Emoji entrano al MoMa, cultura internet sempre più arte

Pubblicato il 27 ottobre 2016 da ansa

Members of a flashmob wear Emoji-masks as they demonstrate in front of EU headquarters in Brussels on Tuesday, Aug. 30, 2016. The flashmob gathered activists calling on EU regulators to keep the internet free and open. (ANSA/AP Photo/Virginia Mayo)  --------------------------------------------------------------------------------------------

Members of a flashmob wear Emoji-masks as they demonstrate in front of EU headquarters in Brussels on Tuesday, Aug. 30, 2016. The flashmob gathered activists calling on EU regulators to keep the internet free and open. (ANSA/AP Photo/Virginia Mayo)
——————————————————————————————–

NEW YORK.- Gli emoji entrano al MoMa. E tutti i cellulari del mondo entrano in possesso di un pezzettino di arte moderna. Il Museum of Modern Art acquista il set originale di 176 emoji per la sua collezione permanente, riconoscendo ufficialmente l’idea che la cultura di internet è un grande progetto di collaborazione artistica che appartiene a tutti e a nessuno. Ricordando allo stesso tempo anche gli interessi aziendali che questo comporta.

I glifi acquistati dal Moma erano stati disegnati per la giapponese NTT DoCoMo e lanciati nel 1999, affermandosi come i primi simboli pittografici a farsi strada nelle comunicazioni mobili. Ma da allora ci sono voluti altri dieci anni prima che diventassero un fenomeno sociale. E’ stato grazie ad Apple che gli emoij si sono imposti, quando sono stati integrati nell’iPhone nel 2011 e hanno iniziato la loro corsa.

A disegnare gli emoji originali acquistati dal MoMa è stato Shigetaka Kurita. Si trattava di simboli composti da linee rudimentali, 12 pixel per 12 pixel, e disponibili in sei colori. L’insieme di linee rendeva alcuni simboli illeggibili, e il loro mistero è stato rivelato solo grazie all’aiuto di un ‘traduttore’. Nonostante tutto hanno gettato le basi per la loro evoluzione, lasciando intravedere barlumi della bizzarra mimica emotiva e figurativa che domina ora la cultura degli emoji online.

Molti degli emoji originali traggono ispirazione dal manga, le storie a fumetti giapponese. Ma non erano creati per facilitare la connessione fra le persone. L’obiettivo era infatti quello di consentire alle aziende di raggiungere i potenziali clienti. DoCoMo li usava infatti per inviare ai clienti informazioni meteorologiche, indirizzandoli presso negozi locali per acquistare ombrelli o creme per la protezione solare contro l’eventuale maltempo o bel tempo.

Con l’aggiunta degli emoji cresce la collezione degli oggetti digitali del MoMa, che include il simbolo @ e alcuni videogiochi. Gli emoji saranno in mostra nel museo da dicembre, nella lobby su un display che incorpora grafiche 2-D e animazione.

Ultima ora

04:58Terremoto: scossa 3.2 nel Reatino, Amatrice trema ancora

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano. (ANSA).

00:24Mondiali 2018: Montenegro-Polonia 1-2

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Vittoria esterna delle Polonia che ha battuto 2-1 Montenegro in una partita giocata a Podgorica e valida per il gruppo E delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Ha aperto le marcature Lewandowski al 40' per la Polonia, pari di Mugosa al 62'. La rete della vittoria porta la firma di Piszczek all'81'.

00:22Mondiali 2018: Scozia-Slovenia 1-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Scozia ha battuto 1-0 la Slovenia in una partita giocata a Glasgow e valida per il gruppo F delle qualificazioni al Mondiale del 2018. La rete è stata segnata da Martin all'88'.

00:13Mondiali 2018: Irlanda del Nord-Norvegia 2-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - A Belfast l'Irlanda del Nord ha battuto 2-0 la Norvegia in una partita valida per il gruppo C delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Le reti sono state segnate da Ward al 2' e Washington al 32'.

23:28Calcio: Bari-Novara 0-0, pugliesi rallentano ancora

(ANSA) - BARI, 26 MAR - Il Bari, dopo la debacle di Trapani, rallenta ancora la sua marcia verso l'alta classifica pareggiando 0-0 con il Novara al San Nicola. Nonostante il sostegno dei 21mila sugli spalti, Floro Flores e Brienza non sono riusciti a scardinare l'ordinata difesa disposta da Boscaglia. Nella ripresa Floro Flores ha avuto due buone occasioni non concretizzate, mentre il Novara si è difeso con ordine. Nel finale c'è stato lo sterile forcing pugliese, ma l'innesto di Maniero per un attacco a due punte non ha accresciuto il potenziale balistico biancorosso e soprattutto non ha dato i risultati sperati. Il Bari sale a quota 47, mentre il Novara resta in scia con 46 punti.

22:32Ventenne pestato da branco ad Alatri, è morto a Roma

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - E' morto stasera all'Umberto I di Roma il ventenne di Alatri pestato a sangue in piazza nella città in provincia di Frosinone. Lo si è appreso da fonti investigative. Emanuele Morganti non ce l'ha fatta dopo ore di agonia ed un intervento chirurgico. Era stato aggredito due notti fa da un gruppo di persone dopo una lite in un locale nel centro storico del comune frusinate per difendere la fidanzata. Il pm della procura di Frosinone ed i carabinieri stanno interrogando alcuni sospettati.

21:49Marine Le Pen, ‘l’Ue morirà, la gente non la vuole più’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - "L'Unione europea morirà perche' la gente non la vuole più". Ne è convinta Marine Le Pen, la candidata euroscettica alle presidenziali in Francia. Durante un comizio elettorale a Lille la leader del Front National ha rassicurato i suoi sostenitori che lasciare l'eurozona, come da lei proposto, "non trascinerebbe il Paese nel caos". "E' arrivato il tempo di sconfiggere i 'globalisti'. Il mio è un messaggio di libertà, emancipazione e liberazione", ha aggiunto Le Pen invitando "tutti i patrioti a riunirsi sotto la nostra bandiera".

Archivio Ultima ora