Stati Generali della Lingua Italiana, i suggerimenti di Silvana Mangione

Pubblicato il 20 ottobre 2016 da redazione

Stati Generali della Lingua Italiana, i suggerimenti di Silvana Mangione

Stati Generali della Lingua Italiana, i suggerimenti di Silvana Mangione

FIRENZE – Da New York a Firenze: Silvana Mangione è intervenuta agli Stati Generali della Lingua Italiana da vice segretario generale del CGIE per i Paesi anglofoni, sintetizzando in sei rapide notazioni i suoi suggerimenti in materia di insegnamento della lingua e diffusione della cultura italiana.

1. Iniziare l’insegnamento dell’italiano fin dalla scuola materna, anche avvalendosi dell’ottima reputazione di cui godono il metodo montessoriano e i nostri asili di Reggio Emilia, famosi e osannati negli Stati Uniti e in molti altri Paesi, proseguendo i corsi fino all’ultimo anno delle scuole medie superiori, per preparare un pubblico di potenziali iscritti alle Facoltà di italianistica e di lingua e letteratura italiana nelle Università estere, pena l’estinzione dei programmi universitari esistenti;

2. Tenere nel massimo conto le specificità dei sistemi scolastici dei diversi Paesi in cui promuoviamo la diffusione della lingua e della cultura italiana, per inserire i corsi nelle locali scuole dell’obbligo, e rispettare le specificità territoriali, che comprendono differenze culturali, sensibilità di comportamento, rispetto delle tradizioni di vita e differenti sistemi politici. Cercare dunque di non imporre un modello unico di attuazione dell’insegnamento in tutto il mondo, ma adottare quelli più adatti ad ogni specifica realtà;

3. Sfruttare tutte le possibilità offerte dall’e-learning, prima di tutto, ma non solo, nei Paesi di grande estensione territoriale. Faccio un esempio pratico: voi tutti sapete che negli Stati Uniti esiste l’Advanced Placement Program, in base al quale se uno studente dell’ultimo anno della High School supera un esame, può tesaurizzare un certo numero di crediti gratuiti da portare all’Università. Bene, il 15% del totale degli esami di AP Italian nel 2015 è stato preparato con il corso di AP online, predisposto da ICoN e approvato dal College Board, che amministra l’esame. ICoN è il Consorzio di 18 Università italiane, dedito all’e-learning, che opera in Convenzione con il MAECI. Il numero di esaminandi è cresciuto dell’8% nel 2016, e stiamo calcolando i dati relativi all’apporto dei corsi online e degli Osservatori Locali e Nazionale presso i Consolati e l’Ambasciata, che andrebbero istituiti e codificati ovunque;

4. Valorizzare e sostenere il lavoro insostituibile degli enti gestori, radicati nel territorio, in sintonia con le necessità, le abitudini e le autorità scolastiche locali. A questo proposito noi chiediamo che gli enti gestori vengano nominati e facciamo parte integrante del Decreto legislativo sul Sistema delle Scuole italiane all’estero, tenendo in considerazione che, per esempio, nel Continente nordamericano c’è soltanto una Scuola bilingue e biculturale, la Scuola d’Italia Guglielmo Marconi di New York cui si sono affiancata una seconda scuola appena aperta a Chicago e altri esperimenti di realtà scolastiche che usano l’italiano come lingua veicolare in Westchester County e a Brooklyn. Senza la presenza diffusa degli enti gestori, la crescita dell’insegnamento e dell’inserimento dell’italiano nei programmi curricolari finirebbe per cessare;

5. Valorizzare la conoscenza del tessuto della società civile e delle comunità, e avvalersi dei contatti con le autorità locali, offerti dalle rappresentanze democraticamente elette dagli italiani all’estero: i Comites e il CGIE, sancendo la loro partecipazione all’elaborazione dei Piani Paese, che vanno ripristinati per legge;

6. Infine, è assolutamente necessario che si proceda all’aggiornamento e la razionalizzazione degli strumenti, dei moduli e dell’intero sistema di rilevazione del numero di corsi e di studenti di italiano nel mondo, ad ogni livello scolastico e universitario, includendo gli allievi delle scuole private di lingue straniere.

Ultima ora

00:22Omicidio a Reggio Calabria, ucciso tabaccaio

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 25 MAG - Un commerciante, Bruno Ielo, di 66 anni, titolare di una rivendita di tabacchi, è stato ucciso stasera in un agguato a Catona, frazione di Reggio Calabria. Secondo quanto ricostruito dalla polizia di Stato, Ielo, mentre rientrava a casa alla guida del proprio scooter, sarebbe stato affiancato da un automezzo con a bordo almeno due persone che gli hanno sparato contro alcuni colpi di pistola. La morte del commerciante é stata istantanea. Ielo, nel momento dell'agguato, stava tornando a casa dopo avere chiuso la rivendita di tabacchi che gestiva nel quartiere Gallico. Il commerciante era preceduto in auto da una delle figlie. Tra le prime ipotesi avanzate dagli investigatori quella di un tentativo di rapina per sottrargli l'incasso della giornata. Ielo era armato ma non ha fatto in tempo a prendere la pistola per difendersi. Già lo scorso anno il commerciante aveva subito un tentativo di rapina ed anche in quell'occasione era stato fatto segno da alcuni colpi d'arma da fuoco.

23:53Moto:paura per Valentino Rossi, incidente in motocross

(ANSA) - RIMINI, 25 MAG - Paura per Valentino Rossi rimasto vittima di un incidente durante un allenamento in motocross nella pista di Cavallara. Nulla di grave comunque per il pilota di Tavullia che avrebbe rimediato un trauma cranico e toracico addominale. Valentino è cosciente e parla ma i medici dell'Ospedale 'Infermi' di Rimini hanno comunque deciso di tenerlo in osservazione nel Reparto di rianimazione ma solo per motivi di privacy e riservatezza. Ci sono con lui i genitori.

23:05Moglie uccisa a bastonate,rinvio a giudizio per Cagnoni

(ANSA) - RAVENNA, 25 MAG - E' stata depositata la richiesta di rinvio a giudizio per Matteo Cagnoni, il dermatologo 52enne di Ravenna, accusato di aver ucciso a bastonate la moglie Giulia Ballestri,di 39 anni. Le ipotesi di reato formulate dalla procura sono omicidio pluriaggravato da premeditazione, crudeltà e dall'avere agito nei confronti del coniuge, e l'occultamento di cadavere nella cantina della villa dove è stato compiuto il delitto. Matteo Cagnoni é in carcere dal 19 settembre scorso, giorno del fermo a Firenze, con l'accusa di avere ucciso tre giorni prima a bastonate in una villa di famiglia di Ravenna, da tempo disabitata, la moglie. Secondo quanto contestato dai Pm Alessandro Mancini e Cristina D'Aniello sulla base delle indagini della polizia, la premeditazione sul delitto la si può dedurre in particolare da due elementi: sin dal 14 settembre Cagnoni aveva dato disposizione alla segreteria della clinica di Bologna dove prestava attività ambulatoriale, di annullare tutti gli appuntamenti per il 16, giorno del delitto.

21:44Calcio: Prandelli riparte da Emirati, nuovo tecnico Al-Nasr

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - Cesare Prandelli ricomincia dagli Emirati Arabi. L'ex ct azzurro sarà infatti il nuovo tecnico dell'Al Nasr. Lo ha ufficializzato il club sul suo sito, facendo sapere che la presentazione avverrà lunedì prossimo, con una conferenza stampa. Prandelli è reduce dalla sfortunata esperienza nella Liga sulla panchina del Valencia, terminata con la risoluzione contrattuale dopo pochi mesi. Prandelli è il secondo tecnico italiano a sedersi sulla panchina dell'Al-Nasr dopo Walter Zenga (2011-2013).

21:34Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Donald Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:20Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:15Manchester: Cnn, kamikaze forse addestrato in Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Il kamikaze autore della strage a Manchester, Salman Abedi, ha con tutta probabilità ricevuto addestramento dall'Isis in Siria nei mesi precedenti all'attacco, stando ad informazioni raccolte nella fase preliminare dell'inchiesta. Lo riferisce la Cnn citando fonti Usa.

Archivio Ultima ora