Usa 2016: Clinton vola nei sondaggi, per Trump ultima spiaggia

Pubblicato il 19 ottobre 2016 da ansa

Nella notte il duello finale, il tycoon punta sul rischio brogli

Nella notte il duello finale, il tycoon punta sul rischio brogli

NEW YORK. – Nella notte si consuma il duello finale tra Donald Trump e Hillary Clinton. L’ultimo grande appuntamento mediatico della campagna elettorale statunitense, con ascolti record che vedono oltre 80 milioni di americani incollati al piccolo schermo. Un dibattito al veleno, drammatico, che ha come teatro la University of Nevada di Las Vegas. Moderato da Chris Wallace, volto della Fox.

Per il candidato repubblicano si tratta quasi dell’ultima spiaggia, visto che a venti giorni dal voto la ex first lady domina nei sondaggi. Hillary Clinton vola, riconquistando dopo l’episodio del malore a Ground Zero il ruolo di favorita assoluta. Anche se, in una campagna elettorale atipica sotto molti punti di vista, la sorpresa e il colpo di scena sono sempre dietro l’angolo, anche a tre settimane dall’Election Day.

E il continuo stillicidio di email rubate al capo della campagna di Hillary e pubblicate da Wikileaks rappresenta sempre una minaccia costante. Ma per adesso i numeri vanno in una sola direzione. Per l’agenzia Bloomberg Clinton ha nove punti di vantaggio. Per il sito specializzato RealClearPolitics, che fa la media delle principali rilevazioni, guida di oltre sette lunghezze.

Ma è il dato sui ‘grandi elettori’ che lascia intravedere grandi chance di vittoria per Clinton, visto che negli ultimi sondaggi in quindici stati-chiave ne avrebbe più di 300 dalla sua parte: ben oltre i 270 necessari per conquistare la Casa Bianca. Insomma, tutto fa dire a gran parte degli osservatori che solo una “rimonta storica” potrebbe oramai salvare il tycoon.

Del resto il “mese orribile” del miliardario ha lasciato il segno. Tra il video scandalo e le accuse di molestie sessuali, è stato un “ottobre nero” come mai nella storia recente si era visto per un candidato presidenziale. Candidato che ora si gioca il tutto per tutto e punta più che mai sulla carta dei brogli elettorali, nonostante le ire di Barack Obama e dello stesso establishment repubblicano. E a rischio di creare enormi tensioni alla vigilia del voto, in un Paese già molto diviso.

Secondo alcuni dei principali commentatori dei media americani Trump in questa fase sembra più alla ricerca di un capro espiatorio che di altro, per poter giustificare la probabile sconfitta. Per altri invece non ha alcuna intenzione di mollare, e crede ancora nel successo finale. Ma puntando tutto sullo zoccolo duro dei suoi sostenitori, con una tattica così aggressiva da rendere difficile una espansione dei consensi, anche a destra.

Intanto sul palco di Las Vegas va in scena anche la sfida degli ospiti. Tra gli inviti di Trump, dopo le ‘accusatrici’ di Bill Clinton dello scorso dibattito, ci sono quello a Malik Obama, ‘fratellastro’ del presidente Barack Obama, e quello a Patricia Smith, madre di una delle vittime dell’attacco al consolato di Bengasi nel 2011. Tra gli ospiti di Clinton invece la numero uno di HP Meg Whitman, repubblicana anti-Trump, e il miliardario Mark Cuban.

(di Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

14:39Calcio: stampa Spagna, Barça ha pronto un piano per Dybala

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Il Barcellona ha pronto un piano per portare Paulo Dybala in Catalogna. Secondo quanto riporta oggi 'Mundo deportivo', il club catalano (con il placet di Leo Messi) vuole fortemente l'attaccante argentino della Juventus che, dal canto suo, sarebbe intenzionato a lasciare Torino a fine stagione. Il Barca deve però fare i conti con la Juventus che non sembra intenzionata a cedere 'la Joya' se non ad una cifra 'irrinunciabile' e cioè non meno di quella per la quale è stato venduto Paul Pogba, 120 milioni di euro. Secondo il quotidiano spagnolo Dybala vorrebbe inserire nel rinnovo di contratto con la Juventus, che ancora non ha firmato, una clausola che imporrebbe un prezzo fisso per il suo cartellino, mentre la Juve potrebbe inserire in un'eventuale operazione André Gomes, Ivan Rakitic, o Javier Mascherano.

14:37Voucher: Ap, ultima data acquisto 15/5 o NO a Dl

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Spostare l'ultima data di acquisto dei voucher dal 17 marzo al 15 maggio: questa la proposta avanzata da Ap, che presenterà emendamenti al decreto in questa direzione. "Senza questi emendamenti non voteremo il decreto. Vogliamo dire con grande chiarezza che se la maggioranza si fa incatenare dalla sinistra dell''indietro tutta', non ci stiamo" sottolinea il leader di Ap, Angelino Alfano, che spiega come fra le proposte centriste figuri anche quella di istituire subito uno strumento alternativo a quello dei voucher.

14:36Attacco Londra: altri due arresti, ‘sono importanti’

(ANSA) - LONDRA, 24 MAR - Altri due "importanti arresti" sono stati eseguiti nell'Inghilterra centrale e settentrionale in relazione all'attacco terroristico di Londra mercoledì scorso: lo ha reso noto il capo dell'antiterrorismo del Paese, Mark Rowley. Attualmente, nove persone sono agli arresti mentre una e' stata rilasciata su cauzione.

14:35Calcio: Italia-Albania, al Barbera ci sarà il tutto esaurito

(ANSA) - PALERMO, 24 MAR - Lo stadio Renzo Barbera di Palermo stasera sarà al gran completo per la sfida di qualificazione mondiale fra Italia e Albania. I tifosi ospiti, che dovrebbero essere circa 13 mila, occuperanno per intero il settore ospiti (poco più di 1.200 posti), ma soprattutto ogni settore dello stadio di viale del Fante, dove gli azzurri hanno perso una sola volta (novembre 1994, nell'eurosfida contro la Croazia di Davor Suker e Zvonimir Boban) e tornano a esibirsi dopo circa un anno e mezzo. Gli ultimi tagliandi stanno per essere venduti: si calcola che saranno circa 35 i tifosi stasera sugli spalti per vedere all'opera Gigi Buffon (millesima partita in carriera e 168/a in Nazionale) e compagni. La serata tiepida favorirà l'afflusso della gente, così come il richiamo del fascino dei colori azzurri. L'Italia ha sempre stregato il pubblico palermitano.

14:29Migranti: Mogherini, serve politica europea dell’asilo

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - L'Europa ha fatto molto per l'immigrazione sul fronte esterno, dal pattugliamento nel Mediterraneo ai compact con i paesi africani, al "grande lavoro" con la Libia. Ma è stata debole "sulla solidarietà interna, l'accoglienza e la gestione dell'asilo", adesso "bisogna andare verso una vera politica europea dell'asilo". Lo ha detto il rappresentante esteri dell'Ue Federica Mogherini, partecipando ai dialoghi europei che precedono la celebrazione dei trattati di Roma.

14:25Francia: Hollande a Fillon,’dignità, nessun ufficio occulto’

(ANSA) - PARIGI, 24 MAR - "Non voglio entrare nel dibattito elettorale, non sono candidato, ma c'è una dignità, una responsabilità da rispettare. Penso che il signor Fillon si sia spinto oltre": il presidente francese, Francois Hollande, ai microfoni di radio France Bleu, torna così a replicare alle pesanti accuse mosse ieri sera contro di lui dal candidato dei Républicains travolto dal Penelopegate. "All'Eliseo non c'è nessun ufficio occulto", ha tuonato Hollande.

14:22Scontri 1 maggio: in appello cade l’accusa di devastazione

(ANSA) - MILANO, 24 MAR - E' caduta oggi in appello anche per l'ultimo dei quattro giovani antagonisti imputati (per gli altri era già caduta in primo grado) l'accusa di devastazione che era stata contestata nel procedimento per gli scontri durante la manifestazione 'No Expo' del primo maggio 2015. Oggi la Corte d'Appello, infatti, ha emesso quattro condanne a pene da 8 mesi fino a 2 anni e 4 mesi, mentre il pg chiedeva condanne fino a 5 anni e 8 mesi anche per devastazione e non solo per resistenza e travisamento.

Archivio Ultima ora