Brasile: irruzione polizia in Senato

(ANSA) – SAN PAOLO, 21 OTT – Irruzione della polizia federale questa mattina nel Senato brasiliano per eseguire quattro mandati di arresto nei confronti di altrettanti agenti di polizia in servizio al parlamento accusati di ostacolare le indagini nei confronti di alcuni senatori indagati nell’inchiesta Lava Jato, la Mani Pulite brasiliana. In manette e’ finito anche Pedro Ricardo Araujo Carvalho, capo del servizio di polizia al Congresso, il parlamento di Brasilia. Spettacolare l’operazione, con una ventina di agenti federali con armi pesanti e coi volti coperti da passamontagna che controllavano le sale del Senato. Gli arresti, secondo la stampa locale, sono stati possibili grazie alle rivelazioni di un agente di polizia che ha cominciato a collaborare con i magistrati dopo l’arresto. Il giudice Sergio Moro, titolare dell’inchiesta Lava Jato, ha ordinato mercoledi’ scorso l’arresto dell’ex presidente della Camera, Eduardo Cunha, che ha anche il passaporto italiano, sostenendo che esisteva un forte pericolo di fuga.

Condividi: