Renzi torna con la spinta di Obama, crescita contro populismi

Pubblicato il 19 ottobre 2016 da ansa

President Barack Obama and Italian Prime Minister Matteo Renzi leave after their joint news conference in the Rose Garden of the White House in Washington, Tuesday, Oct. 18, 2016. (ANSA/AP Photo/Pablo Martinez Monsivais)

President Barack Obama and Italian Prime Minister Matteo Renzi leave after their joint news conference in the Rose Garden of the White House in Washington, Tuesday, Oct. 18, 2016. (ANSA/AP Photo/Pablo Martinez Monsivais)

WASHINGTON. – Matteo Renzi rientra in Italia pronto ad incrociare il fioretto con l’Ue e forte di un risultato “incredibile”: gli onori di Barack Obama per celebrare un “rapporto mai così stretto” tra Italia e Usa e l’eredità di un presidente Usa che spinge sulla crescita come arma contro il populismo. Nel colloquio nello studio ovale e poi nello State dinner, il premier italiano ha trovato conferma di una “convergenza personale” e di un’agenda comune che non considera mirati ad uno spot di Obama in vista del referendum. D’altra parte, è il ragionamento di Palazzo Chigi, il sì degli americani alle riforme è ovvio come per il premier dovrebbe esserlo anche in Italia.

Ridurre l’ultima visita di Stato concessa da Obama ad un endorsement al governo in vista del 4 dicembre è secondo il premier un errore. Come non è vero, smentiscono fonti italiane, che il presidente Usa abbia omaggiato, con tanto di cena finale nel prato della Casa Bianca, l’Italia per chiedere un maggior impegno in Libia. Il referendum, a quanto si apprende, non è stato il piatto forte del colloquio di circa due ore.

“Abbiamo fatto una lunga discussione sull’Ue – racconta Renzi – sulla necessità del coraggio contro la paura, della crescita contro l’austerity. Sul fatto che i populismi si alimentano nella crisi della crescita c’è totale sintonia così come sull’approccio ai migranti mentre in Ue aprono la bocca ma non le porte”.

Neanche la tempistica della visita di Stato, chiariscono fonti di governo, è stata decisa in vista del referendum. L’invito di Obama, “amante dell’Italia come la moglie Michelle”, è arrivato a Renzi durante una pausa del G7 in Giappone prima che la battaglia sul referendum entrasse nel vivo. “Io e Michelle, prima di andare via, vogliamo fare una grande cosa insieme a te”, sarebbe stato l’invito arrivato dal leader americano.

D’altra parte, gli americani considerano “ovvio, scontato” dire sì a riforme che nell’obiettivo del governo riducono i costi della politica e l’instabilità degli esecutivi. In quest’ottica, sostengono ambienti di governo, si spiega anche il fatto che Obama abbia consigliato a Renzi di rimanere anche in caso di sconfitta. Gli Usa tifano per la stabilità politica: vale per Obama e vale, in caso di vittoria, per Hillary Clinton.

Oggi il premier ha pranzato con Neera Tanden, del think tank di John Potesta, capo della campagna della Clinton. Ma in realtà, dicono fonti vicine a Renzi, i contatti diretti con la candidata dem risalgono alle primarie. Ma è il successo della missione Usa e la consapevolezza che “l’Italia è un paese affidabile, non più un problema da qualche anno”, a incoraggiare Renzi ad andare avanti nella sua strategia.

Domani, se ci sarà occasione, ma sicuramente nelle prossime settimane il premier non ha intenzione di abbassare la testa in Ue anche in caso di arrivo di una lettera della commissione sulla manovra, data per scontata come “la caduta delle foglie in autunno”.

Per Renzi il deficit del 2,3 per cento “è il più basso degli ultimi 10 anni” e le regole sono state rispettate. “Su cosa l’Ue ci può dire di no? – ragiona il premier – Sulla scuola di Amatrice, sull’ immigrazione… Me lo scrivano, mi mandino due righe del portavoce anonimo’ e io ti dico: apri la procedura di infrazione sui paesi che non fanno la relocation, io ancora aspetto, come dice Alfano, la procedura di ringraziamento per essermi attivato sugli hotspot”.

(dell’inviata Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

19:40Calcio: Premier, doppietta Alonso e prima vittoria Chelsea

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Il Chelsea di Antonio Conte conquista la prima vittoria nell'attuale Premier, battendo in trasferta il Tottenham, che gioca a Wembley nell'attesa del completamento dello stadio di casa. Dopo con sconfitta a Stamford bridge contro il Burnley, i 'Blues' si sono riscattati, mettendo le mani su uno degli innumerevoli derby di Londra per 2-1. L'ex viola Alonso ha aperto le marcature dopo 24' ma, al culmine di un forcing instancabile, la squadra guidata da Pochettino è giunta al pareggio grazie all'autogol di Batshuayi, che ha fulminato il proprio portiere Courtois con un colpo di testa in tuffo degno di un grande centravanti. I campioni d'Inghilterra non si sono persi d'animo e hanno approfittato di un pasticcio difensivo degli 'Spurs', ma soprattutto dell'errore del portiere francese Lloris, che si è fatto passare sotto il corpo il pallone sul rasoterra di Alonso. In testa alla Premier da oggi, assieme a Manchester United e West Bromwich, c'è il neopromosso Huddersfield, che ha superato il Newcastle 1-0.

19:17Sondaggio, tonfo Trump anche in Midwest

(ANSA) - WASHINGTON, 20 AGO - Precipita il livello di approvazione per l'operato del presidente Usa Donald Trump anche negli stati del Midwest che l'8 novembre 2016 gli hanno aperto le porte della Casa Bianca. Secondo un sondaggio NBC News/Marist e' sceso sotto il 40% il consenso verso il Tycoon in Michigan (36%), Pennsylvania (35%) e Wisconsin (34%). Il rilevamento e' stato condotto nei giorni successivi agli scontri a Charlottesville della scorsa settimana, in un lasso di tempo che include anche la controversa reazione del presidente Trump a quell'episodio.

19:13Catamarano si ribalta due volte, salvati due giovani

(ANSA) - TRIESTE, 20 AGO - Si è ribaltato per due volte nel giro di pochi minuti, fino a semiaffondare e andare alla deriva nel golfo di Trieste battuto dalla bora, un catamarano a vela con a bordo due giovani che sono stati soccorsi e portati a riva dalla Guardia costiera del capoluogo giuliano. Il catamarano, lungo quattro metri e mezzo, si è ribaltato stamani la prima volta a circa tre miglia al largo del porto di Sistiana. Sul luogo è subito arrivata una motovedetta e l'equipaggio ha aiutato i due giovani a rimettere a posto l'imbarcazione, che però aveva subito danni che secondo i tecnici potevano comprometterne la navigabilità. I giovani hanno deciso di proseguire da soli la navigazione ma la motovedetta li ha seguiti per dirottare il catamarano verso il porto più vicino, quello del Villaggio del Pescatore. Dopo pochi minuti, però, l'imbarcazione si è ribaltata di nuovo ed è semiaffondata. I due giovani sono stati salvati e condotti nel porto di Sistiana.

19:12Riaperta la stazione di Marsiglia

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - E' stata riaperta la stazione ferroviaria Saint-Charles a Marsiglia nel sud della Francia. Lo scrive Le Figaro online citando un tweet della Sncf, le Ferrovie Francesi. La stazione era stata chiusa nel primo pomeriggio per la presenza di un pacco sospetto. Centinaia di persone hanno dovuto aspettare sotto il sole prima che venissero concluse le operazioni per la messa in sicurezza del sito da parte delle forze dell'ordine.

19:09Incendi: oggi 34 richieste di intervento aereo

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Prosegue l'impegno dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile: anche oggi, gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra e dai velivoli regionali. Al momento sono 34 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento dalle Regioni. In particolare, 10 sono pervenute dalla Campania, 5 dal Lazio, 4 dall'Abruzzo e altrettante dalla Calabria, 3 dalla Sicilia, 2 ciascuna da Basilicata, Molise, Puglia e una rispettivamente da Piemonte e Sardegna. L'impegno dei velivoli disponibili è attualmente concentrato, in accordo con le regioni, sulle situazioni più critiche. L'intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei - 15 Canadair e 8 elicotteri del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco oltre a un elicottero della Difesa - ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 13 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza. La protezione civile ricorda che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva.

19:08Auto su spiaggia in Versilia, autista rischia linciaggio

(ANSA) - VIAREGGIO (LUCCA), 20 AGO - Sorpresa, ma soprattutto paura, fra i bagnanti in spiaggia oggi pomeriggio in uno stabilimento balneare di Focette di Marina di Pietrasanta: un'auto, utilizzando il passaggio dello stabilimento, è arrivata sulla spiaggia, arenandosi, fra il fuggi-fuggi generale. Il conducente, straniero, ha rischiato anche il linciaggio da parte di alcune persone spaventate dopo gli ultimi episodi terroristici a Barcellona e che hanno inveito contro di lui. Sul posto è intervenuto anche personale della Capitaneria di porto. Non è chiaro se il conducente abbia invaso l'arenile per un errore o se pensava di poter accedere alla spiaggia con l'auto. (ANSA).

19:01Calcio: Buffon “a Trieste vinto scudetto, sensazioni forti”

(ANSA) - TRIESTE, 20 AGO - "A Trieste ho vinto uno scudetto, ci torno volentieri. E' una città stupenda, lascia sensazioni forti". Lo ha detto il portiere della Juve e della Nazionale, Gigi Buffon, a Trieste, dove ha visitato la mostra 'Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi', accompagnato dallo stesso critico. "Mi sembra una città che si sia svegliata da un certo torpore, almeno negli ultimi anni - ha aggiunto Buffon -. Ci sono iniziative che prendono piede e danno vitalità a una città talmente bella che è impossibile pensare che possa rimanere dormiente. Con la nuova giunta, i nuovi politici e tutti quanti - ha concluso Buffon - si troverà il modo di fare vivere anche sportivamente a Trieste lo sport di un certo livello". Di calcio e di Trieste ha parlato anche Sgarbi, ricordando di essere stato, da bambino, tifoso della Juve e della Spal, di aver smesso di seguire il calcio a partire dal 1968. "Poi - ha aggiunto - la Spal è arrivata in A, una città morta peggio di Trieste come Ferrara, stramorta, ha un rinascimento nel calcio".

Archivio Ultima ora