in particolare dell’evento in corso di aiutare i più bisognosi, e non solo i siciliani.

ars3

Per l’intenso messaggio che trasmette i sentimenti di tutti i siciliani in Venezuela, riportiamo integralmente le parole del segretario dell’Associazione, Francesco Cucchiara:

Estamos aca porque nos mueve un enorme sentimiento de solidaridad con cada uno de nuestros coterraneos, porque conocemos muy bien sus realidades, pues todos compartimos este país.

Por lo tanto, es nuestra labor y nuestra lucha transmitir a las diferentes autoridades italianas, sus necesidades, hacerles de puente para que en nombre de quienes lo necesitan, puedan recibir una ayuda humanitaria, social y economica.

Ha sido y es esta la funcion de nuestra asociacion desde sus comienzos, ayudar a traves de todos los mecanismos necesarios a quienes nos necesitan, una ayuda solidaria y absolutamente desinteresada, una ayuda que llega a los mas necesitados y en algunas oportunidades hasta olvidados hijos de nuestra amada Italia.

Durante estos años hemos venido desarrollando varios programas de ayuda a los necesitados, que van desde el pago del 100% de Polizas de Hospitalizacion, cirugia y maternidad, hasta medicinas para atender diferentes afecciones de salud.

No es para nadie un secreto que cada dia que ha transcurrido en nuestra Venezuela, se ha convertido en un dia de lucha, preocupaciones y desesperanza, pues lamentablemente las pensiones venezolanas apenas cubren las necesidades mas minimas, que decir por poder pagar polizas de salud privadas y mucho menos las medicinas que ademas de estar escasos, cuando se logran conseguir, nos toca optar por comprar medicamentos o comprar comida.

Para eso estamos aca, para tratar con nuestro humilde esfuerzo de atender en lo posible estas necesidades.
Gracias a nuestra labor, podemos decir que un gran numero de sicilianos han recibido nuestra ayuda, algunos con importantes aportes para cubrir parte de intervenciones quirurgicas, otros en su momento con polizas de salud, y donde hemos conseguido atender a la mayor parte de nuestros hermanos, ha sido la relacionada con los acuerdos firmados entre Fundafarmacia y la Asociacion Regional Siciliana de Caracas para la entrega de medicinas, entre las cuales podemos mencionar anti hipertensivos, medicamentos para el control de la glucosa, anti alergicos, anticoagulantes y muchos otros.

Seguimos buscando acuerdos que nos ayuden a encontrar mas medicamentos, pero la situacion del pais no ha sido hasta ahora todo lo favorable que se necesita para lograr la efectividad de nuestros programas, aunque estamos seguros que mas tempranos que tarde, este pais mejorara y tendran en nosotros una asociacion compuesta de amigos, paisanos y hasta me atreveria decir hermanos, dispuesta a poner todo su esfuerzo, conocimiento y tiempo en el beneficio de todos los sicilianos e italianos de Venezuela.

Hace pocos meses celebramos nuestra eleccion de junta directiva, para darle un descanso y un refrescamiento a los que año tras año van asumiendo la responsabilidad de manejar el futuro de nuestra asociacion, Por lo cual me complace anunciar e invitar a compartir con ustedes algunas palabras a nuestro nuevo presidente para el periodo 2016 – 2018 el Sr. Antonio Saglimbeni

Ultima ora

19:11M5S: in programma governo manca il referendum sull’ euro

(ANSA) - PESCARA, 21 GEN - Manca il referendum sull'euro tra i 20 punti del programma di governo M5S. Luigi Di Maio, parlando del punto sull'Europa precisa invece che il M5S "non vuole rompere con l'Ue" ma, sul deficit, "vuole andare ai tavoli europei per chiedere ciò che altri Paesi hanno avuto" e poter fare "investimenti in deficit in settori ad alto moltiplicatore". "Ridurremo di 40 punti il rapporto tra debito pubblico e Pil", sottolinea Di Maio.

19:05Calcio: vento forte a Cagliari, ma gara col Milan si gioca

(ANSA) - CAGLIARI, 21 GEN - Fortissime raffiche di maestrale a Cagliari, ma la partita tra rossoblù e Milan si gioca lo stesso. Il primo ok è arrivato dopo il sopralluogo della questura per verificare la sussistenza delle condizioni di sicurezza per il pubblico della Sardegna Arena. Pochi minuti fa è arrivato anche il benestare tecnico della terna arbitrale. Anche perché il vento, che stamattina ha spazzato la città buttando giù anche diversi alberi, sta diminuendo di intensità.

19:05Di Maio, intercettazioni informatiche contro corruzione

(ANSA) - PESCARA, 21 GEN - "Riformiamo la prescrizione, con la sospensione dal primo grado di giudizio o dal rinvio a giudizio. Istituiamo il Daspo per corrotti: se sei corrotto non devi più avere a che fare con la Pubblica Amministrazione" e il M5S vuole inserire "agenti sotto copertura per i reati di corruzione e le intercettazioni informatiche con i virus trojan nei Pc e negli smartphone sempre per i reati di corruzione". Lo afferma il candidato premier M5S Luigi Di Maio parlando del programma di governo del movimento a Pescara.

18:58Di Maio, via Irap per Pmi, calo Irpef per ceto medio

(ANSA) - PESCARA, 21 GEN - "Eliminiamo i finanziamenti a pioggia alle Pmi che vanno sempre agli stessi e aboliamo l'Irap per loro". Lo afferma Luigi Di Maio presentando il punto sul fisco del programma del M5S. "Riduzione aliquote Irpef per ceto medio, no tax area fino a 10mila, manovra choc per Pmi con la riduzione del cuneo fiscale", sono altre priorità rimarcate da Di Maio che spiega: "il Made in Italy non potrà mai robotizzare i suoi artigiani. Se vogliamo salvare il Made in Italy va reso competitivo".

18:58Gentiloni, sì Spd per governo è passo avanti per futuro Ue

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Passa a maggioranza la proposta di Martin Schulz per concludere un accordo di grande coalizione. Un passo avanti per il futuro dell'Europa". Lo scrive su twitter il premier Paolo Gentiloni commentando il sì della Spd alla grande coalizione con la Merkel.

18:56Calcio: serie B, Brescia Avellino 2-3

(ANSA) - BRESCIA, 21 GEN - Gran colpo dell'Avellino che nel posticipo della 22/a giornata di serie B espugna il campo di Brescia al termine di una gara con cinque gol e continui cambi di scenario: finisce 3-2 per la squadra di Novellino. L'Avellino passa in vantaggio al 16': cross da sinistra di Bidaoui sul secondo palo dove è appostato Molina che non sbaglia. Il Brescia ribalta però la partita in un minuto: tra il 27' e il 28' ecco la doppietta di Torregrossa con il primo gol di testa, il secondo di destro potente. Non è tutto perchè nella ripresa c'è un altro colpo di scena: l'Avellino prima fa il 2-2 (all'8') con Castaldo e poi trova il vantaggio al 15' con Bidaoui. In entrambe le circostanze, pasticci della difesa di casa. L'Avellino sale a quota 28 punti, il Brescia resta a 23.

18:51Shutdown, Trump suggerisce cambio regole voto Senato

(ANSA) - WASHINGTON, 21 GEN - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump suggerisce che si cambino le regole di voto al Senato per superare l'impasse che ha portato allo shutdown dell'amministrazione federale. "Se l'impasse continua i repubblicani dovrebbero puntare al 51% (Opzione Nucleare) e votare per un vero e duraturo testo sul bilancio", ha scritto il presidente in un tweet. Le regole in vigore prevedono una 'supermaggioranza' di 60 voti su 100 al Senato per l'approvazione del provvedimento che finanzia il governo.

Archivio Ultima ora