Profughi siriani guide turistiche nella Berlino dei migranti

(ANSA-AP) – BERLINO, 19 OTT – A Berlino profughi siriani lavorano come guide turistiche illustrando non monumenti e luoghi simbolo della capitale tedesca ma centri di accoglienza, ristoranti etnici e altri posti legati alla vita dei rifugiati. A impiegarli in tal modo e’ “Querstadtein” (Attraversando la citta’) un’organizzazione non-profit nata facendo fare le guide turistiche a ex-senzatetto che mostrano gli spazi della loro esistenza passata. Di fronte all’afflusso di migranti, l’ong impiega ora anche quattro profughi seguendo la stessa linea: “il nostro scopo è quello di dare un volto ai profughi”, ha detto Tilmann Hoeffken, un dirigente di Querstadtein che cerca di colmare il divario che si forma tra cittadini e migranti. In Germania, dove l’anno scorso sono arrivati 890 mila migranti, il clima nei loro confronti è in peggioramento a causa di politici populisti che fanno leva fra l’altro sul fatto che due dei terroristi ispirati dall’Isis che hanno colpito nel luglio scorso erano profughi.